corsi e percorsi banner inside GIUSTO

C’era una volta…giochi e giocattoli d’altri tempi - Pubblicato da martin_inside

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

A partire dal 7 dicembre, palazzo Mercantile ospita la mostra “C’era una volta … giochi e giocattoli d’altri tempi”, un viaggio nei ricordi che incanterà i piccoli visitatori e non solo.
I collezionisti di giocattoli di Bolzano Gianni Bonardo, Aldo Braito, Guido Mazzoli, Bruno Sterchele Lukas Baumgartner e Gianluca Musetti metteranno a disposizione i loro tesori per questo evento. In esposizione ci saranno pezzi unici e giocattoli rari del periodo compreso tra il 1880 e il 1950 – anche da provare, nei weekend – oltre ad un angolo riservato ai bambini con attività e laboratori.

Tags

Contatti :

Date e orari evento :

Sabato 07 Dic 2019

Potrebbe interessarti anche :

  • Venerdì 08 Mag 2020
    WOLFGANG AMADEUS MOZART : Sonata in re magg. per due pianoforti, KV 448 FRANZ SCHUBERT : Fantasia in fa min. per pianoforte a quattro mani IGOR STRAVINSKIJ : Sacre du Printemps (per due pianoforti) Fin dalla prima infanzia i fratelli olandesi Lucas e Arthur Jussen si sedevano al pianoforte. Considerati degli enfant prodige, si sono esibiti davanti alla regina olandese Beatrice e hanno vinto premi in concorsi. Oggi appartengono ad una nuova generazione di artisti. La rivista inglese Gramophone ha valutato l'album con il Doppio Concerto KV 365 di Mozart come una delle 50 migliori registrazioni di Mozart, e il cd è tra le registrazioni di riferimento accanto a quelle di Alfred Brendel, Murray Perahia, Emil Gilels o Martha Argerich. Lucas & Arthur Jussen saranno ospiti della Società dei Concerti di Bolzano l'8 maggio. In programma: la Sonata KV 448 per due pianoforti di W. A. Mozart, la Fantasia in fa minore per pianoforte a quattro mani di Franz Schubert e la Sacre du Printemps per due pianoforti di Igor Stravinsky che era solito comporre dapprima una versione pianistica di molte delle sue composizioni per orchestra, tra cui il suo "Sacre du Printemps".
  • Martedì 06 Ott 2020
    Clemens Zeilinger, pianoforte Verena Stourzh, violino Franz Ortner, violoncello LUDWIG VAN BEETHOVEN : Trio in mi bem. magg. op. 1/1 JOHANNA DODERER : Trio n. 2 LUDWIG VAN BEETHOVEN : Trio in si bem. magg. op. 97 ‹Arciduca› Come suggerisce il nome stesso, il TrioVanBeethoven si dedica soprattutto ai Trii di Beethoven. Per Beethoven il Trio rappresenta l’indipendenza di pensiero, tutto ciò che è rivoluzionario e la proiezione oltre il suo tempo. Il "motivo principale" del TrioVanBeethoven è la cura della letteratura classica per trio, ma anche la commissione di composizioni da eseguire in prima mondiale. Il 6 ottobre il Trio eseguirà a Bolzano i Trii in mi bemolle maggiore op. 1 n.1 e in si bemolle maggiore op. 97 "dell’Arciduca", il primo e l’ultimo Trio del maestro di Bonn, nonché il Trio n. 2 (del 2009) della compositrice austriaca Johanna Doderer (*1969).
  • Venerdì 31 Gen 2020
    Reading letterario musicale a sensibilizzazione della tematica ambientale e in armonia con gli obiettivi dei recenti movimenti giovanili legati alla tutela dell’ambiente (Friday for future). Nella formula talk+literature la performance intende offrire un intrattenimento piacevole e adatto a tutte le età con lo scopo di cominciare, attraverso lo stimolo di testi letterari e musicali, a “prendersi cura” del proprio pianeta.