banner inside 01 it

TANGO MACONDO - Pubblicato da martin_inside

0

Informazioni evento

Il venditore di metafore

drammaturgia e regia Giorgio Gallione
liberamente ispirato a “Il venditore di metafore" di Salvatore Niffoi, Ed. Giunti
musiche originali Paolo Fresu

con Paolo Fresu (tromba e flicorno), Daniele di Bonaventura (bandoneon), Pierpaolo Vacca (organetto)

con Ugo Dighero, Rosanna Naddeo, Paolo Li Volsi
danzatori Luca Alberti, Alice Pan, Valentina Squarzoni, Francesca Zaccaria
coreografie Giovanni Di Cicco in collaborazione con DEOS
scene Marcello Chiarenza

Narrazione e musica, tanghi e musica popolare, riti arcaici e onirica contemporaneità si fondono in "Tango Macondo2, nuova produzione del Teatro Stabile di Bolzano che racconta la storia di Matoforu, un “venditore di metafore” sardo e del suo amore grande, Anzelina Bisocciu, la sua cantatrice. La musica di composta da Paolo Fresu ed eseguita dal vivo assieme a Daniele di Bonaventura e Pierpaolo Vacca, si fonde con parole e danza. Un viaggio “ai confini tra il delirio e la geografia” che dalla Sardegna, arriva a incrociare Macondo, il paese immaginario nato dall’universo onirico e mitico di Gabriel García Márquez con tutto il suo bagaglio di visioni e prodigi.

Contatti :

Il prossimo evento si terrà tra :

00

giorni

00

ore

00

minuti

00

Date e orari evento :

Giovedì 28 Ott 2021
  • Gio 28 Ottobre, 202120:30

Potrebbe interessarti anche :

  • Venerdì 19 Nov 2021
    42° CONCORSO NAZIONALE DEL TEATRO DIALETTALE STEFANO FAIT Compagnia 30 all'ora (CE) commedia in dialetto napoletano due atti di Gianni Clementi regia Valeria D'Amore COMPAGNIA 30 ALL'ORA - Associazione Artistica di Casagiove (CE) Nunzia e Tullia dividono la stessa casa da due anni, così diverse, così uguali. Nunzia sogna, ci crede, aspetta, si siede, sorride e impara poesie a memoria. Tullia, semplicemente non ci crede più, gioca alla vita senza divertirsi, ha gli occhi scuri come chi si addormenta senza sognare. Nunzia e Tullia sono due prostitute additate dalla morale comune come donnacce. Sono belle nei vestiti sgargianti mentre organizzano un viaggio in Egitto per festeggiare il pensionamento, girare il mondo, cene nei migliori ristoranti. Ma a certe vite forse non è assicurato neanche un lieto fine, un incontro sconvolgerà i loro piani. Un uomo molto particolare, le metterà di fronte ad una scelta difficile. Biglietto singolo spettacolo: 9,00 euro - Biglietto ridotto 7,00 euro (ragazzi under 12 - anziani over 65 - soci UILT - gruppi organizzati, circoli ecc. solo per abbonamenti e per un minimo di 10 persone) Abbonamento a 8 spettacoli 50,00 euro - Abbonamento ridotto a 8 spettacoli 40,00 euro. ATTENZIONE! A causa delle disposizioni anti covid 19 posti limitati a seconda delle norme Per agevolare l'entrata e per i pochi posti a disposizione è preferibile acquistare i biglietti in prevendita oppure online
  • Giovedì 11 Nov 2021
    scritto e diretto da Fausto Paravidino regia Fausto Paravidino scene Laura Benzi costumi Sandra Cardini luci Gerry Buzzanca musiche Enrico Melozzi maschere Stefano Ciammitti video Opificio Ciclope con Rocco Papaleo, Fausto Paravidino e con (in ordine alfabetico) Federico Brugnone, Romina Colbasso, Marianna Folli, Iris Fusetti, Daniele Natali Teatro Stabile di Bolzano, Teatro Stabile di Torino- Teatro Nazionale Un nuovo spettacolo dedicato all’antieroe Peachum, il re dei mendicanti dell’Opera da Tre Soldi di Bertolt Brecht. «Peachum è una figura del nostro tempo più ancora che del tempo di Brecht» sostiene Paravidino, autore del testo «Dipende dal denaro senza neanche prendersi la briga di esserne appassionato. Non è avido. Non ambisce a governare il denaro, è governato dal denaro.»