banner inside 01 it

Utente : martin_inside

Eventi di : martin_inside

0
Art & Culture
Venerdì, 24 Mag 2019 15:00-17:00 |
L'evento si terrà domani e ogni settimana fino a Ven 24 Mag 2019 nei giorni di: Venerdi

VERANSTALTUNGSREIHE MIT WORKSHOPS ZUR SEELSORGE FÜR MENSCHEN MIT BEHINDERUNG 03.05.2019 / 15:00 - 17:00 UHR ULRICH FISTILL Warum gibt es Leid in dieser Welt? Antwortversuche aus dem Buch Ijob Immer wieder sind wir mit leidvollen Situationen konfrontiert. Und jedes Mal stellt sich die Frage nach dem Warum. Das Buch Ijob stellt sich dieser Frage und versucht Antworten darauf zu geben. 10.05.2019 / 15:00 - 17:00 UHR PETER FULTERER „Is eh nix dabei – oder?“ Was Menschen sind und was man mit ihnen (nicht) tun darf Was ist der Mensch - wer ist ein Mensch. Ist er in seiner Würde gesichert? Was schützt ihn vor Übergriffen? - und wer, im Notfall? 24.05.2019 / 15:00 - 17:00 UHR MARTIN LINTNER Die Ambivalenz der Pränataldiagnostik: Vorsorge oder Selektion? Wir leben in einer Gesellschaft, die von einem ambivalenten Umgang mit Menschen mit einer Behinderung geprägt ist. Auf der einen Seite gibt es viele Bemühungen um Integration und um eine behindertengerechte Gestaltung des öffentlichen Raumes. Auf der anderen Seite wird eine Behinderung durch Pränataldiagnostik als vermeidbar angesehen. Im Vortrag wird versucht darüber nachzudenken, wie die Pränataldiagnostik die gesellschaftliche Einstellung zu Behinderung beeinflusst.

0
Music
Venerdì, 12 Lug 2019 21:00
Venerdì 12 Lug 2019

La band austriaca Wanda si è fatta notare nel 2014 con il brano „Amore“ che rimane nelle classifiche austriache per ben 102 settimane. Con testi raffinati, musica rock e un live stravolgente si creano una fanbase molto ampio. Dal 2014 ad oggi registrano vari tour in Austria, Germania e Svizzera con una serie di concerti esauriti ininterrotta.

0
Exhibitions
Giovedì, 23 Mag 2019 09:30-12:00 | 15:30 - 18:00
L'evento si terrà oggi, domani e ogni settimana fino a Sab 22 Giu 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato

Dal 2013 al 2019 Greta Rief è stata direttrice artistica dell´atelier comunitario Tusculum dell´associazione artistica Murnau e.V. Dal 2017 Tusuculum è membro di euroArt, associato proprio durante l´assemblea generale tenutasi a Chiusa. Attraverso l´unione delle più importanti Colonie artistiche europee anche lo scambio di mostre tra membri di euroArt entra nel focus di un concetto di cultura inteso a livello europeo. Questa mostra offre un aspetto contemporaneo dell´arte nel “Blaues Land”, la culla del Blauer Reiter.

0
Cinema
Sabato, 25 Mag 2019 20:00
ogni giorno fino a Dom 26 Mag 2019

Die französische Komödien-Fortsetzung stellt die Multi-Kulti-Familie vor eine neue Herausforderungen. Mit Christian Clavier, Chantal Lauby, Ary Abittan u.a. F 2019, Philippe de Chauveron, 99 Min. “Was haben wir dem lieben Gott angetan?“, fragen sich Claude Verneuil und seine Frau Marie auch in der Fortsetzung der Komödie. Nach einem anstrengenden Trip zu den Eltern ihrer Schwiegersöhne und ein paar üblen Witzen über deren Heimatländer Israel, Algerien, China und die Elfenbeinküste verkünden Claudes und Maries Töchter, dass sie Frankreich verlassen wollen. Für den frisch pensionierten Claude ist klar, dass er alles daran setzen muss, dass seine Töchter im Land bleiben. Ab 12 Jahren

0
Exhibitions
Giovedì, 23 Mag 2019 10:30-17:00 |
L'evento si terrà oggi, domani e ogni settimana fino a Sab 29 Giu 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica

La Kunsthalle West Lanaè lieta di presentare la mostra personale di Erich Dapunt, Repos Animé, nella sede del Palais Mamming Museum di Merano. Un carosello e uno stabilimento balneare, figure di cartapesta e aree apparentemente derelitte, abbandonate. Queste antitesi sono il contenuto di questa serie di immagini scattate in Francia e che raccontano i luoghi visti dagli occhi del fotografo. Un viaggio lungo dieci scatti, dove leggere mutazioni prospettiche influenzano in modo inequivocabile la testimonianza di una foto. L’imponente costruzione con l‘insegna “Plage –Beau Rivage“ che indica la spiaggia retrostante e sulla quale un’immensa quantità di sedie gettate e incastrate una sopra l’altra, fanno trasparire l’immagine di un lustro ormai passato, tramontato. Persino i colori sono spariti. E neppure le grigie e vuote strade centrano in alcun modo con la spiaggia, tantomeno col mare. Solo dalla quarta immagine l’azzurro del cielo si staglia negli occhi e le due affilate torri nell’orizzonte sembrano promettere qualcosa. Ma all’avvicinarsi delle torri si scopre, che non si tratta di una promessa di Beau Rivage(bella spiaggia): vi scorre solo un fiume. La strada la si ritrova pertanto solo attraversando i ricordi e, perché no, un sogno. Nelle successive tre opere si incontrano un vecchio carosello a due piani. Un’anziana signora è china dinanzi: pensa ai tempi passati, alla sua infanzia? In un altro scatto si ritrovano di fronte allo stesso carosello una donna attempata e un ragazzo. Da qui, il ben distinguibile nome del carosello fa intuire, così come recita l’insegna, alla Belle Époque, a uno splendente passato in collaborazione con individuale e collettivo. Un cavallo, liberatosi dalla schiavitù, sembra volare contro la profondità del cielo azzurro. Nel cielo si librano due figure di cartone che sembrano saltare da un castello. Vogliono forse condurre il cavallo e l’osservatore all’illusione di una promessa “bella spiaggia”? Esiste veramente una via dai “bei tempi”(Belle Époque) alla „bella spiaggia“ (Beau Rivage)? Nello scatto successivo lo sguardo dall’alto sulla riva è ancora più ristretto, senza orizzonte, dove sullo sfondo si stagliano invadentemente i resti dei due edifici di cemento delle prime foto. La prospettiva si abbassa e l’orizzonte si estende nell’immagine seguente, che ritrae persone rilassate e gaudiose. L’atmosfera assume un ulteriore incremento nell’ultimo scatto, nel quale l’occhio intuisce non solo la costa e le figure umane, ma al contempo il cielo, perdendosi poi in un orizzonte senza fine. La vela variopinta di un Kitesurf, o forse di un paracadute, unisce mare e cielo associando l’umanità a entrambi. È quindi forse qui che si trova la “bella spiaggia“ promessa, la Beau Rivage?

0
Exhibitions
Giovedì, 23 Mag 2019 10:00-12:00 | 21:00 - 23:00
L'evento si terrà oggi, domani e ogni giorno fino a Sab 25 Mag 2019

Il Südtiroler Künstlerbund presenta Thoughtless. Un progetto del collettivo artistico Butch-ennial Contemporary Art Group Event. Thoughtless è un'installazione su larga scala, che offre temporaneamente un significato sorprendentemente nuovo alla Galleria Civica di Bressanone in occasione del Water Light Festival. Il passante osservatore o occasionale entra, distaccato dall'ambiente urbano e dalla realtà originaria della galleria, in uno spazio ad effetto. Usando mezzi semplici riesce a creare paesaggi artificiali e li rende un'esperienza reale. Il collettivo è interessato sopratutto all'intuizione e al riflesso. Come reagiamo alle distorsioni percettive, ai cambiamenti improvvisi? Il punto di vista dei pesci: avvolti nella densità dell’acqua, liberati dagli elementi, fluttuano senza fluttuare, affondano senza affondare. Sette pesci come sette note mute. Simbolo di uno stato di liquida calma, meditativa, come il silenzioso furore di un saggio. La vista dell’acqua. Ragione incontaminata. Tracce. Uno spazio senza tempo che si materializza. Un luogo inizialmente materno e alla fine spregiudicato. come un lago che invade lo spazio a noi famigliare. Simbolo di una sana prudenza, creativo, come il calmo furore dei saggi. Butch-ennial -Contemporary Art Group Event -un progetto indipendente, che sboccia dalla passione e cooperazione di un gruppo di artisti altoatesini e cosmopoliti, Ruediger Witcher, Hannes Vonmetz Schiano, Marco Pietracupa e l’architetto Stefano Peluso. Mediante l’esposizione e installazione di opere d’arte il gruppo s’interroga sulle corrispondenze che intercorrono tra contesti e riferimenti, tra luoghi fisici e ispirazioni originarie. Butch-ennial è un gruppo multidisciplinare composto da differenti figure professionali che cooperano sia con soggetti privati che con enti pubblici. Il collettivo opera in qualsiasi contesto prediligendo luoghi dalla natura ibrida e non convenzionale, che si prestano ad ospitare esperimenti socio-culturali. Reinterpretando queste “location“ attraverso differenti attività artistiche, Butch-ennial infonde nuova vita a spazi apparentemente senza valore.

0
Exhibitions
Giovedì, 23 Mag 2019 10:00-12:30 | 15:30 - 19:30
L'evento si terrà oggi, domani e ogni settimana fino a Sab 29 Giu 2019 nei giorni di: Lunedi Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato

Guarda al futuro la mostra di Antonella Zazzera e si propone come un concerto di opere a più voci, quale esito di una ricerca solida in costante evoluzione e di una pratica singolare del fare scultura. La sua attività, iniziata negli ultimi anni Novanta, guadagna da subito l'attenzione di curatori ed artisti come Enrico Castellani che, nel 2009, in occasione della sua prima personale alla galleria Antonella Cattani, le dedica uno scritto nel catalogo edito per la mostra. Al 1° Premio per la giovane Scultura Italiana, assegnatole già nel 2005 dall' Accademia Nazionale di San Luca di Roma, segue nel 2016 il Premio Arnaldo Pomodoro per la scultura, da cui la personale alla Fondazione di Milano. Il percorso dell'artista (Todi, 1976) è delineato dall' avvicendarsi delle mostre personali in Italia ed all'estero e dalle partecipazioni ad esposizioni significative, tra le quali citiamo le più recenti: Tissage Tressage Fondation Villa Datris pour la sculpture contemporaine (F), Kairos Castle The Art of the Moment Kasteel Van Gaasbeek, Gaasbeek (B). All'origine della modalità operativa e stilistica di Antonella Zazzera è la scelta di un liguaggio definito dall'impiego di un materiale che, per l'intrinseca natura, risponde alle sempre diverse sollecitazioni della luce, trasformando la sua superficie in un evento mai eguale: il rame. "Lavoro con un filo di rame che mai si intreccia ma che si sovrappone e si sedimenta seguendo i parametri determinati dal disegno progettuale, eseguito per ogni scultura" - spiega l'artista. Il procedimento del "passare il filo" si traduce quindi in una infinità di segni, punti e linee che definiscono gli andamenti morbidi e flessuosi di un lavoro dalle forme primarie, naturali. Il tempo del fare è componente essenziale del procedimento e misura del suo compiersi. Un titolo unico, seguito da una numerazione romana distingue i lavori e l'appartenenza del lavoro stesso ad un codice espressivo al quale si riferiscono anche le opere più recenti, ora in esposizione. L'insieme dei codici fino ad oggi elaborati dall'artista è l'opera omnia a cui si riferisce il titolo della personale che inaugura venerdì 3 maggio alla Galleria Antonella Cattani contemporary art. L'allestimento della mostra pone in dialogo le diciotto opere (2016-2019), dalla diversa tipologia, nel rispetto di quei valori armonici che intendono esprimere fino al riflettersi nello spazio che occupano. ll primo incontro è con l'Armonico CCCXXXVIII che, come una "via luminescente", taglia con i suoi 270 cm di altezza la parete principale estendendosi fino a toccare il suolo; la sua natura, propia della scultura ma anche dell' installazione, può ricordarci i feltri di Robert Morris ma senza quella fascinosa svogliatezza, sostituita invece da un carattere assertivo. A seguire le Carte/Scultura, disegni tridimensionali dalla struttura in filo di rame e cellulosa, che si evidenziano per la vivace gestualità segnica, organizzata come la scrittura di una partitura musicale. Non a caso l'Accademia della Filarmonica di Roma ha richiesto ed inserito le immagini di questi lavori nel propio progamma. Nelle opere denominate Quadri, l'artista riduce la forma ad un piano, rinunciando ad evoluzioni e curvature, trattando la superficie come una campitura pittorica. Un numero infinito di fili di rame , dai toni diversi, dal chiaro allo scuro, determinano dei campi di forze che si uniscono in un pattern irripetibile. I Naturalia, sculture in filo di alluminio dal carattere più scomposto, sembrano invece connettersi con lo spazio circostante attraverso quei filamenti liberati da una forma che si fà nido. A chiudere il percorso, accanto all'opera Trame che presenta un codice inedito, è la Ri-Trattica. Si tratta di un seducente " ritratto contemporaneo" che, attraverso la sua forma ovale, evoca, nel nostro vissuto, gli antichi ritratti fotografici. Elementi semplici, da sempre alla base della grande arte del passato, tornano ad essere protagonisti indiscussi del suo procedere armonico e del metodo di Antonella Zazzera, che prevede un’evidente centralità della luce, finalizzata alla definizione dello spazio e della forma, proprio là dove ritmo e segno determinano andamenti morbidi, riconducibili a forme naturali, a misura d’uomo.

0
Exhibitions
Giovedì, 23 Mag 2019
L'evento si terrà oggi, domani e ogni giorno fino a Dom 26 Mag 2019

Con questa mostra il Museum Ladin celebra i 70 anni di “scuola paritaria” nelle valli ladine. La mostra è organizzata in collaborazione con la Ripartizione Scuola e Cultura ladina, l’Intendenza scolastica ladina e le direzioni scolastiche. Coinvolge – e tematizza – anche le scuole ladine di Livinallongo, Ampezzo e della Val di Fassa.

0
Theatre
Giovedì, 23 Mag 2019 20:30
L'evento si terrà oggi, domani e ogni giorno fino a Sab 25 Mag 2019

di Vitaliano Trevisan da La Bancarotta di Carlo Goldoni regia Serena Sinigaglia La bancarotta di un mercante calata tra i problemi di oggi. Vitaliano Trevisan, riscrive un testo poco frequentato di Carlo Goldoni con il suo stile pungente e sincopato, implacabile e sarcastico. Un testo, quello di Goldoni, che oltre a non essere affatto lontano dall’attualità, segna una svolta epocale: a partire da un canovaccio della commedia dell’Arte, gradualmente le maschere cadono in disuso e inizia a delinearsi un’idea di testo più determinato ed esteso, contrariamente alla prassi del recitare a soggetto, esercitata fino ad allora. Utilizzando il testo di Goldoni come solido appoggio, Trevisan delinea una caustica rappresentazione dell’Italia di oggi.

0
Theatre
Domenica, 26 Mag 2019 16:00
Domenica 26 Mag 2019

di Vitaliano Trevisan da La Bancarotta di Carlo Goldoni regia Serena Sinigaglia La bancarotta di un mercante calata tra i problemi di oggi. Vitaliano Trevisan, riscrive un testo poco frequentato di Carlo Goldoni con il suo stile pungente e sincopato, implacabile e sarcastico. Un testo, quello di Goldoni, che oltre a non essere affatto lontano dall’attualità, segna una svolta epocale: a partire da un canovaccio della commedia dell’Arte, gradualmente le maschere cadono in disuso e inizia a delinearsi un’idea di testo più determinato ed esteso, contrariamente alla prassi del recitare a soggetto, esercitata fino ad allora. Utilizzando il testo di Goldoni come solido appoggio, Trevisan delinea una caustica rappresentazione dell’Italia di oggi.

0
Theatre
Mercoledì, 29 Mag 2019 20:30
Mercoledì 29 Mag 2019

di Vitaliano Trevisan da La Bancarotta di Carlo Goldoni regia Serena Sinigaglia La bancarotta di un mercante calata tra i problemi di oggi. Vitaliano Trevisan, riscrive un testo poco frequentato di Carlo Goldoni con il suo stile pungente e sincopato, implacabile e sarcastico. Un testo, quello di Goldoni, che oltre a non essere affatto lontano dall’attualità, segna una svolta epocale: a partire da un canovaccio della commedia dell’Arte, gradualmente le maschere cadono in disuso e inizia a delinearsi un’idea di testo più determinato ed esteso, contrariamente alla prassi del recitare a soggetto, esercitata fino ad allora. Utilizzando il testo di Goldoni come solido appoggio, Trevisan delinea una caustica rappresentazione dell’Italia di oggi.

0
Theatre
Martedì, 28 Mag 2019 20:30
Martedì 28 Mag 2019

di Vitaliano Trevisan da La Bancarotta di Carlo Goldoni regia Serena Sinigaglia La bancarotta di un mercante calata tra i problemi di oggi. Vitaliano Trevisan, riscrive un testo poco frequentato di Carlo Goldoni con il suo stile pungente e sincopato, implacabile e sarcastico. Un testo, quello di Goldoni, che oltre a non essere affatto lontano dall’attualità, segna una svolta epocale: a partire da un canovaccio della commedia dell’Arte, gradualmente le maschere cadono in disuso e inizia a delinearsi un’idea di testo più determinato ed esteso, contrariamente alla prassi del recitare a soggetto, esercitata fino ad allora. Utilizzando il testo di Goldoni come solido appoggio, Trevisan delinea una caustica rappresentazione dell’Italia di oggi.

0
Others
Lunedì, 27 Mag 2019 18:15
ogni settimana fino a Lun 27 Mag 2019 nei giorni di: Lunedi

Ciao belle donne! Ogni lunedì ci troviamo nella sede di Vivi Maso della Pieve per ballare insieme! La danza del ventre è una danza antica orientale, misteriosa e sensuale, durante la quale ogni donna può ricercare ed esprimere la propria senssualità ed il proprio fascino. Essere un'onda che danza tra i veli, i colori e la musica. Un'ora alla settimana per ritrovarsi insieme ad altre donne per godere dell'energia della danza! Prima lezione gratuita!

0
Kids
Sabato, 25 Mag 2019 14:00-14:50 |
ogni settimana fino a Sab 28 Dic 2019 nei giorni di: Sabato

Bei den Familienführungen erfahren Eltern und Kinder von 6 bis 11 Jahren auf spannende und spielerische Weise mehr über das Leben des berühmten Mannes aus dem Eis. Die Kinder entdecken den Alltag in der Kupferzeit, Materialien und die Funktion von Ötzis Werkzeugen, Gerätschaften und Kleidern selbst. In deutscher Sprache: Reservierung nicht nötig, Anmeldung direkt am Ticketschalter des Museums. Teilnahmegebühr: 2,50 Euro pro Person (zusätzlich zum Eintrittspreis)

0
Kids
Domenica, 29 Dic 2019 11:00-11:50 |
ogni settimana fino a Dom 29 Dic 2019 nei giorni di: Sabato Domenica

Bei den Familienführungen erfahren Eltern und Kinder von 6 bis 11 Jahren auf spannende und spielerische Weise mehr über das Leben des berühmten Mannes aus dem Eis. Die Kinder entdecken den Alltag in der Kupferzeit, Materialien und die Funktion von Ötzis Werkzeugen, Gerätschaften und Kleidern selbst. In deutscher Sprache: Reservierung nicht nötig, Anmeldung direkt am Ticketschalter des Museums. Teilnahmegebühr: 2,50 Euro pro Person (zusätzlich zum Eintrittspreis)

0
Kids
Sabato, 25 Mag 2019 15:30-16:20 |
ogni settimana fino a Dom 29 Dic 2019 nei giorni di: Sabato Domenica

Rivolte ai genitori con bambini tra i 6 e gli 11 anni, queste visite rappresentano un’occasione particolare per scoprire il mondo dell’Uomo venuto dal ghiaccio. Attraverso un approccio ludico e coinvolgente, i piccoli visitatori impareranno a conoscere la vita quotidiana nell’età del Rame, come pure i materiali e la funzione dei vari oggetti e indumenti ritrovati con Ötzi. Visite guidate in lingua italiana: Prenotazione direttamente alla biglietteria del Museo. Quota di partecipazione: 2,50 Euro a persona (oltre al costo del biglietto d’ingresso).

0
Formation
Lunedì, 03 Giu 2019 09:30-13:00 |
Lunedì 03 Giu 2019

Attraverso il progetto #Coopforsport Legacoopbund e la Scuola Professionale per il commercio, il turismo e i servizi CTS “L. Einaudi” - Olympia operatore/trice turistico sportivo, insieme a USSI Unione Stampa Sportiva Italiane e FCI Federazione Ciclistica Italiana Comitato provinciale Alto Adige Südtirol organizzano una serie di incontri intitolati “Top events in the mirror: lo sport è chi lo organizza” con protagonisti gli organizzatori di grandi eventi e responsabili di realtà sportive professionali aperti al pubblico e al territorio. Il programma: Ore 9.30 Accoglienza Ore 9.45 Saluti autorità e introduzione Ore 10.00 Consegna “Premio alla Carriera” edizione 2019 ad Alexander EGGER Ore 10.15 Interventi degli organizzatori dei grandi eventi sportivi in Alto Adige con relazioni, foto, filmati, interviste Ore 11.15 Coffee break Ore 11.30 Seconda parte interventi degli organizzatori dei grandi eventi sportivi in Alto Adige con relazioni, foto, filmati, interviste Ore 12.30 Consegna “Premi Ussi Trentino Alto Adige 2019” ad un giornalista e a Paolo BRAVO direttore sportivo Fc Suedtirol Ore 12.45 Dibattito Ore 13.00 Conclusioni L’incontro è rivolto a dirigenti, soci e rappresentanti di società e associazioni sportive dilettantistiche e a tutti gli interessati. La partecipazione è gratuita. È gradita conferma di partecipazione entro il 30 maggio, segnalando il proprio nominativo al seguente indirizzo e-mail: anna.krautgasser@legacoopbund.coop

0
Kids
Mercoledì, 29 Mag 2019 14:30-16:30 |
ogni settimana fino a Mer 27 Nov 2019 nei giorni di: Mercoledi

Curiosità e segreti sull’attrezzatura di Ötzi Ogni oggetto è una storia! L’attrezzatura dell’Uomo venuto dal ghiaccio spiegata nei dettagli attraverso materiali, piccoli esperimenti e ricostruzioni. L’attività è inclusa nel prezzo dell’ingresso.

0
Exhibitions
Giovedì, 23 Mag 2019 10:00-18:00 |
L'evento si terrà oggi, domani e ogni settimana fino a Dom 16 Giu 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica

A 500 anni dalla sua morte, il Museo di scienze naturali dell’Alto Adige rende omaggio al principe e poi imperatore Massimiliano I che ordinò la costruzione del palazzo, sede del museo dal 1998. Una piccola mostra temporanea per illustrare l’attività della casa che amministrava il commercio e il traffico di merci dell’epoca. Tasse e tributi, così come multe e canoni di affitto e utilizzo di edifici, campi e vigneti venivano versati nelle casse della casa principesca, che conservava le entrate in un’apposita cassaforte. Sui registri venivano annotate le fiorenti attività di una città le cui fiere erano conosciute in mezza Europa. Pedaggi e diritti di mercato contribuivano a colmare le casse di quello che fu definito “il piccolo gioiello del Tirolo”. Tutto ciò, e molto altro, rivive in questa mostra che ci proietterà nella Bolzano della fine del ‘400.

0
Art & Culture
Giovedì, 23 Mag 2019 08:30-10:30 |
L'evento si terrà oggi e ogni settimana fino a Gio 27 Giu 2019 nei giorni di: Martedi Giovedi

“Sprich mit!” è un´iniziativa che si rivolge a tutti coloro che vogliono parlare liberamente in tedesco. In base al concetto del Caffè delle lingue, che dal 2001 viene organizzato dal centro giovani papperlapapp, i frequentatori possono parlare in tedesco divertendosi, senza correzioni, senza vocabolari e senza appunti. Una moderatrice di madrelingua tedesca, facilita le conversazioni e introduce i nuovi frequentatori. La partecipazione a “Sprich mit!” è gratuita e non necessita di un´iscrizione. L´età dei frequentatori è illimitata.

0
Cinema
Domenica, 30 Giu 2019 20:45
Domenica 30 Giu 2019

Un film di James Marsh. Con Herbert Terrace, Stephanie LaFarge, Jenny Lee, Laura-Ann Petitto, Joyce Butler. Agli inizi degli Anni Settanta lo scienziato comportamentista Herbert Terrace della Columbia University, stabilito che il 98,7% del DNA degli esseri umani e degli scimpanzé coincide decide di cercare di provare che sia possibile insegnare loro un linguaggio (quello dei segni) in netto contrasto con la teoria di Noam Chomsky il quale sostiene che solo gli uomini siano in grado di utilizzare un codice linguistico. Per fare ciò avvia quello che chiama il "Project Nim" dal nome dato al piccolo scimpanzé che, sottratto in cattività alla madre, viene assegnato a una famiglia che però risulta essere impreparata ad accoglierlo. Nim viene quindi trasferito in una casa di campagna fuori New York dove si prosegue con l'esperimento che però non darà i risultati sperati. James Marsh (vincitore dell'Oscar con il documentario Man on Wire) ottiene con questa docu-fiction (alcune situazioni sono messe in scena ad hoc con attori ma le interviste e moltissime riprese sono originali) un duplice risultato. Da un lato ricostruisce un clima (quello della stagione hippy e delle innumerevoli nuove teorie su tutto lo scibile umano) e propone ad animalisti e non il percorso di un primate che diventa cavia di un esperimento che finisce con il procurargli altrettanto dolore (anche se non fisico) di quelli messi in atto per testare alcuni farmaci. Dall'altro (con uno sguardo che fonde emotività e razionalità) ci mette di fronte ad interrogativi ancora più complessi. Perché in definitiva Marsh è più interessato al comportamento degli esseri umani che hanno avuto contatto con lo scimpanzé che non a quello di Nim. Scava nei volti e nei gesti per fare riemergere, a distanza di decenni, gli echi di un'esperienza che ha finito con il provocare in loro un profondo disagio. Perché hanno fatto sì che l'animale provasse per loro dei sentimenti 'umani' per poi farselo sottrarre in nome della scienza destinandolo in definitiva a una cattività lontano dalle loro cure. E' a questi uomini e donne ormai non più giovani (e ripresi tutti nella stessa location) che Marsh fa dire quanto la 'leggerezza' di un'utopica ricerca sia stata fatta pagare a un essere che con il suo sguardo e le improvvise rabbie comunica con le nostre coscienze molto più che con un impossibile linguaggio dei segni.

0
Art & Culture
Giovedì, 30 Mag 2019 18:00
Giovedì 30 Mag 2019

Il concorso d’arte denominato “Premio Rotary-ARThandicap-Award”, che si propone di avere cadenza biennale, è un’iniziativa dei Club del Rotary International di Bolzano, Bressanone e Merano. Si tratta di un concorso d’arte per persone con disabilità, che si propone l’alto obiettivo di favorire lo sviluppo della creatività e delle capacità artistiche delle persone con disabilità che vivono in Alto Adige ed appartengono a tutti e tre i gruppi linguistici; ciò, quindi, al fine di favorirne la maggior integrazione possibile e di valorizzarne la creatività ed il talento artistico. Il “concorso artistico” prevede dei premi e si propone di avere cadenza biennale. Infatti “l’arte non conosce ostacoli e disabilità; è volta all’inclusione, non all’esclusione”; dunque un “ponte” col quale il Premio si propone per il superamento di differenze, consentendo l’incontro e lo sviluppo di relazioni e reciproche opportunità. Il concorso s’impronta infatti, oltre che per l’interesse alla cultura, per la ricerca della miglior qualità artistica possibile dei lavori che verranno selezionati da parte di una giuria qualificata ed indipendente, la quale giudicherà le opere senza preconcetti e con rispetto delle singole capacità umane, al fine di confermare il talento artistico e possibilmente di attirare l’attenzione di potenziali sponsor ed acquirenti delle opere. Obiettivi del Premio Rotary-ARThandicap-Award sono: • assicurare a tutti i partecipanti gioia, orgogliosa soddisfazione e prospettiva; • mostrare allo spettatore le capacità artistiche ed il talento delle persone con disabilità, contribuendo ad abbattere barriere e pregiudizi, in definitiva per contribuire ad un virtuoso cammino di progresso sociale; • offrire agli artisti con disabilità una formidabile piattaforma di auto-espressione ed opportunità di sviluppo della loro creatività e talento artistico, e di conseguenza la loro fattiva integrazione nell’ambiente culturale del nostro territorio.

0
Exhibitions
Giovedì, 23 Mag 2019 10:00-17:00 |
L'evento si terrà oggi, domani e ogni settimana fino a Sab 30 Nov 2019 nei giorni di: Lunedi Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato

Oggigiorno, la donna occidentale trascorre molto meno tempo ai fornelli rispetto al passato. Cucinare non è più compito inderogabile della donna. Il lavoro femminile e la condivisione dei compiti domestici tra i sessi hanno cambiato le abitudini e lo stile di vita delle famiglie. Tra salutismo, immagni corporee, coscienza ecologica, scelta tra consumo di carne e animalismo nonché problematiche dell’agricoltura regionale e globale, la responsabilità morale siede con noi a tavola e ci accompagna fin dal momento della spesa. Sul piano della produzione, le multinazionali del settore alimentare adottano strategie decisamente spregiudicate: il furto di terre, la brevettazione delle sementi, l’impiego massiccio di sostanze chimiche ecc. Nel rivolgersiai consumatori, l’industria alimentare blandisce, pilota e approccia in primoluogo le donne. Sul piano privato, preparare i pasti è tuttora considerato un modo di prendersi cura della famiglia e di creare comunità,e dunquecompito della donna. Ponendo al centroil lavoro quotidiano delle donne, la mostra “Cosa bolle in pentola?” illustra quanto sia cambiatala cucina intesa come sfera d’azione individuale e sociale.

0
Exhibitions
Venerdì, 31 Mag 2019 09:00
ogni giorno fino a Dom 02 Giu 2019

Il concorso d’arte denominato “Premio Rotary-ARThandicap-Award”, che si propone di avere cadenza biennale, è un’iniziativa dei Club del Rotary International di Bolzano, Bressanone e Merano. Si tratta di un concorso d’arte per persone con disabilità, che si propone l’alto obiettivo di favorire lo sviluppo della creatività e delle capacità artistiche delle persone con disabilità che vivono in Alto Adige ed appartengono a tutti e tre i gruppi linguistici; ciò, quindi, al fine di favorirne la maggior integrazione possibile e di valorizzarne la creatività ed il talento artistico. Il “concorso artistico” prevede dei premi e si propone di avere cadenza biennale. Infatti “l’arte non conosce ostacoli e disabilità; è volta all’inclusione, non all’esclusione”; dunque un “ponte” col quale il Premio si propone per il superamento di differenze, consentendo l’incontro e lo sviluppo di relazioni e reciproche opportunità. Il concorso s’impronta infatti, oltre che per l’interesse alla cultura, per la ricerca della miglior qualità artistica possibile dei lavori che verranno selezionati da parte di una giuria qualificata ed indipendente, la quale giudicherà le opere senza preconcetti e con rispetto delle singole capacità umane, al fine di confermare il talento artistico e possibilmente di attirare l’attenzione di potenziali sponsor ed acquirenti delle opere. Obiettivi del Premio Rotary-ARThandicap-Award sono: • assicurare a tutti i partecipanti gioia, orgogliosa soddisfazione e prospettiva; • mostrare allo spettatore le capacità artistiche ed il talento delle persone con disabilità, contribuendo ad abbattere barriere e pregiudizi, in definitiva per contribuire ad un virtuoso cammino di progresso sociale; • offrire agli artisti con disabilità una formidabile piattaforma di auto-espressione ed opportunità di sviluppo della loro creatività e talento artistico, e di conseguenza la loro fattiva integrazione nell’ambiente culturale del nostro territorio.

0
Exhibitions
Giovedì, 23 Mag 2019 10:00-18:00 |
L'evento si terrà oggi, domani e ogni settimana fino a Dom 16 Giu 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica

La stagione espositiva di Kunst Meran Merano Arte si apre con la mostra dal titolo Da lontano era un’isola, che comprende tre presentazioni monografiche, una in ciascun piano del museo. Nel 1938 l’artista e designer Bruno Munari (1907 – 1998, Milano) visitò il ceramista futurista Tullio Mazzotta a Albisola, in Liguria. In questo periodo raccolse alcuni sassi sulla spiaggia e poi li portò a casa e li esaminò; queste osservazioni sono state poi pubblicata nel libro del 1971 Da lontano era un’isola in cui, pagina dopo pagina, Munari ha rivelato i mondi nascosti dietro a questi sassi. L’osservazione verso i propri materiali di lavoro e il loro utilizzo sperimentale, il coinvolgimento del pubblico e un’indagine sulle modalità di percezione sono aspetti che accomunano anche i tre artisti invitati. Le opere che presentano si pongono in dialogo con lo spazio espositivo, adattandosi o opponendosi ad esso; oggetti e installazioni preesistenti sono riformulati e ricombinati in relazione al luogo. In particolare, alla base del lavoro di Katinka Bock (1976 Francoforte, vive a Parigi) troviamo un’indagine sulle modalità di visualizzazione dei processi e delle sequenze temporali e di percezione degli spazi espositivi e una riflessione sulle forze esistenti i natura. Nei suoi oggetti in ceramica e in bronzo spesso adotta delle forme caratteristiche dei luoghi circostanti alla sede espositiva: ad esempio include nel processo di fusione delle parti di piante, assumendo la natura come parte integrante delle proprie sculture. Anche nelle sue installazioni lavora spesso con materiali precari come l’argilla cruda, la sabbia o il legno, portando – anche in questo caso – il mondo esterno all’interno dello spazio espositivo. Anche le sculture di Giulia Cenci (1988 Cortona, vive in Amsterdam) creano un rapporto con il luogo che ospita la mostra, sviluppandosi al suo interno e creando una sorta di paesaggio dimenticato. Fome e strutture di derivazione sia organica sia industriale – come ad esempio cavi, pezzi di plastica e metallo o legno– sono raggruppati e dispersi nello spazio, innescando innumerevoli possibili associazioni ma senza mai lasciarsi intrappolare in una singola definizione. Questi lavori danno l’impressione di una disposizione provvisoria, mutevole, in costante mutamento, in cui il visitatore si muove adattando e cambiando costantemente a sua volta il proprio approccio. Giulia Cenci sviluppa infatti i suoi lavori adattandoli sempre allo spazio in cui si collocano, creando in ogni occasione espositiva nuove sequenze e nuove narrazioni. Philipp Messner (1975 Bolzano, vive a Monaco) indaga attraverso i suoi lavori la nostra percezione e i rapporti tra oggetto e osservatore. Nella sua installazione Clouds del 2016 ha fatto sparare neve artificiale colorata nel prato a sud dell’Alte Pinakothek di Monaco, affrontando così con un’operazione di forte impatto la nostra idea di naturale e artificiale e creando un “campo pittorico calpestabile”“. Analogamente, nei suoi lavori più recenti, Messner sfida le nostre abitudini visive, lavorando frammenti di marmo con pigmenti colorati e creando così delle composizioni che disturbano e affascinano al contempo e che si pongono al di là delle tradizionali distinzioni tra pittura e scultura. Attraverso le modalità differenti con cui si confrontano con i materiali e lo spazio espositivo, Katinka Bock, Giulia Cenci und Philipp Messner permetteranno di scoprire una nuova isola in ciascun piano del museo.

0
Art & Culture
Venerdì, 28 Giu 2019 19:00
Venerdì 28 Giu 2019

Alterazioni Video è un collettivo artistico fondato a Milano nel 2004 da Paololuca Barbieri Marchi, Alberto Caffarelli, Matteo Erenbourg, Andrea Masu e Giacomo Porfiri, con base a New York, Berlino e Palermo. Da oltre dieci anni porta avanti una ricerca sul fenomeno delle opere pubbliche incompiute in Italia, documentando e mappando ad oggi oltre 750 costruzioni sparse su tutto il territorio, opere che non sono mai state portate a termine e che per questo non hanno avuto nessuna funzione, diventando così monumenti di qualcosa che non è mai esistito. Le opere incompiute sono le rovine del contemporaneo, il perfetto paradigma interpretativo per comprendere la storia recente del nostro paese. Questo studio ha portato alla definizione di un nuovo stile architettonico: L'Incompiuto. Attualmente è stato pubblicato da Humboldt Books il libro "Incompiuto, la nascita di una stile" che raccoglie le fotografie di molte opere incompiute e diversi testi scritti tra gli altri da Salvatore Settis, Marc Augè, Antonio Ricci e il collettivo Wu Ming. A Kunst Meran Merano Arte sarà proposta una mostra che racconterà questa ricerca.

0
Exhibitions
Sabato, 29 Giu 2019 10:00-18:00 |
ogni settimana fino a Dom 29 Set 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica

Alterazioni Video è un collettivo artistico fondato a Milano nel 2004 da Paololuca Barbieri Marchi, Alberto Caffarelli, Matteo Erenbourg, Andrea Masu e Giacomo Porfiri, con base a New York, Berlino e Palermo. Da oltre dieci anni porta avanti una ricerca sul fenomeno delle opere pubbliche incompiute in Italia, documentando e mappando ad oggi oltre 750 costruzioni sparse su tutto il territorio, opere che non sono mai state portate a termine e che per questo non hanno avuto nessuna funzione, diventando così monumenti di qualcosa che non è mai esistito. Le opere incompiute sono le rovine del contemporaneo, il perfetto paradigma interpretativo per comprendere la storia recente del nostro paese. Questo studio ha portato alla definizione di un nuovo stile architettonico: L'Incompiuto. Attualmente è stato pubblicato da Humboldt Books il libro "Incompiuto, la nascita di una stile" che raccoglie le fotografie di molte opere incompiute e diversi testi scritti tra gli altri da Salvatore Settis, Marc Augè, Antonio Ricci e il collettivo Wu Ming. A Kunst Meran Merano Arte sarà proposta una mostra che racconterà questa ricerca.

0
Exhibitions
Sabato, 29 Giu 2019 10:00-18:00 |
ogni settimana fino a Dom 29 Set 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica

Özlem Altin (1977 a Goch D, vive a Berlino) rielabora materiali della propria vastissima collezione di testi e immagini, raccolti da fonti disparate e su cui interviene attraverso il disegno e la fotografia. Nelle sue mostre crea una sorta di collage in stretta relazione con lo spazio, definendo nuove sequenze di immagini e nuove narrazioni. Spesso combina inoltre questi materiali provenienti dal suo archivio con opere realizzate da altri artisti, di collezioni museali o di altri archivi, senza seguire un ordine lineare o cronologie ma basandosi piuttosto su relazioni e associazioni intuitive che si ripetono e si sviluppano progressivamente. L'artista trascorrerà un periodo a Merano, dovrà avrà modo di cercare e raccogliere nuovi materiali, che saranno poi proposti nella sua mostra a Merano Arte.

0
Art & Culture
Venerdì, 28 Giu 2019 19:00
Venerdì 28 Giu 2019

Özlem Altin (1977 a Goch D, vive a Berlino) rielabora materiali della propria vastissima collezione di testi e immagini, raccolti da fonti disparate e su cui interviene attraverso il disegno e la fotografia. Nelle sue mostre crea una sorta di collage in stretta relazione con lo spazio, definendo nuove sequenze di immagini e nuove narrazioni. Spesso combina inoltre questi materiali provenienti dal suo archivio con opere realizzate da altri artisti, di collezioni museali o di altri archivi, senza seguire un ordine lineare o cronologie ma basandosi piuttosto su relazioni e associazioni intuitive che si ripetono e si sviluppano progressivamente. L'artista trascorrerà un periodo a Merano, dovrà avrà modo di cercare e raccogliere nuovi materiali, che saranno poi proposti nella sua mostra a Merano Arte.

0
Art & Culture
Giovedì, 10 Ott 2019 19:00
Giovedì 10 Ott 2019

Un progetto di Merano Arte in collaborazione con NABA (Nuova Accademia di Belle Arti di Milano) e Libera Università di Bolzano | Facoltà di Design e Arti La prima rassegna completa sulla produzione e sulla cultura del design moderno in una dinamica regione europea transfrontaliera. DESIGN FROM THE ALPS è il racconto dell’affascinante avventura del design in questa area alpina, il naturale ponte di collegamento tra il nord e il sud dell’Europa e per questo soggetta a una sorprendente capacità di assorbimento delle più avanzate istanze del progetto moderno, collocandosi geograficamente al centro di quel formidabile incrocio di traiettorie che, da Monaco a Venezia, da Vienna a Milano, ha per molti versi vertebrato il profilo del design tra XX e XXI secolo.

0
Exhibitions
Venerdì, 11 Ott 2019 10:00-18:00 |
ogni settimana fino a Dom 12 Gen 2020 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica

Un progetto di Merano Arte in collaborazione con NABA (Nuova Accademia di Belle Arti di Milano) e Libera Università di Bolzano | Facoltà di Design e Arti La prima rassegna completa sulla produzione e sulla cultura del design moderno in una dinamica regione europea transfrontaliera. DESIGN FROM THE ALPS è il racconto dell’affascinante avventura del design in questa area alpina, il naturale ponte di collegamento tra il nord e il sud dell’Europa e per questo soggetta a una sorprendente capacità di assorbimento delle più avanzate istanze del progetto moderno, collocandosi geograficamente al centro di quel formidabile incrocio di traiettorie che, da Monaco a Venezia, da Vienna a Milano, ha per molti versi vertebrato il profilo del design tra XX e XXI secolo.

0
Art & Culture
Giovedì, 23 Mag 2019 14:00
L'evento si terrà oggi, domani e ogni settimana fino a Ven 31 Mag 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi

Visite pomeridiane per gruppi senior Un pomeriggio senza fretta, senza il bisogno di far tutto ad ogni costo. Un pomeriggio completamente dedicato alla generazione Over 65 per conoscere da vicino la vita quotidiana, gli usi e i costumi degli uomini dell’Età del Rame. Si può imparare a qualsiasi età ed è meglio farlo in compagnia e divertendosi. Per questo motivo la nostra proposta è costruita attorno al visitatore, con una particolare attenzione a ogni sua esigenza! Due temi sono a disposizione: Visita alla mostra temporanea XXXXX oppure una visita all’Uomo venuto dal ghiaccio. Al termine della visita è prevista una pausa caffè per conversare e approfondire insieme le tematiche dell’esposizione. Per prenotazioni rivolgersi a Margit Tumler: tel. 0471 320124 e-mail margit.tumler@iceman.it Quota di partecipazione: 7 Euro a persona In collaborazione con il KVW (Katholischer Verband der Werktätigen)

0
Exhibitions
Giovedì, 23 Mag 2019 10:00-18:00 |
L'evento si terrà oggi, domani e ogni settimana fino a Dom 02 Giu 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica

L’intervento, in forma di installazione site-specific attivata da un’azione performativa, indaga la relazione tra essere umano e materia durante il processo del lutto, nella fase di elaborazione del dolore. Il progetto è stato sviluppato dall’artista nel corso di una residenza presso Lottozero textile laboratories.

0
Others
Giovedì, 30 Mag 2019 10:00-19:00 |
ogni giorno fino a Dom 02 Giu 2019

Bolzano, da sempre punto d’incontro tra diverse culture, quest’anno ospita la prima edizione del Gourmetfestival: un evento da non perdere per ogni buongustaio! Dal 30 maggio al 2 giugno gli ospiti potranno assaggiare prelibatezze e specialità delle diverse regioni italiane. Lungo il percorso di degustazione per le vie e i negozi del centro storico una trentina di produttori selezionati da Italia&Amore presenterà specialità gastronomiche e enologiche di alta qualità. Prodotti tipici altoatesini, ma soprattutto i prodotti della cucina mediterranea. ll percorso termina in piazza Municipio, dove sarà allestito un angolo gourmet con ristorante e mercato per acquistare i singoli prodotti.

0
Others
Giovedì, 30 Mag 2019 10:00-19:00 |
ogni giorno fino a Dom 02 Giu 2019

Bolzano, da sempre punto d’incontro tra diverse culture, quest’anno ospita la prima edizione del Gourmetfestival: un evento da non perdere per ogni buongustaio! Dal 30 maggio al 2 giugno gli ospiti potranno assaggiare prelibatezze e specialità delle diverse regioni italiane. Lungo il percorso di degustazione per le vie e i negozi del centro storico una trentina di produttori selezionati da Italia&Amore presenterà specialità gastronomiche e enologiche di alta qualità. Prodotti tipici altoatesini, ma soprattutto i prodotti della cucina mediterranea. ll percorso termina in piazza Municipio, dove sarà allestito un angolo gourmet con ristorante e mercato per acquistare i singoli prodotti.

0
Others
Sabato, 08 Giu 2019 10:00
ogni giorno fino a Lun 10 Giu 2019

Viaggio nel passato nei più bei castelli della conca bolzanina. Tre giorni per tuffarsi nel Medioevo tra spettacoli di corte, costumi d'epoca e allestimenti in stile Living History. Dame e cavalieri presenteranno un ricco programma in diversi castelli della conca bolzanina per un fine settimana indimenticabile all’insegna del divertimento e della storia.

0
Music
Domenica, 14 Lug 2019 21:00
Domenica 14 Lug 2019

Dopo il successo al 69° Festival di Sanremo che ha portato IL VOLO sul podio con il brano “Musica che resta”, continuano i festeggiamenti per i 10 anni di carriera del trio, con l’annuncio delle date del tour in Italia e con l’instore tour che seguirà l’uscita del disco “Musica” (Sony Music) prevista il 22 febbraio! Il trio italiano che ha conquistato le platee internazionali vendendo milioni di dischi in tutto il mondo, Il Volo, festeggia infatti dieci anni di una lunga amicizia e di musica insieme! I tre ragazzi hanno cominciato la loro carriera giovanissimi, nel 2009, e la loro ascesa costante li ha portati a duettare con artisti del calibro di Barbra Streisand e Placido Domingo, a vincere il Festival di Sanremo a soli vent’anni, a riempire l’Arena di Verona e il Radio City Music Hall di New York, a raccogliere standing ovation nei tour in Europa, America e Giappone. A grande richiesta, vengono annunciate le prime date di uno straordinario tour in tutta Italia che vedrà i tre artisti protagonisti nelle più belle location. Il tour estivo culminerà con uno show all’ARENA DI VERONA il 24 settembre! Intanto IL VOLO si prepara a far ascoltare ai fan il nuovo album “Musica” e ad incontrarli nell’instore tour! “Musica” conterrà, oltre al brano sanremese “Musica che resta”, altri due inediti “Fino a quando fa bene” e “Vicinissimo” e le cover di “Arrivederci Roma”, “A chi mi dice”, “People”, “La nave del olvido”, “Lontano dagli occhi”, “Be My Love”, “La voce del silenzio” e “Meravigliosa Creatura”. Saranno disponibili anche le versioni speciali del disco fisico Jewel Case e Digipack Hardcoverbook. Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble sono partiti dal palco dell’Ariston che li ha visti nascere, conquistando il podio al 69° Festival di Sanremo con il brano “Musica che resta”, scritto da Gianna Nannini, Emilio Munda, Piero Romitelli, Pasquale Mammaro e Antonello Carozza. Una serie di prestigiosi appuntamenti live, che testimoniano l’autentico successo de Il Volo in tutto il mondo in questi dieci anni di carriera, sono previsti da maggio 2019 a maggio 2020! Si parte a maggio 2019 con un tour in Giappone dove già nel 2017 il trio aveva registrato il sold out a Tokyo e a Kawasaki. A fine maggio Il Volo sarà in Italia per due esclusive date a Matera. L’estate vedrà i tre artisti protagonisti nelle più belle location italiane, un tour imperdibile che culminerà con lo show all’Arena di Verona. In autunno Il Volo sarà in tour nelle città più importanti in Europa e in America Latina. I festeggiamenti per i dieci anni di carriera del trio italiano più famoso al mondo, continueranno fino a maggio 2020, con un tour negli Stati Uniti, in Canada e ancora tante sorprese! Il Volo ha recentemente ricevuto il Creator Award d’Oro, riconoscimento che YouTube attribuisce ai canali che superano 1 milione di iscritti. Sabato 26 gennaio il trio italiano si è esibito a Panama in occasione della XXXIV Giornata Mondiale della Gioventù, davanti a Papa Francesco e a oltre un milione di persone, durante la cerimonia della Veglia, nel Campo San Juan Pablo II. L’evento è stato trasmesso in mondovisione. Un appuntamento arrivato dopo un’altra grande avventura artistica e umana: a dicembre 2018 Il Volo ha vissuto per qualche giorno presso la base Unifil di Tiro, in Libano, per sostenere le truppe italiane in missione di pace.

0
Sport
Venerdì, 05 Lug 2019 19:30
Venerdì 05 Lug 2019

Nella Giornata internazionale della donna si aprono le iscrizioni per la Women's Run 2019, che quest'anno si svolgerà venerdì 5 luglio a Bressanone. La novità di questa ottava edizione della maggiore gara femminile dell'Alto Adige è l'orario di partenza: tra poco meno di quattro mesi, le concorrenti partiranno da Piazza Duomo alle 19:30 per affrontare i due giri di 2,1 chilometri per 4,195 chilometri complessivi. Gli organizzatori, capitanati dalla presidentessa del CO Mirjam Cestari, si sono posti un obiettivo ambizioso per la Women's Run 2019: quello di battere il record di 741 partecipanti dello scorso anno. Età minima: possono partecipare ragazze e donne entusiaste di tutte le età.

0
Theatre
Martedì, 28 Mag 2019 20:30
ogni giorno fino a Ven 31 Mag 2019

Heilig Abend von Daniel Kehlmann 24. Dezember, 22 Uhr 30. Eine Frau wird verhört. Judith, Professorin für Philosophie. Angeblich weiß sie nicht warum. Thomas, Polizist, hat sie auf dem Weg zu ihren Eltern verhaftet. Er weiß alles über sie und behauptet, Judith habe gemeinsam mit ihrem Ex-Mann für Mitternacht ein Attentat geplant. "Wo ist die Bombe?", fragt Thomas. "Das war ja alles ganz nett, dass wir uns unterhalten, dass wir uns ein wenig kennenlernen konnten. Aber jetzt müssen wir zur Sache kommen." – Judith: "Welche Bombe?" Thomas will Judith ein Geständnis abpressen. Unaufhaltsam tickt die Uhr. Doch Judith beginnt den Staatsdiener ihrerseits mit Fragen in die Enge zu treiben. Sind das alles nur Worte und Theorien, oder ist Judith tatsächlich zur Gewalt bereit? Was hat das Paar einst in Südamerika gemacht, und was hat es mit dem Bekennerschreiben auf ihrem Computer auf sich? "Wir bekennen uns zu dieser Aktion, gesetzt zur Mitternacht des vierundzwanzigsten Dezember." mit: Patrizia Pfeifer, Günther Götsch Regie und Bühne: Rudolf Ladurner

0
Theatre
Giovedì, 23 Mag 2019 20:30
L'evento si terrà oggi e ogni giorno fino a Gio 23 Mag 2019

Heilig Abend von Daniel Kehlmann 24. Dezember, 22 Uhr 30. Eine Frau wird verhört. Judith, Professorin für Philosophie. Angeblich weiß sie nicht warum. Thomas, Polizist, hat sie auf dem Weg zu ihren Eltern verhaftet. Er weiß alles über sie und behauptet, Judith habe gemeinsam mit ihrem Ex-Mann für Mitternacht ein Attentat geplant. "Wo ist die Bombe?", fragt Thomas. "Das war ja alles ganz nett, dass wir uns unterhalten, dass wir uns ein wenig kennenlernen konnten. Aber jetzt müssen wir zur Sache kommen." – Judith: "Welche Bombe?" Thomas will Judith ein Geständnis abpressen. Unaufhaltsam tickt die Uhr. Doch Judith beginnt den Staatsdiener ihrerseits mit Fragen in die Enge zu treiben. Sind das alles nur Worte und Theorien, oder ist Judith tatsächlich zur Gewalt bereit? Was hat das Paar einst in Südamerika gemacht, und was hat es mit dem Bekennerschreiben auf ihrem Computer auf sich? "Wir bekennen uns zu dieser Aktion, gesetzt zur Mitternacht des vierundzwanzigsten Dezember." mit: Patrizia Pfeifer, Günther Götsch Regie und Bühne: Rudolf Ladurner

0
Exhibitions
Giovedì, 23 Mag 2019 09:30-12:30 | 14:30 - 18:00
L'evento si terrà oggi, domani e ogni settimana fino a Gio 31 Ott 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato

Il cervo è uno degli abitanti più imponenti e sicuramente più conosciuti dei nostri boschi. Ciò nonostante ci sono molte cose da scoprire su quest’animale proveniente dalle steppe. Il suo habitat, le sue caratteristiche, le sue abitudini ed il suo comportamento dettato dai suoi sensi molto sviluppati – questa mostra rivela tutte le particolarità del Cervo nobile. ingresso libero!

0
Exhibitions
Martedì, 28 Mag 2019 10:00-18:00 |
ogni settimana fino a Dom 17 Nov 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica

L’archeologia in Alto Adige muove i suoi primi passi nel periodo che precede il 1919, quando l’odierno Alto Adige faceva ancora parte dell’Impero austro-ungarico. La mostra temporanea prende in esame interessanti reperti di questa fase iniziale, analizza i primi scavi e racconta l’istituzione dei primi musei, presentando i pionieri e i protagonisti di quest’epoca, studiosi e appassionati profani accomunati dall’entusiasmo per la storia locale e la tutela dei beni culturali. Molti reperti rinvenuti in questo periodo sono tuttavia finiti nel mercato antiquario e oggi si trovano sparsi in musei e collezioni private di tutto il mondo. Per questa mostra i curatori hanno rintracciato oggetti di particolare interesse, scoperti prima del 1919, e li presentano per la prima volta in Alto Adige, nella loro “antica patria”. Dopo la prima guerra mondiale, cento anni fa, venne stipulato il trattato di Saint-Germain, mediante il quale l’odierno Alto Adige fu annesso all’Italia. Questo profondo cambiamento politico ebbe ripercussioni anche sull’archeologia: cambiarono le competenze delle autorità preposte alla tutela dei beni culturali, i reperti dovettero essere restituiti, i musei si riorganizzarono. La mostra temporanea si occupa di questo periodo cruciale e ci restituisce un‘interessante fotografia della storia dell’archeologia dell’Alto Adige prima del 1919.

0
Others
Giovedì, 23 Mag 2019 10:00-11:30 |
L'evento si terrà oggi e ogni settimana fino a Gio 07 Nov 2019 nei giorni di: Giovedi

costo: 5 Euro (biglietto d’entrata, guida e degustazione) Immergetevi nella storia millenaria della viticultura del Sudtirolo e scoprirete la ricchezza delle tradizioni vinicole locali. Concluderete la vostra visita degustando un bicchiere di vino “Kalterersee” nell’atmosfera dell’antica cantina sotterranea.

0
Exhibitions
Martedì, 28 Mag 2019 10:30-18:00 |
ogni settimana fino a Dom 03 Nov 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica

Per secoli l’attività mineraria ha segnato il territorio e la gente delle Alpi centrali. Muovendo da una raccolta di fotografie, la mostra traccia dei ritratti e racconta alcune biografie della gente che lavorava nelle miniere di Predoi e Ridanna/Monteneve. Immagini, testi, registrazioni audio e vari oggetti personali ridanno forma e voce a impresari minerari, minatori, alle donne impiegate nella miniera e un volto all’industria mineraria altoatesina.

0
Exhibitions
Giovedì, 23 Mag 2019 10:00-17:00 |
L'evento si terrà oggi, domani e ogni settimana fino a Dom 30 Giu 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica

L’arte nel fascismo e nazionalsocialismo La mostra tematica tratterà delle strategie utilizzate dai regimi autoritari europei in ambito figurativo nel periodo compreso tra le due guerre. Con la fine della Prima guerra mondiale, la “catastrofe primigenia del XX secolo”, l’Europa non ritrovò più pace. Tendenze nazionalistiche surriscaldavano il clima. Catastrofi finanziarie favorirono la concentrazione di poteri autoritari nelle mani degli stati. L’Alto Adige si venne a trovare sulla linea di confine nell’incontro-scontro tra il sistema fascista italiano e quello nazionalsocialista tedesco. Sulla base di testi selezionati e significative iconografie si intende presentare lo sfondo politico e spiegare il concetto figurativo che all’epoca, non privo di aggressività, veniva divulgato a gran voce. Una mostra che con l’aiuto dell’arte figurativa racconta i primi decenni dell’annessione dell’Alto Adige al Regno d’Italia e descrive il progresso economico, l’autodeterminazione sociale e la corsa delle potenze antidemocratiche.

0
Exhibitions
Martedì, 28 Mag 2019 10:00-17:00 |
ogni settimana fino a Ven 06 Dic 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica

Nel 2019 ricorre l’ottantesimo anniversario delle Opzioni. L’esposizione allestita al piano più alto del mastio, nella “Torre della memoria”, presenta la storia e il destino della famiglia di Josef Brugnoli, che nel 1940 partì da Bolzano alla volta di Innsbruck. I documenti giunti fino a noi raccontano minuziosamente le tappe dell’emigrazione e della naturalizzazione, il deposito temporaneo dei mobili, il cambio di cognome, l’assegnazione dell’alloggio in diverse località, annotazioni di carattere economico, malattie e decessi, le seconde nozze, la pensione e la formazione professionale dei cinque figli. I documenti, esposti in originale, permettono di ripercorrere la storia portando la loro attualità ai giorni nostri.

0
Art & Culture
Giovedì, 23 Mag 2019 21:00
L'evento si terrà oggi, domani e ogni giorno fino a Sab 25 Mag 2019

Dal 9 al 25 maggio 2019 si terrà a Bressanone la terza edizione del “Water Light Festival”. Artisti locali e internazionali trasformeranno tutti i punti d'acqua di Bressanone in luoghi luminosi e magici, grazie alle loro idee creative ed a speciali installazioni. Più di 20 fontane, la confluenza tra i fiumi Isarco e Rienza e altri tesori storici e culturali della città saranno reinterpretati in modo nuovo e trasformati in luoghi ricchi di luci ed opere d'arte. Con il motto "Acqua è vita - luce è arte", a Bressanone si crea un'atmosfera unica che permette una percezione completamente nuova della città vecchia e dei suoi luoghi d'acqua.

0
Theatre
Mercoledì, 05 Giu 2019 20:00
Mercoledì 05 Giu 2019

Comedy & Musi Luis aus Südtirol und die Koryphäe der alpenländischen Volksmusik „Franz Posch und seine Innbrüggler“ in einem humoristisch-musikalischen Abend der besonderen Art. Luis aus Südtirol teilt immer wieder gerne die Bühne mit Freunden aus aller Welt, die ihn musikalisch unterstützen: ein afrikanische Chor, das Oberknottner Dreigschroa, ein schottischer Dudelsackspieler oder ein italienischer Startenor haben seine bisherigen Programme mit internationalen Melodien aufgelockert. In ganz neue Dimensionen stoßen die aktuellen Auftritte vor. Luis wird sich hier nicht verkleiden oder auf technische Hilfsmittel wie das Loop-Gerät zurückgreifen. Nein, dieses Mal sind Musiker aus Fleisch und Blut mit echten Instrumenten auf der Bühne, und zwar niemand Geringerer als „Franz Posch und seine Innbrüggler“. Comedy trifft Tanzlmusi. Lassen Sie sich überraschen von den Meistern der Unterhaltung! Luis aus Südtirol Der Kabarettist Manfred Zöschg hat als „Luis im Auto“ zunächst das Internet, später als „Luis aus Südtirol“ die Bühnen erobert. Mittlerweile ist er bei ServusTV und in den ORF-Sendungen „Narrisch Guat“ und „Südtirol heute“ regelmäßig zu sehen. Seit über acht Jahren spielt er seine Live- bzw. Bühnenprogramme „Weibernarrisch“, „Auf der Pirsch“, „Oschpele!“ und seit Herbst 2018 „Speck mit Schmorrn“ in Österreich, Bayern, Südtirol und der Schweiz. Er hat auf Facebook über 46.000 Fans und seine Youtube-Videos haben mittlerweile über 5 Millionen Aufrufe insgesamt. Fazit: der fesche Tiroler mit seinen drei Markenzeichen Tirolerhut, blaue Schürze und den schiefen Zähnen lässt jeden Hipster alt aussehen. Franz Posch & seine Innbrüggler Die "Innbrüggler" sind eine 6-Mann Tanzlmusi aus Hall in Tirol unter der Leitung von Franz Posch. Das Repertoire umfasst Volksweisen, Blasmusikmärsche, Böhmisch-Mährische Musik, Inntaler Stücke, "Selberg'strickte" und schöne Bläserweisen. Die Gruppe hat zwar schon 1991 unter dem gleichen Namen und mit fast den gleichen Musikanten eine CD aufgenommen, tritt aber erst seit 2003 öffentlich auf. Spielanlässe sind Tanzveranstaltungen, Kirchtage, Hochzeiten etc. im ganzen Alpenland, aber auch Engagements in Italien, Holland, Dubai, sowie im ORF Fernsehen (Mei liabste Weis, Klingendes Österreich, Frühschoppen) können die "Innbrüggler" vorweisen. Highlights sind auch die mehrmaligen Auftritte bei „Woodstock der Blasmusik“, beim NÖ Trachtenball in Grafenegg, sowie beim Ball der Wiener Philharmoniker. Die Musiker sind: Franz Posch (Flügelhorn und Trompete) Roland Klingler (Flügelhorn) Harald Seiwald (Posaune) Georg Nolf (Basstuba) Hannes Höpperger (Harfe) Stefan Peer (Steir. Harmonika) Katharina Runggatscher (Klarinette)

0
Music
Venerdì, 02 Ago 2019 20:00
Venerdì 02 Ago 2019

Creedence Clearwater Revived feat. the “legendary” Johnny “Guitar” Williamson in Italia a Agosto nei club e nei teatri Tutti gli appassionati del rock sanno che i fratelli John e Tom Fogerty fondarono, all’epoca di Woodstock, quella che è stata, a detta di molti, la più grande band americana per quanto riguarda i singoli, i “CREEDENCE CLEARWATER REVIVAL”, uno dei più convincenti rock’n’roll group di ogni genere, la band californiana più rappresentativa della cultura “on the road” degli anni ’60 e ’70. E che la band, dopo anni di successi planetari e milioni di dischi venduti, si sciolse malauguratamente a fine anni ’70, all’apice del successo, per la separazione artistica dei due fratelli/leader, John e Tom Fogerty. Se John intraprese una luminosa carriera solistica nella musica country (salvo poi tornare, di recente, ai greatest hits) il fratello Tom fu sempre desideroso di far “rivivere” i suoni con una band che fosse erede dei CCR, ma nel 1990 morì prematuramente, a causa di un male incurabile. Il desiderio di Tom far rinascere i CCR fu esaudito poco tempo prima della sua scomparsa, con la nascita dei CREEDENCE CLEARWATER “REVIVED”, sotto la guida del virtuoso chitarrista Johnny “Guitar” Williamson (già membro dei mitici Titanic di “Sultana”), che aveva avuto modo di conoscere Tom Fogerty e di coglierne il progetto: l’epico successo della band originaria iniziava ad essere rinvigorito. Ancora oggi, dopo ormai circa trent’anni di tournèe, i CREEDENCE CLEARWATER “REVIVED” riescono a portare in giro per il mondo i suoni e le atmosfere dei CCR e negli ultimi anni hanno dato luogo a numerosissimi concerti anche in Europa, entusiasmando ovunque il pubblico accorso (in Germania, Olanda, Danimarca, Finlandia, Svezia, Norvegia, Russia, Rep. Ceca, Polonia, Slovenia, Croazia, Montenegro ed, ovviamente, in Italia). La formazione, oltre al “leggendario” Johnny “Guitar” Williamson (…naturalmente alla chitarra) prevede alla batteria un altro “vecchietto terribile”, ovvero il “Santa Claus of Rock and Roll”, al secolo Wally Day (batteria), l’eclettico e magnetico Chris Allen al basso e l’under 40 cantante barbuto John W. Doyle, anch’egli virtuoso chitarrista. La band suona tutti i “classici”: Proud Mary – Bad Moon Rising – Have You Ever Seen the Rain – Green River – Down on the Corner – Lodi – Fortunate Son – Run Through the Jungle – I Put a Spell on You – Susie Q – Who’ll Stop the Rain – I Heard It Through the Grapevine – Hey Tonight – Cotton Fields – Long as I Can See the Light – Molina – Tombstone Shadow… Non ci resta che dire….”Let’s rock and roll”!

0
Music
Sabato, 17 Ago 2019 20:00
Sabato 17 Ago 2019

Le canzoni sono eseguite interamente dal vivo da una band che supporta le due voci femminili e un coro. Ma non è solo la musica a fare grande uno spettacolo: numerosi cambi di abito, coreografie ABBA-style fanno da contorno ai grandi successi di una band che ha segnato la storia della musica pop. ABBAdream è un vero e proprio fenomeno: 10.000 amici su Facebook e i fans della band svedese che accorrono in teatro per rivivere le emozioni attraverso canzoni indimenticabili. Il primo tour teatrale di ABBAdream ha registrato sold-out a Milano, Bologna, Firenze, Padova e le serate sono occasione di grande divertimento… tutti in piedi… a teatro si può anche ballare!

0
Theatre
Martedì, 04 Feb 2020 20:30
Martedì 04 Feb 2020

LUCKY PUNCH Die Todes-Wuchtl schlägt zurück LUCKY PUNCH, der = englisch für glücklicher, alles entscheidender Treffer des hoffnungslos unterlegenen Kämpfers Todes-Wuchtl, die = österreichisch für lustigste Pointe auf der nach oben offenen Bist-Du-Deppat-Skala Ring frei für den Comedykampf des Jahrhunderts! In der rechten Ecke als Herausforderer: der Komiker. In der linken Ecke der Favorit: die Absurdität des Alltags und ihre großen Brüder. Michael Mittermeier, der bayrische Karate Kid der Stand Up Comedy fightet wie man ihn kennt und liebt: Schweben wie Bruce Lee und stechen wie Biene Maja. Ein Mann, ein Mikro, keine Regeln. Mittermeiers einziger Verbündeter: die berüchtigte Todes-Wuchtl, eine lang vergessene, mündlich überlieferte Geheimwaffe, geschmiedet in dunklen Gewölben einer antiken austrianischen Spaß-Dynastie, gestählt auf allen Comedy-Bühnen dieser Erde. Und die Welt ist kein Tindergeburtstag! Wer schlägt wen? Es heißt Jeder gegen Jeden: Batman vs. Baywatch… Chuck Norris vs. Wonder Woman… Zwei Himmelhunde vs. Bud Spencer… Geistige Veganer vs. Verbale Metzger… live gestreamt in den asozialen Medien… Lasset die Spiele beginnen! Das Blöde und Böse in der Welt brauchen keine Streicheleinheit, sondern eine Pointe genau zwischen die Augen. Den LUCKY PUNCH. Klassische Stand Up Comedy. Mit Anzug und Style. Ehrlich, hart und ohne Mundschutz. Ein furioses K.O. in 120 Minuten.

0
Theatre
Mercoledì, 05 Feb 2020 20:30
Mercoledì 05 Feb 2020

LUCKY PUNCH Die Todes-Wuchtl schlägt zurück LUCKY PUNCH, der = englisch für glücklicher, alles entscheidender Treffer des hoffnungslos unterlegenen Kämpfers Todes-Wuchtl, die = österreichisch für lustigste Pointe auf der nach oben offenen Bist-Du-Deppat-Skala Ring frei für den Comedykampf des Jahrhunderts! In der rechten Ecke als Herausforderer: der Komiker. In der linken Ecke der Favorit: die Absurdität des Alltags und ihre großen Brüder. Michael Mittermeier, der bayrische Karate Kid der Stand Up Comedy fightet wie man ihn kennt und liebt: Schweben wie Bruce Lee und stechen wie Biene Maja. Ein Mann, ein Mikro, keine Regeln. Mittermeiers einziger Verbündeter: die berüchtigte Todes-Wuchtl, eine lang vergessene, mündlich überlieferte Geheimwaffe, geschmiedet in dunklen Gewölben einer antiken austrianischen Spaß-Dynastie, gestählt auf allen Comedy-Bühnen dieser Erde. Und die Welt ist kein Tindergeburtstag! Wer schlägt wen? Es heißt Jeder gegen Jeden: Batman vs. Baywatch… Chuck Norris vs. Wonder Woman… Zwei Himmelhunde vs. Bud Spencer… Geistige Veganer vs. Verbale Metzger… live gestreamt in den asozialen Medien… Lasset die Spiele beginnen! Das Blöde und Böse in der Welt brauchen keine Streicheleinheit, sondern eine Pointe genau zwischen die Augen. Den LUCKY PUNCH. Klassische Stand Up Comedy. Mit Anzug und Style. Ehrlich, hart und ohne Mundschutz. Ein furioses K.O. in 120 Minuten.

0
Exhibitions
Giovedì, 23 Mag 2019 09:00-19:00 |
L'evento si terrà oggi, domani e ogni giorno fino a Ven 15 Nov 2019

I Giardini di Castel Trauttmansdorff inaugurano la nuova stagione con la mostra temporanea Piante Killer – Le carnivore verdi. I Giardini di Castel Trauttmansdorff si apprestano a riaprire i battenti: il 1° aprile verrà infatti dato ufficialmente il via alla nuova stagione. Nel 2019, tutto ruoterà intorno alle piante carnivore. La mostra temporanea “Piante Killer – Le carnivore verdi” proporrà uno spaccato del raccapricciante e al contempo affascinante mondo di queste raffinate cacciatrici, illustrando le svariate tipologie di trappole e l’ampia varietà di specie delle più bizzarre artiste della sopravvivenza. Il tutto sarà impreziosito da modelli interattivi, piante vere e visite guidate appositamente concepite. Saranno oltre 500 le piante carnivore da ammirare, tra cui 110 varietà e specie appartenenti a 14 generi diversi, provenienti da tutto il mondo: considerando il numero di esemplari, la mostra è annoverabile tra le più importanti d’Europa.

0
Theatre
Venerdì, 31 Mag 2019 20:30
Venerdì 31 Mag 2019

Ogni volta che l'estate bussa alla porta e le ciabatte da spiaggia sono già nei blocchi di partenza, Improtheater Carambolage ti dà una carica sfrenata! Il Million Story Hotel prepara le sue camere e lascia che i cocktail di fantasia più colorati nuotino in piscina. Immergetevi in questo mare di storie - profondità e tempesta sono garantite! E non dimenticare: dal Million Story Hotel puoi sempre guardare oltre l'orizzonte!

0
Exhibitions
Martedì, 28 Mag 2019 10:00-18:00 |
ogni settimana fino a Dom 03 Nov 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica

Doing Deculturalization prende le mosse dagli scritti della storica e critica d’arte italiana Carla Lonzi (1931–1982). In particolare si concentra sul suo concetto di deculturizzazione, una pratica di decodificazione (culturale) della vita, del lavoro e del linguaggio come presupposto per una visione antinormativa e de-coloniale del gender e della migrazione. I processi di sottrazione ed estraneazione del Sé, collegati a questo concetto, sono messi in luce sia in riferimento al loro contesto storico femminista, che a possibili vie di attualizzazione. Il progetto si interroga quindi su quanto i processi di “deculturizzazione” liberino forme di autonomia e di resistenza, cioè siano in grado di sviluppare e incarnare una critica effettiva delle strutture colonizzatrici del potere. Sullo sfondo di questo interrogativo la mostra traccia uno scenario speculativo, una topografia delle associazioni tra i materiali archivistici dei movimenti femministi e posizioni artistiche storiche e attuali, con una particolare attenzione a quelle presenti all’interno dell’Archivio di Nuova Scrittura, Collezione Museion. A cura di Ilse Lafer, curatrice ospite a Museion 2019

0
Exhibitions
Giovedì, 23 Mag 2019 10:00-18:00 |
L'evento si terrà oggi, domani e ogni giorno fino a Dom 03 Nov 2019

A cento anni dalla fondazione di Bauhaus, scuola di architettura, arti e design della Germania (1919–2019), Museion presenta il Lichtspiel-Apparat di Ludwig Hirschfeld-Mack (1893–1965). L’opera, realizzata dall’artista nel 1923–1924, è tra le prime in assoluto a combinare luce elettrica e movimento con giochi luminosi al confine tra pittura, cinema, teatro e sculture di luce. In questo senso, l’apparato di Hirschfeld-Mack è all’origine delle opere di luce, che troveranno ampia diffusione nell’arte del XX secolo e che rappresentano un nucleo importante nella collezione del museo. Quella presentata a Museion è una replica autorizzata dell’apparecchio – l’originale è infatti andato perduto negli anni trenta. La mostra, realizzata in stretta collaborazione con il nipote dell’artista, è completata da un’ampia documentazione di fotografie, piani di costruzione, documenti d’archivio e filmati storici e recenti di spettacoli di luce realizzati con la macchina. Il Lichtspiel-Apparat di Hirschfeld-Mack ispirerà la nuova produzione di un/un’artista altoatesino/a nell’ambito di un concorso a inviti promosso dal Festival Transart, Südtiroler Künstlerbund e Museion. A cura di Andreas Hapkemeyer

0
Exhibitions
Giovedì, 23 Mag 2019 10:00-18:00 |
L'evento si terrà oggi, domani e ogni settimana fino a Dom 15 Set 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica

Haim Steinbach (*1944, Rehovot, Israele, vive e lavora a New York) è considerato uno degli artisti più influenti del nostro tempo. A oltre vent’anni dalla sua ultima grande esposizione in Italia, Museion presenta una sua mostra personale. Fin dall’inizio del suo percorso, Steinbach ha lavorato al concetto di display: la sua pratica si esprime attraverso la selezione, composizione e presentazione di oggetti della vita quotidiana. Al centro delle sue ricerche c’è inoltre il confronto contemporaneo con elementi chiave del modernismo come forma, colore e composizione. La mostra Every Single Day a Museion, realizzata in stretta collaborazione con l’artista, riflette queste ricerche e mette così in discussione sia le modalità di presentazione degli oggetti che il punto di vista di chi guarda. Il concetto del colore come elemento dinamico e in rapporto con lo spazio circostante è anche al centro di un nuovo lavoro concepito per Museion. A cura di Susanne Figner, Letizia Ragaglia

0
Music
Venerdì, 24 Mag 2019 20:30
Venerdì 24 Mag 2019

Musiche di Richard Proulx (1937-2010), Giovanni Battista Gajani (1757-1819), Michael Haydn (1737-1806), Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791), Felix Mendelssohn (1809-1847), Brant Adams (1944), Andrea Basevi (1957) Cori Dell’Istituto Musicale Vivaldi diretti da Anita Degano e Livia Bertagnolli. Orchestra Musici Prattici Antonella Lorengo & Stefano Ambrosi – organo Il programma del concerto presenta una serie di composizioni musicali di periodi storici che spaziano dal barocco alla musica contemporanea e che presentano diverse visioni musicali di uno stesso testo sacro, il celeberrimo Laudate Pueri.

0
Music
Martedì, 28 Mag 2019 20:30
Martedì 28 Mag 2019

Musiche di Hina Sakamoto (1968), Anders Danman (1958), Toru Takemitsu (1930-1996), Arcangelo Corelli (1653-1713) Anders Ljungar-Chapelon – Flauto Yuzuru Hiranaka - Organo Questo programma per flauto e organo mescola partiture come la celebre Follia di Corelli ad opere di musica contemporanea giapponese di Hina Sakamoto e Toru Takemitsu, insieme ad altre musiche del compositore svedese Anders Danman che attingono alla tradizione del Giappone e dell’antica Cina.

0
Kids
Domenica, 26 Mag 2019 15:30
Domenica 26 Mag 2019

USA 2019, 128 min. regia: Guy Ritchie con: Will Smith, Billy Magnussen, Naomi Scott, Mena Massoud, Nasim Pedrad Aladdin è un giovane ragazzo di Agrabah convinto dall'inganno dal sultano Jafar ad entrare nella Caverna delle Meraviglie. Lì trova una lampada magica, contenente un genio in grado di esaudire tre desideri. Aladdin chiede di essere trasformato in un principe per conquistare la bellissima principessa Jasmine. Ma fingersi diverso da quello che è non sarà poi così facile per Aladdin, che si troverà infatti a scontrarsi con le sue stesse bugie.

0
Kids
Sabato, 01 Giu 2019 15:30
Sabato 01 Giu 2019

USA 2019, 128 min. regia: Guy Ritchie con: Will Smith, Billy Magnussen, Naomi Scott, Mena Massoud, Nasim Pedrad Aladdin è un giovane ragazzo di Agrabah convinto dall'inganno dal sultano Jafar ad entrare nella Caverna delle Meraviglie. Lì trova una lampada magica, contenente un genio in grado di esaudire tre desideri. Aladdin chiede di essere trasformato in un principe per conquistare la bellissima principessa Jasmine. Ma fingersi diverso da quello che è non sarà poi così facile per Aladdin, che si troverà infatti a scontrarsi con le sue stesse bugie.

0
Kids
Sabato, 08 Giu 2019 15:30
Sabato 08 Giu 2019

USA 2019, 128 Min. Regie: Guy Ritchie mit: Will Smith, Billy Magnussen, Naomi Scott, Mena Massoud, Nasim Pedrad Der Straßendieb Aladdin macht mit Vorliebe mit seinem Affen Abu die Straßen von Agrabah im fernen Morgenland unsicher. Auf den Basaren der Stadt ist kein noch so wertvoll aussehender Gegenstand vor ihm sicher. Bei seinen Streifzügen lernt er eines Tages die Prinzessin Jasmin kennen. Um sich in der Öffentlichkeit unerkannt bewegen zu können, verkleidet sich die Prinzessin und hat so auch die Möglichkeit, mit den Bewohnern ihrer Stadt in Kontakt zu treten. Nachdem sich Aladdin unsterblich in die junge Prinzessin verliebt, setzt er alles daran, sie wiederzusehen. Doch bei dem Versuch, die Mauern des Palastes zu überbruecken, wird er erwischt und landet im Kerker. Da kommt ihm der als alter Mann verkleidete Großwesir Jafar gerade recht. Denn der bietet Aladdin an, ihn zu befreien, wenn er ihm im Gegenzug die berühmte Wunderlampe aus einer Höhle stiehlt. Doch der Großwesir denkt nicht daran, sein Versprechen einzuhalten. Er will nur an die Lampe kommen, damit sie ihm die nötige Macht verleiht, um das Land an sich zu reissen und als alleiniger Herrscher darüber regieren zu können.

0
Kids
Domenica, 02 Giu 2019 15:30
Domenica 02 Giu 2019

USA 2019, 128 Min. Regie: Guy Ritchie mit: Will Smith, Billy Magnussen, Naomi Scott, Mena Massoud, Nasim Pedrad Der Straßendieb Aladdin macht mit Vorliebe mit seinem Affen Abu die Straßen von Agrabah im fernen Morgenland unsicher. Auf den Basaren der Stadt ist kein noch so wertvoll aussehender Gegenstand vor ihm sicher. Bei seinen Streifzügen lernt er eines Tages die Prinzessin Jasmin kennen. Um sich in der Öffentlichkeit unerkannt bewegen zu können, verkleidet sich die Prinzessin und hat so auch die Möglichkeit, mit den Bewohnern ihrer Stadt in Kontakt zu treten. Nachdem sich Aladdin unsterblich in die junge Prinzessin verliebt, setzt er alles daran, sie wiederzusehen. Doch bei dem Versuch, die Mauern des Palastes zu überbruecken, wird er erwischt und landet im Kerker. Da kommt ihm der als alter Mann verkleidete Großwesir Jafar gerade recht. Denn der bietet Aladdin an, ihn zu befreien, wenn er ihm im Gegenzug die berühmte Wunderlampe aus einer Höhle stiehlt. Doch der Großwesir denkt nicht daran, sein Versprechen einzuhalten. Er will nur an die Lampe kommen, damit sie ihm die nötige Macht verleiht, um das Land an sich zu reissen und als alleiniger Herrscher darüber regieren zu können.

0
Music
Giovedì, 30 Mag 2019 20:30
Giovedì 30 Mag 2019

Musiche di Edward Elgar (1857-1934), Benjamin Britten (1913-1976), Alfred Lefebure-Wely (1817-1869), Claude Debussy (1862–1918), Manuel De Falla (1876-1946), Maurice Ravel (1875-1937), Isaac Albéniz (1869-1909), Marian Sawa (1937-2005), Gabriel Faure (1845-1924), Scott Joplin (1868-1917) Magdalena Karolak – Oboe Elzbieta Karolak – Organo Un viaggio musicale attraverso le quattro età dell’uomo, dove ogni brano è un racconto senza parole.

0
Kids
Sabato, 25 Mag 2019 15:30
Sabato 25 Mag 2019

USA 2019, 128 Min. Regie: Guy Ritchie mit: Will Smith, Billy Magnussen, Naomi Scott, Mena Massoud, Nasim Pedrad Der Straßendieb Aladdin macht mit Vorliebe mit seinem Affen Abu die Straßen von Agrabah im fernen Morgenland unsicher. Auf den Basaren der Stadt ist kein noch so wertvoll aussehender Gegenstand vor ihm sicher. Bei seinen Streifzügen lernt er eines Tages die Prinzessin Jasmin kennen. Um sich in der Öffentlichkeit unerkannt bewegen zu können, verkleidet sich die Prinzessin und hat so auch die Möglichkeit, mit den Bewohnern ihrer Stadt in Kontakt zu treten. Nachdem sich Aladdin unsterblich in die junge Prinzessin verliebt, setzt er alles daran, sie wiederzusehen. Doch bei dem Versuch, die Mauern des Palastes zu überbruecken, wird er erwischt und landet im Kerker. Da kommt ihm der als alter Mann verkleidete Großwesir Jafar gerade recht. Denn der bietet Aladdin an, ihn zu befreien, wenn er ihm im Gegenzug die berühmte Wunderlampe aus einer Höhle stiehlt. Doch der Großwesir denkt nicht daran, sein Versprechen einzuhalten. Er will nur an die Lampe kommen, damit sie ihm die nötige Macht verleiht, um das Land an sich zu reissen und als alleiniger Herrscher darüber regieren zu können.

0
Kids
Lunedì, 27 Mag 2019 16:30
ogni settimana fino a Mer 05 Giu 2019 nei giorni di: Lunedi Mercoledi Venerdi

Kinderstück von Ottfried Preußler Auf Burg Eulenstein haust seit uralten Zeiten ein kleines, friedliches Gespenst. Es wünscht sich nichts anderes, als einmal bei Tag die Burg Eulenstein und die Welt zu erkunden. Bislang war das dem kleinen Gespenst nur bei Nacht möglich und so versucht es sich diesen Traum zu erfüllen. Sein bester Freund Schuhu, ein Uhu, warnt das Gespenst, aber es hört nicht hin – seine Neugier ist einfach zu groß. Und eines Tages erfüllt sich der Wunsch des kleinen Gespenstes endlich: Durch das Tageslicht schwarz gefärbt entdeckt das kleine Gespenst seine Umgebung, erlebt viele Abenteuer und bringt die Erwachsenenwelt ganz schön durcheinander. Gut, dass man so gute Freunde hat, die ihm hilfsbereit und verlässlich helfen, aus diesem Chaos wieder raus zu kommen. Es spielt die Theaterwerkstatt des SoWi Gymnasiums Bruneck. Regie: Toni Taschler

0
Formation
Mercoledì, 29 Mag 2019 09:00-12:00 |
ogni settimana fino a Mer 29 Mag 2019 nei giorni di: Mercoledi

Das Internet benutzen, mitgestalten, bewerten und sich vor Gefahren schützen Referent/in: Mag. Barbara Misslinger Haben Sie schon mal eine WhatsApp-Warnung bekommen und nicht gewusst ob das eine wirkliche Bedrohung ist oder nicht? Oder sich gefragt, ob eine bestimmte Internetseite wirklich zuverlässige Informationen liefert? Wissen Sie, wie man Gratis-Tools im Internet findet und auf was man beim Mitreden im Internet achten sollte? Wer im Internet unterwegs ist, muss nicht nur suchen und lesen können. Das Gefundene zu bewerten wird immer wichtiger, um sich vor Gefahren und Fallen zu schützen. In diesem Kurs lernen Sie: - Kriterien zum Beurteilen von Inhalten und wie Sie das Internet effizient nutzen - Hintergrundwissen zu soziale Netzwerke (z. B. Facebook) und Internetfirmen (z. B. Google, Amazon) - Regeln sowie Rechte und Pflichten die man kennen sollte

0
Formation
Giovedì, 23 Mag 2019 20:00-22:00 |
Giovedì 23 Mag 2019

Referent/in: Dr. Markus Warasin Europapolitik war lange Zeit ein Thema für Bürokraten. In jüngster Zeit sind allerdings die getroffenen Vereinbarungen in Brüssel immer öfter umstritten, die europäischen Institutionen mehr und mehr entzweit, und die europapolitische Debatte wird in steigendem Maße kontrovers geführt: Europa polarisiert! In der Folge dieser wahrnehmbaren Politisierung wird auch ein Infragestellen der europäischen Einigung hörbar: Funktioniert "Europa" überhaupt? Kann die Europäische Union die in sie gesetzten Erwartungen erfüllen? Hat die Politisierung der EU nicht einen Grad erreicht, der weitere Integrationsschritte, wenn nicht unmöglich macht, so doch zumindest als fraglich erscheinen lässt? Vor diesem Hintergrund findet vom 23. bis 26. Mai 2019 die Europawahl statt. In Südtirol wird am 26. Mai gewählt und zwar mit einigen Besonderheiten, denn Minderheiten genießen auch bei den EU-Parlamentswahlen einen besonderen Schutz. An diesem Abend werden die Besonderheiten der Wahl in Südtirol vorgestellt, erklärt worauf in der Wahlkabine zu achten ist und die Möglichkeit geboten, über die Zukunft Europas zu diskutieren. Denn bei dieser Wahl geht es nicht um die Krümmung von Bananen oder die Länge von Gurken, um die Größe von Äpfeln oder um die Beschaffenheit von Traktorensitzen. Bei den kommenden Europawahlen geht es um eine Richtungsentscheidung! Der Ausgang der Europawahlen beeinflusst die Regierungsbildung in Europa und wer letzten Endes EU-Regierungschef wird, wer Europa die kommenden 5 Jahre regiert. Markus Warasin hat an der Universität Innsbruck in Politischer Theorie und Ideengeschichte promoviert und an der Université Libre de Bruxelles einen MA in Internationaler Politik erworben. Er ist Beamter des Europäischen Öffentlichen Dienstes und gegenwärtig Mitglied im Kabinett des Präsidenten des Europäischen Parlaments.

0
Formation
Lunedì, 27 Mag 2019 09:00-13:00 |
Lunedì 27 Mag 2019

Referent/in: Herbert Hintner Raffinierte Rezepte mit tollen Zutaten und großer Wirkung, die jedoch in der Zubereitung meist ganz einfach sind - das ist Sterneküche für zu Hause. Perfekt, wenn Sie für Gäste kochen und mal etwas ganz Besonderes servieren möchten. Meisterkoch Herbert Hintner verrät Ihnen, wie eine richtige Produktauswahl für kurze Garzeiten sowie die Kochtechnik für Gemüse und Fisch funktioniert. Sie erhalten Tipps für die detaillierte Einteilung von Gerichten bei Galamenüs. Es erwartet Sie ein abwechslungsreicher und kreativer "Sterneküche-Morgen".

0
Formation
Mercoledì, 29 Mag 2019 14:30-16:30 |
Mercoledì 29 Mag 2019

Referent/in: Dott. Dario Massimo Die Festung Franzensfeste: für einen Krieg gebaut, der nie geführt wurde, für jeden sichtbar, doch jahrzehntelang für keinen zugänglich. Der Ort voller Mythen und Geheimnisse hat seit Mai 2005 seine Pforten geöffnet. Eine Gruppe von Freiwilligen im Dorf hat damals begonnen die ersten Führungen anzubieten. Im Laufe der Jahre hat sich die Festung zu einem vielfältigen Kulturobjekt entwickelt: so kamen die Manifesta 7, im Jahr 2009 die Landesausstellung und viele andere bedeutende Initiativen in die Festung. Seit Januar 2017 ist die Franzensfeste das 10. Südtiroler Landesmuseum. Ihre Geschichte ist eng mit ihrer besonderen Architektur verbunden, mit den Geschichten, die die Baustelle begleiteten, aber auch mit den rätselhaften Goldreserven der Banca d’Italia

0
Formation
Venerdì, 31 Mag 2019 16:00-20:00 |
Venerdì 31 Mag 2019

Hineinschnuppern in das Clown-Sein in Zusammenarbeit mit dem Verein Comedicus Referent/in: Lorenz Wenda Die Figur des Clowns ist so alt wie das Lächeln. Sie verkörpert den Humor. Mit der kleinsten Maske der Welt, der roten Nase, lädt der Clown ein in ein Universum voller Gefühl. In diesem Workshop können sich die Teilnehmer mit Spaß und Entdeckerfreude auf die Suche nach den ganz persönlichen Wirkungsräumen für den Humor machen und dem eigenen Clown und der Weisheit seines Stolperns auf die Spur kommen. Das Lachen, auch über sich selbst, ermöglicht vielleicht neue Einsichten ... Wie es dem Clown in seiner unvoreingenommenen Offenheit eigen ist, lernen die Teilnehmer ihr inneres Erleben, ihre Emotionen, durch unterschiedliche theatralische, körperliche und phantasievolle Ausdruckswege mit ihrem Publikum zu teilen.

0
Art & Culture
Mercoledì, 29 Mag 2019 14:30-16:30 |
ogni settimana fino a Mer 29 Mag 2019 nei giorni di: Mercoledi

Curiosità e segreti sull’attrezzatura di Ötzi Ogni oggetto è una storia! L’attrezzatura dell’Uomo venuto dal ghiaccio spiegata nei dettagli attraverso materiali, piccoli esperimenti e ricostruzioni. L’attività è inclusa nel prezzo dell’ingresso.

0
Exhibitions
Giovedì, 23 Mag 2019 15:00-19:00 |
L'evento si terrà oggi, domani e ogni settimana fino a Sab 15 Giu 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato

Non c’è alcuna dignità nella guerra, così come nessuna vergogna. Erik Kessels ci mostra un aspetto particolarmente sgradevole della guerra, uno di quelli che di solito non trovano spazio nei libri di storia. Nonostante gli orrori e il caos del conflitto, alcuni aspetti del quotidiano perdurano, anche sul campo di battaglia. Shit è la storia pittorica di soldati tedeschi impegnati nella Seconda Guerra Mondiale che defecano in battaglia.

0
Formation
Martedì, 28 Mag 2019 20:00
Martedì 28 Mag 2019

Nel 2015 meduse d'acqua dolce sono state avvistate nel lago Grande di Monticolo. Si parlerà della sua particolare biologia e delle vie di introduzione della specie. Nell’agosto del 2015 meduse d’acqua dolce sono state avvistate, per la prima volta in Provincia di Bolzano, nel lago Grande di Monticolo. Nei tre anni successivi, da luglio a settembre, le meduse sono ricomparse nel lago. Ci saranno anche questa estate? Si tratta di una specie di piccole dimensioni, al massimo 2 cm di diametro, poco urticante e quindi non pericolosa per l’uomo. Originaria della Cina, questa medusa si è diffusa, grazie alle attività antropiche, in tutti i continenti ad eccezione dell’Antartide. Nell’arco della serata si parlerà della sua particolare biologia e delle vie di introduzione della specie. Con Massimo Morpurgo. Massimo Morpurgo, biologo, è curatore degli acquari del Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige. In lingua italiana. Ingresso libero

0
Art & Culture
Giovedì, 23 Mag 2019 19:00-21:00 |
Giovedì 23 Mag 2019

Nel vigneto del Museo del vino a Caldaro crescono varietá di viti che un tempo erano diffuse in tutto il Sudtirolo, oggi però solo coltivate da pochi viticoltori, come il Fraueler, il Blatterle o il Gschlafene. Rari come le viti sono anche i vini prodotti da queste uve. Il Museo provinciale del vino offre una degustazione di queste rarità in combinazione con una visita guidata. Museo del vino: 0471 963 168 o museo-del-vino@museiprovinciali.it, costi: 12,00 €, previa prenotazione costo: 12 Euro (ingresso incluso)

0
Partyzone
Giovedì, 23 Mag 2019 10:00
Giovedì 23 Mag 2019

Con saluti da parte degli ospiti d'onore ed intrattenimento musicale. La Funivia del Renon è stata inaugurata il 23 maggio 2009. Grazie all’orario flessibile, la breve durata di viaggio e la facile raggiungibilità, la funivia offre innumerevoli vantaggi per i turisti e la gente del posto. In soli dodici minuti le cabine viaggiano sospese da Soprabolzano fino al capoluogo provinciale di Bolzano e, con viaggi a intervalli di soli quattro minuti, senza tempi d’attesa! La stazione della funivia a valle è nel centro di Bolzano.

0
Others
Giovedì, 23 Mag 2019 10:00
L'evento si terrà oggi, domani e ogni settimana fino a Ven 31 Mag 2019 nei giorni di: Lunedi Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi

Questa primavera, Tirolo veste i panni di primo attore in una rappresentazione interamente dedicata al gusto. Uno stuzzicante programma di eventi dal titolo "Tirolo tra pentole e fornelli" offre l’opportunità di sbirciare dietro le quinte di uno spettacolo in cui cuochi, tavernieri e chef sono gli indiscussi protagonisti. L’intero paese si fa scenario di coinvolgenti dimostrazioni dal vivo, corsi di cucina, appassionanti spedizioni sulla rotta dei sapori, romantiche degustazioni e suggestive esperienze culinarie.

0
Kids
Giovedì, 06 Giu 2019 19:30
Giovedì 06 Giu 2019

Elaborazione di Sandra Passarello tratto dalla storia “Un giudizio Giudizioso” di S. Tofano I Perfettini e gli Slandroni, sono due famiglie come tante....beh, non proprio! Chi avrà ragione fra loro sulla misteriosa sparizione della marmellata di banane?

0
Kids
Martedì, 11 Giu 2019 20:30
Martedì 11 Giu 2019

Creazione collettiva Da dove nasce la velocità? Dalla lentezza, come ci viene indicato dalla saggezza orientale. Ma forse non lo ricordiamo e confondiamo la velocità con la fretta. In un paradossale excursus i ragazzi si trovano ad affrontare l’argomento della lentezzità, arbitraria sintesi dei due opposti. Percorrono così gli stands di una bizzarra fiera, tra stralunati saggi e improbabili prove da superare. Riusciranno a ritrovare un proprio centro? Michele Fiocchi Scuola secondaria di primo grado Segantini, Merano Classe 2C - Camilla Giunti e Catia Stragliati

0
Kids
Venerdì, 24 Mag 2019 16:00
L'evento si terrà domani e ogni settimana fino a Ven 24 Mag 2019 nei giorni di: Venerdi

GB 2018, 64 Min. Regie: Gary Andrews, Clint Butler In Pontypandy wird ein Film gedreht und Sam wird unfreiwillig zum Filmhelden. Das ärgert den eitlen Filmstar Flex Dexter. Er versucht mit allen Mitteln, Sam aus dem Filmprojekt zu drängen. Als schlimme Fehler während der Dreharbeiten passieren, glauben alle, das sei Sams Schuld. Sam verliert sogar seinen Job als Feuerwehrmann. Empfohlen ab 5 Jahren

0
Cinema
Venerdì, 31 Mag 2019 16:00
Venerdì 31 Mag 2019

DE 2019, 90 Min. Regie: Jan Haft Ein Jahr hat der Filmemacher Jan Haft beobachtet, was auf einer Wiese wächst, wer da brütet, wohnt und seine Jungen versteckt. Nirgendwo gibt es mehr Farben zu sehen, als auf einer blühenden Wiese im Sommer. Hier tummeln sich täglich die verschiedensten Arten von Vögeln, Insekten und anderen Tieren zwischen den Gräsern und Kräutern der Wiese. Dabei sind wirklich tolle Aufnahmen entstanden. Du erfährst, warum wir immer weniger solche tollen Wiesen haben. Empfohlen ab 6 Jahren.

0
Cinema
Sabato, 01 Giu 2019 14:15
ogni giorno fino a Dom 02 Giu 2019

DE 2019, 90 Min. Regie: Jan Haft Ein Jahr hat der Filmemacher Jan Haft beobachtet, was auf einer Wiese wächst, wer da brütet, wohnt und seine Jungen versteckt. Nirgendwo gibt es mehr Farben zu sehen, als auf einer blühenden Wiese im Sommer. Hier tummeln sich täglich die verschiedensten Arten von Vögeln, Insekten und anderen Tieren zwischen den Gräsern und Kräutern der Wiese. Dabei sind wirklich tolle Aufnahmen entstanden. Du erfährst, warum wir immer weniger solche tollen Wiesen haben. Empfohlen ab 6 Jahren.

0
Cinema
Venerdì, 21 Giu 2019 16:00
Venerdì 21 Giu 2019

DE 2019, 90 Min. Regie: Jan Haft Ein Jahr hat der Filmemacher Jan Haft beobachtet, was auf einer Wiese wächst, wer da brütet, wohnt und seine Jungen versteckt. Nirgendwo gibt es mehr Farben zu sehen, als auf einer blühenden Wiese im Sommer. Hier tummeln sich täglich die verschiedensten Arten von Vögeln, Insekten und anderen Tieren zwischen den Gräsern und Kräutern der Wiese. Dabei sind wirklich tolle Aufnahmen entstanden. Du erfährst, warum wir immer weniger solche tollen Wiesen haben. Empfohlen ab 6 Jahren.

0
Cinema
Sabato, 22 Giu 2019 14:15
ogni giorno fino a Dom 23 Giu 2019

DE 2019, 90 Min. Regie: Jan Haft Ein Jahr hat der Filmemacher Jan Haft beobachtet, was auf einer Wiese wächst, wer da brütet, wohnt und seine Jungen versteckt. Nirgendwo gibt es mehr Farben zu sehen, als auf einer blühenden Wiese im Sommer. Hier tummeln sich täglich die verschiedensten Arten von Vögeln, Insekten und anderen Tieren zwischen den Gräsern und Kräutern der Wiese. Dabei sind wirklich tolle Aufnahmen entstanden. Du erfährst, warum wir immer weniger solche tollen Wiesen haben. Empfohlen ab 6 Jahren.

0
Art & Culture
Giovedì, 23 Mag 2019 19:00
Giovedì 23 Mag 2019

Kubisten, Futuristen und Marcel Duchamp lösen Alltagsgegenstände aus ihrem Umfeld und integrieren diese in die bildende Kunst. Diese Dekontextualisierung (Verfremdung) gehört zu den künstlerischen Konstanten moderner und zeitgenössischer Kunst. Sie spielt auch im Werk von Haim Steinbach eine wichtige Rolle.

0
Kids
Sabato, 25 Mag 2019 14:15
ogni giorno fino a Dom 26 Mag 2019

GB 2018, 64 Min. Regie: Gary Andrews, Clint Butler In Pontypandy wird ein Film gedreht und Sam wird unfreiwillig zum Filmhelden. Das ärgert den eitlen Filmstar Flex Dexter. Er versucht mit allen Mitteln, Sam aus dem Filmprojekt zu drängen. Als schlimme Fehler während der Dreharbeiten passieren, glauben alle, das sei Sams Schuld. Sam verliert sogar seinen Job als Feuerwehrmann. Empfohlen ab 5 Jahren

0
Art & Culture
Giovedì, 23 Mag 2019 20:00
Giovedì 23 Mag 2019

Die Fuckup Nights, 2012 in Mexiko von Studenten entwickelt, sind eine globale Bewegung, die in Windeseile den Planeten erobert. Jeweils drei gescheiterte Unternehmer*innen erzählen bei der Veranstaltung von ihren größten Fehlern und Pleiten und welche Einsichten sie dadurch gewinnen konnten. Scheitern ist nicht populär und soll im Ernstfall doch lieber die anderen treffen. Scheitern tun viele, aber darüber reden will keiner. Und doch gehört Scheitern zum Leben. Es gibt kein Leben ohne Rückschläge. Unsere Gesellschaft tut nur so. Scheitern ist nach wie vor ein Tabuthema, auch in Südtirol. Damit wir an Niederlagen wachsen können, müssen wir richtig mit ihnen umgehen. Wir brauchen ein neues Bewusstsein für unsere Schwächen, und zur Stärkung dieses Bewusstseins in Südtirol wollen die Fuckup Nights einen Beitrag leisten. Bereits zum zweiten Mal hat die Fuckup Night Anfang April in der ausverkauften Carambolage in Bozen stattgefunden und nun soll sie am 23.05. auch das Pustertal erobern.

0
Partyzone
Venerdì, 07 Giu 2019 17:30
ogni giorno fino a Sab 08 Giu 2019

Si potrebbe dire che è già diventato tradizione, l'annuale concerto dei Kastelruther Spatzen a giugno! Quest'anno l'Open Air celebra la ° edizione e anche dopo tutti questi anni l'evento sembra di trovare grande successo. Migliaia di persone questa fine settimana scorrono a Siusi per godere il bellissimo paesaggio all'aria aperta e per sentire i Kastelruther Spatzen al vivo. Certamente, questo evento è per tutti fan un'esperienza speciale...

0
Music
Giovedì, 11 Lug 2019 21:00
Giovedì 11 Lug 2019

Con il concerto di Alvaro Soler, l‘agenzia meranese Showtime Agency annuncia un mega weekend die musica nazionale e internazionale: Dall‘11 al 14 luglio 2019 l‘Ippodromo di Maia si trasforma in un arena concertistica e diventerà sede del Maia Music Festival. Il festival, realizzato in collaborazione con il Comune di Merano e Merano Galoppo srl, vedrà una serie di concerti e segna il ritorno della grande musica all‘Ippodromo più bello d‘Europa dopo quasi 30 anni di assenza. Cresciuto fra Spagna e Giappone, Álvaro Soler scopre la musica da adolescente, grazie al karaoke. E comincia a scrivere le proprie canzoni, accompagnandosi col piano e la chitarra. Ma è partecipando all’edizione spagnola di Tú sí que vales che Álvaro entra davvero nel mondo della musica, in qualità di tastierista della band Urban Lights. Siamo nel 2013 ed il gruppo pubblicherà 2 album prima di sciogliersi. Nel 2015 Álvaro decide di tentare la fortuna a Berlino, con l’intento di dare alla propria carriera una svolta o, in caso di fallimento, rinunciare per sempre alle proprie velleità artistiche. A mettere le cose in chiaro è l’uscita del singolo “El mismo Sol”, brano pop ritmato e fresco che entra di prepotenza nelle classifiche di vendita italiane, raggiungendone subito la vetta. La canzone è per ben 5 volte disco di platino: un successo straripante. Il testo parla di crescita, della frenetica spinta a conoscere il mondo, con le sue differenti culture. E di come la musica possa aiutare a legare con gli altri, superando le difficoltà. Il 2016 è l’anno di “Eterno agosto”, album d’esordio di Álvaro Soler anticipato dalla hit “El mismo Sol”. E per il mercato italiano, viene pensata un’edizione speciale contenente i duetti con Emma e Max Gazzé, che si alternano all’artista spagnolo rispettivamente in “Libre” e “Sonrio (la vita com’è)”. Ma è con “Sofia” che Álvaro raggiunge e supera il successo del primo singolo. La canzone diventa in breve un tormentone, grazie al mix perfetto fra musica tradizionale spagnola e pop moderno. E sale in cima alla classifica italiana, restando nella top ten per più di un anno. Sulla scia dell’enorme successo ottenuto, Álvaro viene invitato a partecipare a X-Factor Italia in qualità di giudice. E mostrando grande umanità e simpatia, si conquista la stima del pubblico nostrano. Non è neanche sfumato il successo di “Sofia” che esce “La cintura”, nel 2018. Coinvolgente e infarcito di atmosfere latine, il brano fa subito presa, diventando uno dei più trasmessi dell’estate italiana. Girato interamente a Cuba, il video è un tripudio di suoni e colori che fanno da cornice ad un incontro scandito da ritmi sudamericani. Grazie ai toni leggeri e spensierati, l’artista spagnolo riesce di nuovo a raccontare se stesso con garbo e talento. 2 volte disco di platino, il brano anticipa l’uscita del secondo album dell’artista: “Mar de colores”, il cui tour omonimo è previsto per il 2019.

0
Cinema
Giovedì, 23 Mag 2019 18:00
Giovedì 23 Mag 2019

AT/DE 2018, 113 Min. Regie: Nikolaus Leytner mit: Simon Morzé, Bruno Ganz, Emma Drogunova, Johannes Krisch, u. a. 1937. Der 17-jährige Franz Huchel zieht voll Tatendrang und Wissensdurst nach Wien, um dort eine Lehre in einer Trafik zu beginnen. In diesem Kiosk lernt er alles über Tabak, Zeitungen und ganz spezielle Illustrierte. Der Junge sehnt sich aber nach Bildung, Leben und Liebe. Da kommt es ihm gelegen, dass der Psychoanalytiker Sigmund Freud zu den Stammkunden seines Geschäfts zählt. Dieser klärt ihn über die Geheimnisse des Lebens auf. Als sich Franz allerdings in die Varieté-Tänzerin Anezka verliebt, kennt auch Freud keinen Rat.

0
Art & Culture
Sabato, 01 Giu 2019 20:00
Sabato 01 Giu 2019

Nella mostra, ospitata dalla galleria del Kunstforum Unterland ed intitolata „INTERVALLO“, Mader presenta opere appartenenti a due grandi cicli realizzati negli ultimi anni. Nato nel 1953 a Bressanone, dov’è cresciuto, l’artista vive ora a Bolzano e lavora nel suo atelier a Lana. Da sempre Mader focalizza il suo interesse sulle zone di confine della società e dell’arte: ciò è evidente non solamente osservando le sue opere, ma anche, in particolare, nel contesto delle sue numerose esposizioni. Esposto senza filtri a determinati contenuti, il pubblico delle sue mostre viene in un certo qual modo sfidato e costretto a confrontarsi con essi. Mader è un preciso e scrupoloso osservatore dei processi sociali del mondo d’oggi: dotato di una notevole ironia, l’artista riesce sempre a mettere in discussione anche ciò che ad una prima occhiata pare evidente e scontato, noi stessi inclusi. Nella mostra INTERVALLO Mader ci confronta con opere che, di primo acchito, ci lasciano turbati: l’artista ci sottopone una quantità di informazioni nettamente superiore alla nostra capacità di elaborazione. Tramite un’opera multimediale basata su centinaia di disegni, oppure lasciandoci soli in uno spazio dominato da grandi immagini bianche. Un “intervallo per il cervello” come l’artista spesso ama definire le sue opere e come risulta evidente anche dal titolo della mostra, che rimanda al classico intervallo delle trasmissioni televisive Rai. Tra i normali contenuti di ogni giorno c’è spazio anche per un “interludio” che agisce seguendo un proprio ritmo autonomo. Lo spettatore è invitato ad entrare in contatto con questo “tempo di mezzo”, questo intervallo nell’abituale procedere del flusso visivo, per filtrare le informazioni con occhi nuovi, rielaborandole e ripensandole. La base del video System Insect Control, realizzato in collaborazione con Jürgen Winkler, sono 522 disegni che Mader ha realizzato sulle pagine dell’ultimo elenco telefonico pubblicato in Alto Adige. Per l’artista l’elenco è un oggetto ormai divenuto inutile, un richiamo all’atto del telefonare come lo abbiamo conosciuto per decenni: su rete fissa, seduti, con telefonate che potevano durare anche più di mezzo minuto. E durante queste telefonate si facevano scarabocchi: nei diari, sui bloc notes, sulla carta intestata di un hotel o sulle pagine dell’elenco stesso. L’elenco, in questo contesto, è un relitto di un’attività che non esiste più. Ma l’opera di Mader non ha intenti accusatori, non punta l’indice verso nessuno, non si rifugia nel luogo comune che recita “un tempo si stava meglio”. La combinazione di materiale ed attività e la contemporanea sovrapposizione di impulsi grafici e testuali lascia totalmente a carico dell’osservatore la possibilità di mettere in discussione la vita condotta ai ritmi imposti dall’epoca postmoderna. Mader non ci spiega il mondo: egli rende semplicemente più acuto il nostro sguardo, mostrandoci il suo modo di percepirlo. In questo senso va intesa anche la collaborazione con Jürgen Winkler, classe 1968, architetto e musicista bolzanino: per Mader inviare i 522 disegni ad una persona in grado di tradurli in un altro medium, distorcendoli e straniandoli, era un passo assolutamente logico. L’opera nata da questa collaborazione, System Insect Control, è un video di poco meno di tre minuti, accompagnato da una musica veloce e ricca di bassi, che consapevolmente mira a sovraffaticare e turbare il visitatore della mostra. Il testo della melodia, comprensibile solamente in parte, si basa su frammenti testuali tratti dai disegni di Mader e su un dialogo fittizio con assistenti digitali. In questo senso Mader amplia il messaggio legato ai disegni dell’elenco telefonico, estendendolo al campo esperienziale dei social media ed elevando l’input-output a modalità di interazione fondamentale degli utenti e delle informazioni/dati con cui lavorano. I fogli bianchi, mostrati nel secondo spazio espositivo, sono in netto contrasto con il video e i disegni dell’elenco telefonico. Essi invitano ad osservare in modo più accurato, ad avvicinarsi ed esplorare i paesaggi interiori che portano alla luce, rendendoli visibili. Nati come collage multicolori, in cui Mader ha inglobato anche degli oggetti, dopo averli lasciati per anni in archivio l’artista ha deciso di intonacarli di bianco. Questo atto finale del processo creativo non va inteso come volontà di eliminare delle informazioni. Al contrario, esso risponde alla precisa volontà di renderle maggiormente visibili: il colore bianco evidenzia le singole strutture, cancellando i confini tra gli oggetti. I fogli sembrano vedute cittadine o paesaggi osservati da una prospettiva a volo d’uccello che, al contrario dell’opera video, suggeriscono quiete e silenzio. Se nella stanza accanto domina la musica techno, la colonna sonora ideale per queste immagini potrebbe essere un fruscio sommesso, il cosiddetto rumore bianco. Essendo dipinte, incollate e intonacate su entrambi i lati, queste opere non possono nemmeno essere definite immagini nel senso tradizionale del termine. Si tratta piuttosto di oggetti nello spazio, elementi che non operano in una sola direzione, ma hanno carattere multidimensionale. Per questo motivo non si tratta di opere statiche, quanto piuttosto di oggetti insediati nella zona intermedia, cellule di informazione in stand-by, pronte per essere selezionate e decifrate dall’osservatore. Un intervallo. Testo di Georg Giovanelli (curatore).

0
Exhibitions
Martedì, 04 Giu 2019 10:00-12:00 | 16:00 - 18:00
ogni settimana fino a Sab 15 Giu 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato

Nella mostra, ospitata dalla galleria del Kunstforum Unterland ed intitolata „INTERVALLO“, Mader presenta opere appartenenti a due grandi cicli realizzati negli ultimi anni. Nato nel 1953 a Bressanone, dov’è cresciuto, l’artista vive ora a Bolzano e lavora nel suo atelier a Lana. Da sempre Mader focalizza il suo interesse sulle zone di confine della società e dell’arte: ciò è evidente non solamente osservando le sue opere, ma anche, in particolare, nel contesto delle sue numerose esposizioni. Esposto senza filtri a determinati contenuti, il pubblico delle sue mostre viene in un certo qual modo sfidato e costretto a confrontarsi con essi. Mader è un preciso e scrupoloso osservatore dei processi sociali del mondo d’oggi: dotato di una notevole ironia, l’artista riesce sempre a mettere in discussione anche ciò che ad una prima occhiata pare evidente e scontato, noi stessi inclusi. Nella mostra INTERVALLO Mader ci confronta con opere che, di primo acchito, ci lasciano turbati: l’artista ci sottopone una quantità di informazioni nettamente superiore alla nostra capacità di elaborazione. Tramite un’opera multimediale basata su centinaia di disegni, oppure lasciandoci soli in uno spazio dominato da grandi immagini bianche. Un “intervallo per il cervello” come l’artista spesso ama definire le sue opere e come risulta evidente anche dal titolo della mostra, che rimanda al classico intervallo delle trasmissioni televisive Rai. Tra i normali contenuti di ogni giorno c’è spazio anche per un “interludio” che agisce seguendo un proprio ritmo autonomo. Lo spettatore è invitato ad entrare in contatto con questo “tempo di mezzo”, questo intervallo nell’abituale procedere del flusso visivo, per filtrare le informazioni con occhi nuovi, rielaborandole e ripensandole. La base del video System Insect Control, realizzato in collaborazione con Jürgen Winkler, sono 522 disegni che Mader ha realizzato sulle pagine dell’ultimo elenco telefonico pubblicato in Alto Adige. Per l’artista l’elenco è un oggetto ormai divenuto inutile, un richiamo all’atto del telefonare come lo abbiamo conosciuto per decenni: su rete fissa, seduti, con telefonate che potevano durare anche più di mezzo minuto. E durante queste telefonate si facevano scarabocchi: nei diari, sui bloc notes, sulla carta intestata di un hotel o sulle pagine dell’elenco stesso. L’elenco, in questo contesto, è un relitto di un’attività che non esiste più. Ma l’opera di Mader non ha intenti accusatori, non punta l’indice verso nessuno, non si rifugia nel luogo comune che recita “un tempo si stava meglio”. La combinazione di materiale ed attività e la contemporanea sovrapposizione di impulsi grafici e testuali lascia totalmente a carico dell’osservatore la possibilità di mettere in discussione la vita condotta ai ritmi imposti dall’epoca postmoderna. Mader non ci spiega il mondo: egli rende semplicemente più acuto il nostro sguardo, mostrandoci il suo modo di percepirlo. In questo senso va intesa anche la collaborazione con Jürgen Winkler, classe 1968, architetto e musicista bolzanino: per Mader inviare i 522 disegni ad una persona in grado di tradurli in un altro medium, distorcendoli e straniandoli, era un passo assolutamente logico. L’opera nata da questa collaborazione, System Insect Control, è un video di poco meno di tre minuti, accompagnato da una musica veloce e ricca di bassi, che consapevolmente mira a sovraffaticare e turbare il visitatore della mostra. Il testo della melodia, comprensibile solamente in parte, si basa su frammenti testuali tratti dai disegni di Mader e su un dialogo fittizio con assistenti digitali. In questo senso Mader amplia il messaggio legato ai disegni dell’elenco telefonico, estendendolo al campo esperienziale dei social media ed elevando l’input-output a modalità di interazione fondamentale degli utenti e delle informazioni/dati con cui lavorano. I fogli bianchi, mostrati nel secondo spazio espositivo, sono in netto contrasto con il video e i disegni dell’elenco telefonico. Essi invitano ad osservare in modo più accurato, ad avvicinarsi ed esplorare i paesaggi interiori che portano alla luce, rendendoli visibili. Nati come collage multicolori, in cui Mader ha inglobato anche degli oggetti, dopo averli lasciati per anni in archivio l’artista ha deciso di intonacarli di bianco. Questo atto finale del processo creativo non va inteso come volontà di eliminare delle informazioni. Al contrario, esso risponde alla precisa volontà di renderle maggiormente visibili: il colore bianco evidenzia le singole strutture, cancellando i confini tra gli oggetti. I fogli sembrano vedute cittadine o paesaggi osservati da una prospettiva a volo d’uccello che, al contrario dell’opera video, suggeriscono quiete e silenzio. Se nella stanza accanto domina la musica techno, la colonna sonora ideale per queste immagini potrebbe essere un fruscio sommesso, il cosiddetto rumore bianco. Essendo dipinte, incollate e intonacate su entrambi i lati, queste opere non possono nemmeno essere definite immagini nel senso tradizionale del termine. Si tratta piuttosto di oggetti nello spazio, elementi che non operano in una sola direzione, ma hanno carattere multidimensionale. Per questo motivo non si tratta di opere statiche, quanto piuttosto di oggetti insediati nella zona intermedia, cellule di informazione in stand-by, pronte per essere selezionate e decifrate dall’osservatore. Un intervallo. Testo di Georg Giovanelli (curatore).

0
Exhibitions
Giovedì, 23 Mag 2019 17:00-20:00 |
L'evento si terrà oggi, domani e ogni giorno fino a Ven 21 Giu 2019

Sette artisti altoatesini e non, coinvolti in un evento denominato KARUSSELL/ Febbre D'Arte-Kunstfieber, a significare che una mostra d’arte può anche proporsi come work in progress e i dipinti, le acqueforti,i graffiti, le prove di land e di visual art alternarsi come in un giro di giostra nello spazio espositivo scelto per l’occasione. Parliamo dell’ atelier d’artiste bolzanino del regista-giornalista Alessandro Di Spazio, in via Bottai Nr. 10, dove si terrà IL VERNISSAGE DELL’EVENTO. In una mostra che si richiama al tema della giostra, le opere esposte all’inizio saranno dunque via via rimpiazzate da altre degli stessi autori, in un carosello che fornirà un quadro esaustivo delle loro sensibilità e peculiarità. Dall’astratto al figurativo, dal neosurrealismo e neofuturismo fino alla land art e non solo. Anfitrione del tourbillon di tele, colori e stili lungo oltre un mese che costituirà il percorso dell’evento sarà il pittore bolzanino Max Radicioni. Sette artisti, dicevamo. Uno di questi è un fotografo, il bolzanino-viennese Vasco von Ferrari-Kellerhof, autore di opere grandi e di grande impatto visivo, realizzate in bianco e nero con il grandangolo. Max Radicioni si presenta con uno stile pittorico nuovo, con opere di dimensioni più contenute rispetto al passato ma ricchissime di dettagli, miniature preziose fatte di simboli, grafismi e atmosfere alchemiche. Marzio Ghiotto, pittore-sognatore neosurrealista, raffinato autore di tele evocative e ammalianti, ritrae a suo modo alberi dai colori tenui e rari, fedele all’atmosfera crepuscolare che caratterizza la sua storia pittorica. Due le donne del KARUSSELL: la venostana Martha Planoetscher, pittrice in “transito” dall’informale all’astrattismo postsurrealista, con forti incursioni nella land art, e la salernitana Lucia Caso, con le sue evocative acqueforti e acquetinte. Sarà presente con sue opere anche l’artista goriziano, bolzanino di adozione, Renato Schlaunich, che opera nel campo delle arti visive, della poesia e della musica. Mike Fedrizzi, altresì attivo nel campo della visual e anche della social art, porterà al KARUSSELL le sue chine dal forte impatto grafico, in transito fra pop art e arte contemporanea. A fare da sfondo alle opere esposte saranno tessuti antichi in rafia Shoowa e Kuba. Saranno altresì in esposizione molas (realizzate prima degli anni Cinquanta del Novecento) degli indios delle isole San Blas, appartenenti all’arcipelago panamense. Ricordiamo che KARUSSELL celebra i 25 anni dalla nascita dell’associazione culturale Egolalìa, fondata da Max Radicioni nel 1994, e altresì il 25° anniversario dalla fondazione, nello stesso anno, ad opera di Alessandro Di Spazio, della compagnia teatrale Luci della ribalta.

0
Partyzone
Sabato, 01 Giu 2019 16:00-23:30 |
Sabato 01 Giu 2019

Programma: - Livemusic: The Aviary (Punk Rock) Perin & Barbarossa (Alternative Indie) Ben Wine (Rockabilly/50s) * Vinyl DJ-SET Jasmin Franceschini (Akustik Folk) - Vortrag zum Thema Umwelt x Magdalena Gschnitzer - Slackline Area - Hula Hoops - Kids Area - Food & Drinks ecc.

0
Partyzone
Domenica, 09 Giu 2019 16:00
Domenica 09 Giu 2019

Torna con la seconda edizione, il memorial "SKIKKY DAY" , in ricordo del batterista Alex Radicchi. L' evento organizzato dagli Skarn, gruppo metal nel quale Alex suonava ed il centro giovanile Kuba di Caldaro, si terrà domenica 9 Giugno a partire dalle ore 16:00. Verrà allestito un palco nel parcheggio esterno del Kuba sul quale si alterneranno 7 band locali di vario genere, dal pop al metal. Saranno presenti inoltre, come nella prima edizione del 2016, dei chioschi Drink and Food e degli stand per CD, T-Shirts e merchandise vario delle band e dell'evento stesso. Lineup: DOC MATRIX (rock-pop) THE WOODHEADS (punk-rock) OLDSNAKE. (rock) HIGHWAY STAR (Deep Purple Tribute) SKARN (thrash metal) MG66 (thrash metal) BULLET-PROOF (thrash metal) Free Entry

0
Cinema
Venerdì, 24 Mag 2019 20:30
Venerdì 24 Mag 2019

FR 2018, 98 Min. Regie: Cécilia Rouaud mit: Vanessa Paradis, Camille Cottin, Pierre Deladonchamps, Jean-Pierre Bacri, Laurent Capelluto Die drei Geschwister Gabrielle, Elsa und Mao könnten unterschiedlicher kaum sein: Gabrielle arbeitet als „lebende Statue“ in Paris und ist ihrem Sohn viel zu unkonventionell. Elsa hadert mit ihrem unerfüllten Kinderwunsch. Und der Spieleentwickler Mao ist trotz beruflichen Erfolgs noch gar nicht richtig im Leben angekommen. Da haben ihre getrennt lebenden Eltern ganze Arbeit geleistet. Der Vater war nie da, die Mutter, eine Psychotherapeutin, mischte sich dagegen in alles ein. Und bis heute hat sich daran nichts geändert. Die normalste ist da noch die demente Großmutter. Als der Großvater stirbt, ist die in alle Winde verstreute Familie gezwungen, sich zusammen zu raufen. Allein kann die alte Dame nicht bleiben, wie aber sollen die Kinder und Enkel eine Lösung für sie finden, wenn schon in ihrem eigenen Leben das pure Chaos herrscht…? Warmherzig und mit feinsinnigem Humor erzählt Regisseurin Cécilia Rouaud in DAS FAMILIENFOTO wie die Familie über diese Frage wieder zueinander findet. Vor die Kamera holte sie zahlreiche Stars des französischen Kinos – neben Vanessa Paradis, Camille Cottin und Pierre Deladonchamps als Geschwister sind Chantal Lauby (MONSIEUR CLAUDE UND SEINE TÖCHTER) und Jean-Pierre Bacri (DAS LEBEN IST EIN FEST) als deren Eltern zu sehen.

0
Cinema
Sabato, 25 Mag 2019 18:00
Sabato 25 Mag 2019

FR 2018, 98 Min. Regie: Cécilia Rouaud mit: Vanessa Paradis, Camille Cottin, Pierre Deladonchamps, Jean-Pierre Bacri, Laurent Capelluto Die drei Geschwister Gabrielle, Elsa und Mao könnten unterschiedlicher kaum sein: Gabrielle arbeitet als „lebende Statue“ in Paris und ist ihrem Sohn viel zu unkonventionell. Elsa hadert mit ihrem unerfüllten Kinderwunsch. Und der Spieleentwickler Mao ist trotz beruflichen Erfolgs noch gar nicht richtig im Leben angekommen. Da haben ihre getrennt lebenden Eltern ganze Arbeit geleistet. Der Vater war nie da, die Mutter, eine Psychotherapeutin, mischte sich dagegen in alles ein. Und bis heute hat sich daran nichts geändert. Die normalste ist da noch die demente Großmutter. Als der Großvater stirbt, ist die in alle Winde verstreute Familie gezwungen, sich zusammen zu raufen. Allein kann die alte Dame nicht bleiben, wie aber sollen die Kinder und Enkel eine Lösung für sie finden, wenn schon in ihrem eigenen Leben das pure Chaos herrscht…? Warmherzig und mit feinsinnigem Humor erzählt Regisseurin Cécilia Rouaud in DAS FAMILIENFOTO wie die Familie über diese Frage wieder zueinander findet. Vor die Kamera holte sie zahlreiche Stars des französischen Kinos – neben Vanessa Paradis, Camille Cottin und Pierre Deladonchamps als Geschwister sind Chantal Lauby (MONSIEUR CLAUDE UND SEINE TÖCHTER) und Jean-Pierre Bacri (DAS LEBEN IST EIN FEST) als deren Eltern zu sehen.

0
Cinema
Domenica, 26 Mag 2019 20:30
Domenica 26 Mag 2019

FR 2018, 98 Min. Regie: Cécilia Rouaud mit: Vanessa Paradis, Camille Cottin, Pierre Deladonchamps, Jean-Pierre Bacri, Laurent Capelluto Die drei Geschwister Gabrielle, Elsa und Mao könnten unterschiedlicher kaum sein: Gabrielle arbeitet als „lebende Statue“ in Paris und ist ihrem Sohn viel zu unkonventionell. Elsa hadert mit ihrem unerfüllten Kinderwunsch. Und der Spieleentwickler Mao ist trotz beruflichen Erfolgs noch gar nicht richtig im Leben angekommen. Da haben ihre getrennt lebenden Eltern ganze Arbeit geleistet. Der Vater war nie da, die Mutter, eine Psychotherapeutin, mischte sich dagegen in alles ein. Und bis heute hat sich daran nichts geändert. Die normalste ist da noch die demente Großmutter. Als der Großvater stirbt, ist die in alle Winde verstreute Familie gezwungen, sich zusammen zu raufen. Allein kann die alte Dame nicht bleiben, wie aber sollen die Kinder und Enkel eine Lösung für sie finden, wenn schon in ihrem eigenen Leben das pure Chaos herrscht…? Warmherzig und mit feinsinnigem Humor erzählt Regisseurin Cécilia Rouaud in DAS FAMILIENFOTO wie die Familie über diese Frage wieder zueinander findet. Vor die Kamera holte sie zahlreiche Stars des französischen Kinos – neben Vanessa Paradis, Camille Cottin und Pierre Deladonchamps als Geschwister sind Chantal Lauby (MONSIEUR CLAUDE UND SEINE TÖCHTER) und Jean-Pierre Bacri (DAS LEBEN IST EIN FEST) als deren Eltern zu sehen.

0
Cinema
Giovedì, 30 Mag 2019 18:00
Giovedì 30 Mag 2019

FR 2018, 98 Min. Regie: Cécilia Rouaud mit: Vanessa Paradis, Camille Cottin, Pierre Deladonchamps, Jean-Pierre Bacri, Laurent Capelluto Die drei Geschwister Gabrielle, Elsa und Mao könnten unterschiedlicher kaum sein: Gabrielle arbeitet als „lebende Statue“ in Paris und ist ihrem Sohn viel zu unkonventionell. Elsa hadert mit ihrem unerfüllten Kinderwunsch. Und der Spieleentwickler Mao ist trotz beruflichen Erfolgs noch gar nicht richtig im Leben angekommen. Da haben ihre getrennt lebenden Eltern ganze Arbeit geleistet. Der Vater war nie da, die Mutter, eine Psychotherapeutin, mischte sich dagegen in alles ein. Und bis heute hat sich daran nichts geändert. Die normalste ist da noch die demente Großmutter. Als der Großvater stirbt, ist die in alle Winde verstreute Familie gezwungen, sich zusammen zu raufen. Allein kann die alte Dame nicht bleiben, wie aber sollen die Kinder und Enkel eine Lösung für sie finden, wenn schon in ihrem eigenen Leben das pure Chaos herrscht…? Warmherzig und mit feinsinnigem Humor erzählt Regisseurin Cécilia Rouaud in DAS FAMILIENFOTO wie die Familie über diese Frage wieder zueinander findet. Vor die Kamera holte sie zahlreiche Stars des französischen Kinos – neben Vanessa Paradis, Camille Cottin und Pierre Deladonchamps als Geschwister sind Chantal Lauby (MONSIEUR CLAUDE UND SEINE TÖCHTER) und Jean-Pierre Bacri (DAS LEBEN IST EIN FEST) als deren Eltern zu sehen.

0
Cinema
Venerdì, 24 Mag 2019 18:00
Venerdì 24 Mag 2019

PS 2018, 132 min. regia: Muayad Alayan con: Maisa Abd Elhadi, Mohammad Eid, Kamel El Basha, Ishai Golan, Bashar Hassuneh, Hanan Hillo, Sivane Kretchner, Amer Khalil In una Gerusalemme intrigante quanto la trama, dove due comunità dovrebbero coesistere ma dove il potere e l’influenza sono esercitati da un’unica forza dominante, anche una storia esclusivamente privata tra due persone scatena conseguenze politiche e sociali di portata inimmaginabile, a dimostrazione di come, in questa terra, nulla sia davvero possibile. Diretto da Muayad Alayan e sceneggiato da Rami Musa Alayan, SARAH & SALEEM - LÀ DOVE NULLE È POSSIBILE racconta la pericolosa dimensione pubblica che assume la relazione extraconiugale tra una donna israeliana e un uomo palestinese.

0
Cinema
Sabato, 25 Mag 2019 20:30
Sabato 25 Mag 2019

PS 2018, 132 min. regia: Muayad Alayan con: Maisa Abd Elhadi, Mohammad Eid, Kamel El Basha, Ishai Golan, Bashar Hassuneh, Hanan Hillo, Sivane Kretchner, Amer Khalil In una Gerusalemme intrigante quanto la trama, dove due comunità dovrebbero coesistere ma dove il potere e l’influenza sono esercitati da un’unica forza dominante, anche una storia esclusivamente privata tra due persone scatena conseguenze politiche e sociali di portata inimmaginabile, a dimostrazione di come, in questa terra, nulla sia davvero possibile. Diretto da Muayad Alayan e sceneggiato da Rami Musa Alayan, SARAH & SALEEM - LÀ DOVE NULLE È POSSIBILE racconta la pericolosa dimensione pubblica che assume la relazione extraconiugale tra una donna israeliana e un uomo palestinese.

0
Cinema
Domenica, 26 Mag 2019 18:00
Domenica 26 Mag 2019

PS 2018, 132 min. regia: Muayad Alayan con: Maisa Abd Elhadi, Mohammad Eid, Kamel El Basha, Ishai Golan, Bashar Hassuneh, Hanan Hillo, Sivane Kretchner, Amer Khalil In una Gerusalemme intrigante quanto la trama, dove due comunità dovrebbero coesistere ma dove il potere e l’influenza sono esercitati da un’unica forza dominante, anche una storia esclusivamente privata tra due persone scatena conseguenze politiche e sociali di portata inimmaginabile, a dimostrazione di come, in questa terra, nulla sia davvero possibile. Diretto da Muayad Alayan e sceneggiato da Rami Musa Alayan, SARAH & SALEEM - LÀ DOVE NULLE È POSSIBILE racconta la pericolosa dimensione pubblica che assume la relazione extraconiugale tra una donna israeliana e un uomo palestinese.

0
Cinema
Giovedì, 30 Mag 2019 20:30
Giovedì 30 Mag 2019

PS 2018, 132 min. regia: Muayad Alayan con: Maisa Abd Elhadi, Mohammad Eid, Kamel El Basha, Ishai Golan, Bashar Hassuneh, Hanan Hillo, Sivane Kretchner, Amer Khalil In una Gerusalemme intrigante quanto la trama, dove due comunità dovrebbero coesistere ma dove il potere e l’influenza sono esercitati da un’unica forza dominante, anche una storia esclusivamente privata tra due persone scatena conseguenze politiche e sociali di portata inimmaginabile, a dimostrazione di come, in questa terra, nulla sia davvero possibile. Diretto da Muayad Alayan e sceneggiato da Rami Musa Alayan, SARAH & SALEEM - LÀ DOVE NULLE È POSSIBILE racconta la pericolosa dimensione pubblica che assume la relazione extraconiugale tra una donna israeliana e un uomo palestinese.

0
Partyzone
Sabato, 08 Giu 2019 10:00-23:00 |
Sabato 08 Giu 2019

1a festa del paese a Postal organizzata dai vigili del fuoco, vicolo Meier e maso “Moarhof”, Postal. Programma: ore 10.00 | mattinata ore 11.30 | Jugendkapelle Burgstall ore 12.00 | Obermaier Böhmische ore 17.00 | Burggräfler Buam ore 20.00 | Jason Nussbaumer After Show Party with DJ ReeLaex dalle ore 22.00.

0
Art & Culture
Giovedì, 13 Giu 2019 18:30
Giovedì 13 Giu 2019

Grazie alla sua professione Max Vikoler, noto nei dintorni di Laion come “Moler Max” (Max, il pittore, ndt), ha scoperto la passione per le forme artistiche. Nel corso degli anni, la pittura ad acquerello e le complesse composizioni figurative in foglia d’oro sono diventate le sue tecniche preferite. Da sempre, uno dei suoi motivi prediletti è la dettagliata riproduzione del maso Keldererhof (sua casa natale) ad Albions con vista sulla chiesa. Nelle opere più recenti, anch’esse ispirate ai paesaggi naturali e alpini della sua terra, spicca la generosa strutturazione dei colori applicati a spatola, che richiede un certo livello di astrazione. La prima esposizione monografica di Max Vikoler a Laion, il suo comune natale, è una rassegna della sua produzione artistica degli ultimi anni. Nato nel 1947 ad Albions, nel 1973 Max Vikoler consegue il diploma alla scuola di pittura di Baden, nei pressi di Vienna. Da oltre 10 anni, è membro dell’associazione per i pittori amatoriali della Valle Isarco (Eisacktaler Freizeitmaler), con cui ha frequentato diversi corsi e partecipato alle esposizioni presso Castel Sant’Angelo di Novacella e Castel Velturno.

0
Exhibitions
Venerdì, 14 Giu 2019 08:00-12:00 |
ogni settimana fino a Ven 13 Set 2019 nei giorni di: Lunedi Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi

Grazie alla sua professione Max Vikoler, noto nei dintorni di Laion come “Moler Max” (Max, il pittore, ndt), ha scoperto la passione per le forme artistiche. Nel corso degli anni, la pittura ad acquerello e le complesse composizioni figurative in foglia d’oro sono diventate le sue tecniche preferite. Da sempre, uno dei suoi motivi prediletti è la dettagliata riproduzione del maso Keldererhof (sua casa natale) ad Albions con vista sulla chiesa. Nelle opere più recenti, anch’esse ispirate ai paesaggi naturali e alpini della sua terra, spicca la generosa strutturazione dei colori applicati a spatola, che richiede un certo livello di astrazione. La prima esposizione monografica di Max Vikoler a Laion, il suo comune natale, è una rassegna della sua produzione artistica degli ultimi anni. Nato nel 1947 ad Albions, nel 1973 Max Vikoler consegue il diploma alla scuola di pittura di Baden, nei pressi di Vienna. Da oltre 10 anni, è membro dell’associazione per i pittori amatoriali della Valle Isarco (Eisacktaler Freizeitmaler), con cui ha frequentato diversi corsi e partecipato alle esposizioni presso Castel Sant’Angelo di Novacella e Castel Velturno.

0
Exhibitions
Giovedì, 23 Mag 2019 10:00-12:00 | 16:00 - 19:00
L'evento si terrà oggi, domani e ogni giorno fino a Dom 26 Mag 2019

Esposizione di fine anno delle 5. classi del Liceo artistico Cademia, intitolata "Nebula". I ragazzi e le ragazze delle tre sezioni Grafica, Design e Arti figurative, espongono alcuni dei lavori realizzati nel corso dell'anno scolastico in corso.

0
Music
Sabato, 29 Giu 2019 18:00
Sabato 29 Giu 2019

mit Celeste Alias - Marco Mezquida im Garten des idyllisch gelegenen Hotel am Wolfsgrubenersee. Für ein Konzert im Mondschein ist es am frühen Abend noch zu früh, den Mond werden Celeste Alías und Marco Mezquida vor dem Hotel am Wolfsgrubener See aber trotzdem aufgehen lassen: So dreht sich auf ihrem 2015 eingespielten Album „Llunàtics“ – von Glen Millers „Moonlight Serenade“ bis zum Standard „Moonlight in Vermont“ – alles um den rätselhaften Erdtrabanten. Beide Künstler gehören heute zu den Stars der katalanischen Szene. Achtung: Wer dieses Duo hört, kann mondsüchtig werden...

0
Partyzone
Domenica, 30 Giu 2019 11:00
Domenica 30 Giu 2019

Organizzata dalla banda musicale di Vanga al campo delle feste a Vanga. Tutto il giorno specialità gastronomiche e intrattenimento musicale. Per i bambini castello gonfiabile e angolo trucco

0
Music
Martedì, 18 Giu 2019 20:30
Martedì 18 Giu 2019

Un viaggio musicale negli anni cinquanta e sessanta. Il repertorio comprende canzoni di Elvis Presley, Chuck Berry, Jerry Lee Lewis, Beatles, The Beach Boys, Roy Orbison e molte altre. Ingresso libero. (in caso di maltempo l’organizzatore si riserva il diritto di cancellare o di spostare il concerto alla Casa di Cultura).

0
Art & Culture
Venerdì, 07 Giu 2019 10:00-18:00 |
ogni settimana fino a Dom 25 Ago 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica

Il progetto dell’artista norvegese è un invito a ripensare alla conquista del volo nella storia dell’uomo, identificando nel deltaplano lo strumento di questa utopia realizzata, al centro della sua recente ricerca improntata ai temi della sostenibilità e del cambiamento climatico. A cura di Alessandra Tempesti

0
Art & Culture
Venerdì, 24 Mag 2019 10:30
Venerdì 24 Mag 2019

Themen: - Übergabe der Festivalleitung ab 2020 Die designierte Festivalleiterin IFFI #29 Anna Ladinig, Expertin für sowjetisches und zentralasiatisches Kino und Kino am Balkan, stellt sich der Öffentlichkeit vor. - Programmvorstellung IFFI #28 durch Festivalleiter Helmut Groschup - Vorstellung der Gäste und Jurymitglieder - Vorstellung der Kooperationspartner Anschließend Suppen Buffet.

0
Partyzone
Domenica, 09 Giu 2019 10:00
Domenica 09 Giu 2019

Festa di Pentecoste, organizzata dalla banda musicale e dai vigili del fuoco volontari di Terlano, con musica e gastronomia. Dalle ore 10: inizio festa con concerto Dalle ore 14.30: grande lotteria Dalle ore 18: si balla

0
Kids
Domenica, 09 Giu 2019 15:30
Domenica 09 Giu 2019

USA 2019, 128 min. regia: Guy Ritchie con: Will Smith, Billy Magnussen, Naomi Scott, Mena Massoud, Nasim Pedrad Aladdin è un giovane ragazzo di Agrabah convinto dall'inganno dal sultano Jafar ad entrare nella Caverna delle Meraviglie. Lì trova una lampada magica, contenente un genio in grado di esaudire tre desideri. Aladdin chiede di essere trasformato in un principe per conquistare la bellissima principessa Jasmine. Ma fingersi diverso da quello che è non sarà poi così facile per Aladdin, che si troverà infatti a scontrarsi con le sue stesse bugie.

0
Sport
Domenica, 16 Giu 2019 09:00-15:00 |
Domenica 16 Giu 2019

Il Dolomites Bike Day è un evento non competitivo, gratuito e con libero accesso a tutti i ciclisti di ogni livello, durante il quale i passi dolomitici saranno riservati agli amanti delle due ruote. Durante il Dolomites Bike Day, dalle ore 09:00 alle ore 15:00, i passi Campolongo, Falzarego e Valparola saranno chiusi al traffico. Il senso di marcia consigliato è quello antiorario, e nonostante la chiusura delle strade si raccomanda di prestare attenzione alle regole del codice della strada al fine di godere in totale sicurezza dell’evento.

0
Sport
Sabato, 22 Giu 2019 08:30-15:30 |
Sabato 22 Giu 2019

Manifestazione ciclistica non competitiva intorno al Gruppo del Sella. Sono oltre 58 i chilometri di strada che vengono messi interamente a disposizione degli amanti delle due ruote. Dalle ore 08:30 alle ore 15:30 i passi dolomitici di Gardena, Sella, Pordoi e Campolongo potranno essere percorsi senza incontrare veicoli motorizzati. La manifestazione è aperta a tutti ed è gratuita

0
Partyzone
Venerdì, 07 Giu 2019 20:00
Venerdì 07 Giu 2019

Torna per il quinto anno il Roner Hot Summer Party – il cocktail party che segna l’inizio dell’estate! Lo staff di baristi preparerà per voi cocktail classici rivisiti in chiave Roner ma anche creazioni esclusive! Il tutto sulla nostra terrazza panoramica, con una grandiosa colonna sonora!

0
Partyzone
Domenica, 16 Giu 2019 18:00
Domenica 16 Giu 2019

Festa die Santi patroni Quirico e Giulitta. Alle ore 18 si celebra la Santa messa nella chiesa parrocchiale e dopo, dalle ore 18.30 in poi siete invitati ad una festa in Piazza del municipio con pietanze tradizionali, vino delle cantine di Termeno e intrattenimento musicale.

0
Partyzone
Venerdì, 14 Giu 2019 18:00-23:59 |
ogni giorno fino a Sab 15 Giu 2019

Il Köfelefest con Rudy Giovannini è dedicato ai due soggetti che la città di Laives ha stretto nel suo cuore: il famoso cantante di musica popolare moderna Rudy Giovannini e la chiesetta di San Pietro (Peterköfele) sopra a Laives. Non perdetevi questa grande festa con Rudy Giovannini! Prevendita biglietti presso l'ufficio turistico.

0
Music
Lunedì, 03 Giu 2019 20:30
Lunedì 03 Giu 2019

Alberto Marsico, Hammond organ Diego Borotti, tenor sax Alessandro Minetto, drums 4/4 Composizioni originali nel filone del tradizionale jazz organ combo, carico di sapori blues e di contaminazioni soul e funk ma che frequentemente seguono invece percorsi di jazz più contemporaneo, con atmosfere che da muscolose si fanno più rarefatte.

0
Formation
Venerdì, 31 Mag 2019 18:00
Venerdì 31 Mag 2019

Fine della scuola – la crisi del sistema scolastico delle nuove generazioni Dr. Antonio Piotti Come psicoterapeuta, Antonio Piotti, dispone di una ricca esperienza. È operativo da molti anni presso il Centro Minotauro di Milano, dove funge anche come insegnante di prevenzione delle condotte auto lesive ed del tentato suicido adolescenziale. Collabora altresì presso altri istituti importanti della Lombardia e a livello nazionale, nonché come autore di successo. L’esperto si occupa con tanto successo di questioni inerenti le crisi scolastiche, il ritiro sociale e la prevenzione di gravi comportamenti auto lesivi. Quota d`iscrizione, direttamente alla cassa serale: 20 Euro per la popolazione interessata 25 Euro per partecipanti, che richiedono crediti formativi “ECM” Termine d`iscrizione: 30.05.2019 L‘iscrizione è possibile direttamente sul sito web https://eos-cooperativa.bz/accademia/

0
Formation
Sabato, 01 Giu 2019 16:00
Sabato 01 Giu 2019

Relatore: Laura Andrian Animali come mostri, animali antropomorfizzati nelle loro intenzioni che agiscono intenzionalmente e con malizia, al pari degli esseri umani; fauna degna di rispetto, da temere e da prendere seriamente in considerazione. Animali come simboli, come allegorie; animali veri o fantastici descritti in bestiari che in realtà ci parlano di uomini e donne. Un incontro alla scoperta di un mondo incantato, terribilmente affascinante, dove le figure di antichi affreschi e di diari di viaggio prendono corpo e si concretizzano tra le quattro mura del castello. Ingresso gratuito.

0
Sport
Sabato, 22 Giu 2019 10:00
ogni giorno fino a Dom 23 Giu 2019

Dopo un anno di pausa quest’anno il 22 e 23 giugno 2019 sull’altopiano del Renon verrà organizzato Skate im Ring (SKIR), il più grande evento di Roller Derby a livello nazionale, ormai giunto alla quarta edizione e denominato “The Golden Edition”. Nel mondo del Roller Derby questo evento riscuote sempre maggiore interesse a livello europeo coinvolgendo arbitri e staff tecnico volontario di varia nazionalità. Promotrici e organizzatrici dell’evento, come sempre, le Alp’n Rockets Roller Derby, squadra locale fondata nel 2012. Il torneo vedrà coinvolte otto squadre di giocatrici da tutta Italia. SKATE IM RING Skate im Ring è il primo e unico torneo a livello nazionale e coinvolge e quest’anno è passato da sei a otto squadre aumentando quindi la portata dell’evento. Lo scopo principale dell’evento è quello di consentire alle varie squadre di incontrarsi, scontrarsi sul track, e condividere le diverse esperienze di gioco. SKIR è l’occasione per conoscere questo agguerrito e particolare sport e per coinvolgere ed invogliare nuove ragazze e ragazzi ad avvicinarsi al Roller Derby. Le Alp’n Rockets, dopo il grande successo delle prime tre edizioni, svoltesi nel 2015, 2016 e nel 2017, per motivi organizzativi hanno preso un anno di pausa ma quest'anno con orgoglio hanno scelto di organizzare nuovamente questo evento sull’altopiano del Renon e di far conoscere ed apprezzare il proprio territorio alle giocatrici e agli arbitri provenienti dal resto d'Italia e da tutta Europa. L’evento vedrà coinvolte circa 200 persone tra atleti e arbitri che raggiungeranno Collalbo per un weekend di adrenalina, divertimento e sport. Per la giornata del 22 giugno, a partire dalle ore 10.00, sono previste le partite di qualificazione, giocate a ritmo serrato, che vedranno coinvolte tutte le squadre presenti. La sera, come esempio del clima di unione e sportività che caratterizza questa disciplina, sarà organizzato un “After Bout Party”, o altrimenti detto “terzo tempo” presso il bar del Ritten Arena, aperto ai tifosi ed ai curiosi che potranno festeggiare e brindare con le atlete. Nella giornata del 23 giugno, sempre a partire dalle ore 10.00, si giocheranno le finali e a seguire ci sarà la premiazione delle squadre, Durante entrambe le giornate l’accesso alla Ritten Arena sarà libero e gratuito per tutti coloro che vorranno scoprire e supportare questo sport.

0
Others
Sabato, 01 Giu 2019 08:30-13:00 |
Sabato 01 Giu 2019

Il „TOBLINGA VORMAS“ un mercato di prodotti locali e artigianato tradizionale dal carattere particolare. Nel 2017 è nata l'idea del “Toblinga Vormas”, la cui peculiarità principale era quella di presentare alla gente i prodotti gastronomici locali insieme agli oggetti di artigianato tradizionale altoatesino. Fin dal principio, infatti, sono stati messi al centro l'utilizzo e la raffinatezza dei prodotti tipici regionali, creando un palcoscenico su cui far incontrare i residenti con gli ospiti, allietato da un intrattenimento musicale. I prodotti locali e biologici saranno dunque nuovamente i protagonisti della scena della piazza centrale di Dobbiaco, naturalmente con un in trattenimento musicale. Al „Toblinga Vormas“sarà possibile iniziare al meglio il sabato – senza stress – e comodamente assaggiando caffè, tisane, succo di mela, pane fresco, marmellata, "Zöpfl", strudel di mele, "l’Hamburger di Dobbiaco", “Brennsuppe con Bricke” (=zuppa tipica tirolese), patate al forno con crema di erbe e speck, yogurt bianco con a scelta frutta fresca o solo con muesli al miele. Per chi lo vorrà non mancheranno la birra artigianale e vini rossi e bianchi. Al fine di dare maggior visibilità all’artigianato altoatesino e attrarre l’attenzione dei visitatori, alcuni artigiani presenteranno dal vivo il proprio mestiere e il loro sapere manifatturiero. I prodotti artigiani presenti spazieranno dal miele alle marmellate, alle composte e ai succhi di frutta, dai prodotti di terracotta alle decorazioni in legno, merletti a tombolo, maglieria, dalle creazioni all’uncinetto a quelle di cucito fino ai prodotti cosmetici. L’intento è che ognuno, una volta ritornato a casa, rimanga con la sensazione di aver vissuto qualcosa di bello rallegrandosi al pensiero della prossima volta.

0
Others
Domenica, 21 Lug 2019 08:30-13:00 |
Domenica 21 Lug 2019

Il „TOBLINGA VORMAS“ un mercato di prodotti locali e artigianato tradizionale dal carattere particolare. Nel 2017 è nata l'idea del “Toblinga Vormas”, la cui peculiarità principale era quella di presentare alla gente i prodotti gastronomici locali insieme agli oggetti di artigianato tradizionale altoatesino. Fin dal principio, infatti, sono stati messi al centro l'utilizzo e la raffinatezza dei prodotti tipici regionali, creando un palcoscenico su cui far incontrare i residenti con gli ospiti, allietato da un intrattenimento musicale. I prodotti locali e biologici saranno dunque nuovamente i protagonisti della scena della piazza centrale di Dobbiaco, naturalmente con un in trattenimento musicale. Al „Toblinga Vormas“sarà possibile iniziare al meglio il sabato – senza stress – e comodamente assaggiando caffè, tisane, succo di mela, pane fresco, marmellata, "Zöpfl", strudel di mele, "l’Hamburger di Dobbiaco", “Brennsuppe con Bricke” (=zuppa tipica tirolese), patate al forno con crema di erbe e speck, yogurt bianco con a scelta frutta fresca o solo con muesli al miele. Per chi lo vorrà non mancheranno la birra artigianale e vini rossi e bianchi. Al fine di dare maggior visibilità all’artigianato altoatesino e attrarre l’attenzione dei visitatori, alcuni artigiani presenteranno dal vivo il proprio mestiere e il loro sapere manifatturiero. I prodotti artigiani presenti spazieranno dal miele alle marmellate, alle composte e ai succhi di frutta, dai prodotti di terracotta alle decorazioni in legno, merletti a tombolo, maglieria, dalle creazioni all’uncinetto a quelle di cucito fino ai prodotti cosmetici. L’intento è che ognuno, una volta ritornato a casa, rimanga con la sensazione di aver vissuto qualcosa di bello rallegrandosi al pensiero della prossima volta.

0
Others
Sabato, 24 Ago 2019 08:30-13:00 |
Sabato 24 Ago 2019

Il „TOBLINGA VORMAS“ un mercato di prodotti locali e artigianato tradizionale dal carattere particolare. Nel 2017 è nata l'idea del “Toblinga Vormas”, la cui peculiarità principale era quella di presentare alla gente i prodotti gastronomici locali insieme agli oggetti di artigianato tradizionale altoatesino. Fin dal principio, infatti, sono stati messi al centro l'utilizzo e la raffinatezza dei prodotti tipici regionali, creando un palcoscenico su cui far incontrare i residenti con gli ospiti, allietato da un intrattenimento musicale. I prodotti locali e biologici saranno dunque nuovamente i protagonisti della scena della piazza centrale di Dobbiaco, naturalmente con un in trattenimento musicale. Al „Toblinga Vormas“sarà possibile iniziare al meglio il sabato – senza stress – e comodamente assaggiando caffè, tisane, succo di mela, pane fresco, marmellata, "Zöpfl", strudel di mele, "l’Hamburger di Dobbiaco", “Brennsuppe con Bricke” (=zuppa tipica tirolese), patate al forno con crema di erbe e speck, yogurt bianco con a scelta frutta fresca o solo con muesli al miele. Per chi lo vorrà non mancheranno la birra artigianale e vini rossi e bianchi. Al fine di dare maggior visibilità all’artigianato altoatesino e attrarre l’attenzione dei visitatori, alcuni artigiani presenteranno dal vivo il proprio mestiere e il loro sapere manifatturiero. I prodotti artigiani presenti spazieranno dal miele alle marmellate, alle composte e ai succhi di frutta, dai prodotti di terracotta alle decorazioni in legno, merletti a tombolo, maglieria, dalle creazioni all’uncinetto a quelle di cucito fino ai prodotti cosmetici. L’intento è che ognuno, una volta ritornato a casa, rimanga con la sensazione di aver vissuto qualcosa di bello rallegrandosi al pensiero della prossima volta.

0
Theatre
Sabato, 01 Giu 2019 16:30
Sabato 01 Giu 2019

Saggio finale degli allievi del corso di teatro "Il Teatro è Vita!" a cura di Daiana Tripodi. Con gli allievi Alessandro Turri, Leonardo Singer di Grazia, Silvio Bergamo e Giacomo Marano. Entrata libera.

0
Cinema
Mercoledì, 05 Giu 2019 20:30
Mercoledì 05 Giu 2019

di Don Siegel – USA 1956 – 80’ "L'invasione degli ultracorpi" si conferma a distanza di decenni uno dei prodotti più riusciti e affascinanti dell’intera storia cinematografica della fantascienza. Nonostante la sua difficile e delicata gestazione, il gioiello di Don Siegel dimostra come l’ingrediente essenziale per un buon film di fantascienza risieda non nell’impiego di spettacolari trucchi visivi, quanto piuttosto nella capacità di indagare i problemi concreti dell’uomo e della società attraverso uno sguardo lucido e penetrante. Nell'ambito di "Mercoledì Cinema. Fantascienza anni '50". Entrata libera

0
Art & Culture
Giovedì, 06 Giu 2019 20:00
Giovedì 06 Giu 2019

Tavola rotonda sul tema "EcologicaMente", come cambiare la mente, per rispondere alle urgenze del pianeta. Con la collaborazione dei monaci e dei religiosi di Italia Buddhista e Mandala – Centro studi tibetani di Milano. Entrata libera Dettagli: L’influsso smodato dell’essere umano e delle sue attività toglie vita al mondo, generando catastrofiche modifiche territoriali, strutturali e climatiche. Gli studiosi ci dicono che stiamo avviando un sistema irreversibile che condurrà al disastro. Per invertire questa tendenza è necessaria una nuova consapevolezza che porti l’umanità a moderare l’impatto ambientale delle città, ridurre i consumi di carne, controllare la crescita demografica, cambiare gli usi energetici. Le potenze internazionali si stanno attivando per evitare il deterioramento degli ecosistemi e delle biodiversità, ma per restituire la vita alla terra l’uomo deve trovare la forza di inserire tra gli obiettivi di sviluppo la propria crescita spirituale che, sola, può generare quei fecondi risultati in grado di dare un nuovo volto al pianeta. Per il beneficio di tutti gli esseri e dell’ambiente. Tavola Rotonda sul tema “EcologicaMente” con: • Ven. KUSALANDA – Monaco Theravada del Tempio Musang Am di Lerici • Ven. SEIUN – Monaco Buddhayana del Tempio Tenryuzanji di Cinte Tesino (TN) • Ven. THUPTEN THARPA – Monaco della tradizione tibetana Gelupa del Centro Phende Ling • Ven. LAMA PALJIN TULKU RINPOCHE – Monaco della tradizione Gelupa e Drikung Kagyupa • Prof. GINO DITADI – Filosofo degli animali e autore teorico del biocentrismo ? ORE 21.30 DIBATTITO ? ORE 22.00 COMMIATO

0
Cinema
Mercoledì, 12 Giu 2019 20:30
Mercoledì 12 Giu 2019

di Robert Wise – USA 1951 – 86’ "Ultimatum alla Terra" fa parte di quella ristretta schiera di film fondamentali per l’esistenza della stessa arte cinematografica. Da ogni parte si analizzi il capolavoro di Robert Wise si rimane stupiti dalla grandezza del lavoro per contenuti, per la regia sopraffina e gli effetti speciali all'avanguardia. Opera simbolica dal sapore catartico, a ben vedere si avvicina molto alla storia del messia cristiano. La venuta sulla Terra e la predicazione per salvare l’umanità non sono analogie casuali. Nell'ambito di "Mercoledì Cinema. Fantascienza anni '50". Entrata libera

0
Formation
Mercoledì, 19 Giu 2019 19:00
Mercoledì 19 Giu 2019

Intro Talk über die Transzendentale Meditation (www. transzendentale-meditation.it) und deren Vorteile für den Geist, für die Gesundheit und für die Gesellschaft. Mit Sandy Kirchlechner. In deutscher Sprache. Vormerkung erwünscht: sandy.kirchlechner@amtm.eu. Eintritt frei

0
Cinema
Mercoledì, 19 Giu 2019 20:30
Mercoledì 19 Giu 2019

di Kurt Neumann – USA 1958 – 94’ Sulla base di un racconto di George Langelaan, il poliedrico regista di origine germanica Kurt Neumann dirige con solido mestiere, un occhio rivolto all’espressionismo tedesco e l’altro al gotico di Edgar Allan Poe, una pellicola che, vista e inquadrata nell’ottica dell’epoca di realizzazione, appare estremamente innovativa e lungimirante nel suo tragico simbolismo, rappresentando una delle prime confluenze tra horror e fantascienza, pur non superando i confini propri di un classico b-movie. Nell'ambito di "Mercoledì Cinema. Fantascienza anni '50". Entrata libera

0
Art & Culture
Giovedì, 13 Giu 2019 17:30
Giovedì 13 Giu 2019

Bergwerk Schneeberg I. Archäologie – Geschichte – Technik bis 1870 Nel 2019 il Museo provinciale Miniere ha avviato la pubblicazione di una propria collana scientifica, gli Studi del Museo Provinciale Miniere - Schriften des Landesmuseum Bergbau. Il primo volume, da poco apparso, s’intitola “Bergwerk Schneeberg I. Archäologie – Geschichte – Technik bis 1870” (Miniera di Monteneve I. Archeologia – Storia – Tecnica fino al 1870). Il volume, curato da Christian Terzer e Armin Torggler, contiene, oltre a un’introduzione di Terzer, altri sei contributi di otto autori diversi sulla storia di questa grande miniera altoatesina dagli inizi al 1870. Ingresso libero.

0
Cinema
Mercoledì, 26 Giu 2019 20:30
Mercoledì 26 Giu 2019

di Fred McLeod Wilcox – USA 1956 – 98’ "Il pianeta proibito" è ritenuto a tutt’oggi il miglior film di fantascienza degli anni ’50. Il successo venne dai risvolti classici della vicenda, attinta direttamente da "La tempesta" di Shakespeare, ma anche per gli effetti speciali strabilianti per l’epoca. Opera brillante e intelligente, "Il pianeta proibito" costituisce per gli anni ‘50 quello che film come "Guerre stellari" o "Incontri ravvicinati del terzo tipo" rappresenteranno per gli anni ‘70, fissando nuovi parametri nell’immaginario del cinema di fantascienza. Nell'ambito di "Mercoledì Cinema. Fantascienza anni '50". Entrata libera.

0
Others
Sabato, 01 Giu 2019 15:00-18:00 |
Sabato 01 Giu 2019

Escursione con l’archeologo Günther Kaufmann nell’ambito della mostra temporanea “LOST & FOUND – Archeologia in Alto Adige prima del 1919”. In lingua italiana e tedesca. Il Sinichkopf è un insediamento dell’età del ferro. Dal VI al I secolo a.C. vi vissero membri di una tribù retica. Vi sono ancora ben riconoscibili le cantine interrate, poste l’una accanto all’altra, delle case dell’età del ferro, nonché i resti delle ampie cinta murarie. Accanto alle case, nell’insediamento c’era probabilmente anche un’area di culto con un altare per olocausti. Il Sinichkopf è il primo castelliere scoperto in Tirolo. La febbre della scoperta partì da Merano: da lì ha preso le mosse la ricerca sui castellieri che dominerà per lungo tempo l’archeologia in Alto Adige influenzandola durevolmente. Questa escursione conduce dal fondovalle (270 m) sul rilievo a 530 m di altitudine con vista sulla confluenza di Adige e Valsura, con successivo ritorno al punto di partenza. È necessario indossare calzature robuste. L’escursione ha luogo con ogni condizione meteorologica. Partecipazione libera. Obbligatoria l’iscrizione entro il 30/05/2019 al numero tel. 0471 320145 (in orario d’ufficio).

0
Art & Culture
Venerdì, 14 Giu 2019 17:30
Venerdì 14 Giu 2019

Visita guidata in albanese e italiano La mostra temporanea “LOST & FOUND – Archeologia in Alto Adige prima del 1919”, ricca di reperti di origine romana, ci offre l’occasione di trattare questo affascinante periodo storico. Lo faremo da due punti di vista diversi, legati a due territori lontani, ma accomunati dall’appartenenza all’Impero romano: l’Albania e l’Alto Adige. Ci accompagneranno in questo “viaggio” l’archeologo Marco Podini e la mediatrice culturale albanese Miranda Alterziu Durmishi. In lingua albanese e italiana. Ingresso libero. In collaborazione con la cooperativa sociale Savera.

0
Art & Culture
Sabato, 08 Giu 2019 10:30
Sabato 08 Giu 2019

Il Forte dà libero spazio all’arte altoatesina contemporanea: circa 50 artiste e artisti lo popolano con le loro opere presentando i loro più recenti sviluppi nei campi della pittura, scultura, fotografia, videoarte, installazione e performance. Previsto un programma di contorno con manifestazioni letterarie, musica e danza.

0
Art & Culture
Sabato, 08 Giu 2019 10:30
Sabato 08 Giu 2019

Il Forte dà libero spazio all’arte altoatesina contemporanea: circa 50 artiste e artisti lo popolano con le loro opere presentando i loro più recenti sviluppi nei campi della pittura, scultura, fotografia, videoarte, installazione e performance. Previsto un programma di contorno con manifestazioni letterarie, musica e danza.

0
Exhibitions
Domenica, 09 Giu 2019 10:00-18:00 |
ogni settimana fino a Dom 08 Set 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica

Il Forte dà libero spazio all’arte altoatesina contemporanea: circa 50 artiste e artisti lo popolano con le loro opere presentando i loro più recenti sviluppi nei campi della pittura, scultura, fotografia, videoarte, installazione e performance. Previsto un programma di contorno con manifestazioni letterarie, musica e danza.

0
Formation
Mercoledì, 12 Giu 2019 18:00
Mercoledì 12 Giu 2019

Documentario e intervista con i testimoni dell’epoca: il dott. Giorgio Postal Relatore: dott. Giorgio Postal L’approvazione per il Pacchetto di Autonomia del 1969 fu un passaggio cruciale storico, carico di tensione per la popolazione dell’ Alto Adige. Il 12 novembre 1969 al Kursaal di Merano la discussione tra favorevoli e contrari al Pacchetto raggiunse l’apice della tensione. Mentre l’Austria attendeva un segnale dai politici locali in lingua tedesca, il parlamento italiano seguiva con estrema attenzione l’evolversi della situazione. Tra coloro che lavorarono per l’accordo vi era anche Giorgio Postal, allora deputato della Democrazia Cristiana e attuale presidente dell’Associazione del Museo storico del Trentino. L’incontro sarà introdotto dal documentario Alto Adige la storia. Le trattative per il Pacchetto di Klaus Romen. Ingresso gratuito.

0
Others
Domenica, 09 Giu 2019 14:00
ogni giorno fino a Lun 10 Giu 2019

Domenica 9 giugno Giornata dedicata a bambini e giovani con giochi, attività e laboratori • 14.00 - 20.15: SPETTACOLO con la “2°generazione” • 21.15 - 23.00: CONCERTO musica caraibica con il gruppoSKANKIN’ DROPS Buffet etnico dalle ore 12.00 Stand di gruppi e associazioni. Lunedì 10 giugno • 10.30 - 12.00: SFILATA delle bandiere con SISSAMBA (partenza da Piazza Tribunale) • 14.00 - 20.15: SPETTACOLO danze, ritmi, musiche dal mondo! • 21.15 - 22.00: Musiche e danze mediorientali con il gruppo FORDECAO Buffet etnico dalle ore 12.00 Stand di gruppi e associazioni. Nel pomeriggio: divertimento e giochi con l'associazione Juvenes.

0
Sport
Sabato, 06 Lug 2019 07:30
Sabato 06 Lug 2019

Bressanone invita sabato, 6 luglio 2019 alla 10° maratona sulle Dolomiti, che partendo dal centro storico di Bressanone a 560 m e coprendo la classica distanza porterà alla cima della Plose a 2446 m di altitudine. Un tragitto vario ed impegnativo nello splendido scenario delle Dolomiti per una entusiasmante esperienza sportiva. Maratona - staffetta - Trailrun - Speedhiking - Women's run Maggiori informazioni su www.brixenmarathon.it. Partenza: Bressanone, Piazza Duomo (560 m) - Traguardo: Rifugio Plose (2467 m) - Lunghezza percorso: 42,195 km - Dislivello: 2450 m - Tempo limite: 8 ore È richiesta la registrazione.

0
Cinema
Venerdì, 31 Mag 2019 18:00
Venerdì 31 Mag 2019

DE 2018, 103 Min. Regie: Anselm Nathanael Pahnke 15.000 Kilometer, 414 Tage, 15 Länder. Völlig auf sich allein gestellt, fuhr der Hamburger Anselm Nathanael Pahnke einmal quer durch Afrika - ausschließlich mit seinem Fahrrad. Entstanden ist eine intime, ebenso heitere wie mitreißende Reise-Doku, die aus einem sehr persönlichen Blickwinkel die Vielfalt des afrikanischen Kontinents näherbringt. Da Anselm seine Kamera (gerade auch beim Fahren) so oft mitlaufen ließ, sie auf Eselkarren, Bäume oder die umliegenden Gegenstände stellte, entstand eine immense Unmittelbarkeit und Authentizität. So vermittelt der Film einen gänzlich unverstellten Einblick in Ablauf und Ereignisse der Reise - mit allen Gefahren, Strapazen, tragischen Momenten und vor allem Hilfsbereitschaft - und das, obwohl einige der durchreisten Länder zu den ärmsten der Welt zählen. Ein faszinierender Dokumentarfilm über eine Entdeckungsreise, die Suche nach dem Abenteuer und nach dem Ich.

0
Cinema
Sabato, 01 Giu 2019 20:30
Sabato 01 Giu 2019

DE 2018, 103 Min. Regie: Anselm Nathanael Pahnke 15.000 Kilometer, 414 Tage, 15 Länder. Völlig auf sich allein gestellt, fuhr der Hamburger Anselm Nathanael Pahnke einmal quer durch Afrika - ausschließlich mit seinem Fahrrad. Entstanden ist eine intime, ebenso heitere wie mitreißende Reise-Doku, die aus einem sehr persönlichen Blickwinkel die Vielfalt des afrikanischen Kontinents näherbringt. Da Anselm seine Kamera (gerade auch beim Fahren) so oft mitlaufen ließ, sie auf Eselkarren, Bäume oder die umliegenden Gegenstände stellte, entstand eine immense Unmittelbarkeit und Authentizität. So vermittelt der Film einen gänzlich unverstellten Einblick in Ablauf und Ereignisse der Reise - mit allen Gefahren, Strapazen, tragischen Momenten und vor allem Hilfsbereitschaft - und das, obwohl einige der durchreisten Länder zu den ärmsten der Welt zählen. Ein faszinierender Dokumentarfilm über eine Entdeckungsreise, die Suche nach dem Abenteuer und nach dem Ich.

0
Cinema
Domenica, 02 Giu 2019 18:00
Domenica 02 Giu 2019

DE 2018, 103 Min. Regie: Anselm Nathanael Pahnke 15.000 Kilometer, 414 Tage, 15 Länder. Völlig auf sich allein gestellt, fuhr der Hamburger Anselm Nathanael Pahnke einmal quer durch Afrika - ausschließlich mit seinem Fahrrad. Entstanden ist eine intime, ebenso heitere wie mitreißende Reise-Doku, die aus einem sehr persönlichen Blickwinkel die Vielfalt des afrikanischen Kontinents näherbringt. Da Anselm seine Kamera (gerade auch beim Fahren) so oft mitlaufen ließ, sie auf Eselkarren, Bäume oder die umliegenden Gegenstände stellte, entstand eine immense Unmittelbarkeit und Authentizität. So vermittelt der Film einen gänzlich unverstellten Einblick in Ablauf und Ereignisse der Reise - mit allen Gefahren, Strapazen, tragischen Momenten und vor allem Hilfsbereitschaft - und das, obwohl einige der durchreisten Länder zu den ärmsten der Welt zählen. Ein faszinierender Dokumentarfilm über eine Entdeckungsreise, die Suche nach dem Abenteuer und nach dem Ich.

0
Cinema
Giovedì, 06 Giu 2019 18:00
Giovedì 06 Giu 2019

DE 2018, 103 Min. Regie: Anselm Nathanael Pahnke 15.000 Kilometer, 414 Tage, 15 Länder. Völlig auf sich allein gestellt, fuhr der Hamburger Anselm Nathanael Pahnke einmal quer durch Afrika - ausschließlich mit seinem Fahrrad. Entstanden ist eine intime, ebenso heitere wie mitreißende Reise-Doku, die aus einem sehr persönlichen Blickwinkel die Vielfalt des afrikanischen Kontinents näherbringt. Da Anselm seine Kamera (gerade auch beim Fahren) so oft mitlaufen ließ, sie auf Eselkarren, Bäume oder die umliegenden Gegenstände stellte, entstand eine immense Unmittelbarkeit und Authentizität. So vermittelt der Film einen gänzlich unverstellten Einblick in Ablauf und Ereignisse der Reise - mit allen Gefahren, Strapazen, tragischen Momenten und vor allem Hilfsbereitschaft - und das, obwohl einige der durchreisten Länder zu den ärmsten der Welt zählen. Ein faszinierender Dokumentarfilm über eine Entdeckungsreise, die Suche nach dem Abenteuer und nach dem Ich.

Location di : martin_inside

×
Non ci sono locations