banner inside pecore2020 IT

Arte e Natura - Artisti in dialogo - Pubblicato da martin_inside

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

Contaminazioni tra il mondo dell’arte e il mondo della montagna.

Con Albino Rossi, autore della mostra Dentro la Natura e del manifesto del 68. Trento Film Festival, e Luis Seiwald poliedrico artista altoatesino autore dell’installazione Wir Erde/Noi Terra.

Modera l’incontro Roberta Bonazza, responsabile Casa degli Artisti G. Vittone.

In caso di pioggia l’evento avrà luogo presso il Centro Trevi - TreviLab, via dei Cappuccini 28
Posti limitati, accesso previa registrazione all’ingresso

Contatti :

Date e orari evento :

Mercoledì 23 Set 2020

Potrebbe interessarti anche :

  • Martedì 01 Dic 2020
    I piccoli mammiferi si sono adattati all’ambiente grazie alle più svariate strategie e vivono in habitat, che si trovano dai fondovalle fino alle zone più montuose. Anche la loro biodiversità è molto ampia. Con metodi genetici si è potuto scoprire l’esistenza di diverse specie finora sconosciute (criptiche), impossibili da definire basandosi solamente sulle caratteristiche esteriori e che mostrano interessanti schemi di distribuzione. I piccoli mammiferi a differenza dei grandi hanno un alto fabbisogno energetico. Per questo motivo sviluppano metodi per superare periodi di carenze di cibo. Il referente di questa conferenza è Jürg Paul Müller, biologo e per quasi quarant’anni direttore del Museo della natura dei Grigioni di Chur, in Svizzera. Da dieci anni si dedica soprattutto allo studio dei piccoli mammiferi ed è autore di diverse pubblicazioni. Info: Petra Kranebitter – tel. 0471 413430 In lingua tedesca Viene riconosciuto come aggiornamento per il personale insegnante nel PPA Ingresso libero
  • Mercoledì 11 Nov 2020
    La nicchia ecologica 2.0: movimenti e costrizioni degli animali nell’Antropocene COLLOQUIUM - Platform Biodiversity South Tyrol Gli animali si distribuiscono non casualmente nello spazio, ma per acquisire risorse e attuare interazioni con altri individui o altre specie. Questo ‘realizza’ la propria nicchia ecologica, o l’insieme delle condizioni chimico-fisiche che ne consentono la sopravvivenza, in un contesto Ecosistemico. L’Antropocene vede una specie prevalente su tutte le altre per impatto e modifica di queste relazioni: l’uomo. Come reagiscono le altre specie animali? Quali sono gli adattamenti e, invece, gli ostacoli insormontabili che creiamo? La ricerca sui mammiferi nelle Alpi viene posta in un contesto ecosistemico e globale. Francesca Cagnacci (PhD in Biologia Evoluzionistica all’Università di Siena) è ecologa comportamentale e della conservazione (studio del movimento animale e dell’effetto del cambiamento globale su di esso) e la leader della Linea di Ricerca in Ecologia e Conservazione del Movimento (FEM). Ha applicato in modo pioneristico tecnologie all’avanguardia e metodologie analitiche per lo studio della fauna. È consigliata la prenotazione sul sito https://app.no-q.info/it/naturmuseum-sudtirol/calendar#/event/1362 In lingua italiana Ingresso libero
  • L'evento si terrà oggi e ogni giorno fino a Dom 25 Ott 2020
    Lungomare presenta Co-Carts - Macchine per la collettività Un progetto di orizzontale I Co-Carts sono macchine per la collettività. Possono essere attaccati a una bicicletta, la loro forma e funzione trasforma lo spazio urbano. I Co-Carts sono dispositivi pop-up costruiti per entrare in sinergia tra di loro e con il contesto e per rafforzare il rapporto tra gli/le abitanti e la città. I Co-Carts hanno un megafono incorporato che può amplificare voci di protesta, un tavolo temporaneo su cui si possono svolgere mostre e momenti di discussione, possono proiettare e sono provvisti di corpi luminosi. I Co-Carts con le loro capacità di trasformazione possono creano spazi espositivi temporani e un'officina mobile. I Co-Carts trasportano con loro valori di base che Lungomare, orizzontale e tutti i partner del progetto hanno definito insieme: I Co-Carts sono eccentrici, aperti, antirazzisti. Non creano profitto personale. Sono sinonimo d’inclusione, decostruiscono categorie e non solo creano lo spazio, ma lo celebrano. I Co-Carts promuovono la libertà di opinione, sono multilingue, transculturali, provocano dialogo e confronto e stimolano la reazione. I Co-Carts sono lenti ma agili, sono silenziosi e rumorosi allo stesso tempo, sono strumenti multifunzionali in antitesi alla specificità e all’individualismo dell’automobile. I Co-Carts – Macchine per la collettività saranno presentati nell'ambito di un festival negli spazi pubblici della città di Bolzano dal 23 al 25 ottobre 2020. Durante questi tre giorni i Co-Carts attraverseranno la città da via Rafenstein alla Piazza S. Vigilio, Aslago-Oltisarco, fermandosi in diversi luoghi, animandoli per qualche ora con spettacoli musicali, un forno temporaneo, workshop, incontri e discussioni. Per il programma dettagliato ed eventuali aggiornamenti in caso di maltempo o riguardante i regolamenti Covid-19 potete consultare il nostro sito o seguirci su Facebook e Instagram. Il progetto Co-Carts - Macchine per la collettività è stato realizzato nell'ambito della residenza 2020 di Lungomare con il collettivo di architettura orizzontale. Dal 2010 orizzontale sviluppa progetti che spaziano tra l'architettura, il paesaggio, l'arte pubblica e l'autocostruzione. Il loro lavoro sperimenta forme nuove d’interazione tra gli abitanti e i beni comuni urbani, sfidando i limiti del processo di progettazione architettonica. Un progetto curato e prodotto da Lungomare