banner inside pecore2020 IT

Prisma: Poliedric Music Festival '20 - Intersections - Pubblicato da Associazione La Follia Nuova

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

Il terzo appuntamento di PRISMA '20 si terrà nella Sala degli Specchi del Conservatorio di Bolzano. La sala offre agli spettatori una intima e avvolgente esperienza sonora. Il raffinato programma proposto dalla bravissima pianista Sabrina Lanzi verrà arricchito dalle letture di Max Meraner, attore bolzanino, in perfetto legame con il repertorio pianistico.

Tags

Contatti :

Date e orari evento :

Venerdì 09 Ott 2020

Potrebbe interessarti anche :

  • Sabato 07 Nov 2020
    Frederic Sánchez Muñoz, flauto Maria Alba Carmona Tobella, oboe Miquel Ramos Salvadó, clarinetto Antonio Lagares Abeal, corno María José García Zamora, fagotto Claudio Martinez Mehner, pianforte JOAQUÍN TURINA (arr. José Luis Turina): Oración del Torero op. 34 LUDWIG VAN BEETHOVEN : Quintetto per pianoforte e fiati in mi bemolle maggiore op. 16 CLAUDE DEBUSSY : Selezione da: Préludes 2er livre Nr. 3 La Puerta del vino (Habanera) Nr. 8 Ondine (Scherzando) Nr. 12 Feux d'artifice (Modérément animé) FRANCIS POULENC : Sestetto per fiati e pianoforte op. 100 prenotazione obbligatoria: Teatro Comunale tel +39 0471 053800 info@ticket.bz.it L'accesso è consentito soltanto con mascherina. La distanza minima tra gli spettatori dovrà essere di 1 metro con mascherina. A causa delle varie misure da adottare all'entrata Vi chiediamo di arrivare in Conservatorio con sufficiente anticipo per potervi sedere in tranquillità e per evitare folle di persone. La ventilazione di sala rimarrà spenta.
  • Lunedì 30 Nov 2020
    Stefano Bagnoli: drums, electronics, effects Giuseppe Vitale: piano, keyboards, Fender Rhodes Stefano Zambon: doublebass, electronics, effects Scoprendo un naturale istinto da talent scout, Stefano Bagnoli vale a dire uno dei più creativi batteristi italiani contemporanei, forma il suo primo We Kids Trio nel 2011, line up che mantiene stabile negli anni con l’intento di promuovere alcuni tra i talenti delle generazioni emergenti. Bagnoli rinnova il trio nel 2016 coinvolgendo i due attuali giovani fuoriclasse Giuseppe Vitale e Stefano Zambon. Con “Dalì", recentemente pubblicato dalla T?k Music di Paolo Fresu, prosegue nell’intento di dedicare nuova musica ai geni dell’arte. Dopo Arthur Rimbaud ecco dunque l’omaggio a Salvador Dalì, verificato come quell'irritante ed affascinante uomo che altro non è se non un mix di pazzia premeditata e recitata, un ego eccessivo supportato da una sapienza artistica eccelsa. Nel disco e in concerto, l’intento di Bagnoli & Co. è quello di dare forma a piccole colonne sonore ricche di bozzetti stratificati che possano trasmettere il senso della vita del grande artista catalano di Figueres allo stesso modo in cui la sua pittura balza rapidamente da un pentagramma all’altro senza tregua. Un grande tentativo di “pittura musicale".