LMB KUPFER WEB 600x220px

Dante da bar - Pubblicato da martin_inside

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

di Roberto Cavosi e Davide Lorenzo Palla
con Davide Lorenzo Palla, Irene Timpanaro, Tiziano Cannas Aghedu
produzione Teatro Stabile di Bolzano

L’amatissima compagnia Tournée da Bar, composta da Davide Lorenzo Palla e Irene Timpanaro, dal musicista Tiziano Cannass Aghedu e diretta da Riccardo Mallus, riscrive assieme al drammaturgo Roberto Cavosi i versi di Dante. Potrete partecipare alla messa in scena di questi “inediti” danteschi in posti non convenzionali di Bolzano e provincia, facendovi coinvolgere nei gironi danteschi in maniera poetica e popolare.

Lo spettacolo rientra nelle iniziative dedicate alla celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri.

Contatti :

Date e orari evento :

Lunedì 14 Giu 2021

Potrebbe interessarti anche :

  • Sabato 21 Ago 2021
    Uno spettacolo di Teatro Pop Regia. Nicola Benussi In scena: Nicola Benussi - Stefania Bertola - Cristiano Benussi - Alice Lorenzi Light designer: Iris Gregorini Drammaturgia: Nicola Benussi L’entrata è libera per tutti - ma è necessaria la prenotazione all amail: info@teatroblu.net oppure al What’s Up 335 8133551. Un Fratellino e una Sorellina. Sì! Sono proprio un Fratellino e una Sorellina. Hanno deciso di partire per scoprire tutte le meraviglie del mondo. Perché per loro la cosa più importante è vedere, vedere in prima persona e con i propri grandi occhi. Un’avventura in cui i Fratellini si perderanno per poi ritrovarsi e continuare a vivere pieni di curiosità. È stato un lungo periodo di brutta pandemia. Un periodo che ha toccato anche i bambini. È stato un periodo un poco “buio” e strano - dove tante cose sono mancate. Lo spettacolo vuole essere una metafora della grande avventura che i bambini hanno vissuto in questo periodo e il racconto di come sia possibile guardare alla vita con un sorriso. Uno spettacolo di - TEATRO POP - adatto al pubblico dei grandi e dei piccoli. Uno spettacolo da godersi all’aperto nelle sere d’estate, per vivere un momento di divertimento e di partecipazione e, perché no, passare una bella serata in compagnia. Vi aspettiamo!!!
  • Giovedì 26 Ago 2021
    commedia brillante in due atti di Daniele Falleri titolo originale "Delitto al castello" regia Roby De Tomas realizzazione scenografia Bruno De Bortoli da un'idea di Chiara Bolzoni luci e musiche Andrea Mastroianni e Moreno Ravagnani costumi Ida Dacome organizzazione e distribuzione Loris Frazza produzione FILODRAMMATICA DI LAIVES Personaggi e interpreti: GEORGE - futuro sposo Gianluca Bona MICHAEL - futuro sposo Alex Forti AMALIA - madre di Michael Carmen Zanata AGOSTINO - padre di Michael Luca Bertolini MERI - madre di George Chiara Bolzoni IGNAZIO - padre di George Bruno De Bortoli LORY - cameriera, aspirante attrice Alice Ravagnani Una moderna commedia degli equivoci: non amanti nascoste, corna e tradimenti, entrate e uscite a tempo dalle porte ma battute folgoranti, situazioni comiche e personaggi "realmente improbabili"... nessuna propaganda, nessuna bandiera gay-anti gay da avvalorare ma brillantemente in primo piano un tentativo di convivenza di una coppia di ragazzi che si amano e che forti della loro gioventù non vogliono farsi condizionare dalle convenzioni dei grandi. Sullo sfondo il mondo degli adulti - (adulti? Non si direbbe...) - che vorrebbero uniformare i ragazzi ai loro schemi e pregiudizi. Questi tentativi (piuttosto maldestri) porteranno grande scompiglio a chi credeva di avere grandi certezze. - Roby De Tomas
  • Venerdì 30 Lug 2021
    DJ TOVEL / MATTEO FRANCESCHINI LIVE SET The Circle “The Circle è una performance elettronica che lavora su micro-frammenti tratti da alcuni dei più celebri balletti classici. Partendo da antiche (e quasi introvabili) registrazioni su vinile, la composizione riporta alla luce microscopiche sequenze grazie al “crate digging”, la pratica di scavare letteralmente tra pile di vinili per trovare il sample perfetto da campionare, tecnica che rivoluzionò lo stile hip hop e la cultura musicale negli anni ’90. Il live set si presenta come un “quaderno d’appunti” e raccoglie all'interno di un'unica arcata narrativa diverse immagini musicali, gesti sonori e figure espressive. Esse appaiono come una successione organizzata di eventi in una sorta di coreografia invisibile, un pas de deux tra passato e presente, tra scrittura orchestrale ed elettronica. Il materiale di partenza è costantemente trasformato (attraverso l'applicazione di diversi trattamenti informatici) al fine di decostruirlo e per riportare ogni singolo frammento evocato al loro status di scintilla creativa. È proprio a questa “luce”, che alimenta costantemente il lavoro di ogni compositore, che ho voluto dare voce”. Matteo Franceschini