banner inside pecore2020 IT

RED ROCKS. Mehrseillängen Klettern im Südtiroler Porphyr - Pubblicato da martin_inside

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

di Luca De Giorgi, Peter Warasin, Johannes Kaufmann, Gabriel Rossi

Introduce Thomas Mair - Alpenverein Südtirol. Presentano Luca De Giorgi e Peter Warasin.

Si può arrampicare sul porfido? Certamente! Sulla Sarner Scharte e sulle falesie attorno a Bolzano ci sono più di 80 vie multipitch su porfido. Tutti questi percorsi sono raccolti e raccontati per la prima volta in questa guida, che nasce dalla collaborazione tra i quattro autori, Luca De Giorgi, Peter Warasin, Johannes Kaufmann e Gabriel Rossi, e l'Alpenverein Südtirol Questo libro non contiene solo informazioni dettagliate per ripetere le vie, ma anche un’ampia panoramica della storia dell’arrampicata su porfido e varie interviste con i suoi protagonisti più noti. Buona arrampicata!

In caso di pioggia l’evento avrà luogo presso il Centro Trevi, via dei Cappuccini 28
Posti limitati, accesso previa registrazione all’ingresso

Contatti :

Date e orari evento :

Martedì 22 Set 2020

Potrebbe interessarti anche :

  • Martedì 24 Nov 2020
    Per contrastare la perdita di biodiversità, si proteggono delfini, balene, foche, tigri, gorilla, rinoceronti, uccelli, ma che fine faranno le specie meno „attraenti“ che si stanno estinguendo nel generale silenzio dei media e delle associazioni ambientaliste? Gli animali più a rischio di estinzione, sono i bivalvi („cozze“) d’acqua dolce, dei quali è per lo più ignota persino l’esistenza. Ci dobbiamo preoccupare? Nicoletta Riccardi, ricercatore al Consiglio Nazionale delle Ricerche, si occupa di ecologia delle acque dolci dal 1986, e non si è ancora annoiata. Massimo Morpurgo, biologo curatore degli acquari del Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige, si occupa di un progetto di ricerca sui bivalvi d’acqua dolce dei laghi di Monticolo e Caldaro. Ulteriori informazioni: Tel. 0471 412964 In lingua italiana Ingresso libero
  • Martedì 01 Dic 2020
    I piccoli mammiferi si sono adattati all’ambiente grazie alle più svariate strategie e vivono in habitat, che si trovano dai fondovalle fino alle zone più montuose. Anche la loro biodiversità è molto ampia. Con metodi genetici si è potuto scoprire l’esistenza di diverse specie finora sconosciute (criptiche), impossibili da definire basandosi solamente sulle caratteristiche esteriori e che mostrano interessanti schemi di distribuzione. I piccoli mammiferi a differenza dei grandi hanno un alto fabbisogno energetico. Per questo motivo sviluppano metodi per superare periodi di carenze di cibo. Il referente di questa conferenza è Jürg Paul Müller, biologo e per quasi quarant’anni direttore del Museo della natura dei Grigioni di Chur, in Svizzera. Da dieci anni si dedica soprattutto allo studio dei piccoli mammiferi ed è autore di diverse pubblicazioni. Info: Petra Kranebitter – tel. 0471 413430 In lingua tedesca Viene riconosciuto come aggiornamento per il personale insegnante nel PPA Ingresso libero
  • Giovedì 19 Nov 2020
    Oggi sulla Terra vivono cinque grandi gruppi di rettili: tartarughe, coccodrilli, tuataras e squamati (lucertole e serpenti). L'Alto Adige presenta una particolare varietà di specie all'interno dell'arco alpino. Mentre serpenti, tartarughe e lucertole tropicali affascinano molte persone, le lucertole tendono a destare meno interesse. La conferenza introduce la biologia dei rettili nativi e mostra la loro importanza ecologica. Il referente mostrerà chiaramente come i rettili possono essere osservati senza disturbarli. Vengono toccati anche gli aspetti culturali ed economici. I rettili sono protetti, ma molte specie hanno un andamento negativo della popolazione in Europa. L'uso intensivo del suolo e la distruzione dell'habitat sono le cause principali. Florian Glaser studia anfibi, rettili e formiche ed è a capo dell'Ufficio Tecnico per la Biologia ad Absam, Tirolo. Dirige inoltre (insieme ad altri) il gruppo di lavoro di erpetologia presso il Tiroler Landesmuseum Innsbruck, la Società Austriaca di Erpetologia (ÖGH) ed il monitoraggio di anfibi e rettili in Alto Adige. Numero limitato di partecipanti, è richiesta l'iscrizione online https://app.no-q.info/naturmuseum-sudtirol/calendar#/event/1485 ingresso libero