banner inside 01 it

TECHNO •• community gathering, DJ-Sets & panel discussion - Pubblicato da valentina_inside

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

Museion presents TECHNO, the first instalment of TECHNO HUMANITIES: assembling themes emerging from confrontations between humanity, ecology, technology and economy, TECHNO comprises an international group show that will occupy the entire Museion building.
On Thursday 25th November, as part of the TECHNO exhibition collateral program, the south Tyrolean techno community will get together for a discussion panel with local techno initiators and DJ sets from local DJs, hosted in the exhibition spaces on the fourth floor and ground floor of the museum.

PROGRAM
18:30 - 20:00
Discussion Panel
Museion 4th Floor/Exhibition Space
The Southtyrolean Techno Community gets together. Talks & inspiration about past, present & future.
Introduction: Bart van der Heide, Museion Director
Moderation: Francesco Tenaglia, Art- critic & Curator
Panel: Antonio Lampis, Martina Kreuzer (Transart) Philipp Kieser (Hospiz, MIK), Martin Retter (wupwup / tanzen ist auch Sport)

20.00 - 22:00
DJ sets
Museion Passage (ground floor)
LINEUP
20:00 TONI TELEFONI (MIK)
21:00 ALPI (Autarchy)

Contatti :

Date e orari evento :

Potrebbe interessarti anche :

  • Buch „Fräulein, bitte zahlen“ ISBN 978-88-6839-707-4, Athesia Verlag, 164 Seiten, 16,90 Euro Autorinnen: - Sigrid Mahlknecht Ebner wohnt in Girlan, Studium der Betriebswirtschaftslehre in Innsbruck, in der Südtiroler Landesverwaltung tätig. Autorin des Buches „Kluges Köpfchen“ (Athesia 2013) - Katharina Weiss wohnt mit ihrer Familie in Rabland, Studium der Politikwissenschaften und Geschichte in Innsbruck Gemeinsame Bücher: Harte Jahre – starke Frauen“ (Athesia 2015) und „Himmelschlüssel“ (Athesia 2017)
  • "L’opera “Mutternichts” di Christine Vescoli è unica nel suo genere. Con toni spesso turbati, dolenti e anche accusatori, l’autrice trasforma la sua visione del rapporto madre-figlia in alta letteratura. Un libro meraviglioso, ostinato, che scava e spazia al tempo stesso, ma soprattutto molto diverso da quello che si usa scrivere oggigiorno. Magnifico, sorprendente, triste e coraggioso, questo romanzo offre, ad ogni pagina, molteplici prospettive. Molto bello." (Michael Krüger – scrittore, editore e traduttore). Dietro le spalle di sua madre c’è sempre stato, in tutta la sua vita, un nulla avvolgente, imperscrutabile. Dopo la sua morte, la figlia inizia a indagare, vuole capire cosa sua madre nascondesse del proprio passato, cosa avesse sempre taciuto. I miseri indizi di cui dispone – pochi racconti, ricordi sussurrati, qualche fotografia e ritaglio di giornale – le devono bastare per ricostruire l’infanzia dura e fredda di sua madre, trascorsa in un maso a lei estraneo e in una valle sperduta dell’Alto Adige. Chi era sua madre? Accostandosi piano piano a quel passato, la voce narrante si chiede continuamente se quella che sta raccontando è davvero la verità o se invece è una ricostruzione diversa, una realtà creata dalle parole scelte, che non coincide con la vera vita di sua madre. “Mutternichts” è l’intenso e poetico romanzo d’esordio di Christine Vescoli, che riprende in un’ottica nuova un rapporto senza tempo come quello d’amore tra madre e figlia. Christine Vescoli, bolzanina di nascita, studia letteratura tedesca e storia dell’arte a Vienna. Svolge attività di lettorato e insegnamento nei licei e lavora come pubblicista nell’ambito della critica letteraria per la “Neue Südtiroler Tageszeitung”. Dal 2009 è coordinatrice di Literatur Lana e curatrice delle giornate letterarie di Lana. Modera l’incontro con l’autrice Katrin Hillgruber, critica letteraria e giornalista free lance di Monaco. Un evento congiunto della Biblioteca provinciale “Dr. Friedrich Teßmann” e del Südtiroler Künstlerbund. ORE 20:00
  • L'evento si tiene dal 05 Feb 2024 al 29 Feb 2024
    Esposizione di libri nella sala di lettura - febbraio 2024 Le nostre decisioni e azioni quotidiane non hanno solo un impatto immediato sul nostro ambiente, ma plasmano anche il mondo dei nostri figli e delle generazioni future. Il fatto che consumiamo annualmente le risorse di 1,7 Terre (https://overshoot.footprintnetwork.org sottolinea l'urgente necessità di un cambiamento di mentalità e di azioni concrete. Ogni individuo è chiamato e ha la possibilità di rivedere e adattare il proprio atteggiamento e stile di vita in termini di sostenibilità, perché il vero cambiamento inizia su piccola scala. I libri esposti nella Sala Lettura a febbraio trattano vari aspetti della sostenibilità e della consapevolezza ambientale: dall'architettura innovativa in legno all'agricoltura urbana e all'economia circolare, dalla riparazione e dal fai-da-te alla micromobilità, agli uffici verdi e alla cucina rispettosa del clima. I media selezionati rimarranno esposti nella Sala lettura fino alla fine di febbraio e possono essere presi in prestito.