banner inside 01 it

Ricerca per:

3 mesi

Eventi Theatre

Eventi suggeriti

Asfaltart - 16° Festival Internazionale d'Arte di Strada
0
Theatre
Domenica, 26 Giu 2022
L'evento si tiene dal 24 Giu 2022 al 26 Giu 2022

Vivrete momenti magici di allegria e sarete sorpresi nel vedere una Merano a testa in giù. Informazioni & prenotazione: www.asfaltart.it Torna nel centro di Merano l’ormai affermato appuntamento con gli artisti di strada. Artiste da tutto il mondo parteciperanno alla 16a edizione del festival d’arte di strada “Asfaltart” per trasformare la città in un’unica grande festa colorata e divertente.

Das Jahr des Oktopus - Back to the Tschumpus (Reprise)
0
Theatre
Lunedì, 27 Giu 2022 21:00
L'evento si tiene dal 24 Giu 2022 al 15 Lug 2022

Wir schreiben das Jahr 2050. Das Knurren des Weltalls hat sich ausgebreitet und alles Leben auf der Welt verschluckt. Nur eine letzte Festung trotzt dem schwarzen, unheilvollen Nichts: der Tschumpus! Dort, hinter den ehemaligen Gefängnismauern, zwischen Nussbaum und Hollerstauden, haben sich die letzten Überlebenden verschanzt und suchen einen Weg, um das Unfassbare rückgängig zu machen. Gescheiterte, seltsame, liebenswerte Existenzen hat der Zufall da zusammengewürfelt. Angeführt werden sie von der hellsichtigen Kassandra. Sie und ihr ausrangierter Androide Datalack reisen mit Hilfe des größenwahnsinnigen Erfinders Dr. Wernher K. K. Braun zurück in die Vergangenheit. Sie wollen jene Stelle auf der Zeitleiste in der Geschichte der Menschheit finden, an der das Verderben seinen Anfang genommen hat. Doch eine Zeitreise ist kein Honiglecken. Auf ihrem Weg durch die letzten Jahrzehnte stehen ihnen nicht nur die machthungrige Wiltrud und der gierige Winfried Tauber im Weg. Kassandra muss auch in die Abgründe ihrer eigenen familiären Verstrickungen blicken und so einige Löcher im Strickmuster des Schicksals stopfen. Und so wirkt die Fahrt ins „Damals“ wie eine Jukebox, die nicht nur Lovesongs spielt, sondern auch ordentlich auf die Pauke haut. Ans Licht kommen Geheimnisse, die sogar ein schwarzes Loch erzittern lassen. Doch wo ein Wille ist und Glaube an das Gute in den Menschen, dort ist auch Rettung niemals fern! Wenn einem nicht ein Oktopus ein Schnippchen schlägt, mit dem niemand gerechnet hat. Das Stück für den Tschumpus, angelehnt an den Filmklassiker „Back to the future“, lässt fast vergessene Epochen wieder aufleben und schwebt musikalisch durch die Hitparaden alter Zeiten. „Das Jahr des Oktopus“ ist eine Geschichte über Macht und Gier, aber auch über Zuversicht, Mut und Optimismus. Über Liebe, Freundschaft und das Glück, im richtigen Moment das Richtige zu tun. Und natürlich verspricht es, wie alle ernsthaften Dinge im Leben, auch sehr, sehr lustig zu werden! Regie: Eva Kuen Musikalische Leitung: Stephen Lloyd Kostüme & Bühne: Christina Khuen Schauspieler: Georg Kaser Viktoria Obermarzoner Peter Schorn Lukas Lobis Ingrid Maria Lechner Miriam Kaser Gianluca Iolocano Patrizia Solaro Musiker: Ingo Ramoser Markus Dorfmann Roberto Motta Text: Peter Schorn, Eva Kuen & Lukas Lobis Regieassistenz: Magdalena Troi Lichtdesign: Werner Lanz, videoproject Foto: Arnold Ritter, Focus Fotodesign Bühnenbau: Josef Lanz, Nicola Scantamburlo Technik: Matteo Oliva, Simon Boccolari, Karl Dander

Tschumpus Domplatz 3, Bressanone, BZ
Merano Teatro Festival · I LUPI (Anteprima)
0
Theatre
Venerdì, 01 Lug 2022 21:00-22:30 |

FESTIVAL TEATRALE DI MERANO 2022 Anteprima · I LUPI REGIA Judith Keller, AT Testo: Luis Zagler, IT 1.-22 Luglio 2022, San Valentino poco distante del castel Trauttmansdorff, Merano ATTORI . Pascal Gross, Klaus Windisch, Martin Radecke, Julia Sailer, Leonie Vitroler, Horst Saller, Robert Bernardi, Ruth Kofler, Karin Lintner, Max Tschager, Valentina Maria Mölk, Michael Arnold, Sabrina Waldner, Horst Ortler, Harald Rechenmacher, Maria Innerhofer, Lisa Priller, Hermann Weger, Maria Kralik, u.a. PROLOGO . La storia del dramma si svolge tra il 1815 e il 1817, quando in Tirolo regnava un'amara povertà. Le condizioni climatiche estreme hanno causato la perdita dei raccolti, la fame e la miseria. A ciò si aggiungono le conseguenze della guerra. I lupi si aggiravano per le montagne. I contadini sono quelli che soffrono di più. Ma nessuno vuole ascoltare le loro grida di aiuto. Su questo sfondo, si racconta la storia della diciassettenne Maria, costretta dal patrigno a incontrare il figlio del conte che la tiene d'occhio. Il suo compito è quello di convincerlo a schierarsi con i contadini nella lotta contro i lupi. Una storia incredibilmente emozionante che non lascerà indifferente nessuno degli spettatori. PATROMONIO Comune di Merano EVTZ della Euregio Tirol-Südtirol-Trentino

Eventi

Passionsspiele Thiersee
0
Theatre
Domenica, 26 Giu 2022 13:30-
L'evento si tiene dal 12 Giu 2022 al 02 Ott 2022

Premiere am 12. Juni unter dem Motto „Alles neu“ Nur alle sechs Jahre finden die traditionellen Passionsspiele in Thiersee am Tor zu den Tiroler Alpen statt. Wenn am 12. Juni Premiere gefeiert wird, zeigen sich die Spiele in diesem Jahr komplett erneuert: Neuer Stücktext, neue Musik, neues Bühnenbild… die ZuschauerInnen dürfen sich auf eine überraschende Neuinszenierung freuen. „Nirgendwo sonst gibt es einen See, der so eng mit dem Ort und seinem Passionspiel verbunden ist, wie in Thiersee“ schwärmt der Schriftsteller und Literaturwissenschafter Toni Bernhart von der einzigartigen Lage des Passionshauses direkt am Thiersee. Der Südtiroler zeichnet auch für den neuen Stücktext der Thierseer Passionsspiele verantwortlich. Nach hundert Jahren war es an der Zeit, den Text wieder für die Gegenwart zu adaptieren, selbst wenn die Geschichte vom Leben, Leiden und Wirken Christi sich nicht verändert hat. Bernhart sieht Jesus als religiösen und sozialen Erneuerer, der die Welt aus der Finsternis ins Licht führt und bietet damit einen positiven und lebensbejahenden Blick auf das Christentum. Wie aktuell die Thematik immer noch ist und wie dringend wir diese Hoffnung brauchen, zeigt gegenwärtig der Krieg in der Ukraine. Musik und Bühnentext als untrennbare Einheit Seit 1799 , als die ländliche Bevölkerung zur Abwehr von Krieg und Hunger gelobte, regelmäßig die Passion Christi aufzuführen, wird der Bühnentext von Musik getragen. Musik und Text bilden eine untrennbare Einheit, weshalb sich der musikalische Leiter Josef Pirchmoser bei der Neukomposition eng mit dem Schriftsteller abstimmt. „Wir tauschen uns aus und lassen gemeinsam etwas Neues entstehen“, zeigt sich der talentierte Komponist begeistert von der Zusammenarbeit. Umgesetzt wird das Werk von 36 MusikerInnen im Orchester und 48 SängerInnen im Chor. Authentische Volkskultur auf professionellem Niveau Für die Inszenierung verantwortlich zeichnet der erfahrene Regisseur Norbert Mladek. Er dirigiert dabei mehr als 200 Laiendarsteller, die Generation für Generation unzählige Stunden Probezeit, Begeisterung und Kreativität in dieses Projekt ihrer Ahnen stecken. Allein 1500 Stunden Arbeitszeit haben die Verantwortlichen im Ort in das neue aufwändige Bühnenbild in Form eines Davidsterns investiert, das die Entstehung des Christentums aus dem Judentum symbolisiert. Damit repräsentieren die Passionsspiele Thiersee authentische Tiroler Volkskultur auf professionellem Niveau, was sie auch abseits des religiösen Aspekts sehenswert macht. Für die „special effects“ sorgt die Schöpfung selbst , denn die hohen Berge, der klare Thiersee und die Enzianblüte schaffen einen einzigartigen Rahmen für die „Passion der Emotionen“. Die Passionsspiele Thiersee werden vom 12. Juni bis zum 2. Oktober aufgeführt. Weitere Infos zu den genauen Terminen, Uhrzeiten und Sitzplätzen finden Sie unter https://passionsspiele-thiersee.at/

Passionsspiele Thiersee Vorderthiersee 17, Thiersee, AT
Aspettando Risciò
0
Theatre
Domenica, 26 Giu 2022 18:00

Riprendendo il format che ha spopolato durante la passata edizione di FUORI!, Marco Brinzi e Caterina Simonelli tornano a percorrere le strade dell’Alto Adige a bordo del loro risciò, questa volta nei panni di Vladimiro ed Estragone, due classici personaggi teatrali assurdi e poetici, protagonisti di Aspettando Godot del premio Nobel Samuel Beckett. Nella cultura popolare Aspettando Godot è divenuto sinonimo di una situazione (spesso esistenziale) in cui si aspetta un avvenimento che dà l’apparenza di essere imminente, ma che nella realtà non accade. A due anni ormai dalla comparsa del Coronavirus i nostri protagonisti sembrano, forse, attendere la fine della pandemia che tarda ad arrivare. Aspettano… e nel frattempo, vivendo in questa situazione di incertezza, hanno dimenticato chi sono e perché sono lì di fronte ad altre persone. Ecco che Estragone e Vladimiro provano a mettere in scena - con l’aiuto del pubblico - alcuni dei passaggi più significativi della letteratura teatrale per capire di quale autore possano essere figli e soprattutto il motivo per cui da un libro siano fuoriusciti finendo nelle piazze. Sono nati grazie a Shakespeare? Improbabili Romeo e Giulietta vestiti da barboni? Rosencratz e Guildersten dell’Amleto in visita al principe di Danimarca? Forse sono Don Chisciotte o Sancho Panza assieme all’amata Dulcinea avvistata e chiamata dal pubblico, oppure Don Giovanni e Sganarello del famoso Moliére? Queste e tante altre coppie celebri della letteratura vengono portate in scena nei loro dialoghi più famosi per capire chi mai potrebbero essere questi due personaggi e soprattutto cosa stiano aspettano. Il pubblico è chiamato ad aiutare i due personaggi grazie ai testi e ai libri presenti a bordo del risciò e prendendo parte agli sketch improvvisati come protagonista. Aspettando Risciò è un invito esplicito a giocare assieme (attori e pubblico) grazie alla letteratura e al teatro. Di e con Marco Brinzi e Caterina Simonelli produzione TEATRO STABILE DI BOLZANO e COMPAGNIA IFPRANA

Tensostruttura Centro Vadena 2, Vadena, BZ
Don Chisciotte
0
Theatre
Domenica, 26 Giu 2022 18:00

Giulio Pasquati, padovano, in arte Pantalone e Girolamo Salimbeni, fiorentino, in arte Piombino, sono due attori della celebre compagnia dei Comici Gelosi. Salgono sul palco per raccontare di come sono sfuggiti dalla forca grazie a Don Chisciotte, a Sancho Panza ma soprattutto grazie agli spettatori. Le avventure di una delle coppie comiche più famose della storia della letteratura, filtrate dall’estro dei due saltimbanchi che arrancano nel tentativo di procrastinare la loro condanna a morte, tra mulini a vento ed eserciti di pecore. Uno spettacolo sul pubblico, per il pubblico e con il pubblico, perché è quest’ultimo che avrà il compito di salvare i due attori dalla morte ...di salvare il teatro. Tragicommedia dell'arte Soggetto originale Marco Zoppello elaborazione dello scenario Carlo Boso e Marco Zoppello interpretazione e regia Marco Zoppello e Michele Mori produzione STIVALACCIO TEATRO

Asfaltart - Festival Internazionale d'Arte di Strada ospite
0
Theatre
Lunedì, 27 Giu 2022 20:00

Dal 24 al 26 giugno torna l'ormai affermato appuntamento con gli artisti di strada nel centro di Merano. Clown, burattini, musica, giocolieri, performance volanti, acrobazie, walkingacts, famiglie circensi e teatro d’avanguardia renderanno il centro storico di Merano un piccolo paese dei balocchi. Lunedì, 27 giugno il Festival d'arte in strada Asfaltart è ospite a Tirolo.

Aspettando Risciò
0
Theatre
Lunedì, 27 Giu 2022 20:00

Riprendendo il format che ha spopolato durante la passata edizione di FUORI!, Marco Brinzi e Caterina Simonelli tornano a percorrere le strade dell’Alto Adige a bordo del loro risciò, questa volta nei panni di Vladimiro ed Estragone, due classici personaggi teatrali assurdi e poetici, protagonisti di Aspettando Godot del premio Nobel Samuel Beckett. Nella cultura popolare Aspettando Godot è divenuto sinonimo di una situazione (spesso esistenziale) in cui si aspetta un avvenimento che dà l’apparenza di essere imminente, ma che nella realtà non accade. A due anni ormai dalla comparsa del Coronavirus i nostri protagonisti sembrano, forse, attendere la fine della pandemia che tarda ad arrivare. Aspettano… e nel frattempo, vivendo in questa situazione di incertezza, hanno dimenticato chi sono e perché sono lì di fronte ad altre persone. Ecco che Estragone e Vladimiro provano a mettere in scena - con l’aiuto del pubblico - alcuni dei passaggi più significativi della letteratura teatrale per capire di quale autore possano essere figli e soprattutto il motivo per cui da un libro siano fuoriusciti finendo nelle piazze. Sono nati grazie a Shakespeare? Improbabili Romeo e Giulietta vestiti da barboni? Rosencratz e Guildersten dell’Amleto in visita al principe di Danimarca? Forse sono Don Chisciotte o Sancho Panza assieme all’amata Dulcinea avvistata e chiamata dal pubblico, oppure Don Giovanni e Sganarello del famoso Moliére? Queste e tante altre coppie celebri della letteratura vengono portate in scena nei loro dialoghi più famosi per capire chi mai potrebbero essere questi due personaggi e soprattutto cosa stiano aspettano. Il pubblico è chiamato ad aiutare i due personaggi grazie ai testi e ai libri presenti a bordo del risciò e prendendo parte agli sketch improvvisati come protagonista. Aspettando Risciò è un invito esplicito a giocare assieme (attori e pubblico) grazie alla letteratura e al teatro. Di e con Marco Brinzi e Caterina Simonelli produzione TEATRO STABILE DI BOLZANO e COMPAGNIA IFPRANA

Piazza Parrocchia Pochi di Salorno, Salorno, BZ
Don Chisciotte
0
Theatre
Lunedì, 27 Giu 2022 20:30

Giulio Pasquati, padovano, in arte Pantalone e Girolamo Salimbeni, fiorentino, in arte Piombino, sono due attori della celebre compagnia dei Comici Gelosi. Salgono sul palco per raccontare di come sono sfuggiti dalla forca grazie a Don Chisciotte, a Sancho Panza ma soprattutto grazie agli spettatori. Le avventure di una delle coppie comiche più famose della storia della letteratura, filtrate dall’estro dei due saltimbanchi che arrancano nel tentativo di procrastinare la loro condanna a morte, tra mulini a vento ed eserciti di pecore. Uno spettacolo sul pubblico, per il pubblico e con il pubblico, perché è quest’ultimo che avrà il compito di salvare i due attori dalla morte ...di salvare il teatro. Tragicommedia dell'arte Soggetto originale Marco Zoppello elaborazione dello scenario Carlo Boso e Marco Zoppello interpretazione e regia Marco Zoppello e Michele Mori produzione STIVALACCIO TEATRO

#13 Honey Sparks in the Dark
0
Theatre
Lunedì, 27 Giu 2022 21:00

"Noi siamo le api dell'invisibile. Noi raccogliamo incessantemente il miele del visibile per accumularlo nel grande alveare d’oro dell’Invisibile." Da questa citazione di Rilke, il polistrumentista sloveno Kristijan Krajncan trae il titolo della sua performance. Per la seconda volta – questo anno con un nuovo progetto – Krajncan presenta la sua combinazione coinvolgente tra jazz e danza contemporanea. Dolce miele per il palato visivo e uditivo. Artists Kristijan Krajncan (SI) - comp, vc, dr, efx, director Tomaž Gajšt (SI) - tr, flh Boštjan Simon (SI) - sax, elec Robert Jukic (SI) - b Žigan Krajncan (SI) - choreography, dancer Katja Legin (SI) - dancer Bor Prokofjev (SI) - dancer Kristyna Šajtošova (CZ) - dancer Borut Bucinel (SI) - light design Nataša Zavolovšek - Manager

Parco delle Semirurali via Alessandria, Bolzano, BZ
Aspettando Risciò
0
Theatre
Martedì, 28 Giu 2022 18:00

Riprendendo il format che ha spopolato durante la passata edizione di FUORI!, Marco Brinzi e Caterina Simonelli tornano a percorrere le strade dell’Alto Adige a bordo del loro risciò, questa volta nei panni di Vladimiro ed Estragone, due classici personaggi teatrali assurdi e poetici, protagonisti di Aspettando Godot del premio Nobel Samuel Beckett. Nella cultura popolare Aspettando Godot è divenuto sinonimo di una situazione (spesso esistenziale) in cui si aspetta un avvenimento che dà l’apparenza di essere imminente, ma che nella realtà non accade. A due anni ormai dalla comparsa del Coronavirus i nostri protagonisti sembrano, forse, attendere la fine della pandemia che tarda ad arrivare. Aspettano… e nel frattempo, vivendo in questa situazione di incertezza, hanno dimenticato chi sono e perché sono lì di fronte ad altre persone. Ecco che Estragone e Vladimiro provano a mettere in scena - con l’aiuto del pubblico - alcuni dei passaggi più significativi della letteratura teatrale per capire di quale autore possano essere figli e soprattutto il motivo per cui da un libro siano fuoriusciti finendo nelle piazze. Sono nati grazie a Shakespeare? Improbabili Romeo e Giulietta vestiti da barboni? Rosencratz e Guildersten dell’Amleto in visita al principe di Danimarca? Forse sono Don Chisciotte o Sancho Panza assieme all’amata Dulcinea avvistata e chiamata dal pubblico, oppure Don Giovanni e Sganarello del famoso Moliére? Queste e tante altre coppie celebri della letteratura vengono portate in scena nei loro dialoghi più famosi per capire chi mai potrebbero essere questi due personaggi e soprattutto cosa stiano aspettano. Il pubblico è chiamato ad aiutare i due personaggi grazie ai testi e ai libri presenti a bordo del risciò e prendendo parte agli sketch improvvisati come protagonista. Aspettando Risciò è un invito esplicito a giocare assieme (attori e pubblico) grazie alla letteratura e al teatro. Di e con Marco Brinzi e Caterina Simonelli produzione TEATRO STABILE DI BOLZANO e COMPAGNIA IFPRANA

Parco Via Marconi, Laives, BZ
Don Chisciotte
0
Theatre
Martedì, 28 Giu 2022 18:00

Giulio Pasquati, padovano, in arte Pantalone e Girolamo Salimbeni, fiorentino, in arte Piombino, sono due attori della celebre compagnia dei Comici Gelosi. Salgono sul palco per raccontare di come sono sfuggiti dalla forca grazie a Don Chisciotte, a Sancho Panza ma soprattutto grazie agli spettatori. Le avventure di una delle coppie comiche più famose della storia della letteratura, filtrate dall’estro dei due saltimbanchi che arrancano nel tentativo di procrastinare la loro condanna a morte, tra mulini a vento ed eserciti di pecore. Uno spettacolo sul pubblico, per il pubblico e con il pubblico, perché è quest’ultimo che avrà il compito di salvare i due attori dalla morte ...di salvare il teatro. Tragicommedia dell'arte Soggetto originale Marco Zoppello elaborazione dello scenario Carlo Boso e Marco Zoppello interpretazione e regia Marco Zoppello e Michele Mori produzione STIVALACCIO TEATRO

Tensostruttura Vadena Centro, Vadena, BZ
Aspettando Risciò
0
Theatre
Mercoledì, 29 Giu 2022 18:00

Riprendendo il format che ha spopolato durante la passata edizione di FUORI!, Marco Brinzi e Caterina Simonelli tornano a percorrere le strade dell’Alto Adige a bordo del loro risciò, questa volta nei panni di Vladimiro ed Estragone, due classici personaggi teatrali assurdi e poetici, protagonisti di Aspettando Godot del premio Nobel Samuel Beckett. Nella cultura popolare Aspettando Godot è divenuto sinonimo di una situazione (spesso esistenziale) in cui si aspetta un avvenimento che dà l’apparenza di essere imminente, ma che nella realtà non accade. A due anni ormai dalla comparsa del Coronavirus i nostri protagonisti sembrano, forse, attendere la fine della pandemia che tarda ad arrivare. Aspettano… e nel frattempo, vivendo in questa situazione di incertezza, hanno dimenticato chi sono e perché sono lì di fronte ad altre persone. Ecco che Estragone e Vladimiro provano a mettere in scena - con l’aiuto del pubblico - alcuni dei passaggi più significativi della letteratura teatrale per capire di quale autore possano essere figli e soprattutto il motivo per cui da un libro siano fuoriusciti finendo nelle piazze. Sono nati grazie a Shakespeare? Improbabili Romeo e Giulietta vestiti da barboni? Rosencratz e Guildersten dell’Amleto in visita al principe di Danimarca? Forse sono Don Chisciotte o Sancho Panza assieme all’amata Dulcinea avvistata e chiamata dal pubblico, oppure Don Giovanni e Sganarello del famoso Moliére? Queste e tante altre coppie celebri della letteratura vengono portate in scena nei loro dialoghi più famosi per capire chi mai potrebbero essere questi due personaggi e soprattutto cosa stiano aspettano. Il pubblico è chiamato ad aiutare i due personaggi grazie ai testi e ai libri presenti a bordo del risciò e prendendo parte agli sketch improvvisati come protagonista. Aspettando Risciò è un invito esplicito a giocare assieme (attori e pubblico) grazie alla letteratura e al teatro. Di e con Marco Brinzi e Caterina Simonelli produzione TEATRO STABILE DI BOLZANO e COMPAGNIA IFPRANA

Centro Giovani Tilt Via Nazionale 58, Merano, BZ
Don Chisciotte
0
Theatre
Giovedì, 30 Giu 2022 20:30

Giulio Pasquati, padovano, in arte Pantalone e Girolamo Salimbeni, fiorentino, in arte Piombino, sono due attori della celebre compagnia dei Comici Gelosi. Salgono sul palco per raccontare di come sono sfuggiti dalla forca grazie a Don Chisciotte, a Sancho Panza ma soprattutto grazie agli spettatori. Le avventure di una delle coppie comiche più famose della storia della letteratura, filtrate dall’estro dei due saltimbanchi che arrancano nel tentativo di procrastinare la loro condanna a morte, tra mulini a vento ed eserciti di pecore. Uno spettacolo sul pubblico, per il pubblico e con il pubblico, perché è quest’ultimo che avrà il compito di salvare i due attori dalla morte ...di salvare il teatro. Tragicommedia dell'arte Soggetto originale Marco Zoppello elaborazione dello scenario Carlo Boso e Marco Zoppello interpretazione e regia Marco Zoppello e Michele Mori produzione STIVALACCIO TEATRO

Teatro Cristallo Via Dalmazia 30, Bolzano, BZ
Northell
0
Theatre
Sabato, 02 Lug 2022 19:00

La maschera di Bolzano con Salvatore Cutrì, Thomas Rizzoli, Emilia Piz, Rossana Mantese, Matteo Campagnol regia Michele Modesto Casarin drammaturgia Marco Gnaccolini costumista Elena Beccaro produzione Cooperativa 19 e Teatro Cristallo con il finanziamento dell’Assessorato alle Politiche Sociali, al Tempo libero e allo Sport della Città di Bolzano e dell'Ufficio Politiche Giovanili della Provincia Autonoma di Bolzano Intrecciando le antiche leggende delle Dolomiti si racconta una nuova storia di origine di un personaggio-maschera, il Northell, un giovane minatore che diventa un demone per salvare la sua innamorata Delibana dalla prigione nella mitica miniera di Auramen. Aiutato da un giovane diacono guerriero, da Arlecchino - re di tutte le maschere - e dei demoni, formerà un corteo di “caccia selvaggia” che, di paese in paese, punirà l'avarizia, l'egoismo e la sopraffazione a scapito dei più deboli. Uno spettacolo propedeutico all’ideazione di un’originale maschera della città di Bolzano. Progetto La maschera di Bolzano PARTECIPA ALLA CREAZIONE DELLA PRIMA MASCHERA DELLA CITTA' DI BOLZANO Visita il sito www.lamascheradibolzano.com I biglietti saranno acquistabili a partire dal 07/06 a questo link https://www.midaticket.it/eventi/teatro-cristallo-bolzano ATTENZIONE: in caso di pioggia lo spettacolo si terrà il giorno successivo.

Northell
0
Theatre
Lunedì, 04 Lug 2022 19:00

La maschera di Bolzano con Salvatore Cutrì, Thomas Rizzoli, Emilia Piz, Rossana Mantese, Matteo Campagnol regia Michele Modesto Casarin drammaturgia Marco Gnaccolini costumista Elena Beccaro produzione Cooperativa 19 e Teatro Cristallo con il finanziamento dell’Assessorato alle Politiche Sociali, al Tempo libero e allo Sport della Città di Bolzano e dell'Ufficio Politiche Giovanili della Provincia Autonoma di Bolzano Intrecciando le antiche leggende delle Dolomiti si racconta una nuova storia di origine di un personaggio-maschera, il Northell, un giovane minatore che diventa un demone per salvare la sua innamorata Delibana dalla prigione nella mitica miniera di Auramen. Aiutato da un giovane diacono guerriero, da Arlecchino - re di tutte le maschere - e dei demoni, formerà un corteo di “caccia selvaggia” che, di paese in paese, punirà l'avarizia, l'egoismo e la sopraffazione a scapito dei più deboli. Uno spettacolo propedeutico all’ideazione di un’originale maschera della città di Bolzano. Progetto La maschera di Bolzano PARTECIPA ALLA CREAZIONE DELLA PRIMA MASCHERA DELLA CITTA' DI BOLZANO Visita il sito www.lamascheradibolzano.com I biglietti saranno acquistabili a partire dal 07/06 a questo link https://www.midaticket.it/eventi/teatro-cristallo-bolzano ATTENZIONE: in caso di pioggia lo spettacolo si terrà il giorno successivo.

Merano Teatro Festival · I LUPI
0
Theatre
Martedì, 05 Lug 2022 21:00-22:30 |
L'evento si tiene dal 05 Lug 2022 al 22 Lug 2022

FESTIVAL TEATRALE DI MERANO 2022 Anteprima · I LUPI REGIA Judith Keller, AT Testo: Luis Zagler, IT 1.-22 Luglio 2022, San Valentino poco distante del castel Trauttmansdorff, Merano ATTORI . Pascal Gross, Klaus Windisch, Martin Radecke, Julia Sailer, Leonie Vitroler, Horst Saller, Robert Bernardi, Ruth Kofler, Karin Lintner, Max Tschager, Valentina Maria Mölk, Michael Arnold, Sabrina Waldner, Horst Ortler, Harald Rechenmacher, Maria Innerhofer, Lisa Priller, Hermann Weger, Maria Kralik, u.a. PROLOGO . La storia del dramma si svolge tra il 1815 e il 1817, quando in Tirolo regnava un'amara povertà. Le condizioni climatiche estreme hanno causato la perdita dei raccolti, la fame e la miseria. A ciò si aggiungono le conseguenze della guerra. I lupi si aggiravano per le montagne. I contadini sono quelli che soffrono di più. Ma nessuno vuole ascoltare le loro grida di aiuto. Su questo sfondo, si racconta la storia della diciassettenne Maria, costretta dal patrigno a incontrare il figlio del conte che la tiene d'occhio. Il suo compito è quello di convincerlo a schierarsi con i contadini nella lotta contro i lupi. Una storia incredibilmente emozionante che non lascerà indifferente nessuno degli spettatori. PATROMONIO Comune di Merano EVTZ della Euregio Tirol-Südtirol-Trentino

Area Festival San Valentino vicino ai giardini di Castel Trauttmansdorff Via San Valentino 11, 39012 Merano (), Italia, Merano, BZ
Northell
0
Theatre
Mercoledì, 06 Lug 2022 19:00

La maschera di Bolzano con Salvatore Cutrì, Thomas Rizzoli, Emilia Piz, Rossana Mantese, Matteo Campagnol regia Michele Modesto Casarin drammaturgia Marco Gnaccolini costumista Elena Beccaro produzione Cooperativa 19 e Teatro Cristallo con il finanziamento dell’Assessorato alle Politiche Sociali, al Tempo libero e allo Sport della Città di Bolzano e dell'Ufficio Politiche Giovanili della Provincia Autonoma di Bolzano Intrecciando le antiche leggende delle Dolomiti si racconta una nuova storia di origine di un personaggio-maschera, il Northell, un giovane minatore che diventa un demone per salvare la sua innamorata Delibana dalla prigione nella mitica miniera di Auramen. Aiutato da un giovane diacono guerriero, da Arlecchino - re di tutte le maschere - e dei demoni, formerà un corteo di “caccia selvaggia” che, di paese in paese, punirà l'avarizia, l'egoismo e la sopraffazione a scapito dei più deboli. Uno spettacolo propedeutico all’ideazione di un’originale maschera della città di Bolzano. Progetto La maschera di Bolzano PARTECIPA ALLA CREAZIONE DELLA PRIMA MASCHERA DELLA CITTA' DI BOLZANO Visita il sito www.lamascheradibolzano.com I biglietti saranno acquistabili a partire dal 07/06 a questo link https://www.midaticket.it/eventi/teatro-cristallo-bolzano ATTENZIONE: in caso di pioggia lo spettacolo si terrà il giorno successivo.

Die höchst beklagenswerte und gänzlich unbekannte Ehe von Ro
0
Theatre
Venerdì, 08 Lug 2022 21:00
L'evento si tiene dal 08 Lug 2022 al 26 Lug 2022

Die höchst beklagenswerte und gänzlich unbekannte Ehe von Romeo & Julia – ohne Tod kein Happy End Eine Komödie von Michael Niavarani sehr lange nach William Shakespeare. Regie Konrad Hochgruber Freilichttheater vor einer einzigartigen Kulisse: am Stiftsplatz vor der Engelsburg des Kloster Neustift der Augustiner Chorherrn. (wie schon vor 30 Jahren) Romeo und Julia sind nur deswegen das größte Liebespaar der Weltliteratur, weil sie nie miteinander leben mussten, sondern rechtzeitig gestorben sind. Im Falle unserer höchst beklagenswerten Komödie sind nicht die Liebenden gestorben, sondern die Liebe. Im fünften Akt von Herrn Shakespeares Tragödie endet die dreitägige Ehe von Romeo und Julia durch einen Brief, der nicht rechtzeitig ankommt. Der Tod der beiden ist also ein Irrtum. In unserer gänzlich unbekannten Ehetragödie entpuppt sich die ganze Ehe als Irrtum. Wo bleibt nach 30 Jahren Alltag die Romantik? Die Kinder sind aus dem Haus, die Geschäfte laufen gut und plötzlich tauchen eine alte Liebe und eine junge Schauspielerin auf, und allen Beteiligten schießt die Verliebtheit wieder ein! Sofort kommt es zu Lügen, Sex und Betrug, zu einem Fechtkampf zwischen zwei alten Neurotikern, einem finanziellen Ruin, einer jungen Liebe, einer verschmähten Liebe, einer verzweifelten Liebe, einer gestorbenen Liebe, einer erotischen Liebe und einer Liebe zu Kokosnüssen. Der Kabarettist, Regisseur und Autor Michael Niavarani schrieb eine klassische Verwechslungskomödie, die es in der Wortgewandtheit mit Shakespeare aufnimmt, ohne mit ihm zu konkurrieren. Eine Komödie von Michael Niavarani, sehr lang nach William Shakespeares Romeo und Julia. Denn wie sagt William Shakespeare selbst: Weise sein und lieben vermag kein Mensch!

Kloster Neustift Stiftstraße 1, Varna, BZ
Northell
0
Theatre
Domenica, 10 Lug 2022 19:00

La maschera di Bolzano con Salvatore Cutrì, Thomas Rizzoli, Emilia Piz, Rossana Mantese, Matteo Campagnol regia Michele Modesto Casarin drammaturgia Marco Gnaccolini costumista Elena Beccaro produzione Cooperativa 19 e Teatro Cristallo con il finanziamento dell’Assessorato alle Politiche Sociali, al Tempo libero e allo Sport della Città di Bolzano e dell'Ufficio Politiche Giovanili della Provincia Autonoma di Bolzano Intrecciando le antiche leggende delle Dolomiti si racconta una nuova storia di origine di un personaggio-maschera, il Northell, un giovane minatore che diventa un demone per salvare la sua innamorata Delibana dalla prigione nella mitica miniera di Auramen. Aiutato da un giovane diacono guerriero, da Arlecchino - re di tutte le maschere - e dei demoni, formerà un corteo di “caccia selvaggia” che, di paese in paese, punirà l'avarizia, l'egoismo e la sopraffazione a scapito dei più deboli. Uno spettacolo propedeutico all’ideazione di un’originale maschera della città di Bolzano. Progetto La maschera di Bolzano PARTECIPA ALLA CREAZIONE DELLA PRIMA MASCHERA DELLA CITTA' DI BOLZANO Visita il sito www.lamascheradibolzano.com I biglietti saranno acquistabili a partire dal 07/06 a questo link https://www.midaticket.it/eventi/teatro-cristallo-bolzano ATTENZIONE: in caso di pioggia lo spettacolo si terrà il giorno successivo.

Northell
0
Theatre
Martedì, 12 Lug 2022 19:00

La maschera di Bolzano con Salvatore Cutrì, Thomas Rizzoli, Emilia Piz, Rossana Mantese, Matteo Campagnol regia Michele Modesto Casarin drammaturgia Marco Gnaccolini costumista Elena Beccaro produzione Cooperativa 19 e Teatro Cristallo con il finanziamento dell’Assessorato alle Politiche Sociali, al Tempo libero e allo Sport della Città di Bolzano e dell'Ufficio Politiche Giovanili della Provincia Autonoma di Bolzano Intrecciando le antiche leggende delle Dolomiti si racconta una nuova storia di origine di un personaggio-maschera, il Northell, un giovane minatore che diventa un demone per salvare la sua innamorata Delibana dalla prigione nella mitica miniera di Auramen. Aiutato da un giovane diacono guerriero, da Arlecchino - re di tutte le maschere - e dei demoni, formerà un corteo di “caccia selvaggia” che, di paese in paese, punirà l'avarizia, l'egoismo e la sopraffazione a scapito dei più deboli. Uno spettacolo propedeutico all’ideazione di un’originale maschera della città di Bolzano. Progetto La maschera di Bolzano PARTECIPA ALLA CREAZIONE DELLA PRIMA MASCHERA DELLA CITTA' DI BOLZANO Visita il sito www.lamascheradibolzano.com I biglietti saranno acquistabili a partire dal 07/06 a questo link https://www.midaticket.it/eventi/teatro-cristallo-bolzano ATTENZIONE: in caso di pioggia lo spettacolo si terrà il giorno successivo.

Fondazione Provincia

I migliori eventi Theatre!

Scopri i migliori eventi Theatre per sapere cosa fare oggi, domani o nel fine settimana!
Risultati 1 - 25 di 67