banner inside 01 it

S...comunicando - Pubblicato da martin_inside

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

incontro con Michele Mirabella, conduttore, regista e attore
modera Lucio Lucchin, Direttore SC di Dietetica e Nutrizione Clinica presso l’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige e Presidente della Federazione Culturale “Gaetano Gambara” Upad

Durata: 200'

“Scomunicando”, nel 2019 alla sua prima edizione, mira ad essere un importante forum di comunicazione a livello nazionale e internazionale diffuso sul territorio provinciale. Si tratta di un’occasione, promossa da Upad in cordata con altri soggetti del mondo culturale, sportivo, sociale e sanitario, per coinvolgere il pubblico e farlo riflettere sull’importanza della comunicazione nella vita di ogni giorno e sullo stretto legame che intercorre tra essa e tutti gli ambiti della nostra vita: culturale, sociale, politico ecc. La comunicazione è essenziale. Può essere irruenta nelle sue tecniche, talvolta può mancare l’obiettivo oppure essere completamente assente. In una società come la nostra, sempre più complessa e in cui si è costantemente bombardati da informazioni di ogni tipo, risulta essenziale riflettere su questo mezzo e sulla necessità di utilizzarlo nel modo più corretto possibile. La prima edizione di “Scomunicando” si svolgerà il 15 e 16 novembre a Bolzano e avrà numerosi ospiti di rilievo, vantando soprattutto la presenza del personaggio televisivo, regista e attore Michele Mirabella..

S...comunicando - Upad - Teatro Cristallo

Tags

Contatti :

Date e orari evento :

Venerdì 15 Nov 2019

Potrebbe interessarti anche :

  • Martedì 07 Lug 2020
    Amelia Tonolli, scrittrice. "Come una straniera", Tigulliana, 2018. L’Europa come tanti altri luoghi è il risultato di connessioni in cui sono presenti visioni e linguaggi molteplici. Ciò è il risultato di flussi che ancora oggi continuano a confluire nello spazio europeo generando ininterrottamente mutamenti e innovazioni in diversi contesti, fra cui anche nell’ambito culturale, letterario e artistico. E’ sempre più necessario acquisire maggiore consapevolezza che i cambiamenti non solo rappresentano una trasformazione dentro la società, ma di fatto cambiano profondamente la società. Gli attori impegnati in diversi ambiti del territorio sono sempre più consci dei notevoli cambiamenti nello scenario attuale e della urgenza di definire inediti itinerari per un domani di coesione e convivenza. L’iniziativa propone dei percorsi di riflessione aperti a tutta la cittadinanza finalizzati all’esercizio di un libero confronto. Si vuole creare delle opportunità in cui si intrecciano molteplici voci di diverse provenienze e di differenti competenze al fine di condividere varie sensibilità e incrociare i molteplici punti di vista. Conferenze gratuite - iscrizione obbligatoria
  • Mercoledì 22 Lug 2020
    In un interessante giro di discussione si parlerà di musica e cultura durante il lockdown e cosa aspettarsi dal prossimo futuro. Ferruccio Delle Cave sarà moderatore degli interventi di Valeria Told (direttrice Fondazione Haydn), Andreas Cappello (direttore artistico del “südtirol festival merano . meran”) e Marcello Fera (musicista). Il tutto verrà accompagnato dal violino di Marcello Fera. Manifestazione in lingua tedesca e italiana.
  • Martedì 07 Lug 2020
    Presentazione del libro: "Future: il domani narrato delle voci di oggi" curato da Igiaba Scego. Dialogheremo insieme alla co-autrice Angelica Pesarini con la facilitazione di Fouzia Kinyanjui, formatrice altoatesina. Undici autrici afroitaliane raccontano di futuro, generazioni e radici. Un’antologia alla ricerca di una nuova lingua, di nuove idee, di prospettive forti, differenti e inesplorate. Un’antologia che parte da dove viviamo, l’Italia, e guarda altrove, con straordinaria forza ed emozione. Un libro che vuole marcare un passo verso il domani, narrandolo, inventandolo, osservando il presente e il passato. Volume a cura della scrittrice italo-somala Igiaba Scego, edito da effequ edizioni riunisce per la prima volta le voci di 11 autrici afroitaliane con l'obiettivo di dare al lettore un nuovo strumento di lettura utile per orientarsi in un'Italia contemporanea che, a dispetto dell'apparente immobilità, sta cambiando e continuerà a cambiare. Tra realtà e immaginazione, racconti, documenti, lettere, testimonianze, colonialismo, storie di vita, le autrici ci accompagnano in un viaggio alla ricerca delle loro radici con uno sguardo rivolto al futuro. Sarà ospite dell'evento Angelica Pesarini, docente in Sociologia alla New York University di Firenze dove insegna “Black Italia”, un corso dedicato all’analisi delle intersezioni di razza, genere e cittadinanza in Italia. Angelica ha conseguito un Ph.d. in Sociologia e Studi di Genere in Inghilterra e ha lavorato come docente di Genere, Razza e Sessualità ll’università di Lancaster prima di riapprodare in Italia nel 2017. Il suo lavoro di ricerca riguarda le negoziazioni di genere, razza e identità nell’Italia coloniale e postcoloniale. In precedenza Angelica ha indagato le relazioni tra identità di genere e attività economiche presso alcune comunità Rom residenti a Roma, ed ha analizzato strategie di rischio, sopravvivenza e opportunità nel contesto della prostituzione minorile maschile, a Roma. Angelica ha pubblicato diversi saggi e articoli accademici e sta attualmente scrivendo la monografia della sua ricerca di dottorato. A cura Liscià, donne che raccontano donne, progetto della cooperativa sociale OfficineVispa all'interno di WE: women empowerment, finanziato e promosso dall'ufficio donna del comune di Bolzano.