inside 200

La Bancarotta - Pubblicato da martin_inside

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

di Vitaliano Trevisan
da La Bancarotta di Carlo Goldoni
regia Serena Sinigaglia

La bancarotta di un mercante calata tra i problemi di oggi. Vitaliano Trevisan, riscrive un testo poco frequentato di Carlo Goldoni con il suo stile pungente e sincopato, implacabile e sarcastico. Un testo, quello di Goldoni, che oltre a non essere affatto lontano dall’attualità, segna una svolta epocale: a partire da un canovaccio della commedia dell’Arte, gradualmente le maschere cadono in disuso e inizia a delinearsi un’idea di testo più determinato ed esteso, contrariamente alla prassi del recitare a soggetto, esercitata fino ad allora. Utilizzando il testo di Goldoni come solido appoggio, Trevisan delinea una caustica rappresentazione dell’Italia di oggi.

Contatti :

Date e orari evento :

ogni giorno fino a Sab 25 Mag 2019

Potrebbe interessarti anche :

  • ogni settimana fino a Dom 10 Nov 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica
    La Diva Europa di Michele De Vita Conti L’Europa su Marte di Roberto Cavosi regia Serena Sinigaglia e Carlos Martìn con Fabio Bussotti, Milutin Dapcevic, Rufin Doh, Balbino Lacosta, Maria Pilar Perez Aspa, Marcela Serli, Karin Verdorfer, Sandra Zoccolan TEATRO STABILE DI BOLZANO - VEREINIGTE BÜHNEN BOZEN PATRONATO MUNICIPAL ARTES ESCÉNICAS Y DE LA IMAGEN La Diva Europa di Michele De Vita Conti L’Europa su Marte di Roberto Cavosi Un’unica ispirazione, indagare il concetto di Europa. Due registi, Serena Sinigaglia e Carlos Martin, e due autori, Roberto Cavosi e Michele De Vita Conti, in un luogo normalmente deputato alla vita cittadina quotidiana, come un centro culturale. Un percorso drammaturgico che si interroga su cosa significhi “sentirsi europei”, su quali eventi abbiano segnato il cammino dell’Unione e quali lo abbiano deviato, quali capolavori dell’arte ci abbiano ispirato, quali parole, quali simboli e quali miti ci abbiano influenzato. Una collaborazione italo-spagnola-tedesca che diventa un racconto corale di frammenti di storia millenaria, interpretata da attori bilingui.
  • Sabato 28 Set 2019
    by C!RCA Contemporary Circus Created by Yaron Lifschitz and the Circa Ensemble “. . . poetry in motion” The Times Dieci acrobati ci accompagnano in un eccitante viaggio nella complessità della natura umana. Esplorando i limiti fisici dei loro corpi, sottoponendoli a sforzi estremi, vanno a fondo dell’interrogativo su quanto, come esseri umani, possiamo davvero sopportare. Quanto peso possiamo portare? Di chi possiamo fidarci per sostenere il nostro carico? E’ una riflessione sulle nostre vite, sulle persone che amiamo, sui pesi che dobbiamo portare e la forza fisica ed emotiva necessaria. Creato da Yaron Lifschitz, Humans spoglia completamente il palcoscenico mettendo a nudo la vulnerabilità di questo gruppo di esperti acrobati. Con una forza e una pulizia incredibile ogni momento viene collegato senza soluzione di continuità cucendo insieme una performance al cardiopalma. Possiamo contemplare l’umanità di questi artisti, mentre trovano redenzione nella loro forza e celebrano così cosa significhi essere fieramente umani. Commissioned by MA scène nationale - Pays de Montbéliard. Circa acknowledges the assistance of the Australian Government through the Australia Council, its arts funding and advisory body and the Queensland Government through Arts Queensland. Possibilità di parcheggio Grazie ai Vigili del Fuoco Volontari di Campodazzo
  • Domenica 03 Nov 2019
    VOCI E STORIE DALLA CITTA SOTTERRANEA di Andrea Castelli regia Leo Muscato con Andrea Castelli e Emanuele Dell’Aquila TEATRO STABILE DI BOLZANO Un attore e un suggeritore/musicante rimangono chiusi in un teatro per errore. Così, in un racconto notturno forzato dalle circostanze, i due devono far passare il tempo sperando che al mattino qualcuno si ricordi di loro. Nell’attesa emergono storie di un passato che sembra remoto, ma che in verità non lo è; o meglio: noi lo abbiamo fatto diventare tale. Perché ci siamo dimenticati del bambino che abbiamo dentro, del suo stupore e della sua meraviglia... Andrea Castelli ed Emanuele Dell’Aquila formano un consolidato duo comico capace di condurre il pubblico lungo esilaranti e malinconici percorsi della memoria - dalle zie dell’Apocalisse, all’educazione sessuale, dalle allucinazioni dell’Amanita Muscaria, all’alluvione del 1966.