gustav mahler 13 27 07 2019

Keren Cytter - Mature content - Pubblicato da martin_inside

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

In video, film e installazioni Keren Cytter (Tel Aviv, *1977, vive e lavora a New York) racconta come i cliché dei media, in particolare dei social media, permeano il nostro quotidiano. Attraverso una logica ciclica e non lineare, il suo approccio mina convenzioni linguistiche e meccanismi interpretativi tradizionali. Con un esplicito rimando ai video amatoriali, i suoi montaggi di impressioni, ricordi e fantasie danno vita a composizioni poetiche e autoreferenziali, con una predilezione per scene intense e dalla natura artificiale. A Museion Keren Cytter presenta un progetto sul tempo e sulle diverse fasi della vita. Opere esistenti saranno esposte insieme a nuovi lavori, come diversi disegni – alcuni sulle superfici in vetro delle facciate del museo – e un nuovo film d’animazione che mette in luce la sua attività di autrice di libri per bambini.
Prima personale in un museo italiano

A cura di Letizia Ragaglia

In collaborazione con Center for Contemporary Art (CCA), Tel Aviv

Tags

Contatti :

Date e orari evento :

ogni settimana fino a Dom 28 Apr 2019 nei giorni di: Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Domenica

Note sugli orari :

Do/gio h. 10:00-22:00

Potrebbe interessarti anche :

  • L'evento si terrà oggi, domani e ogni giorno fino a Dom 25 Ago 2019
    Per la prima volta dopo 32 anni, l’esposizione estiva nell’antica certosa Monte di tutti gli Angeli a Certosa, in Val Senales, sarà dedicata esclusivamente alla fotografia artistica contemporanea in Alto Adige. Otto diversi orientamenti fotografici indagano l’affascinante complesso monastico, da tempo ormai parte integrante della sobria, sfaccettata e viva storia del luogo. Le fotografie scoprono la Val Senales, antico spazio culturale e al contempo affascinante ambiente naturale, sottoposto a invasive modifiche e utilizzazioni. Storie di uomini, tracce della storia, dell’antica e della nuova vita della valle, è quanto l’esposizione illustra, focalizzate dalle più diverse prospettive artistiche. Si tratta per un verso della confrontazione con il luogo, con la valle; per l’altro con le potenzialità dell’arte fotografica del giorno d’oggi. Rinomati artisti ambosesso altoatesini con ruoli importanti nell’ambito dell’arte fotografica, che vantano anche riconoscimenti internazionali, presentano il luogo, la valle, nella sua complessità, come superficie di proiezione artistica. La fotografia è la strategia di osservare il proprio mondo con gli occhi di un altro. Nella percezione di luoghi e realtà di vita lontane dalle vedute tipiche, l’esposizione offre immagini suggestive, presenta visioni fotografiche e racconta in modo sorprendente una valle. Curatrice: Barbara Psenner Artisti: Paul Thuile, Christian Martinelli, Franziska Gilli, Walter Niedermayr, Brigitte Niedermair, Elisabeth Hölzl, Ludwig Thalheimer, Daniela Brugger
  • L'evento si terrà oggi, domani e ogni giorno fino a Dom 28 Lug 2019
    mostra d'arte "la città e i suoi lupi"
  • L'evento si terrà oggi, domani e ogni giorno fino a Lun 06 Gen 2020
    Il 4 novembre 1501 l'imperatore Massimiliano I fece visita a Castel Roncolo dove vide gli splendidi affreschi eseguiti attorno al 1400 su commissione della famiglia borghese dei Vintler: le avventure di cavalieri ed eroi, e soprattutto i personaggi delle triadi lungo la Casa d'Estate. Re Artù, Goffredo di Buglione, Carlo Magno, Giulio Cesare o Teodorico da Verona erano non solo reputati modelli illustri per un sovrano e condottiero, ma Massimiliano poteva considerarli anche suoi antenati. Le immagini di Castel Roncolo ebbero un profondo impatto sull'imperatore e sulla sua cultura della “rimembranza”, diventando modelli per opere letterarie e figurative e ispirando infine il celebre cenotafio di Innsbruck, vegliato da quegli eroi e antenati che egli aveva incontrato anche al Maniero Illustrato.