generazioni banner inside

FanesAusSagen - Pubblicato da valentina_inside

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

FanesAusSagen handelt vom Mythos der Fanes: Eine sagenumwobene Familiendynastie mit mächtigen Herrscherinnen und Herrschern, einem eng verwobenen Beziehungsgeflecht und einem Reich, das nur darauf wartet, wieder von den silbernen Trompeten geweckt zu werden…
Die vielfach mündlich überlieferte und bearbeitete Sage um die zentrale Kriegerinnen-Figur Dolasilla liefert die Grundlage für dieses Theaterexperiment auf Schloss Sigmundskron. Die Themen Tradition und Wurzeln, Konflikte und Verbundenheit, sowie Identität und Wandel werden kritisch und zeitgemäß beleuchtet.
Das Schauspielkollektiv binnen-I reflektiert und zelebriert in einem vielseitigen Format mit einer Gruppe von Gastkünstler*innen alte und neue Ordnungen und versucht das Unmögliche einzuläuten: einen Neubeginn.

Inszenierung & Fassung: Joachim Gottfried Goller
Bühne und Kostüm: Mirjam Falkensteiner
Konzeption, Sagen- und Mythenexpertise: Kathrin Gschleier
Regieassistenz: Emma Mulser

MIT
Alexa Brunner, Max G. Fischnaller, Dietmar Gamper, Katharina Gschnell, Eva Kuen, Viktoria Obermarzoner, Petra Rohregger, Peter Schorn, Marlies Untersteiner

Wichtige Informationen:
Keine Bestuhlung vorhanden. Sitzmo?glichkeiten auf der Wiese. Bitte bringen Sie Decken, Sitzkissen und alles was Sie sonst noch warm ha?lt mit, um den Theaterabend in Verbundenheit mit Wiese und Fels genießen zu ko?nnen!

Reservierung ab 01. Mai unter:
0039 3405779414 / reservierung@binnen-i.com

Contatti :

Date e orari evento :

ogni giorno fino a Mer 12 Giu 2019

Potrebbe interessarti anche :

  • Giovedì 31 Ott 2019
    compagnia teatroBlu e Musica Blu con Nicola Benussi, Franco Bertoldi regia Nicola Benussi composizione musicale Franco Bertoldi Prosegue il lavoro sulla “trilogia della vocalità” iniziato dalla compagnia teatroBlu e Musica Blu con la presentazione dello spettacolo “Batracomiomachia”, dall’opera di Giacomo Leopardi. Questa seconda produzione approfondisce il lavoro di ricerca sul teatro della vocalità e delle emozioni proponendo una particolare strutturazione tra recitazione e composizione musicale che racconterà l’”Orlando Furioso” di Ludovico Ariosto. Lo spettacolo prende spunto dal ritmo strutturato nel microcosmo armonico delle ottave del poema e lo rielabora attraverso la recitazione e la composizione musicale e corale per sviluppare una dinamica dell’ascolto contemporanea ed emotiva. Un teatro delle emozioni che vuole suggerire al pubblico di divenire esso stesso immaginifico creatore di un suo personale percorso mentale ed emotivo attraverso l’esperienza dello spettacolo. Luogo Teatro Cristallo Biglietto intero: 10 euro Cristallo Card: 7 euro Studenti: 5 euro I biglietti per questo spettacolo si possono acquistare a partire dal 23/09/19
  • ogni giorno fino a Sab 19 Ott 2019
    di Bernard-Marie Koltès dall’originale francese di François Smesny Con Frederick Redavid, Alexa Brunner, Patrizia Pfeifer e Peter Schorn regia: Torsten Schilling scenografia, costumi e video: Florian Kofler Il pezzo proviene dalle opere lasciateci dal drammaturgo francese Bernard-Marie Koltès, che si è occupato intensamente dei drammi di Shakespeare. Nel 1974 si dedica alla tragedia del principe di Danimarca e con il suo adattamento crea un testo denso e poetico, lo psicodramma di una società in disintegrazione che conosce solo se stessa. La trama di Koltès si concentra interamente sui quattro personaggi principali: Amleto, Ofelia, Claudio e Gertrude, imprigionati nelle grinfie del loro mondo caduto a pezzi. C'è la guerra in Danimarca, ma nessuno sa contro chi e perché. Non c'è quindi via di fuga dalla tragedia familiare: il principe Amleto sospetta che il patrigno Claudio abbia ucciso suo padre, ma non può vendicarsi. Invece, si infuria contro coloro che ama di più e diventa così complice della follia e della morte di Ofelia. La catastrofe è inevitabile. "Hamlet. Der Tag der Morde" è un adattamento virtuosamente condensato e moderno di un classico, che gioca con il modello di Shakespeare, i cui temi, motivi e frasi variano e si combinano per formare un nuovo insieme: una danza di morte magicamente luminosa in un mondo destinato al tramonto.
  • ogni giorno fino a Sab 29 Feb 2020
    da Henrik Ibsen uno spettacolo di Alessandro Serra con Umberto Orsini e Lucia Lavia, Renata Palminiello, Pietro Micci, Chiara Degani, Salvo Drago e con Flavio Bonacci COMPAGNIA ORSINI - TEATRO STABILE DELL'UMBRIA Umberto Orsini interpreta il capolavoro della maturità di Ibsen. Il costruttore Solness è la storia di un uomo che vorrebbe fermare l’inesorabile scorrere degli anni e avere una nuova occasione di felicità, ma resta vittima della propria ambizione. Anziano e affermato costruttore edile, Solness è ostile ai giovani, da cui teme di essere soppiantato. La giovanissima Hilde bussa alla sua porta; gli ricorda un incontro e una promessa di dieci anni prima, fatta a lei, bimba, da lui al vertice del successo. Solness non rammenta ed è tormentato dal senso di colpa per un episodio all’origine della sua fortuna sociale, professionale ed economica, ma anche dell’infelicità sua e della moglie.