Concerto estivo della banda musicale di Sesto - Pubblicato da ale inside

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

Contatti :

Date e orari evento :

Pubblicato da :

Potrebbe interessarti anche :

  • Programma: Ludwig van Beethoven: Trio op. 11 in si bemolle maggiore Robert Muczynski: Trio op. 26 Johannes Brahms: Trio op. 114 in a minore Serata con tre musicisti emergenti affermati a livello internazionale: Andrea Götsch (clarinettista dell'Orchestra Filarmonica di Vienna), Jakob Mitterer (violoncellista dell'Orchestra Sinfonica del Tirolo) e Nika Afazel (pianista freelance e accompagnatrice di Lied). Insieme formano il Trio Meran Teheran, nome che si rifà ai luoghi di origine dei tre musicisti. Il programma prevede i trii per clarinetto di Beethoven e Brahms, due dei capolavori indiscussi per questo organico. Quasi cento anni separano la composizione del vivace trio dell'ancora giovane Ludwig van Beethoven ("Gassenhauertrio", 1797) dal mesto Trio op. 114 del già cinquantasettenne Brahms, che scoprì tardi il suo amore per il clarinetto. Entrambe le opere si attengono a principi formali "classici", ma sono così diverse nello stile e nell'impatto. Mentre il trio di Beethoven è un brano che fa breccia e che sprigiona tutto il virtuosismo degli interpreti, il trio maturo di Brahms è caratterizzato da profondità compositiva dalle più svariate sfaccettature. Robert Muczynski, figlio di immigrati polacchi e slovacchi, può essere descritto, a tutti gli effetti, come uno dei più importanti compositori neoclassici dell'America del dopoguerra. Da un lato, il suo lavoro fa riferimento al linguaggio formale classico, ma, dall’altro, è anche influenzato da Bartók, Bernstein e Barber e, dal punto di vista armonico e ritmico, prende spunto anche dal jazz.
  • Programma: Sergei Rachmaninow: Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 in re minore, op. 30 Gustav Mahler: Sinfonia n. 5 in do diesis minore Il progetto Originalklang della Mahler Academy Orchestra è una coproduzione tra la Fondazione Busoni-Mahler di Bolzano e la Fondazione Euregio Centro Culturale Gustav Mahler Dobbiaco e Festival Dolomites. Leif Ove Andsnes, pianoforte Philipp von Steinaecker, direttore Insieme al Centro Culturale di Dobbiaco, la Fondazione Busoni Mahler di Bolzano ha dato il via a un progetto sulle sonorità originali di Mahler: cinquanta eccellenti professionisti di ensemble europei suonano insieme a cinquanta giovani musicisti/e gli strumenti storici dell’Orchestra Filarmonica di Vienna del 1900. Dopo oltre cento anni a Dobbiaco “risuonerà come allora” la Quinta di Mahler. Altra prima assoluta: il pianista norvegese Leif Ove Andsnes che su uno storico Steinway eseguirà il Terzo Concerto per pianoforte e orchestra di Rachmaninov. Il grande pianista scelse questo strumento per la sua mitica esecuzione newyorkese del 1910. Il direttore d’orchestra in quell’occasione fu Gustav Mahler.
  • Programma: George Enescu: Ottetto per archi in do maggiore op.7 (1900) I. Andante moderato Hans Pfitzner: Quartetto per archi in do diesis minore op.35 (1904) II. Molto veloce Anton Webern: Cinque movimenti per quartetto d'archi op. (1909) I. Agitato II. Molto lento III. Molto mosso IV. Molto lento V. Con delicatezza Johannes Brahms: Quintetto per clarinetto in si minore op. 115 (1891) I. Allegro Franz Schubert / Gustav Mahler: Quartetto per archi in re minore D. 810 La morte e la fanciulla, arrangiamento orchestrale (1894) I. Allegro II. Andante con moto III. Scherzo. Allegro molto – Trio IV. Presto Come anteprima alla prima mondiale della Quinta Sinfonia di Gustav Mahler su strumenti originali (vedi concerto dell'08 09 2024), l'Orchestra dell'Accademia Mahler presenta un programma accattivante che rievoca la musica e lo spirito della Vienna di fine secolo: Il mitico Sir John Eliot Gardiner, uno dei pionieri del movimento del suono originale, dirige gli studenti dell'Accademia Gustav Mahler che, su corde di budello, suonano l'arrangiamento orchestrale fatto da Mahler della "Morte e la fanciulla" di Schubert. "Raccontare la morte per rimandarla" fu “un chiodo fisso” sia per Schubert che per Mahler, e qui si apre un cerchio che si chiuderà con la Quinta Sinfonia. La prima parte del concerto presenta musica da camera dell'ultimo periodo della monarchia austroungarica eseguita su strumenti originali viennesi del 1900: un'immagine di un'epoca che segna contemporaneamente la fine di un'epoca e l'inizio della modernità. Gli studenti dell'Accademia Gustav Mahler interpreteranno questo medley fin-de-siècle insieme ai professionisti della Mahler Academy Orchestra. Il progetto sulle sonorità originali della Mahler Academy Orchestra è una coproduzione tra la Fondazione Busoni-Mahler di Bolzano e la Fondazione Euregio Centro Culturale Gustav Mahler Dobbiaco e Festival Dolomites

Inserisci i tuoi eventi sul primo e più amato calendario di eventi dell'Alto Adige!

HAI GIÀ UN ACCOUNT?

ACCEDI

NON HAI ANCORA UN ACCOUNT?

Non perderti i migliori eventi in Alto Adige!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER SETTIMANALE

Vuoi vedere i tuoi eventi pubblicati sul nostro magazine?

RICEVI UN AVVISO AL MESE PER LA CHIUSURA REDAZIONALE

Vuoi promuovere i tuoi eventi o la tua attività? Siamo il tuo partner ideale e possiamo proporti soluzioni e pacchetti su misura per tutte le tue esigenze.

VAI ALLA SEZIONE PUBBLICITÀ

CONTATTACI DIRETTAMENTE

INSIDE EVENTS & CULTURE

Magazine mensile gratuito di cultura, eventi e manifestazioni in Alto Adige-Südtirol, Trentino e Tirolo.
Testata iscritta al registro stampe del Tribunale di Bolzano al n. 25/2002 del 09.12.2002 | Iscrizione al R.O.C. al n. 12.446.
Editore: InSide Società Cooperativa Sociale ETS | Via Louis Braille, 4 | 39100 Bolzano | 0471 052121 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..