banner inside 01 it

Oper.A 20.21: La Wally - Pubblicato da martin_inside

0

Informazioni evento

Alfredo Catalani

"Ebben? Ne andrò lontana”, canta La Wally, l’eroina dell’opera di Alfredo Catalani. L’anno è il 1892. Interpretata da Maria Callas, l’aria diventò famosa ben oltre i circoli operistici, entrando a far parte della colonna sonora del classico del cinema Diva. In quanto all’opera vera e propria, portata in scena da Nicola Raab, è molto meno nota e raramente compare nei cartelloni operistici. La Wally si basa sul romanzo di Wilhelmine von Hillern, Die Geierwally, che riscosse un gran successo. La figura centrale dell’opera è una donna che rivendica il suo diritto all’indipendenza in un mondo dominato dagli uomini. Per sfuggire al matrimonio forzato combinato dal padre, Wally si ritira sui monti della Ötztal. Isolata e immersa nella natura, inizialmente trova un rifugio sicuro, ma a differenza di quanto accade nel romanzo, Catalani non regala un lieto fine alla sua Wally e destina il suo amato a morte certa, facendolo travolgere da una valanga. Per la donna padrona del suo destino non c’è quindi possibilità di vita: la femme fatale deve morire. Nella regia di Nicola Raab, premio Abbiati per la regia di Written on Skin di George Benjamin, non c’è traccia di sfondi montani e paesaggi stereotipati. Raab riduce al minimo costumi e scenografia, dando così risalto ancora maggiore al precipitare della vicenda umana: la valanga mortale come emblema della forza distruttiva delle convenzioni sociali.

Contatti :

  • Organizzatore : Fondazione Haydn di Bolzano e Trento
  • Location : Teatro Comunale
  • Indirizzo : Piazza Giuseppe Verdi 40, Bolzano, BZ
  • Telefono : 0471 975031
  • Email : info@haydn.it
  • Sito Web : www.haydn.it

Il prossimo evento si terrà tra :

00

giorni

00

ore

00

minuti

00

Date e orari evento :

Sabato 23 Mar 2019
  • Sab 23 Marzo, 201920:00

Potrebbe interessarti anche :

  • Venerdì 05 Apr 2019
    C’è un uomo che in primo luogo è un clown, ma che non ha bisogno di belletto e sgargianti costumi a quadrettoni per far ridere. Il suo semplice apparire in soprabito e cappello è un piacevole cambiamento dai classici costumi da clown ed i suoi scherzi denotano autentica finezza. Sono i piccoli gesti che hanno reso Peter Shub una star internazionale nel campo della pantomima. Ovunque le persone parlano la lingua del divertimento e Peter Shub ne è il perfetto interprete. Niente sembra riuscire sul serio al duttile signore in mantello. Un cavalletto per la macchina fotografica si fonde magicamente con il fotografo mentre un immaginario cagnolino mai si lascia condurre al guinzaglio. Ma Shub ha comunque sempre il pubblico in pugno! Seguiamo divertiti la mimica di questo viso alla Fernandel mentre impartisce le caotiche indicazioni per una foto di gruppo. Attaccapanni, carta igienica, piante di basilico: tutto è possibile nella terapia della risata di Peter Shub. Ha partecipato al "Niederstätter surPrize 2007" e non vediamo l'ora di rivederlo con uno spettacolo che ispirerà grandi e piccini (a partire dai 10 anni)!
  • ogni giorno fino a Sab 06 Apr 2019
  • Sabato 23 Mar 2019
    Cari Amiche e Amici, vi informo che Anna e Valentina hanno organizzato ancora uno spettacolo di danza con la finalità di sostenere il progetto “Kua Pamoja-Crescere Insieme” a sostegno dei bambini disabili in Tanzanìa.