Werkstattgespräche - Formes Vives - Pubblicato da ale inside

0
  • Piazza Università 1, Aldino, BZ
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

Formes Vives: a graphik practice involved with pubblic and militant organisations.
Con Adrien Zammit.
Aula F-1.01

Contatti :

  • Location : Libera Università di Bolzano
  • Indirizzo : Piazza Università 1, Aldino, BZ
  • Sito Web : www.formes-vives.org

Date e orari evento :

Note sugli orari :

ore 19.00 - 21.00 Uhr

Pubblicato da :

Potrebbe interessarti anche :

  • I partecipanti hanno la possibilità di creare borse uniche, sacchetti del tesoro, fasce per la testa e amuleti utilizzando vecchi vestiti e tessuti. Sia creativi insieme e creiamo qualcosa di speciale! Vi preghiamo di portare con voi: Vecchi vestiti o tessuti, fili, perline e avanzi di lana. è richiesta la prenotazione quota di partecipazione: € 7,00 a persona
  • CONFERENZA DIBATTITO relatori: Davide Berton, coordinatore nazionale Gruppo Grandi Carnivori Cai > Enrico Ferraro, tecnico faunistico, gruppo Grandi Carnivori Cai Il ritorno dei grandi carnivori porta con sé scompiglio, mettendo in crisi le normali e rodate abitudini sia del mondo agricolo, ma anche di quello politico-istituzionale, tecnico e perché no, anche di chi frequenta e ama la montagna. Lupi e orsi principalmente e, di riflesso lince e sciacallo dorato, animali carismatici accendono una vera e propria sfida sociale, superabile solo con il dialogo franco e libero da ideologie, il rispetto e l'ascolto di tutte le parti interessate con il fine ultimo di arrivare a decisioni condivise per la conservazione del futuro delle popolazioni di questi importanti selvatici, ma anche di chi in montagna vive e lavora. Sentieri Culturali - Teatro Cristallo in collaborazione con CAI Alto Adige Luogo Sala Giuliani - 2 piano Centro Culturale Cristallo Biglietti: ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria
  • Negli ultimi decenni, la regione della Palestina ha rappresentato uno dei contesti geopolitici più complessi e delicati del mondo. La questione del conflitto israelo-palestinese, che si protrae da oltre settant'anni, ha generato sofferenza umana, instabilità politica e tensioni internazionali di vasta portata. In particolare oggi ci troviamo di fronte a una situazione insostenibile, ogni giorno civili continuano a morire per i bombardamenti, per la mancanza di materiale medico, per la fame, per le condizioni igieniche precarie. La ricerca di una soluzione pacifica e duratura rimane un obiettivo fondamentale per porre fine ad una delle più gravi crisi politiche ed umanitarie di sempre. La recente escalation di violenza e tensioni, insieme alle sfide socio-economiche e politiche, richiede un approccio urgente e innovativo per affrontare le radici del conflitto e promuovere una pace sostenibile. Intervengono In presenza Bice Parodi – vicepresidente associazione per i diritti umani Senza Paura Giuditta Brattini – Cooperante Volontaria Associazione Gazzella In collegamento Alba Nabulsi – giornalista Introduce e modera Walter Nicoletti – giornalista e vicepresidente delle Acli Trentine La presenza di Bice Parodi rappresenta un ponte cruciale tra la comunità ebraica e gli sforzi per una soluzione pacifica del conflitto, sottolineando l'importanza del dialogo interculturale e della cooperazione per raggiungere la stabilità e la giustizia nella regione, visto che in questo momento la prepotenza della forza sta calpestando il diritto internazionale e i diritti umani. Occorre spezzare il ciclo della violenza e tornare a un dialogo, che è l’unica via di uscita. Una via lunga e difficile, ma l’unica che può portare alla pace. L’intervento di Giuditta Brattini ci fornirà una prospettiva preziosa sulle sfide e le opportunità che si presentano nella ricerca della pace in Palestina, grazie alla conoscenza diretta e profonda della realtà locale. La situazione che ci riporta è allarmante, a Gaza non c'è più acqua, manca l'energia elettrica, la popolazione è allo stremo, servono medicine per operare in maniera adeguata. Non abbiamo due eserciti che si scontrano, abbiamo un esercito e i civili. Alba Nabulsi ci introdurrà al tema del pinkwashing e delle questioni di genere in Palestina. Ci racconterà delle donne di Gaza, il cui corpo è utilizzato all’interno di dinamiche di conflitto militare e di occupazione; le donne sono le più colpite dai contesti di guerra in quanto vittime di violenza, ma anche limitate nell’accesso ad una dignità igienica e ad un supporto, per esempio, durante il parto. Bice Parodi, figlia di Piera Sonnino sopravvissuta ad Auschwitz, vicepresidente dell’associazione per i diritti umani Senza Paura, che si occupa della difesa dei diritti umani universali partendo dai casi del popolo palestinese e kurdo. Giuditta Brattini, Cooperante Volontaria dell’Associazione Gazzella e Fondi di Pace. Presente a Gaza e in Palestina da 20 anni. Alba Nabulsi, giornalista italo-palestinese, educatrice ed esperta in questioni di genere e politiche di sviluppo locale. Scrive per New Arab, +972, Il fatto quotidiano, Il manifesto e Local Call. È fondatrice del collettivo Zaituna, che si occupa di creare consapevolezza attorno alla Palestina.

Inserisci i tuoi eventi sul primo e più amato calendario di eventi dell'Alto Adige!

HAI GIÀ UN ACCOUNT?

ACCEDI

NON HAI ANCORA UN ACCOUNT?

Non perderti i migliori eventi in Alto Adige!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER SETTIMANALE

Vuoi vedere i tuoi eventi pubblicati sul nostro magazine?

RICEVI UN AVVISO AL MESE PER LA CHIUSURA REDAZIONALE

Vuoi promuovere i tuoi eventi o la tua attività? Siamo il tuo partner ideale e possiamo proporti soluzioni e pacchetti su misura per tutte le tue esigenze.

VAI ALLA SEZIONE PUBBLICITÀ

CONTATTACI DIRETTAMENTE

INSIDE EVENTS & CULTURE

Magazine mensile gratuito di cultura, eventi e manifestazioni in Alto Adige-Südtirol, Trentino e Tirolo.
Testata iscritta al registro stampe del Tribunale di Bolzano al n. 25/2002 del 09.12.2002 | Iscrizione al R.O.C. al n. 12.446.
Editore: InSide Società Cooperativa Sociale ETS | Via Louis Braille, 4 | 39100 Bolzano | 0471 052121 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..