generazioni banner inside

Transart Opening - ALL THE GOOD - Pubblicato da martin_inside

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

A Jan Lauwers & Needcompany Production

Prima italiana

· Jan Lauwers, Text, direction, set
· Maarten Seghers, Music
· Lot Lemm, Costumes
· Elke Janssens, Dramaturgy
· Ken Hioco, Technical Director, Lighting Design, set
· Marjolein Demey, Production Management

with Grace Ellen Barkey, Romy Louise Lauwers, Victor Lauwers, Jan Lauwers, Sarah Lutz, Benoît Gob, Elik Niv, Yonier Camilo Mejia, Jules Beckmann, Simon Lenski, Maarten Seghers, Elke Janssens

“(…) Brexit, Trump, Erdo?an, the abuse of our planet, the terror of an expansive economy, the loss of solidarity – those have to be dealt with politically. But the poetry of arts has to provide for the humanity.”

Jan Lauwers

All the good è la cronaca di una sconfitta, la perdita della speranza in un'Europa che ha sacrificato i suoi valori lasciando che una parte consistente della sua società cedesse alla tentazione dell’odio e dell’ignoranza. Nel 2014 il regista Jan Lauwers incontra Elik Niv, veterano delle truppe speciali israeliane, divenuto danzatore dopo un grave incidente ed un lungo periodo di riabilitazione. Si trovano così a discutere del suo impiego nell’esercito e della sua evoluzione come danzatore nel mondo delle arti figurative in Germania, esattamente nel momento in cui esplodono le bombe all’aeroporto di Zaventem a Bruxelles e alla stazione della metro Maalbeek.

In partnership with:
Croatian National Theatre “Ivan pl. Zajc” Rijeka - Rijeka 2020 European Capital of Culture

Contatti :

Date e orari evento :

Mercoledì 11 Set 2019

Potrebbe interessarti anche :

  • Sabato 02 Nov 2019
    Si tratta di un happening comico in cui Paolo è in scena con sei attori della compagnia, precisamente 4 con Sindrome di Down, uno autistico e uno in carrozzina. Lo spettacolo ha una forte connotazione di improvvisazione, è decisamente scorretto e irriverente e prevede il coinvolgimento del pubblico in sala. Nonostante la natura comica riesce ad essere allo stesso tempo emozionante, lasciando spazio alla riflessione sul significato della parola abilità, e su come siano molte le persone disabili alla felicità. Si tratta di uno spettacolo molto difficile da raccontare, forse perché più che uno spettacolo è un’esperienza a cui partecipare.
  • Domenica 13 Ott 2019
    Compagnia Berardi Casolari di Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari regia César Brie luci e audio Dario Aggioli elementi scenici Franco Casini, Roberto Spinaci organizzazione Claudia Casalini “In fondo agli occhi” è uno spettacolo di nuova drammaturgia che affronta le tematiche della crisi e della malattia da questa prodotta e derivata. L’indagine parte e si sviluppa da due differenti punti di vista: uno reale, in cui la cecità, malattia fisica, diventa filtro speciale attraverso cui analizzare il contemporaneo, e l’altro metaforico, in cui la cecità è la condizione di un intero Paese rabbioso e smarrito che brancola nel buio alla ricerca di una via d’uscita. Chi è più cieco di chi vive, senza avere un sogno, una prospettiva davanti a sé, di chi essendone consapevole, non può far altro che cedere alla disperazione? Un paese cos’è in fondo se non le persone che al suo interno vivono e si muovono? Un paese non sono le case, non sono le chiese, né i bar o le istituzioni ma la gente che al loro interno abita e ne dà il valore. Un paese malato quindi è fatto da gente malata, come noi. Ma come raccontare tutto questo poeticamente, ironicamente, senza essere retorici o superficiali? Lo spettacolo rientra nell'ambito del Festival di Teatro La Ribalta-Kunst der Vielfalt, Teatro Cristallo e Telefono Amico Bolzano "Ascoltare e dare voce", realizzato in occasione delle iniziative legate alla Giornata Mondiale della Salute Mentale. Rassegna Corpi eretici - Arte della diversità - Teatro La Ribalta Luogo Teatro Cristallo Biglietto intero: 15 euro Cristallo Card: 12 euro Cristallo Card young: 10 euro Abbonamento: euro 70 intero / 50 young I biglietti per questo spettacolo si possono acquistare a partire dall'01/10/19
  • Sabato 28 Set 2019
    by C!RCA Contemporary Circus Created by Yaron Lifschitz and the Circa Ensemble “. . . poetry in motion” The Times Dieci acrobati ci accompagnano in un eccitante viaggio nella complessità della natura umana. Esplorando i limiti fisici dei loro corpi, sottoponendoli a sforzi estremi, vanno a fondo dell’interrogativo su quanto, come esseri umani, possiamo davvero sopportare. Quanto peso possiamo portare? Di chi possiamo fidarci per sostenere il nostro carico? E’ una riflessione sulle nostre vite, sulle persone che amiamo, sui pesi che dobbiamo portare e la forza fisica ed emotiva necessaria. Creato da Yaron Lifschitz, Humans spoglia completamente il palcoscenico mettendo a nudo la vulnerabilità di questo gruppo di esperti acrobati. Con una forza e una pulizia incredibile ogni momento viene collegato senza soluzione di continuità cucendo insieme una performance al cardiopalma. Possiamo contemplare l’umanità di questi artisti, mentre trovano redenzione nella loro forza e celebrano così cosa significhi essere fieramente umani. Commissioned by MA scène nationale - Pays de Montbéliard. Circa acknowledges the assistance of the Australian Government through the Australia Council, its arts funding and advisory body and the Queensland Government through Arts Queensland. Possibilità di parcheggio Grazie ai Vigili del Fuoco Volontari di Campodazzo