TOP banner inside AZB corsi estivi

La città senza nome - Pubblicato da martin_inside

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

con Lucas Da Tos e Matteo Campagnol

In questo lavoro che unisce leggende, storie popolari e testimonianze di chi ha vissuto un'America Latina lontana dalle grandi città, il protagonista si ritrova catapultato in una città abbandonata a se stessa, dove gli abitanti, figure grottesche di un'Argentina dimenticata, raccontano la loro vita e le loro speranze permettendoci così di "spiare" una vita e un tempo lontano. Un racconto fantastico, una fiaba per adulti, una storia per ricordarci di non smettere mai di credere ai miracoli.
Questo lavoro porta avanti una ricerca artistica, nata in occasione del Festival Internazionale di Storytelling del 2018, tra Matteo Campagnol e Lucas Joaquin Da Tos che ha come obiettivo quella di tentare di unire linguaggi come la narrazione, la maschera e la musica in un unico linguaggio scenico.

Ingresso gratuito

Contatti :

Date e orari evento :

Venerdì 11 Giu 2021

Potrebbe interessarti anche :

  • Giovedì 24 Giu 2021
    di Dario Fo regia e interpretazione Ugo Dighero produzione Teatro Nazionale di Genova “Mistero buffo” è l’opera che ha reso celebre Dario Fo in tutto il mondo: uno spettacolo-contenitore che volava sulle giullarate medievali per planare sulla satira politica e sull’attualità. Ugo Dighero rivisita due brani tratti dal patrimonio letterario di Fo e fonde comicità trascinante e contenuti forti senza mai perdere la leggerezza e la poesia che caratterizzano il teatro di Dario Fo.
  • Venerdì 18 Giu 2021
    di e con Martina Pisciali (attrice), Tommaso Zamboni (musicista) Un viaggio da Oriente a Occidente liberamente ispirato alla Rotta Balcanica e alla sua geografia di fiumi, muri, popoli e cieli. Ingresso gratuito
  • Lunedì 28 Giu 2021
    di Dario Fo regia e interpretazione Ugo Dighero produzione Teatro Nazionale di Genova “Mistero buffo” è l’opera che ha reso celebre Dario Fo in tutto il mondo: uno spettacolo-contenitore che volava sulle giullarate medievali per planare sulla satira politica e sull’attualità. Ugo Dighero rivisita due brani tratti dal patrimonio letterario di Fo e fonde comicità trascinante e contenuti forti senza mai perdere la leggerezza e la poesia che caratterizzano il teatro di Dario Fo.