Concerto della banda musicale di Versciaco - Pubblicato da ale inside

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

Contatti :

Date e orari evento :

Pubblicato da :

Potrebbe interessarti anche :

  • Programma: Sergei Rachmaninow: Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 in re minore, op. 30 Gustav Mahler: Sinfonia n. 5 in do diesis minore Il progetto Originalklang della Mahler Academy Orchestra è una coproduzione tra la Fondazione Busoni-Mahler di Bolzano e la Fondazione Euregio Centro Culturale Gustav Mahler Dobbiaco e Festival Dolomites. Leif Ove Andsnes, pianoforte Philipp von Steinaecker, direttore Insieme al Centro Culturale di Dobbiaco, la Fondazione Busoni Mahler di Bolzano ha dato il via a un progetto sulle sonorità originali di Mahler: cinquanta eccellenti professionisti di ensemble europei suonano insieme a cinquanta giovani musicisti/e gli strumenti storici dell’Orchestra Filarmonica di Vienna del 1900. Dopo oltre cento anni a Dobbiaco “risuonerà come allora” la Quinta di Mahler. Altra prima assoluta: il pianista norvegese Leif Ove Andsnes che su uno storico Steinway eseguirà il Terzo Concerto per pianoforte e orchestra di Rachmaninov. Il grande pianista scelse questo strumento per la sua mitica esecuzione newyorkese del 1910. Il direttore d’orchestra in quell’occasione fu Gustav Mahler.
  • Pianoforte e direttore: John Warner Mezzosoprano: Gloria Mojica Gustav Mahler: Adagio (Symphonie Nr. 10) Alban Berg: Sieben frühe Lieder Richard Strauss: Suite aus der Oper „Der Rosenkavalier“ op. 59 La straordinaria bellezza delle Alpi ha ispirato tutti e tre i compositori di questo programma a scrivere una musica mozzafiato. L'Adagio della Decima Sinfonia di Mahler è l'ultimo movimento completo scritto nella sua casetta di composizione a Dobbiaco. Le armonie mistiche e le melodie incalzanti del brano sono un'ultima testimonianza delle profonde emozioni che ha tratto da questo paesaggio. Seguono i Sette lieder giovanili di Berg, squisite rappresentazioni dell'amore e della natura. Il programma si conclude con l'amatissima Suite tratta da Der Rosenkavalier (1911) di Richard Strauss. Senza dubbio sono state la pace e la solitudine della sua casa di montagna a Garmisch a permettere a Strauss di rappresentare le follie agrodolci della vita urbana con un distacco che è al tempo stesso ironico e tenero, degno di Mahler. L’Orchestra for the Earth (orchestrafortheearth.co.uk) è stata fondata da John Warner nel 2017 come prima orchestra al mondo che si dedica alla sensibilizzazione sui cambiamenti climatici e sulla distruzione della natura. Coinvolgendo, con il potere della musica, il pubblico in tutta Europa, OFE integra musica di alta qualità con relatori stimolanti, film, tecnologia ed eventi di approfondimento, tra cui una vasta gamma di attività educative per bambini. Il loro tour annuale nelle Alpi si concentra sui compositori ispirati da queste montagne, con al centro la musica di Gustav Mahler. Sono pionieri del turismo sostenibile - viaggiano esclusivamente via terra e lavorano a stretto contatto con le comunità locali su progetti sostenibili: quali la creazione di un nuovo prato fiorito sull'Attersee in Austria e la piantumazione annuale di alberi presso la casetta di composizione di Mahler a Dobbiaco.
  • Cantante: Visa Mkhaya Percussione: Ramadu Vocal Cantante: Blessings Nkomo Pianoforte: Roland Guggenbichler Violino: Cristian Nenescu Violino: Gabriel Karger Viola: Michael Buchman Violoncello: Hannah Pichler Programma: Masiyeni Wolfgang Amadeus Mozart, K.397, fantasia in D minor Zunghikhumbule Wolfgang Amadeus Mozart, sonata A major K 331 Uthando Wolfgang Amadeus Mozart, sonata per pianoforte in La maggiore K 331 1 Qula Traditional Bheka Kimi Wolfgang Amadeus Mozart, Rondò in re maggiore, K.485 Nomalanga Antonio Salieri, concerto per pianoforte in do maggiore Inzima L`endlela Traditional Emakhaya Blessings Nkomo & Roland Guggenbichler Laduma Vusa Mkhaya Hard Times Joseph Haydn, Menuetto in Fa maggiore Hob. IX:8 Thula sizwe Traditional Phakathi Wolfgang Amadeus Mozart, Il flauto magico, aria "In questi sacri aule" La loro prima esibizione non poteva essere più appropriata: È stato per celebrare i "10 anni di fine dell'Apartheid" che Vusa Mkhaya, Ramadu, Blessings Nkomo e Roland Guggenbichler hanno mosso i primi passi insieme sul palco della “Radiokulturhaus” di Vienna in direzione MoZuluArt – unica è la combinazione tra musica classica e africana. L'ensemble ha sempre affrontato la musica di Mozart con attenzione. Le melodie del maestro austriaco sono state arricchite con elementi della tradizione canora dell'Africa meridionale, con lo stile caratteristico delle voci maschili e con i suoni tipici degli Ndebele e degli Xhosa. Il repertorio del gruppo viene completato da composizioni di Miriam Makeba e Solomon Linda, nonché da Mbube e gospel tradizionali, che MoZuluArt interpreta in un contesto europeo. Dopo tre acclamati concerti nell'ambito della Settimana Mozart 2024 di Salisburgo all'inizio dell'anno, i musicisti di MoZuluArt non vedono l'ora di debuttare al Festival Dolomites. "La musica è sempre riuscita ad avvicinare persone di diversa provenienza" (Vusa Mkhaya).

Inserisci i tuoi eventi sul primo e più amato calendario di eventi dell'Alto Adige!

HAI GIÀ UN ACCOUNT?

ACCEDI

NON HAI ANCORA UN ACCOUNT?

Non perderti i migliori eventi in Alto Adige!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER SETTIMANALE

Vuoi vedere i tuoi eventi pubblicati sul nostro magazine?

RICEVI UN AVVISO AL MESE PER LA CHIUSURA REDAZIONALE

Vuoi promuovere i tuoi eventi o la tua attività? Siamo il tuo partner ideale e possiamo proporti soluzioni e pacchetti su misura per tutte le tue esigenze.

VAI ALLA SEZIONE PUBBLICITÀ

CONTATTACI DIRETTAMENTE

INSIDE EVENTS & CULTURE

Magazine mensile gratuito di cultura, eventi e manifestazioni in Alto Adige-Südtirol, Trentino e Tirolo.
Testata iscritta al registro stampe del Tribunale di Bolzano al n. 25/2002 del 09.12.2002 | Iscrizione al R.O.C. al n. 12.446.
Editore: InSide Società Cooperativa Sociale ETS | Via Louis Braille, 4 | 39100 Bolzano | 0471 052121 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..