banner inside 01 it

Utente : martin_inside

Eventi di : martin_inside

0
Music
Sabato, 08 Ott 2022 21:00

L’8 ottobre 2022 DAVID GARRETT arriva a Bolzano con il nuovo Tour ALIVE. David Garrett, virtuoso e rockstar del violino, annuncia oggi il suo ALIVE Tour 2022. È un tour mondiale nuovo di zecca – a seguito dell’uscita nell’ottobre scorso dell’album “Alive, My Soundtrack” – che sostituisce quello precedentemente programmato. La data di Bolzano è l’11 maggio 2022 I biglietti precedentemente acquistati per l’Unlimited Live 2020 e 2021 per le date riprogrammate nel 2021, restano validi per le date corrispondenti dell’ALIVE TOUR 2022. Le prevendite sono aperte nei circuiti autorizzati online e sul territorio Ticketone.it, Ticketmaster.it e Vivaticket.com. David Garrett nel 2020 ha festeggiato 10 anni di carriera musicale all’insegna del crossover e per questo aveva programmato un album e un tour mondiale, “Unlimited Live”, per celebrarli, prima che il mondo si fermasse. “Non vedevo l’ora di esibirmi dal vivo per voi – ha dichiarato ai fan– e speravo di poterlo fare almeno nel 2021, ma non è stato possibile.. Per quanto questo mi rattristi, sono come sempre determinato a guardare oltre e sono elettrizzato al pensiero di potervi presentare un nuovo show, basato su ALIVE, per il prossimo anno. Sogno già il momento in cui nel 2022 ci ritroveremo e torneremo a goderci i concerti tutti insieme”. Intimo come un concerto in salotto, ma inebriante come uno show da stadio, il nuovo ALIVE Tour segna un nuovo inizio per la rockstar del violino David Garrett, ma anche un ritorno alle origini: brani entusiasmanti con i quali celebrare la vita, una nuova frontiera del crossover, in grado di mescolare il virtuosismo della musica classica con le melodie delle grandi canzoni pop, pelle d’oca assicurata! Finalmente nel 2022 l’artista torna sul palco per suonare dal vivo in tutto il mondo con la sua band, in un allestimento volto a creare intimità fra lui e il pubblico che lo ha tanto atteso.

0
Theatre
Martedì, 27 Set 2022 20:00

Luis aus Südtirol: unterwegs… seit über 20 Jahren Luis aus Südtirol ist unterwegs. Und das seit über 20 Jahren. Dieser Titel beinhaltet eine ganze Menge erfreulicher Informationen. Zum Beispiel, dass Luis aus Südtirol zur Freude aller Fans weiterhin auf Tour ist und den gesamten südlichen deutschen Sprachraum bereist. Seine Fangemeinde hat sich über die Jahre stets vergrößert und würde längst bis Südafrika reichen, würde man ihn dort nur verstehen. Seit über 20 Jahren unterwegs sein heißt zum Beispiel auch, dass Luis aus Südtirol bereits zu den alten Hasen auf den Kabarett- und Kleinkunstbühnen des deutschen Sprachraums gehört. Seit über 20 Jahren bringt er die Menschen aller Altersgruppen zum Lachen. Sein generationsübergreifender Humor sucht in der Comedywelt seinesgleichen: Scharfsinnig und hintergründig, manchmal auch spitzzüngig und frech, aber niemals unter der Gürtellinie. So lieben ihn seine Fans, ob jung oder jung geblieben. Luis aus Südtirol ist unterwegs und spielt ein Bühnenprogramm, das eigentlich kein Programm ist. Es ist das, was Manfred Zöschgs eigene Lieblingsnummern der letzten 20 Jahre sind. Es ist das, was gerade aus der Situation entsteht. Es ist das, was tagesaktuellen Bezug hat. Und wenn das Publikum Glück hat, kann es manchmal auch das sein, was er auf Zuruf spielt.

0
Others
Sabato, 24 Set 2022 09:00-12:00 |

La festa degli ingombranti è il modo più semplice per liberarsi di cose usate ma in buono stato. Durante la manifestazione ognuno può portare o prendere in modo del tutto gratuito gli oggetti che gli interessano. Unica condizione: mobili, elettrodomestici e qualsiasi altro oggetto usato deve essere in buone condizioni e funzionante. Ritiro gratuito: è possibile richiedere il ritiro gratuito di mobili o altri oggetti di grandi dimensioni chiamando il numero 0471-997438 oppure il numero 3481561706. Il ritiro sarà effettuato il giorno precedente alla festa degli ingombranti. Alcuni esempi di cose che si trovano alla festa degli Ingombranti: - mobili - materassi, tappeti e biancheria per la casa - elettrodomestici funzionanti - abiti e scarpe usati ma in buono stato - libri, giocattoli, accessori per bambini e neonati - stoviglie, specchi, soprammobili Le feste degli ingombranti 2022: - 24 settembre: Piazzetta Bersaglio - 22 ottobre: Piazza G. Matteotti Orario: 9.00 -12.00 In caso di maltempo la festa viene rinviata al sabato successivo.

0
Theatre
Venerdì, 23 Set 2022 20:00

Luis aus Südtirol: unterwegs… seit über 20 Jahren Luis aus Südtirol ist unterwegs. Und das seit über 20 Jahren. Dieser Titel beinhaltet eine ganze Menge erfreulicher Informationen. Zum Beispiel, dass Luis aus Südtirol zur Freude aller Fans weiterhin auf Tour ist und den gesamten südlichen deutschen Sprachraum bereist. Seine Fangemeinde hat sich über die Jahre stets vergrößert und würde längst bis Südafrika reichen, würde man ihn dort nur verstehen. Seit über 20 Jahren unterwegs sein heißt zum Beispiel auch, dass Luis aus Südtirol bereits zu den alten Hasen auf den Kabarett- und Kleinkunstbühnen des deutschen Sprachraums gehört. Seit über 20 Jahren bringt er die Menschen aller Altersgruppen zum Lachen. Sein generationsübergreifender Humor sucht in der Comedywelt seinesgleichen: Scharfsinnig und hintergründig, manchmal auch spitzzüngig und frech, aber niemals unter der Gürtellinie. So lieben ihn seine Fans, ob jung oder jung geblieben. Luis aus Südtirol ist unterwegs und spielt ein Bühnenprogramm, das eigentlich kein Programm ist. Es ist das, was Manfred Zöschgs eigene Lieblingsnummern der letzten 20 Jahre sind. Es ist das, was gerade aus der Situation entsteht. Es ist das, was tagesaktuellen Bezug hat. Und wenn das Publikum Glück hat, kann es manchmal auch das sein, was er auf Zuruf spielt.

0
Theatre
Giovedì, 22 Set 2022 20:00

Luis aus Südtirol: unterwegs… seit über 20 Jahren Luis aus Südtirol ist unterwegs. Und das seit über 20 Jahren. Dieser Titel beinhaltet eine ganze Menge erfreulicher Informationen. Zum Beispiel, dass Luis aus Südtirol zur Freude aller Fans weiterhin auf Tour ist und den gesamten südlichen deutschen Sprachraum bereist. Seine Fangemeinde hat sich über die Jahre stets vergrößert und würde längst bis Südafrika reichen, würde man ihn dort nur verstehen. Seit über 20 Jahren unterwegs sein heißt zum Beispiel auch, dass Luis aus Südtirol bereits zu den alten Hasen auf den Kabarett- und Kleinkunstbühnen des deutschen Sprachraums gehört. Seit über 20 Jahren bringt er die Menschen aller Altersgruppen zum Lachen. Sein generationsübergreifender Humor sucht in der Comedywelt seinesgleichen: Scharfsinnig und hintergründig, manchmal auch spitzzüngig und frech, aber niemals unter der Gürtellinie. So lieben ihn seine Fans, ob jung oder jung geblieben. Luis aus Südtirol ist unterwegs und spielt ein Bühnenprogramm, das eigentlich kein Programm ist. Es ist das, was Manfred Zöschgs eigene Lieblingsnummern der letzten 20 Jahre sind. Es ist das, was gerade aus der Situation entsteht. Es ist das, was tagesaktuellen Bezug hat. Und wenn das Publikum Glück hat, kann es manchmal auch das sein, was er auf Zuruf spielt.

0
Theatre
Mercoledì, 21 Set 2022 20:00

Luis aus Südtirol: unterwegs… seit über 20 Jahren Luis aus Südtirol ist unterwegs. Und das seit über 20 Jahren. Dieser Titel beinhaltet eine ganze Menge erfreulicher Informationen. Zum Beispiel, dass Luis aus Südtirol zur Freude aller Fans weiterhin auf Tour ist und den gesamten südlichen deutschen Sprachraum bereist. Seine Fangemeinde hat sich über die Jahre stets vergrößert und würde längst bis Südafrika reichen, würde man ihn dort nur verstehen. Seit über 20 Jahren unterwegs sein heißt zum Beispiel auch, dass Luis aus Südtirol bereits zu den alten Hasen auf den Kabarett- und Kleinkunstbühnen des deutschen Sprachraums gehört. Seit über 20 Jahren bringt er die Menschen aller Altersgruppen zum Lachen. Sein generationsübergreifender Humor sucht in der Comedywelt seinesgleichen: Scharfsinnig und hintergründig, manchmal auch spitzzüngig und frech, aber niemals unter der Gürtellinie. So lieben ihn seine Fans, ob jung oder jung geblieben. Luis aus Südtirol ist unterwegs und spielt ein Bühnenprogramm, das eigentlich kein Programm ist. Es ist das, was Manfred Zöschgs eigene Lieblingsnummern der letzten 20 Jahre sind. Es ist das, was gerade aus der Situation entsteht. Es ist das, was tagesaktuellen Bezug hat. Und wenn das Publikum Glück hat, kann es manchmal auch das sein, was er auf Zuruf spielt.

0
Music
Venerdì, 09 Set 2022 20:30

Programma e informazioni Trascrizioni da Franz Liszt Lasso/Liszt: Regina coeli Bach/Liszt: Adagio Sonata per violino BWV 1017 Chopin/Liszt: Preludio op. 28/9 Verdi/Liszt: Agnus Dei (Messa da Requiem) Wagner/Liszt: Coro pelegrini (Tannhäuser) Nicolai/Liszt: Ouverture (Kirchliche Festouvertüre über "Ein feste Burg ist unser Gott") op. 31 Seismograph . Composizione audiovisiva Musica: Ferruccio Bartoletti & Dietrich Oberdörfer . Pittura: Reinhold Tappeiner

0
Kids
Venerdì, 09 Set 2022 16:30

PROGRAMMA Burattinaio: Gernot Nagelschmied Musica dal vivo con TheatTrio (Arpa, flauti, contrabbasso e tutto quello che possiamo portare con la macchina!) Perché l’inizio è sempre la cosa più difficile? E se iniziassimo con «C’era una volta»? Sì, sì! C’era una volta una contessa severa, su un’isola molto lontana. Viveva lì con la sua bella figliastra … e c’era il figlio del mugnaio … e oplà i due si innamorano e vogliono sposarsi. Sì, così puo succedere! Con bottiglie, lampioni, lattine di tè, posate, un secchio di latta e molto altro ancora, vi racconteremo che, nonostante gli intrighi di una contessa, l’amore vince sempre!

0
Music
Martedì, 06 Set 2022 20:30

Bongo cha cha cha Greta Marcolongo - voce Roberto Tubaro - pianoforte Stefano Nicli - chitarra Matteo Cuzzolin - sax Matteo Dallapé - batteria Torna, per un’unica data estiva, “Ma che musica, live!”. Indossa l’abito delle feste e preparati a ballare e cantare a ritmo di swing, charleston e rock’n’roll. Da Duke Ellington a Natalino Otto, da Caterina Valente a Mina, un mix di musiche e storie senza tempo per accompagnare un evento senza precedenti. Dress code? Oui, très chic! Prenotazione obbligatoria Rassegna In Scena Estate - Teatro Cristallo

0
Music
Domenica, 04 Set 2022 18:00

Torna il cantastorie che da quarant’anni immortala con le sue canzoni il mondo odierno, fatto di buoni e cattivi, sbeffeggiando i potenti e inneggiando alla forza umana della gente, passando per il più classico tra i sentimenti ispiratori dei poeti della canzone, l’amore. Edoardo Bennato torna live con un concerto ad alto contenuto Rock&Blues proponendo i suoi brani più celebri e una selezione di nuove canzoni tratte dall’ultimo album ‘Non c’è’. Due ore di musica e l’interazione con il pubblico per un evento da vivere dall’inizio alla fine. Un’esperienza emozionale con brani e melodie che sono entrati a far parte del nostro immaginario collettivo a cui sarà difficile resistere; per ritrovare, attraverso il potere della musica, vibrazioni ed emozioni che fanno bene all’anima. Molte delle sue canzoni sono entrate nell’immaginario collettivo e sono ormai la colonna sonora di almeno due generazioni. Questi includono, naturalmente, “Viva la Mamma” e l’inno del calcio “Un’estate Italiana”. Il biglietto comprende: • Ingresso al concerto • Salita e discesa con la funivia da Brunico/Riscone o Valdaora • Parcheggio presso la stazione a valle Come raggiungere il luogo del concerto: Per il concerto di Edoardo Bennato (19.06.) : • Il luogo del concerto è raggiungibile esclusivamente tramite la funivia da Brunico/Riscone • Salita con il biglietto del concerto a partire dalle ore 16.00 • Il concerto inizia alle ore 18.00 • ultima discesa per Brunico/Riscone alle ore 21.00 • Parcheggio gratuito presso la stazione a valle di Riscone Presso il luogo del concerto: I concerti si terranno in montagna ad alta quota (2.275 m slm), all’aperto e sul prato, quindi senza sedie per il pubblico. Si consiglia vivamente di portare • coperte picnic isolanti e/o cuscini • abbigliamento adeguato compreso protezione dal freddo e dalla pioggia Gastronomia e concomitanti: I ristoranti e rifugi in cima del Plan de Corones saranno aperti per il pubblico fino alle ore 22.00. Saranno aperti i musei Messner Mountain Museum Corones e il LUMEN museo della fotografia di montagna. Saranno applicate le misure di contenimento del Coronavirus che saranno in vigore il giorno dello spettacolo.

0
Music
Sabato, 03 Set 2022 20:30

PROGRAMMA J.S. BACH (1685-1750) Schafe können sicher weiden BWV 208 W.A. MOZART (1756-1791) Sonata in Sol maggiore K. 357 (incompiuta) I. Allegro II. Andante Sonata in Fa maggiore K. 497 I. Adagio - Allegro molto II. Andante III. Allegro J. BRAHMS (1833-1897) 3 Danze Ungheresi n. 2 in Re minore: Allegro non assai n. 4 in Fa minore: Poco sostenuto n. 5 in Fa diesis minore: Allegro G. ROSSINI (1792-1868) Ouverture da “L’italiana in Algeri” Il Duo Schiavo-Marchegiani è apprezzato dal pubblico e dalla critica internazionale per lo stile personalissimo, la naturalezza del discorso musicale, la bellezza del suono, l’intensità e la travolgente energia delle loro interpretazioni. Parallelamente a un’intensa attività solistica, dal 2006 Sergio Marchegiani e Marco Schiavo formano un duo pianistico tra i più attivi e dinamici sulla scena italiana e internazionale. Hanno tenuto molte centinaia di concerti in tutto il mondo, suonando nelle sale più prestigiose. Nel 2013 hanno debuttato al Ravello Festival; nel 2017 hanno tenuto un recital presso la Sala Verdi del Conservatorio di Milano nella Stagione della Società dei Concerti che li ha nuovamente invitati nel 2019. Nel 2014 la prestigiosa etichetta pubblica il loro primo CD dedicato a Franz Schubert che ha ottenuto ottime recensioni dalla critica specializzata: “pianismo totale e d’alta scuola” (Antonio Brenna, “Amadeus”); “Va lodato il duo formato da Schiavo e Marchegiani... L’immenso tema della solitudine [nella Fantasia in Fa minore] e del suo esorcismo è superbamente espresso dai due eminenti pianisti” (Claudio Strinati, “Il Venerdì di Repubblica”). Nel 2018 esce il secondo CD dal titolo “Dances” con le Danze Ungheresi e i Valzer op. 39 di Johannes Brahms. Nel 2020 Decca pubblica un terzo CD con i Concerti per due pianoforti K. 242 e K. 365 di Mozart e il Concerto per pianoforte a 4 mani di Kozeluch registrati a Londra con la Royal Philharmonic Orchestra diretta da Gudni A. Emilsson. Nell’estate 2021 è uscito “Mozart for two”, il nuovo CD interamente dedicato alle Sonate di Mozart.

0
Theatre
Sabato, 03 Set 2022 20:00-
L'evento si tiene dal 03 Set 2022 al 07 Set 2022

Uraufführung, Auftragswerk Blasmusikoper von Thomas Doss nach dem Roman von Vea Kaiser Libretto von Silke Dörner Auftragswerk anlässlich des 200–Jahr–Jubiläums der Bürgerkapelle Gries Koproduktion mit der Bürgerkapelle Gries „Blasmusikpop“ erzählt mit viel Witz und Ironie die Geschichte dreier Generationen im abgeschiedenen Bergdorf St. Peter am Anger. Der junge Johannes A. Irrwein will nicht Fußball spielen, sondern forschen und die Welt entdecken, um in die Fußstapfen seines Großvaters Johannes Gerlitzen zu treten, dem ersten Doktor des Dorfes. Wissensdurstig nach der Welt hinter den Bergen geht er aufs Gymnasium, wo er die klassische Bildung mit allen Mitteln verteidigt. Als er unerwartet durch die Matura rasselt, folgt er dem Ruf seines Lieblingsautors Herodot, dem Vater der Geschichtsschreibung, und beginnt die Chroniken seines Heimatdorfes aufzuschreiben. Neugierig beobachtet er die Traditionen und Eigenheiten der St. Petrianer, folgt der Mütterrunde auf ihren Nordic Walking Touren und schwingt sein Notizheft bei jedem Dorffest, bis er auf seine ganz persönliche Göttin Aphrodite trifft. Von seinem Freund Peppi zum Schriftführer des Fußballvereins verdonnert, verursacht er schließlich das größte Ereignis in der Geschichte St. Peters, das das Bergdorf für immer verändern wird. Silke Dörner hat den Roman von Vea Kaiser in ein sprachlich dichtes, sehr humorvolles Libretto verwandelt. Die Bürgerkapelle Gries wird bei diesem einmaligen Opernprojekt zur Musikkapelle von St. Peter und gleichzeitig schlüpfen die Musiker:innen in die Rollen der Dorfbewohner:innen. Der Komponist Thomas Doss hat den Figuren die Melodien „auf den Leib geschrieben“, ohne dabei weder auf Blasmusik noch auf Pop zu verzichten. Coronabedingt findet nun die Premiere am 01. Januar 2022 als Abschluss des Jubiläumsjahres 2021 und damit am Tag des traditionellen Neujahrkonzertes der Bürgerkappelle Gries statt. Gerade noch rechtzeitig im Jubiläumsjahr der Bürgerkapelle Gries kommt diese Uraufführung coronabedingt nun im Dezember 2021 auf die Bühne. Thomas Doss studierte in Linz, Wien, Salzburg, Maastricht und Los Angeles und ist weltweit als Dirigent, Komponist und Juror tätig. Sein Debüt als Dirigent gab er 1988 am Wiener Konzerthaus mit dem Wiener Kammerorchester. 1991 war er Chefdirigent des Staatlichen Sinfonieorchesters Quedlinburg. Er unterrichtete an der MUK in Wien, am Konservatorium in Bozen und seit 1991 am Oberösterreichischen Landesmusikschulwerk. Thomas Doss erhielt zahlreiche Preise und Auszeichnungen, zuletzt den internationalen „BUMA Music Award“ (Verlag: Hal Leonard - De Haske).

0
Music
Venerdì, 02 Set 2022 20:00

APERTURA CON THOMAS TRAVERSA Ad aprire la serata sarà il gruppo di Thomas Traversa, giovane songwriter e producer di Bolzano. Appassionato di musica italiana e black music, oltre a scrivere brani originali, collabora e produce con artisti locali. Fa parte della crew Supermarket, un collettivo di giovani artisti e producer altoatesini appassionati di musica hip hop, lo-fi, funk. La serata poi proseguirà con il gruppo The Homeless Band che presenterà il suo ultimo disco Reprize - autoprodotto con la collaborazione di Marco Gardini. Nata nel 2001, la Homeless Band dà il meglio di sè dal vivo. Il repertorio e lo stile sono influenzati da leggende quali i Tower of Power, i Blues Brothers e Stevie Wonder. Il gruppo è composto da due cantanti donne, una sezione di ottoni e una sezione ritmica. Prenotazione obbligatoria Rassegna In Scena Estate - Teatro Cristallo

0
Sport
Venerdì, 02 Set 2022
L'evento si tiene dal 02 Set 2022 al 03 Set 2022

L’Adige è il secondo più importante fiume d’Italia. Manifestazione podistica staffetta a tappe per squadre di dieci corridori sulla distanza di 430 km totali dalla sorgente alla foce dell’Adige 1 squadra di 10 corridori divisa in 2 equipaggi 40 tappe di circa 10 km ciascuna Ogni corridore corre 4 tappe non consecutive con un intervallo di riposo di 90 km tra una e l’altra La corsa si svolge per il 95% sulle piste ciclabili che affiancano il fiume La corsa si svolge di giorno e di notte Iscrizione necessaria.

0
Music
Mercoledì, 31 Ago 2022 20:30

Programma e informazioni J.S. Bach: Concerto Brandeburghese n° 3 in sol maggiore BWV 1048 J.S. Bach: Concerto Brandeburghese n° 4 in sol maggiore BWV 1049 J.S. Bach: Concerto Brandeburghese n° 6 in si bemolle maggiore BWV 1051 J.S. Bach: Concerto Brandeburghese n° 5 in re maggiore BWV 1050

0
Theatre
Martedì, 30 Ago 2022 20:30

con Sandra Passarello, Sandra Montagnana e Michele Giro Un percorso fra i simboli del cibo e della fame, narrato e cantato con una varietà di repertorio sia di testi che di musiche, che spazia fra gli anni ‘50 e ‘70 ma che comprende un’universalità di temi legati al cibo e alla relazione dell’essere umano con fame e nutrimento. Dal “cha cha cha delle ciccione”, sorta di ode alla donna florida, al picnic a base di baccalà di Nino Ferrer, fino alla più popolare “Era nato poveretto” che inneggia al popolo, suggerendo di sostituire le bombe coi maccheroni per ritrovare la pace e sconfiggere la guerra. Un puzzle narrato che, componendosi via via, darà vita ad una storia sempre uguale, ovvero che nella vita, ovunque siamo, è davvero tutto buono… quando si ha fame! Prenotazione obbligatoria Rassegna In Scena Estate - Teatro Cristallo

0
Music
Domenica, 28 Ago 2022 18:00

Herbert Pixner Projekt sarà il gruppo che chiuderà la rassegna. “Euforia, energia, tensione, improvvisazione – und fuoco d’artificio di musica popolare tirolese, flamenco, gipsy-jazz, blues, rock e worldmusic”: queste sono le parole con cui i critici osannano i concerti di Herbert Pixner Projekt fondato dal musicista e multistrumentista Herbert Pixner della Val Passiria. Infatti, chi ha mai assistito ad un concerto del gruppo, conosce – o meglio ha già vissuto ciò a cui si riferisce questa descrizione. Il biglietto comprende: • Ingresso al concerto • Salita e discesa con la funivia da Brunico/Riscone o Valdaora • Parcheggio presso la stazione a valle Come raggiungere il luogo del concerto: Per i concerti di Goran Bregovic (17.07.) Milky Chance (07.08) e Herbert Pixner Projekt (28.08.): • Il luogo del concerto è raggiungibile esclusivamente tramite le funivie da Brunico/Riscone e da Valdaora. La relativa stazione deve essere scelta nel momento dell’acquisto del biglietto. • Salita con il biglietto del concerto a partire dalle ore 16.00 • I concerti iniziano alle ore 18.00 • ultima discesa per Brunico/Riscone e Valdaora alle ore 21.00 • Parcheggi gratuiti presso le stazioni a valle di Riscone e Valdaora. Presso il luogo del concerto: I concerti si terranno in montagna ad alta quota (2.275 m slm), all’aperto e sul prato, quindi senza sedie per il pubblico. Si consiglia vivamente di portare • coperte picnic isolanti e/o cuscini • abbigliamento adeguato compreso protezione dal freddo e dalla pioggia Gastronomia e concomitanti: I ristoranti e rifugi in cima del Plan de Corones saranno aperti per il pubblico fino alle ore 22.00. Saranno aperti i musei Messner Mountain Museum Corones e il LUMEN museo della fotografia di montagna. Saranno applicate le misure di contenimento del Coronavirus che saranno in vigore il giorno dello spettacolo.

0
Music
Venerdì, 26 Ago 2022 20:30

PROGRAMMA Sarabande e Gigue Johann S. Bach (1685-1750) Tutte le acque al mare vanno Jorge A. Bosso (1966) Tre Canzoni O. Respighi (1879-1936) Lagrime-Nebbie-Notte Dorogi A. Novikov (1896-1984)/J. A.Bosso Quattro Canzoni d’Amaranta F. P. Tosti (1846-1916)/G. D’Annunzio (1863-1938) Lasciami! Lascia ch’io respiri - L’alba separa dalla luce l’ombra– In van preghi– Che dici, o parola del Saggio Alegoría de un Tango Jorge A. Bosso Oblivion Astor Piazzolla (1921-1992) Serenata Pietro Mascagni (1865-1945) Il Duo formato da Ivana Zecca al clarinetto e Jorge A. Bosso al violoncello è attivo dal 2001 sul panorama musicale nazionale e internazionale con nuove produzioni e prime esecuzioni assolute, ideate e create dal compositore e violoncellista Jorge A. Bosso. Il loro repertorio spazia dalla musica classica fino ai suoni di confine. Musiche nuove e rivisitazioni del passato, sono proposte sotto una prospettiva differente, al fine di creare un terreno fertile di orizzonti che entusiasmano. Anche insieme alla sopranista Patrizia Zanardi, il Duo è stato ospite di numerosi festival musicali europei, accolti sempre positivamente dal pubblico e dalla critica per la loro originalità e per la particolarità dei progetti presentati. Hanno suonato, come solisti, con Orchestre Sinfoniche e Cori Polifonici. Il Duo nasce per proporre musica con la profonda convinzione che il mondo dei suoni sia pervaso da una fusione di stili, da un amalgama di tendenze; alcune più felici di altre, ma senza dubbio alcuno, nell’istante in cui l’associazione di esperienze crea un tutt’uno col bisogno della sua ricezione, il miracolo accade. A questo proposito intraprende un cammino musicale insieme al soprano Patrizia Zanardi per aggiungere un’altra sfera espressiva all’interno del loro ricco programma musicale. Il prodigio della bellezza del quale l’uomo diventa, involontariamente, testimone. Ivana Zecca, Clarinetto Jorge A. Bosso, Violoncello Patrizia Zanardi, Soprano

0
Music
Giovedì, 25 Ago 2022 21:00

L’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento: Le Quattro Stagioni Questo concerto è la data di recupero del 26 agosto 2021. Tutti i biglietti e abonnamenti per il World Music Festival 2021 rimangono validi e non devono essere cambiati. Per maggiori informazioni contattare il numero 0473 270256 o scrivere a info@showtime-ticket.com La Haydn Orchestra Si è costituita nel 1960 per iniziativa dei Comuni e delle Province di Bolzano e di Trento. Il suo repertorio spazia dal barocco ai contemporanei; in più occasioni autori come Luigi Dallapiccola, Luigi Nono, Luciano Berio, Franco Donatoni, Giorgio Battistelli, Ivan Fedele, Stefano Gervasoni, Ney Rosauro, Matteo D’Amico, Giovanni Sollima le hanno affidato loro lavori in prima esecuzione assoluta. Ha stretto rapporti con Johannes Maria Staud, Roberto David Rusconi e Matteo Franceschini quali artisti in residence. L’Orchestra Haydn ha preso parte a diversi festival internazionali, apparendo in Austria (a Bregenz, a Erl, al Mozarteum di Salisburgo e al Musikverein di Vienna), Germania, Giappone (a Otsu e Tokyo), Italia (al Maggio Musicale Fiorentino, alla Sagra Musicale Umbra di Perugia, al Rossini Opera Festival di Pesaro, ad Anima Mundi di Pisa, a MiTo SettembreMusica di Torino e alla Biennale Musica di Venezia), nei Paesi Bassi, negli Stati Uniti d’America, in Svizzera e in Ungheria. Ha da poco terminato una fortunata tournée di sei concerti in Giappone, suonando fra l’altro a Osaka (Festival Hall) e a Tokyo (Suntory Hall). Sul suo podio sono saliti, fra gli altri, Claudio Abbado, Rinaldo Alessandrini, Riccardo Chailly, Ottavio Dantone, Eliahu Inbal, Stanislav Kochanovsky, Alain Lombard, Jesús López-Cobos, Michele Mariotti, Sir Neville Marriner, Riccardo Muti, Daniel Oren, José Serebrier, Sir Jeffrey Tate, Juraj Val?uha, Lorenzo Viotti e Alberto Zedda. Ha ospitato nei suoi concerti solisti come Jean-Efflam Bavouzet, Mischa Maisky, Alexander Toradze e Arkadi Volodos. Dopo il fondatore Antonio Pedrotti si sono succeduti come direttori stabili Hermann Michael, Alun Francis, Christian Mandeal e Ola Rudner. Dopo la quasi trentennale guida di Andrea Mascagni, alla direzione artistica si sono avvicendati Hubert Stuppner, Gustav Kuhn (2003-2012) e Daniele Spini (dal 2013). Dal 2014 Arvo Volmer è il direttore principale dell’Orchestra. Moltissime sono le registrazioni radiofoniche e televisive per la rai; ampio il catalogo di lp, cd e dvd realizzati per Agorá, Amadeus, Arts, Brilliant Classics, Camerata Tokyo, col legno, Concerto, cpo, Dynamic, Multigram, Naxos, Opus Arte, rca, stradivarius, Turn-about, Unitel, Universal, Verdi Records, vmc Classics e Zecchini.

0
Music
Venerdì, 19 Ago 2022 20:30

PROGRAMMA Claude Bolling Suite for Flute and Jazz Piano Trio 1. Baroque and Blue 2. Sentimentale 3. Javanaise 4. Fugace 5. Irlandaise 6. Versatile 7. Véloce Claude Bolling Suite Nr. 2 for Flute and Jazz Piano Trio 1. Affectueuse 2. Amoureuse 3. Entr’Amis 4. Espiegle 5. Intime 6. Jazzy 7. Pastorale Vagabonde Crossover nel segno di Claude Bolling I quattro musicisti affiancano alla loro attivitá concertistica nelle piú rinomate orchestre anche esibizioni come solisti. L’idea di allargare al quartetto nasce dalla collaborazione del Duo Mairhofer Thöni e dall’intento di esplorare nuove pagine musicali affiancate a musicisti di chiara fama professionale. Michelangelo Mercuri, contrabbassista alla Scala di Milano e Christian Miglioranza, batterista e percussionista della Camerata Salzburg, completano questa formazione particolare e capace di abbattere i confini musicali della musica classica ed abbracciare il Jazz. Famoso come pianista di Jazz, compositore di musiche da film e produttore musicale, Claude Bolling era un talento straordinario. Con le sue suite per flauto e Jazz piano trio riesce nel difficile intento di mescolare il genere classico con quello Jazz. Ci aspetta quindi un connubio di stili tutto virtuosistico. Andrea Mairhofer, Flauto Katharina Thöni, Pianoforte Michelangelo Mercuri, Contrabbasso Christian Miglioranza, Batteria

0
Cinema
Giovedì, 18 Ago 2022 21:00

Deutschland 2011, 95 min.; Regie: Léo Khashin; mit: Ryszard Ronczewski, Neil Belakhdar, Neil Malik Abdullah; Berlin. Der 14-jährige Palästinenser Ali wird erwischt, als er bei seinem 84 Jahre alten Nachbarn Alexander einbricht, einem Juden russischer Abstammung. Um sich und seine Familie vor einer Abschiebung zu bewahren, soll er sich bei dem eigensinnigen alten Mann entschuldigen, indem er hilft, die Wohnung zu renovieren. Mit der Zeit freunden sich die beiden ungleichen Nachbarn an, ohne sich von dem spannungsgeladenen Umfeld davon abhalten zu lassen… Info: Alle Veranstaltungen sind als Open-Air-Erlebnisse geplant und finden in der UFO-Arena statt. Bei unsicherem Wetter nehmen Sie deshalb bitte einen Regenschutz und ev. eine Decke mit. Sollte für den Abend starker Regen oder Sturm vorhergesagt sein, finden die Filmvorführungen im Saal und die Konzerte auf der überdachten UFO-Terrasse statt.

0
Music
Mercoledì, 17 Ago 2022 20:30

Swingy Street Rock // Voices Nina Duschek è cantautrice e musicista di strada e vive il palco con molta passione. Dal 2016 scrive le proprie canzoni e fornisce stimoli per ballare e per riflettere, come prova anche la canzone “Denk driber noch”, uscita la scorsa estate. Ha già calcato il palco di diversi club della scena sudtirolese e di festival, dal 2021 è in giro anche con la sua band, che per la prima volta porta a Brunico. Cosa definisce la sua musica: la sua voce focosa e soave allo stesso tempo, sospesa su ritmi giocosi ed accordi di un indie rock dallo spirito libero, che si mischia a soul, reggae, blues e un po’ di trasognatezza, raccontando quello che tocca la sua anima. Sta registrando il suo primo album assieme alla sua band ed ha pubblicato il primo singolo ufficiale, “Married to the Art”. Nina Duschek – voce, chitarra // Damian Pichler – basso // Benedikt Leitner – batteria Info: Tutte le manifestazioni sono programmate come esperienze all’aperto che hanno luogo nell’UFO Arena. In caso di tempo incerto, sarà utile portare antipioggia ed eventualmente coperte. Se per la serata le previsioni danno pioggia forte o tempesta, le proiezioni di film avverranno in sala e i concerti sul terrazzo coperto.

0
Cinema
Martedì, 16 Ago 2022 21:00

Italia 2021, 100 min.; regia: Andrea Segre; con: Paolo Pierobon, Andrea Pennacchi, Roberto Citran; Venezia, isola della Giudecca. Le famiglie di tre fratelli – Alvise, Piero e Toni – si riuniscono a tavola nella casa dove sono nati. Dove ormai abita solo Piero, che pratica ancora la pesca di moeche, ovvero i granchi di laguna. A seguito di un incidente improvviso, l’abitazione di famiglia assume un valore ancora più cruciale e mette Alvise – che vorrebbe ristrutturarla e metterla a rendita come “dimora di charme” per turisti stranieri – contro Piero, ostinatamente contrario a trasferirsi sulla terraferma. Info: Tutte le manifestazioni sono programmate come esperienze all’aperto che hanno luogo nell’UFO Arena. In caso di tempo incerto, sarà utile portare antipioggia ed eventualmente coperte. Se per la serata le previsioni danno pioggia forte o tempesta, le proiezioni di film avverranno in sala e i concerti sul terrazzo coperto.

0
Cinema
Venerdì, 12 Ago 2022 21:30

Regie: Gabi Rothmüller Mit: Georg Kaser, Peter Schorn, Viktoria Obermarzoner, Ingrid M. Lechner, Gianluca Iocolano, Alexander Liegl, Miriam Kaser Text: Alexander Liegl, Peter Schorn Regieassistenz: Michaela Zetzlmann Musik: Stephen Lloyd (Leitung), Markus Dorfmann, Ingo Ramoser, Matthias Baumann Wir zeigen Euch dieses Jahr im Sommerkino unser "Best of Tschumpus"! Drei unserer Eigenproduktionen noch einmal zum Miterleben auf der Leinwand! Zuletzt aus dem Jahr 2019 unser "Grand Hotel Tschumpus! Dieses Stück spielt in einem Land, das wir nicht kennen, das uns aber trotzdem sehr bekannt vorkommt. Und in einer Zeit, die lange vorbei scheint und sich dennoch immer wieder zurückmeldet. Im ersten Haus am Platze tanzt die Crème de la Crème Europas begeistert auf dem Vulkan und gibt sich die goldene Klinke in dieHand. Für internationales Flair ist also gesorgt. Und während in jenem fernen nahen Land dunkelbraune Wolken aufziehen und die Barbarei immer mehr um sich greift, erleben Monsieur Gustavo und sein Hotelboy Bobby eine wirklich unglaubliche Geschichte, die nichts auslässt: Endlose Liebe, ein überraschendes Testament, wütende Erben, strohdumme Militaristen, vier heimtückische Morde, ein sehr teures Gemälde, dunkle Kerker, große Torten, wilde Schießereien, gefühlvolle Jodler und atemberaubende Tänze. “Das Grand Hotel Tschumpus” ist eine durchgeknallte Hommage an dieses Gemäuer, das einmal für Enge und Einschluss stand und heute genau für das Gegenteil.

0
Cinema
Venerdì, 12 Ago 2022 20:00

Italien 2020, 51 min.; Regie: Stefan Ghedina, Redaktion: Verena Duregger; mit: Evelyn Tasser, Leopold Larcher, Astrid Fleischmann u.a.; Film, Musik & Begegnung mit Betroffenen & Expert*innen Wie wirkt sich eine Krebsdiagnose auf eine junge Mutter aus? Wie auf einen sportlichen 70-Jährigen? Was macht es mit Angehörigen, wenn es keine Aussicht auf Heilung mehr gibt? Warum sollten wir über den Tod reden? Und was können Onkologen von ihren Patient*innen lernen? Fast 3000 Menschen erkranken jedes Jahr allein in Südtirol an Krebs. Verena Duregger, Moderatorin der Brunecker Krebsgespräche, und Regisseur Stefan Ghedina haben sich auf den Weg gemacht und Menschen getroffen, die die Krankheit aus verschiedenen Blickwinkeln kennen. Evelyn Tasser bekam mit gerade einmal 27 Jahren die Diagnose Brustkrebs. Leopold Larcher merkte im Urlaub, dass etwas nicht mit ihm stimmt. Sein Sohn Lorenz Larcher behandelt in seiner täglichen Arbeit Krebspatienten und sah sich plötzlich in der Rolle als Angehöriger wieder. Astrid Fleischmanns Mann Georg verstarb an einem Hirntumor. Christoph Leitner arbeitet als Onkologe in Bruneck. Palliativmediziner Matthias Gockel behandelt sterbenskranke Menschen. „Krebs – Reden wir darüber“ – ein Film über Angst, Hoffnung, Trauer, Liebe, und über eine Krankheit, die das Leben verändert. Info: Alle Veranstaltungen sind als Open-Air-Erlebnisse geplant und finden in der UFO-Arena statt. Bei unsicherem Wetter nehmen Sie deshalb bitte einen Regenschutz und ev. eine Decke mit. Sollte für den Abend starker Regen oder Sturm vorhergesagt sein, finden die Filmvorführungen im Saal und die Konzerte auf der überdachten UFO-Terrasse statt.

0
Sport
Venerdì, 12 Ago 2022
L'evento si tiene dal 12 Ago 2022 al 14 Ago 2022

La Dolomitencup si terrà anche nel 2022. La 16a edizione del prestigioso torneo di preparazione si svolgerà dal 12 al 14 agosto 2022 alla Wuertharena di Egna. Una squadra prestigiosa ha già confermato la sua partecipazione. Da oltre un decennio la febbre dell’hockey su ghiaccio dilaga in Bassa Atesina in piena estate, motivata dalla Dolomitencup. Al torneo preparatorio di Egna si sono incontrate le stelle dell’hockey su ghiaccio dei migliori club europei. Adler Mannheim, Sparta Praga, Eisbaeren Berlin, SC Berna, Valerenga Oslo, HC Lugano, Ambri Piotta, Koelner Haie, Nuernberg Ice Tigers, Lorenzkog IK, EV Zug: questi sono alcuni dei nomi delle squadre che negli ultimi anni hanno dato lustro al loro campionato partecipando a questa coppa preparatoria di alto livello. Dopo la pausa legata alla pandemia nel 2020, il torneo ha avuto nuovamente luogo lo scorso agosto ed ha potuto godere di un nuovo volto vincente. Il club svizzero EHC Biel-Bienne ha meritatamente vinto la coppa alla sua prima partecipazione. Ora è certo: i campioni in carica scenderanno alla Würtharena anche nel 2022, in lizza per il loro secondo successo a Egna. Pertanto i tifosi possono aspettarsi una squadra di alto livello. Nella sua lunga storia il Bienne ha vinto tre campionati nella massima serie svizzera di hockey su ghiaccio (1978, 1981, 1983). Dopo un tracollo sportivo nel 1996 i giallo-rossi sono tornati in prima divisione nel 2008, stabilmente i primi posti in classifica. L’anno scorso sono stati eliminati nei pre-playoff, mentre quest’anno sono favoriti per i playoff. Quando l’EHC giocherà alla Wuertharena quest’estate ci saranno importanti presenze con passato addiritura in NHL. Il capitano del Bienne è nientepopodimeno che Gaetan Haas, che ha militato due anni negli Edmonton Oilers ,nella migliore lega del mondo, prima di tornare al suo club di casa nell’estate 2021. La data è stata fissata Anche la data dell’edizione di quest’anno è stata fissata : da venerdì 12 a domenica 14 agosto 2022 si terrà la 16° edizione alla Wuertharena di Egna. Gli organizzatori dell’HC Egna auspicano anche per quest’anno una numerosa partecipazione di tifosi, naturalmente nel rispetto delle norme anti-Covid. L’elenco delle squadre che parteciperanno alla Dolomitencup, oltre alla Bienne, sarà reso noto nelle prossime settimane. Al momento gli organizzatori stanno negoziando con diversi club.

0
Music
Giovedì, 11 Ago 2022 21:00

Questo concerto è la data di recupero del 5 agosto 2021. I biglietti singoli e per il festival già acquistati non perderanno comunque la loro validità e non dovranno pertanto essere sostituiti. Per maggiori informazioni contattare il numero 0473 270256 o scrivere a info@showtime-ticket.com Calypso Queen

0
Cinema
Giovedì, 11 Ago 2022 21:00

Deutschland 2021, 105 min.; Regie: Maria Schrader; mit: Maren Eggert, Dan Stevens, Sandra Hüller; Alma ist eine erfolgreiche und ehrgeizige Wissenschaftlerin am Pergamonmuseum in Berlin. Von ihrer Kollegin lässt sie sich zu einem Experiment überreden. Sie soll für drei Wochen mit dem humanoiden Roboter Tom zusammenleben. Eigentlich will Alma Tom nur in die Ecke stellen, um weiter ungestört ihrem Alltag nachgehen zu können. Doch das ist nicht so einfach, denn Tom ist darauf programmiert, der perfekte Partner für sie zu sein und sie dazu zu bringen, sich zu verlieben… Info: Alle Veranstaltungen sind als Open-Air-Erlebnisse geplant und finden in der UFO-Arena statt. Bei unsicherem Wetter nehmen Sie deshalb bitte einen Regenschutz und ev. eine Decke mit. Sollte für den Abend starker Regen oder Sturm vorhergesagt sein, finden die Filmvorführungen im Saal und die Konzerte auf der überdachten UFO-Terrasse statt.

0
Music
Mercoledì, 10 Ago 2022 20:30

Una serata letteraria-musicale-poetica // Voices Una calda notte d’estate, luci, palco, forse le stelle. Frederick legge dal manoscritto della sua opera prima “Die Rückkehr der Maria Marsala”, la saga di sua nonna, della vita su al paese (Stelvio). Un giallo dell’anima. Due donne all’aratro e un bambino. Marc “Magoman” Giugni accompagna Frederick Helmut Pinggera alla chitarra. Insieme hanno inciso il nuovo album “Fred22”, dal quale per la prima volta offrono degli assaggi. Una serata letteraria-musicale-poetica, accompagnata da immagini in grande formato dalla “Fabbrica dei sogni di Frederick”, fatte dall’autore stesso. Una calda notte d’estate: luci, palco, forse le stelle. Molta musica e molta poesia. Una serata specialissima con l’autore, il musicista, il poeta. Frederick Helmut Pinggera // Marc „Magoman“ Giugni Info: Tutte le manifestazioni sono programmate come esperienze all’aperto che hanno luogo nell’UFO Arena. In caso di tempo incerto, sarà utile portare antipioggia ed eventualmente coperte. Se per la serata le previsioni danno pioggia forte o tempesta, le proiezioni di film avverranno in sala e i concerti sul terrazzo coperto.

0
Kids
Mercoledì, 10 Ago 2022 18:00

freiluft Kinder- und Jugendtheater präsentiert ein Rund-um-Programm für die ganze Familie. Der Verein ist inzwischen in ganz Südtirol bekannt und beliebt für gute Unterhaltung. Der Besuch einer freiluft-Aufführung ist für viele Familien ein alljährliches „Muss“ im sommerlichen Terminkalender. Nachdem das Ensemble mit den Stücken „Der Held im Labyrinth“, „Die Schatzinsel“ und „Drunter&Drüber“ bereits im Tschumpus zu Gast war, kommt es heuer zum vierten Mal mit einer neuen Produktion nach Brixen – spannender und anregender Theaterzauber garantiert!

0
Others
Mercoledì, 10 Ago 2022 18:00

Un appuntamento imperdibile per gli amanti di Bacco nella notte di San Lorenzo. I produttori di Bolzano verseranno le loro migliori etichette. Un’esperienza unica per lasciarsi sorprendere dai sapori, dai profumi e dalle emozioni. Prezzi 5,00 € Standard All’ingresso si dovrà esibire la conferma di prenotazione cartacea o su dispositivo mobile. Ingresso solo con Green Pass valido.

0
Cinema
Martedì, 09 Ago 2022 21:00

Griechenland/Deutschland 2020, 100 min.; Regie: Sonia Liza Kenterman; mit: Dimitris Imellos, Tamila Koulieva, Thanasis Papageorgiou; Nikos ist Schneider aus Leidenschaft. Doch kaum noch verirrt sich ein Kunde in seine Herrenschneiderei in Athen. Ein neues Geschäftsmodell muss her. Kurzerhand zimmert er sich einen fahrbaren Stand, mit dem er von Markt zu Markt fährt. Hochzeitskleider sind gefragt. Inmitten von Tüll und Pailletten erwacht nicht nur seine Schneiderei zu neuem Leben, sondern auch Nikos selbst. Dazu trägt auch seine Nachbarin Olga bei, die ihn als Modeberaterin unterstützt… Info: Alle Veranstaltungen sind als Open-Air-Erlebnisse geplant und finden in der UFO-Arena statt. Bei unsicherem Wetter nehmen Sie deshalb bitte einen Regenschutz und ev. eine Decke mit. Sollte für den Abend starker Regen oder Sturm vorhergesagt sein, finden die Filmvorführungen im Saal und die Konzerte auf der überdachten UFO-Terrasse statt.

0
Music
Domenica, 07 Ago 2022 18:00

I Milky Chance sono il duo folk rock tedesco composto dagli ex compagni di scuola Clemens Rehbein e Philipp Dausch. Entrambi di Kassel, città dell’Assia centrale, sono rispettivamente deejay e cantante/musicista, con un passato nel gruppo jazz dei Flown Tones. Arrivano al successo nel 2014 il singolo “Stolen Dance” e l’album “Sadnecessary”, che gli hanno fatto guadagnare gli elogi dei media più importanti – People, Spin, Rolling Stone, Entertaiment Weekly, Nylon, Blackbook – e hanno consacrato il duo. Durante la pandemia hanno lavorato su nuovi coloriti e sound. Il biglietto comprende: • Ingresso al concerto • Salita e discesa con la funivia da Brunico/Riscone o Valdaora • Parcheggio presso la stazione a valle Come raggiungere il luogo del concerto: Per i concerti di Goran Bregovic (17.07.) Milky Chance (07.08) e Herbert Pixner Projekt (28.08.): • Il luogo del concerto è raggiungibile esclusivamente tramite le funivie da Brunico/Riscone e da Valdaora. La relativa stazione deve essere scelta nel momento dell’acquisto del biglietto. • Salita con il biglietto del concerto a partire dalle ore 16.00 • I concerti iniziano alle ore 18.00 • ultima discesa per Brunico/Riscone e Valdaora alle ore 21.00 • Parcheggi gratuiti presso le stazioni a valle di Riscone e Valdaora. Presso il luogo del concerto: I concerti si terranno in montagna ad alta quota (2.275 m slm), all’aperto e sul prato, quindi senza sedie per il pubblico. Si consiglia vivamente di portare • coperte picnic isolanti e/o cuscini • abbigliamento adeguato compreso protezione dal freddo e dalla pioggia Gastronomia e concomitanti: I ristoranti e rifugi in cima del Plan de Corones saranno aperti per il pubblico fino alle ore 22.00. Saranno aperti i musei Messner Mountain Museum Corones e il LUMEN museo della fotografia di montagna. Saranno applicate le misure di contenimento del Coronavirus che saranno in vigore il giorno dello spettacolo.

0
Sport
Domenica, 07 Ago 2022 10:00

La prima domenica d’agosto è riservata alla Stettiner-Cup. Perciò il prossimo 7 agosto circa 250 atlete e atleti della corsa in montagna si metteranno in marcia da Plan e saliranno fino al rifugio Petrarca. Anche quest’anno la 23a edizione dell’amata corsa in montagna altoatesina nel bel mezzo del Parco Naturale Gruppo di Tessa invoglierà a partecipare con un panorama alpino mozzafiato e un parterre ormai quasi familiare. La Stettiner-Cup si contraddistingue da anni soprattutto per la sua straordinaria organizzazione da parte del Soccorso Alpino di Moso, determinata anche da un numero limitato di partecipanti. D’altronde, in caso di maltempo sarebbe impossibile sistemare migliaia di atlete e atleti presso il rifugio Petrarca o in uno degli altri rifugi lungo il percorso. Pure lo scorso anno un fronte di maltempo aveva fatto saltare tutti i piani previsti per la Stettiner-Cup e, di conseguenza, era stato necessario spostare su due piedi il traguardo alla malga Grünboden Hütte. Quest’anno gli organizzatori, in primis il capo del comitato organizzatore Markus Raich, sperano che la gara possa terminare al traguardo tradizionale presso il nuovo rifugio Petrarca a 2875 metri sul livello del mare, che proprio quest’estate riaprirà dopo la ricostruzione. La gara lunga 10 chilometri con 1255 metri di dislivello è una delle classiche della corsa in montagna in Alto Adige e da anni attira in Alta Val Passiria più o meno gli stessi partecipanti. Perché? È semplice: dopo aver partecipato a questa gara, è difficile resistere al fascino della Stettiner-Cup e non schierarsi al via presso il parcheggio di Plan nella prima domenica di agosto. Gli organizzatori si rallegrano per la 23a edizione Il team degli organizzatori del Soccorso Alpino di Moso non vede l’ora di rivedere i volti dei partecipanti affezionati, oltre che delle altre atlete e degli altri atleti che seguiranno il richiamo della Stettiner-Cup. “La vostra fedeltà e la vostra riconoscenza ci danno la forza, la motivazione e la resistenza necessarie per l’organizzazione. Vogliamo rivolgere un grandissimo ringraziamento anche a tutti i volontari. Senza il loro costante aiuto non sarebbe possibile organizzare questa particolare gara di corsa in montagna in Val Passiria”, afferma orgoglioso il capo del comitato organizzatore Markus Raich. Il suo ringraziamento va anche agli sponsor e ad Andreas Schwarz, gestore del rifugio Petrarca: “Soltanto grazie all’energico sostegno e all’appoggio dei nostri partner che sono prevalentemente della nostra valle, è possibile svolgere di nuovo questa gara. Alcuni nostri partner partecipano anche attivamente alla gara e questo, naturalmente, ci rende molto felici.” Iscrizioni aperte Coloro che non vogliono perdersi la spettacolare corsa in montagna fino al rifugio Petrarca in programma il 7 agosto, possono iscriversi sul sito della manifestazione (www.stettiner-cup.com) al modico prezzo di 30 euro. Anche quest’anno nella quota d’iscrizione è incluso un pacco gara unico con diversi gadget funzionali e specialità locali.

0
Theatre
Venerdì, 05 Ago 2022 21:00

di & con Gianluca Iocolano con Patrizia Solaro Musica: Roberto Tubaro Gli Ossoboogie sono: Roberto Tubaro - voce/Piano/effetti Stefano Nicli - chitarra/voce Matteo Dallape' - Batteria Matteo Cuzzolin - Sax tenore Marco Pisoni - Sax baritono Christian Stanchina - tromba Die „io.co Show“ kommt in den Tschumpus! E poi si balla con gli Ossoboogie! Aus einer Idee, die im Keller der Dekadenz in Brixen geboren wurde, entstand die " io.co Show", ein schillernder zweisprachiger Abend! Der klassischen Late-Night Show nachempfunden, mit spannenden Gästen und ironischen Kommentaren! Riflessioni satiriche, giochi improbabili e domande esilaranti sono gli ingriedienti di uno spettacolo unico. Durch den Abend führt Gianluca Iocolano, der auf liebevoll kritische Art und in bester Late-Night-Manier dem Südtiroler Establishment auf den Zahn fühlt. Accompagnato dal Maestro Roberto Tubaro, che trasformerà in musica anche le più solide argomentazioni dolomitiche, e insieme a Patrizia Solaro, per l’occasione valletta d’altri tempi, Iocolano accoglierà sul palco due super ospiti a sorpresa! Danach können sich Publikum und Gäste an Bord des Ossoboogie-Schiffes austoben! Die Band zeigt Ihnen die Ozeane des Swing, führt Sie durch die Stürme des Funk und lässt Sie die Strömungen des Mambo erforschen und ferne Inselgruppen entdecken. Le nostre certezze musicali rischieranno di essere stravolte sotto i venti costanti del boogie-woogie! Salpate con noi, tra le onde del Mar Tschumpus!

0
Partyzone
Venerdì, 05 Ago 2022 18:00-01:00 |
L'evento si tiene dal 05 Ago 2022 al 07 Ago 2022

La tradizionale festa dei portici è una delle feste di paese più antiche in Alto Adige. Offre musica, divertimento, specialitá culinarie e un ampio programma quadro.

0
Cinema
Giovedì, 04 Ago 2022 21:00

Dokumentation, Australien/Neuseeland 2019, 80 min.; Regie: Fergus Grady, Noel Smyth; Sechs Menschen aus Australien und Neuseeland machen sich auf den Weg, um den legendären Jakobsweg zu gehen. Sie sind alle sechs sehr unterschiedlich, gemeinsam ist ihnen, dass sie nicht nur ihre körperlichen Leistungsgrenzen ausloten wollen, sondern auch persönliche Schicksalsschläge zu bewältigen haben. Auf dem berühmten 800 Kilometer langen Pilgerweg durch Spanien wollen sie Antworten finden und lernen, mit ihrer Trauer umzugehen. Info: Alle Veranstaltungen sind als Open-Air-Erlebnisse geplant und finden in der UFO-Arena statt. Bei unsicherem Wetter nehmen Sie deshalb bitte einen Regenschutz und ev. eine Decke mit. Sollte für den Abend starker Regen oder Sturm vorhergesagt sein, finden die Filmvorführungen im Saal und die Konzerte auf der überdachten UFO-Terrasse statt.

0
Music
Giovedì, 04 Ago 2022 20:30

PROGRAMMA Wolfgang Amadeus Mozart Ave verum corpus coro e organo Angelo Mazza Padre nostro coro a cappella Luigi Molfino O sacrum convivium coro a cappella Maurice Duruflè Ubi caritas coro a cappella Gabriel Fauré Cantique de Jean Racine coro e organo Lorenzo Donati Ecce quomodo coro a cappella P?teris Vasks Pater noster coro e organo Lorenzo Donati Sapientia coro e viola Arvo Pärt Vater unser coro e organo Bob Chilcott Beach coro e viola Giacomo Puccini Piccolo Requiem coro, viola e organo Arvo Pärt Da pacem, Domine coro e organo Il Coro Polifonico Castelbarco di Avio (Trento), fondato nel 1973, dopo vari direttori si è affidato al M° Luigi Azzolini che lo ha guidato dal 1985 al 2015. Il Coro si è esibito in Italia, Austria, Polonia, Germania, Svizzera, Repubblica Ceca e Stati Uniti d’America, ha collaborato ad importanti manifestazioni musicali ed è stato premiato in concorsi nazionali ed internazionali. Ha inoltre eseguito varie opere prime di compositori contemporanei. Nel 1998 e 1999 ha collaborato alla produzione di opere liriche e dal 2000 al 2007, sotto la direzione del M° A. Sacchetti ha inciso, per la Bongiovanni, varie composizioni di Lorenzo Perosi. Nel 2000 ha partecipato, unito ad altre compagini corali, all’allestimento della “Messa da Requiem” di Giuseppe Verdi, diretto dal M° G. Schmöhe e dal M° C. Mandeal. Nel corso degli anni ha collaborato inoltre con l’Orchestra Accademia “I Filarmonici” e con l’Orchestra Sinfonica “Haydn”. Nel 2006, chiamato dal M° G. Kuhn a far parte integrante del “Coro Haydn”, ha partecipato alla produzione della Nona Sinfonia di Ludwig van Beethoven, ripetuta nel 2008 a Vipiteno ed al “Mozarteum” di Salisburgo. Per il Festival di Musica Sacra ha proposto, in prima esecuzione assoluta, diretto dal M° Luigi Azzolini, il secondo oratorio di C. Moser “Akathistos” per soli coro ed orchestra e l’”Harmoniemesse” di F.J. Haydn. Per la Stagione dell’Associazione Filarmonica di Rovereto il Coro ha presentato, con l’Orchestra Haydn, il Requiem di G. Faurè riproposto anche ad Avio in ricordo di Gianna Pederzini. Nel maggio del 2011 il Coro Castelbarco ha presentato, in prima nazionale, il Requiem di B. Chilcott per soprano, tenore, soli, coro ed ensemble strumentale, composizione che sarà riproposta, sotto la direzione dell’autore, nel 2014 al Lincoln Center di New York e nel 2015 a Milano. È del 2012 la registrazione discografica del “Romancero Gitano” di M. Castelnuovo Tedesco, alla chitarra Giulio Tampalini. Dal 2015 al 2018 è stato diretto dal M° Juan David Zuleta, giovane cantante, direttore e compositore. Da gennaio 2019 è tornato a collaborare con il M° Luigi Azzolini. Alexander Monteverde, Viola Marco Vincenzi, Organo Luigi Azzolini, Direttore

0
Music
Mercoledì, 03 Ago 2022 20:30

Soul & Funk // Voices In un mondo musicale dove conta solo la hit in cima alle classifiche, il Werth Quartett è una delle vere band dei nostri giorni, sempre più rare, che spiccano dai soliti cloni usciti dai talent. Quattro musicisti vivono il loro sogno, incondizionati dai trend musicali. Musica pop come mistura esplosiva di ingredienti provenienti da funk, soul e jazz sono il segreto di questa band. Varietà artistica e virtuosismo musicale sono i garanti per una performance di qualità. Il Werth Quartett fu fondato nel 2015 da Martin Werth ed Ingo Ramoser. Dopo anni di carriera musicale all’estero, Martin Werth decise di tornare nella sua terra per mettere in piedi un proprio progetto musicale. Con Ingo Ramoser ha trovato un compagno di viaggio e i fratelli Manuel e Florian Gschnitzer hanno completato il quartetto. Martin Werth – lead vocals // Ingo Ramoser – pianoforte, backup vocals & arrangiamenti // Florian Gschnitzer – basso // Manuel Gschnitzer – batteria Info: Tutte le manifestazioni sono programmate come esperienze all’aperto che hanno luogo nell’UFO Arena. In caso di tempo incerto, sarà utile portare antipioggia ed eventualmente coperte. Se per la serata le previsioni danno pioggia forte o tempesta, le proiezioni di film avverranno in sala e i concerti sul terrazzo coperto.

0
Cinema
Martedì, 02 Ago 2022 21:00

Tunisia/Francia 2019, 87 min.; regia: Manele Labidi Labbé; con: Golshifteh Farahani, Majd Mastoura, Aïsha Ben Miled; In Tunisia c’è stata la Primavera araba, ma forse aprire uno studio da psicanalista per una donna è ancora troppo presto… Selma è una giovane psicanalista dal carattere forte e indipendente, cresciuta a Parigi insieme al padre. Decide di tornare nella sua città d’origine, Tunisi, per aprire uno studio privato. Ma non è così semplice. Selma si scontra con un ambiente non proprio favorevole, i parenti cercano di scoraggiarla, lo studio inizia a popolarsi di pazienti alquanto eccentrici… Info: Tutte le manifestazioni sono programmate come esperienze all’aperto che hanno luogo nell’UFO Arena. In caso di tempo incerto, sarà utile portare antipioggia ed eventualmente coperte. Se per la serata le previsioni danno pioggia forte o tempesta, le proiezioni di film avverranno in sala e i concerti sul terrazzo coperto.

0
Cinema
Lunedì, 01 Ago 2022 21:30

Regie: Gabi Rothmüller Mit: Georg Kaser, Miriam Kaser, Ingrid Lechner, Alexander Liegl, Peter Schorn, Patrizia Solaro, Viktoria Obermarzoner und Josef Lanz Text: Alexander Liegl, Peter Schorn, Ingrid Lechner Regieassistenz: Michaela Zetzlmann Musik: Stephen Lloyd (Leitung), Markus Dorfmann, Matthias Baumann & Ingo Ramoser Wir zeigen Euch dieses Jahr im Sommerkino unser "Best of Tschumpus"! Drei unserer Eigenproduktionen noch einmal zum Miterleben auf der Leinwand! Diesmal "Die drei Musketiere - Degen, Dom & Delinquenten!" aus dem Jahr 2018. Die Geschichte der „Drei Musketiere“, angesiedelt im Frankreich des 17., aber auch im Brixen des 21. Jahrhunderts. Im Europa der Gegenwart und der Vergangenheit. Es geht um die alten Themen Liebe, Macht, Verrat und Intrige und um die modernen Themen Liebe, Macht, Verrat und Intrige. Es ist die Geschichte von König Ludwig XIII., Königin Anna von Frankreich, ihrem Lover Buckingham, dem bösen Kardinal Richelieu, der noch böseren Lady de Winter, D‘Artagnan, Athos, Aramis und Porthos. Und es geht um einen Diamantenraub, der keiner ist. Aber natürlich dürfen auch Kompatscher der Erste, Trump der Goldene, Berlusconi der Erstandene und Angela die Ewige nicht fehlen. Eine Hauptrolle spielt natürlich wieder der magische Aufführungsort – der Brixner Tschumpus - Gefängnis und große Welt in einem. Ein Ort, der Heller leuchtet als jeder Garten.

0
Music
Domenica, 31 Lug 2022 21:00

GIANNA NANNINI continua a riempire i palchi di tutta Italia con la sua musica travolgente! Dopo il tour nei teatri “In Teatro Tour 2022”, che si concluderà il 20 maggio, la rocker questa estate sarà in concerto nelle più prestigiose arene e piazze italiane con un nuovo tour estivo.

0
Music
Sabato, 30 Lug 2022 20:30

PROGRAMMA Palladio Karl Jenkins Adios Nonino Astor Piazzolla Il Postino Luis Bacalov Miss Marple Ron Goodwin Medley Morricone That’s a Plenty Traditional Stand by me Ben E King Sway Dean Martin Just The Way you are Bruno Mars Chandelier Sia Englishman in NY Sting Bohemian Queen Nothing Else Matters Metallica Lay All your Love Abba Rather Be Clean Bandit Quartetto d’archi tutto al femminile nato a settembre 2012 quasi per caso. Un’esigenza artistica ha fatto incontrare quattro musiciste, che fin dall’inizio della loro carriera puntavano sulla varietà del repertorio che comprende vari stili e generi, e che riesce a coinvolgere tutte le fasce d’età. Il quartetto esegue brani non solo classici, ma anche musica da film, tanghi, rag time, jazz, evergreens, musical, pop, rock e musica appartenente alle varie culture. Molti degli arrangiamenti eseguiti dal quartetto sono originali, scritti appositamente per le Ladies in Dress. Il quartetto ha svolto numerosi concerti ma anche serate più leggere e di piacevole ascolto in occasioni d’intrattenimento. È stato protagonista musicale dei festeggiamenti del centenario dell’Hotel Città. Ha collaborato con vari artisti provenienti anche dall’estero e ha dato calore a numerosi eventi, tra questi da anni il Ballo dello Sport al Kurhaus di Merano e la Mostra dei Vini a Castel Mareccio. Ladies in Dress vogliono così vestire d’eleganza sonora anche la musica leggera. Ursula Mühlberger, 1.Violino Viktoria Gögele, 2.Violino Ester Carturan, Viola Lucia Suchanska, Violoncello

0
Cinema
Sabato, 30 Lug 2022 20:00

Begrüßung: Bürgermeister Roland Griessmair; Gespräch mit: Evi Romen & Thomas Prenn; Moderation: Christian Mair; Österreich/Belgien 2020, 107 min.; Regie: Evi Romen; mit: Thomas Prenn, Noah Saavedra, Josef Mohamed; Mario liebt Tanz. Und vielleicht auch seinen besten Freund Lenz. Sie sind 20 und wollen der Enge ihres Südtiroler Dorfes nach Rom entfliehen. Lenz, der Winzersohn, hat dafür eindeutig die besseren Lebenskarten in der Hand als der Träumer Mario. Doch es kommt alles anders: Bei einem islamistischen Anschlag kommt Lenz ums Leben, Mario überlebt. Als er ins Dorf zurückkehrt, merkt er bald, dass sein Tod dort weit weniger Trauer ausgelöst hätte… »Mein Herz schlägt für all diese ‚bösen Jungs‘, die immer die falschen Entscheidungen treffen und sich nie so verhalten, wie sie sollten. Mein Herz schlägt für Mario, einen von ihnen, der vielleicht in einem anderen Leben ein großartiger Tänzer gewesen wäre« – Evi Romen Aus der Jurybegründung, Zürich Film Festival: »Hochwald geht mit seiner Vielfalt an Themen ein Wagnis ein, das der Hauptdarsteller Thomas Prenn an jeder Stelle zu meistern weiß. Ihm folgen wir durch die dramatischsten Wendungen, die uns mit seiner Außenseiterrolle und unseren Vorurteilen konfrontieren. Die Regisseurin Evi Romen hat uns mit der Wahl und Inszenierung ihres Casts und dem Umgang mit dem erzählerischen Rhythmus und der Visualität überzeugt.« Es ist eine große Freude, Evi Romen und Thomas Prenn in der UFO-Arena begrüßen und ein Gespräch über ihre Arbeit und Erfahrungen in jeweils unterschiedlichen Rollen und Berufsbildern führen zu dürfen. Info: Alle Veranstaltungen sind als Open-Air-Erlebnisse geplant und finden in der UFO-Arena statt. Bei unsicherem Wetter nehmen Sie deshalb bitte einen Regenschutz und ev. eine Decke mit. Sollte für den Abend starker Regen oder Sturm vorhergesagt sein, finden die Filmvorführungen im Saal und die Konzerte auf der überdachten UFO-Terrasse statt.

0
Music
Sabato, 30 Lug 2022 17:00

L’orchestra da salone viennese si presenta in tipica forma storica già esistente all’epoca dell’indimenticabile dinastia dei Strauß. Melodie famose e tanti brani conosciuti immergono l’ascoltatore in un’atmosfera piacevole e spensierata, facendo risorgere l’era meravigliosa dei valzer imperiali. Inoltre, pezzi tango e colonne sonore faranno parte del programma. Birgit Winkler (violin), Sylvia Lanz (violin), Giorgia Postinghel (cello), Anna Toró (flute), Sibylle Finatzer (clarinet), Gretl Pohl (piano) Ingresso: € 20,00

0
Others
Sabato, 30 Lug 2022
L'evento si tiene dal 30 Lug 2022 al 31 Lug 2022

Due giorni di festa, divertimento, gusto e curiosità tutte da scoprire: il Festival del latte attende famiglie e intenditori in una nuova location. A rendere protagonista “l’oro bianco dell’Alto Adige” sarà la Val Sarentino, un’ampia vallata costellata di boschi, rigogliosi prati e tradizionali malghe a pochi chilometri da Bolzano Il Festival del Latte è una festa per adulti e bambini, un luogo d'incontro dove gli amanti e gli interessati ai latticini si possono incontrare per gustare uno dei prodotti tipici dell’Alto Adige e conoscerne usi e tradizioni. Avrete modo di vedere da vicino come nascono il latte e i suoi derivati e soprattutto di degustarli in tutta la loro meravigliosa bontà. Ma non solo, porterete a casa anche utili consigli su come utilizzare il latte e i prodotti lattiero-caseari dell’Alto Adige in cucina e ovviamente conoscerete un’ampia varietà di ricette da preparare per gustare in ogni occasione la bontà di questi prodotti. Il Festival del Latte è anche l’occasione ideale per conoscere il settore caseario altoatesino e il marchio di Qualità Alto Adige. Il Festival del Latte vi attende con un piacevole programma ricco di attività per grandi e piccini.

0
Music
Venerdì, 29 Lug 2022 21:00

Francesco Gabbani ha annunciato le prime date di un tour estivo con cui girerà l’Italia per presentare dal vivo il suo nuovo lavoro discografico “Volevamo solo essere felici” uscito venerdì 22 aprile. Un tour con cui Gabbani tornerà dal vivo dopo l’ultimo concerto tenuto il 4 luglio 2021 all’Arena di Verona e potrà finalmente riabbracciare i suoi sostenitori. Francesco Gabbani sarà accompagnato dalla sua band composta da: Filippo Gabbani (Batteria), Lorenzo Bertelloni (tastiere), Giacomo Spagnoli (basso) e Marco Baruffetti (chitarra). “Volevamo Solo Essere Felici” è un disco di analisi personale e soggettiva. Pur in continuità col percorso artistico e professionale del cantautore, rappresenta uno step successivo. Rispetto al precedente lavoro “Viceversa”, che era un confronto con la percezione altrui, questa raccolta di canzoni può essere accolta come un’introspezione psicologica, andando ad usare il microscopio verso se stessi e verso le vibrazioni del proprio io interiore. Ad alcuni brani energici, si alternano pezzi più riflessivi, dove la ricerca del testo si sposa con melodie raffinate. La ricerca dell’armonia dei suoni, raggiunta nelle incisioni attraverso l’impiego di sezioni d’archi e strumenti autentici, diventa così un nuovo colore musicale, con cui il cantautore sceglie di presentare le sue nuove composizioni. Ne deriva una rinnovata sete di risposte, ma accompagnata dall’accettazione e dalla presa d’atto di determinate circostanze. Perché anche le domande irrisolte, a volte, offrono punti fermi, su cui poggiare i binari del proprio itinerario.

0
Theatre
Venerdì, 29 Lug 2022 21:00

In quello strano paese è un racconto teatrale di Francesco Niccolini sul tema della nascita dell’Autonomia in Alto Adige. È la seconda tappadella trilogia di testi teatrali dedicati alla storia e alla particolarità della situazione altoatesina. A seguito della fortunata collaborazione con il drammaturgo Francesco Niccolini culminata nella messa in scena di Inventarsi una città a Bolzano – Teatro Cristallo – a luglio 2021, prosegue la sinergia tra Teatro Stabile di Bolzano e Teatro Cristallo con un progetto teatrale ad hoc. Ne nasce una storia di fantasia basata però su storie vere accadute in Alto Adige tra fine anni Trenta e il ’72. 1991. Nei giorni precedenti il censimento, una madre sudtirolese, sposata con un uomo italiano, racconta ai due figli gemelli perché hanno ricevuto un nome tedesco e uno italiano: inizia così la confessione di Katharina. Un lungo racconto intimo dove la donna intreccia le storie dei due rami della famiglia: il ramo sudtirolese di cui lei fa parte e quello italiano del marito, due storie diversissime, per molti versi contrapposte. Sarà il suo modo per fare pace con un difficile passato e per attraversare il tempo che va dalle opzioni al ritorno in Italia di nonno Kaspar con la moglie Karin, la fame, il disinganno e la povertà, e poi la rabbia del fratello Oskar che finirà giovanissimo al fianco dei terroristi della Notte dei Fuochi. Dall’altra parte invece un nonno questore che incarna lo spirito critico verso gli errori di governo dell’Italia post fascista e che dimostra quanto è stata in salita la strada di chi ha lavorato per il dialogo e la convivenza, tra incomprensioni, attentati, tradimenti, manifestazioni, arroganza, ottusità e quella difficilissima trattativa che ha portato all’Autonomia del 1972. Scritto e diretto da Francesco Niccolini con Marta Dalla Via produzione TEATRO STABILE DI BOLZANO e TEATRO CRISTALLO

0
Music
Giovedì, 28 Lug 2022 21:15

Concerto della rassegna musicale Festival Badiamusica con il "Naghash Ensemble" dall'Armenia con il titolo "Medieval Armenian Music - Recreated for the 21st Century". Il gruppo presenterà melodie tradizionali dall'Armenia. Durante l’evento possono essere effettuate foto e riprese video per finalità di documentazione e promozione dello stesso e del comprensorio. Le riprese potranno essere utilizzate e pubblicate sui siti web, sui social network e nei media nel rispetto della normativa sulla privacy.

0
Theatre
Giovedì, 28 Lug 2022 21:00

Mit Ingrid Maria Lechner Regie: Gabi Rothmüller Text: Alex Liegl, Maria Kampp, Ingrid Lechner Produktion: Fun Fatale Egal was diese Frau Ihnen zeigt, Sie werden es kaufen! Was immer sie auch erzählt, Sie werden es glauben. Wen sie willkommen heißt, der wird bleiben. Die Befindlichkeitsexpertin geht unerschrocken durch jede Firewall und surft nebenbei auf der leichten Welle der unerklärlichen Algorithmen. Eben eine Frau wie du und ich. Eine, die alles und alle erledigt: die Erleuchtung, die Schwiegervaterpflege, die Melissengeister! Und wenn Sie nach diesem Programm nach Hause gehen, werden Sie schlauer sein als je zuvor und vielleicht sogar eine neue Freundin haben.

0
Cinema
Giovedì, 28 Lug 2022 21:00

Gespräch mit: Evi Romen; Moderation: Christian Mair; Österreich 2000, 107 min.; Regie: Wolfgang Murnberger, Schnitt: Evi Romen; mit: Josef Hader, Simon Schwarz, Bernd Michael Lade; Zwischen den Rettungsdiensten der Stadt herrscht Krieg. Gekämpft wird mit allen Mitteln – um Macht, Geld, Ruhm und Einfluss, vor allem aber um die Verlassenschaft reicher Patienten. Mitten drin Ex-Polizist Brenner, der nun als Rettungsfahrer arbeitet und eigentlich nur seine Ruhe will. Doch als im Spital ein Doppelmord passiert und ein Kollege erwürgt wird, erwacht Brenners Spürsinn. Bald ist er Ungeheuerlichem auf der Spur… Spannung made in Austria: Josef Hader schlüpft in Wolfgang Murnbergers schwarzhumoriger Komödie in die Rolle des legendären Brenner. Als Filmvorlage diente der gleichnamige Bestseller des österreichischen Starschriftstellers Wolf Haas. Evi Romen, die für den Schnitt der bisher vier Brenner-Verfilmungen verantwortlich zeichnet, berichtet an diesem Abend über die besondere Herausforderung, das Rohmaterial eines Filmes durch den Schnitt zu gestalten. Info: Alle Veranstaltungen sind als Open-Air-Erlebnisse geplant und finden in der UFO-Arena statt. Bei unsicherem Wetter nehmen Sie deshalb bitte einen Regenschutz und ev. eine Decke mit. Sollte für den Abend starker Regen oder Sturm vorhergesagt sein, finden die Filmvorführungen im Saal und die Konzerte auf der überdachten UFO-Terrasse statt.

0
Cinema
Mercoledì, 27 Lug 2022 21:15

Regie JJ Winlove Darsteller Mit Noni Hazlehurst, Claudia Karvan, Stephen Curry u.a. Spielzeit 99min ab 14 Jahren Nation/Jahr AUS 2021 Als June Wilton nach einem Schlaganfall wieder zu sich kommt, ist sie nicht mehr die Alte. Denn eigentlich litt die Dame, die seit über fünf Jahren in einem Pflegeheim lebt, an Demenz. Nun ist überraschend ein Zustand vollständiger geistiger Klarheit eingetreten. Ein Rückfall kann jederzeit drohen, doch June nutzt die Chance, um aus dem Heim zu flüchten und in ihr altes Haus zurückzukehren – in dem inzwischen eine ihr völlig fremde Familie lebt. Das ist erst der Anfang einer turbulenten Odyssee ...

0
Cinema
Mercoledì, 27 Lug 2022 21:00

Il Regno (27.7) - Comedia/thriller +13 Regia di Rodrigo Sorogoyen. Un film con Antonio de la Torre, Mónica López, Josep Maria Pou, Nacho Fresneda, Ana Wagener. Titolo originale: El Reino. Genere Drammatico, Thriller, - Spagna, 2018, durata 122 minuti. UNA COMMEDIA CHE EVOLVE IN TESISSIMO THRILLER SULLA DERIVA DI UN UOMO DISPERATO E ABBANDONATO DAL SISTEMA IN CUI HA SEMPRE CREDUTO. Manuel López-Vidal è un vicesegretario regionale prossimo al salto verso la politica nazionale. Con i compagni di partito gestisce un consolidato sistema di potere che mescola corruzione, favoritismi e benefit di lusso. Quando il giro di corruzione viene a galla e cominciano gli interrogatori, Manuel è lasciato solo sia dai capi di Madrid, sia dagli ex amici. Espulso dal "regno", braccato dalla stampa e indicato come principale responsabile dello scandalo, non esita a tentare ogni strada pur di salvare la reputazione e la sua stessa vita. Una riflessione sulla corruzione nella politica e nella società spagnola, che il regista di Che Dio ci perdoni gira come un tesissimo thriller sulla deriva di un uomo disperato e abbandonato dal sistema nel quale ha sempre creduto. Il regno si colloca temporalmente agli albori del sovranismo oggi imperante; o meglio al tramonto dell'era del partitismo che avrebbe portato - in Spagna e in buona parte d'Europa - all'avvento delle spinte populiste e dei partiti-persona. L'era, come si vede in una scena del film, dei primi iPhone usati per documentare ogni aspetto della vita pubblica e privata; l'era della crisi economica e delle speculazioni edilizie; l'era del connubio tra destra e sinistra nella gestione clientelare della politica, come indicato dalla vaghezza sul nome e sul colore politico del partito a cui appartiene il protagonista. Al centro del film c'è un'idea di potere e di controllo privatistico della cosa pubblica che riguarda l'idea stessa di società. Manuel López-Vidal, detto Manu, è a suo modo un eroe popolare, un uomo che si è fatto da solo arrivando a un passo dalla cima senza terminare gli studi e dopo anni di gavetta. Il rispetto, la ricchezza, l'assenza di scrupoli che condivide con i compagni di partito sono un mezzo e al tempo stesso un fine della sua scalata: nel "regno" di cui fa parte, la corruzione è politica e la politica è corruzione, non esistono altri modo di lavorare.

0
Music
Mercoledì, 27 Lug 2022 20:30

Elektro-Pop da Vienna // Voices Il Drahthaus Kollektiv, fondato nel 2015, è un’associazione di creativi che vivono a Vienna, con la visione di creare spazi per novità. Il cuore del collettivo è la band omonima, con quattro musicisti che suonano musica elettronica dal vivo con 20 strumenti, oggetti di uso comune ed apparecchiature per effetti. I Drahthaus sono elettronici, si concedono un po’ di pop ed ambiscono ad un po’ di jazz. La volontà di superare confini è un filo rosso che si dipana per tutti i loro progetti. Nel 2020 è uscito il loro album di debutto. Un percorso strumentale sul filo, che alcuni ha fatto ballare, altri dipingere ed altri ancora semplicemente chiudere gli occhi e farsi trascinare. Attualmente i Drahthaus collaborano con vocalist. Il singolo “Dopamine”, scritto assieme ad Aunty, è molto apprezzato in diverse radio e su Youtube ha sfondato quota 100.000. Non ultimo perché il video tratta una tematica attuale: divertirsi nella pandemia Covid. Il film è comunque un mondo che interessa la band. Producono i loro video musicali da soli, nel 2022 è uscito il film “Fireworks”, musicato dai quattro artisti. Ludwig Ascher // Valentin Martins // Simon Öggl // Hans Zoderer Info: Tutte le manifestazioni sono programmate come esperienze all’aperto che hanno luogo nell’UFO Arena. In caso di tempo incerto, sarà utile portare antipioggia ed eventualmente coperte. Se per la serata le previsioni danno pioggia forte o tempesta, le proiezioni di film avverranno in sala e i concerti sul terrazzo coperto.

0
Kids
Mercoledì, 27 Lug 2022 19:00

Regie Alexs Stadermann, Noel Cleary Spielzeit 86min ab 6 Jahren Nation/Jahr D/AUS 2021 Als Maja als erste Biene ihres Volkes aus dem Winterschlaf erwacht, erwartet sie erstmal nur gähnende Langeweile, doch ein neues Abenteuer lässt nicht lange auf sich warten, denn Maja und Willi wird von einer verletzten Ameise eine geheimnisvolle goldene Kugel anvertraut, die sie nun zu einem weit entfernten Ameisenbau bringen sollen. Was die beiden jedoch nicht wissen: Die Kugel ist gar keine Kugel, sondern ein Ei, aus dem bald eine Ameisenprinzessin schlüpft, von der das Überleben der Ameisen abhängt …

0
Cinema
Martedì, 26 Lug 2022 21:15

Regie JJ Winlove Darsteller With Noni Hazlehurst, Claudia Karvan, Stephen Curry. Spielzeit 99min Nation/Jahr AUS 2021 English version with German subtitles. In collaboration with Volkshochschule A twist of fate gives family matriarch June a reprieve from a debilitating illness. Much to their amazement, June re-enters the lives of her adult children, Ginny and Devon, and learns that 'things haven’t gone according to plan'. With limited time but plenty of pluck, she sets about trying to put everything, and everyone, back on track. When her meddling backfires, June sets out on a romantic journey of her own and discovers she needs help from the very people she was trying to rescue.

0
Cinema
Martedì, 26 Lug 2022 21:00

Deutschland/Österreich/Schweiz/Tadschikistan 1999, 107 min.; Regie: Bakhtyar Khudojnazarov; Produktion: Karl Baumgartner, Schnitt: Evi Romen; mit: Chulpan Khamatova, Moritz Bleibtreu, Ato Mukhamedshanov; Die 17-jährige Mamlakat lebt mit ihrem verwitweten Vater und ihrem durch die Kriegserlebnisse in Afghanistan verwirrten Bruder in einem kleinen Dorf in Usbekistan. Sie träumt vom Theater, und als eine Theatergruppe ins Dorf kommt, wird sie von einem vermeintlichen Schauspieler verführt und ist schwanger. Ihr Vater will den Verantwortlichen aufspüren, es folgt eine Odyssee durch alle Theater der Gegend und eine Reihe skurriler Ereignisse. „Wie Emir Kusturica fühlt sich auch Khudojnazarov dem phantastischen Realismus verpflichtet, was Luna Papa trotz geringen Budgets zu einer wunderbaren Entdeckung machte. Ein Meisterwerk.“ (www.kino-zeit.de) Info: Alle Veranstaltungen sind als Open-Air-Erlebnisse geplant und finden in der UFO-Arena statt. Bei unsicherem Wetter nehmen Sie deshalb bitte einen Regenschutz und ev. eine Decke mit. Sollte für den Abend starker Regen oder Sturm vorhergesagt sein, finden die Filmvorführungen im Saal und die Konzerte auf der überdachten UFO-Terrasse statt.

0
Cinema
Martedì, 26 Lug 2022 21:00

Tolo Tolo (3.8)- Commedia +13 Regia di Checco Zalone. Un film con Checco Zalone, Souleymane Silla, Manda Touré, Nassor Said Berya, Alexis Michalik, Antonella Attili, Nicola Nocella, Maurizio Bousso, Gianni D'Addario. Genere Commedia, - Italia, 2020, durata 90 minuti. CHECCO ZALONE SI MANTIENE IN EQUILIBRIO SUL CRINALE DELLA CORRETTEZZA POLITICA, COLPENDO A 360°. Spinazzola, cuore delle Murge pugliesi. Checco rifiuta il reddito di cittadinanza e apre un sushi restaurant ma, dopo l'entusiasmo iniziale, fallisce miseramente e decide di fuggire dai creditori e dal fisco "là dove è possibile continuare a sognare": ovvero in Africa, dove si improvvisa cameriere per un resort esclusivo. Lì incontra Oumar, cameriere con il sogno di diventare regista e la passione per quell'Italia conosciuta attraverso il cinema di Pasolini. Improvvisamente in Africa scoppia la guerra e i due sono costretti a emigrare, anche se Checco non punta all'Italia ma ad uno di quei Paesi europei in cui le tasse e la burocrazia sono meno pressanti che nel Bel Paese. A loro si uniranno la bella Idjaba e il piccolo Doudou ("come il cane di Berlusconi"). Riusciranno i nostri eroi (l'espressione non è usata a caso) a portare a termine il "grande viaggio da clandestini"? Checco Zalone, al secolo Luca Medici, questa volta non è solo interprete e coautore della sceneggiatura (insieme a Paolo Virzì, abbandonato il sodalizio con Gennaro Nunziante) ma anche regista, e si vede, perché la sua direzione è pirotecnica e schizzata come la sua vis comica, sempre pronta ad aprire mille finestre all'interno di un discorso continuamente interrotto. Nel copione si vede poco la mano di Virzì, fagocitata dalla bulimia narrativa di Checco, e la prima parte del film ne risente, meno fluida e coerente di quanto gioverebbe alla storia, soffocata da quella incessante voce fuori campo che va a sostituirsi allo sviluppo narrativo visibile. Ma a mano a mano che la storia prende ritmo e quota, acquistando la velocità crescente della farsa, si comincia a ridere davvero. In Tolo Tolo (che significa "solo solo") ce n'è per tutti: politici incapaci dalle vertiginose carriere, migranti innamorati delle griffe (di pessima resa qualitativa), nostalgici mussoliniani (perché "il fascismo ce l'abbiamo tutti dentro, pronto a riemergere, come la candida") e buonisti favorevoli alla "contaminazione" etnica. Nella sua rappresentazione a tutto tondo dell'italiano medio e dei suoi difetti ricorrenti, Checco fugge da un Paese "che ci perseguita", invitando l'immediata identificazione del pubblico. Lo stesso pubblico sarà poi messo di fronte alle proprie meschinità e ipocrisie, ai suoi pregiudizi ed egoismi, nonché alla banalità di certi slogan populisti e all'inettitudine della politica. Nell'apoteosi finale Zalone affonda il colpo con una canzonetta da Zecchino d'oro che toglie ogni dubbio sulla sua posizione morale. Ma fino a quel momento si mantiene in equilibrio (da par suo) sul crinale della correttezza politica, non con qualunquismo cerchiobottista ma con la determinazione scientifica a menare fendenti a destra e a manca, colpendo a 360°.

0
Music
Lunedì, 25 Lug 2022 21:15

Concerto della rassegna musicale Festival Badiamusica con Mirko Ballico all'organo. Questa sera, il giovane musicista eseguirà brani di Wolfgang Amadeus Mozart, Joseph Haydn e Johann Sebastian Bach. Il concerto si intitola "Music for pleasure between Baroque and Classicism". Durante l’evento possono essere effettuate foto e riprese video per finalità di documentazione e promozione dello stesso e del comprensorio. Le riprese potranno essere utilizzate e pubblicate sui siti web, sui social network e nei media nel rispetto della normativa sulla privacy.

0
Cinema
Lunedì, 25 Lug 2022 21:15

Regie Alireza Golafshan Darsteller Mit Luise Heyer, Taneshia Abt, Teresa Rizos u.a. Spielzeit 119min ab 14 Jahren Nation/Jahr D 2022 Jasmin, Gina und Anna sind drei Singles, die das Leben lieben! Gemeinsam wurden sie nach Ibiza eingeladen, um dort den Junggesellinnenabschied ihrer Freundin zu feiern. Doch dieses Vorhaben steht unter keinem guten Stern: Einige Gäste sagen wegen ihrer kranken Kinder ab und die Braut selbst kann nicht fliegen: Sie ist schwanger und muss daher den Partytrip canceln. Übrig bleiben Jasmin, Gina und Anna, die sich die Gelegenheit auf eine wilde Feier nicht nehmen lassen und ohne die Braut losziehen.

0
Cinema
Lunedì, 25 Lug 2022 21:00

Arizona Junior (ted) - Commedia +13 Regia di Joel Coen, Ethan Coen. Un film con Nicolas Cage, Holly Hunter, Trey Wilson, John Goodman, William Forsythe, Frances McDormand. Titolo originale: Raising Arizona. Genere Comico - USA, 1987, durata 93 minuti.

0
Music
Domenica, 24 Lug 2022 21:15

Concerto di musica classica e sacra con il complesso d'archi del Friuli Venezia Giulia e del Veneto diretti da Guido Freschi. Il complesso d’archi è un gruppo musicale composto da affermati concertisti. La variabilità del numero dei componenti, guidati dal primo violino Guido Freschi, nella duplice veste di Solista e Direttore, permette di esplorare ad ampio raggio la letteratura musicale contemporanea. Durante l’evento possono essere effettuate foto e riprese video per finalità di documentazione e promozione dello stesso e del comprensorio. Le riprese potranno essere utilizzate e pubblicate sui siti web, sui social network e nei media nel rispetto della normativa sulla privacy.

0
Music
Sabato, 23 Lug 2022 21:00

Considerato come uno dei più grandi cantautori del panorama musicale italiano, dopo aver venduto oltre 80 milioni di copie ed essersi esibito sui palchi di tutto il mondo, UMBERTO TOZZI annuncia al suo pubblico “GLORIA FOREVER”, il progetto che lo vedrà impegnato per tutto il 2022. Nel corso dell’anno verrà infatti celebrato l’incredibile catalogo di un artista che ha fatto la storia della musica italiana: dalle sue più famose e intramontabili hit, fino ad arrivare a quei brani meno noti al grande pubblico, tutti da riscoprire. Sugar ha acquisito il catalogo di Umberto Tozzi e per il 2022 è prevista un’importante valorizzazione di tutto il suo repertorio, con anche alcune sorprese che si delineeranno prossimamente.

0
Theatre
Sabato, 23 Lug 2022 21:00
L'evento si tiene dal 23 Lug 2022 al 14 Ago 2022

Die Schlossfestspiele Dorf Tirol präsentieren im Sommer 2022 erneut ein faszinierendes Werk der Weltliteratur: Jedermann nach Hugo von Hofmannsthal. Das bildgewaltige Mysterienspiel hat nach über 100jähriger Aufführungsgeschichte nichts an Aktualität verloren. Unter der Leitung von Torsten Schilling wird die poetische Allegorie vor dem Schloss Tirol in einer neuen musikalischen Fassung mit Livemusik und packenden Liedern zu erleben sein. Es geht um nichts weniger, als den moralisch verkommenen Zustand der Welt, welchen Gott und Teufel im althergebrachten Ringen um die menschlichen Seelen beklagen. Der Tod, der sich selbst als einzig gültige Konstante sieht, führt anhand des reichen Mannes Jedermann vor, wie es um Glaube, Ehrfurcht, Liebe und Mitgefühl bestellt ist. Befreit vom religiösen Idealismus des Originals aus dem Jahr 1911, zeigt sich heute umso mehr die fehlende Systemrelevanz dieser Tugenden: Alles ist käuflich für den, der es sich leisten kann. Und noch erschreckender: Jeder ist käuflich, der sich in den Tanz des Wohlstands einreiht. In ganzer Spannbreite zwischen dem mittelalterlichen Schloss Tirol und Jedermanns modern gestylter Golfplatz-Investition entfaltet sich die groteske Maske des Profits. – Sie entsetzt uns ob ihrer Unverschämtheit, sie entzückt uns durch ihren märchenhaften Glanz, sie belustigt uns mit ihrem Feuerwerk an spitzzüngigen Knittelversen und komödiantischen Gesten. Desto raffinierter er sich die Gunst des Lebens erkauft, desto selbstgefälliger er sein Umfeld korrumpiert – umso einsamer wird Jedermann im Sterben sein. Das Regime seiner eigenen Werte lässt ihn fallen. Selbst die überirdischen Mächte zweifeln angesichts dieser Schöpfungskatastrophe an ihrem Berufsbild und wissen nicht, wer hier eigentlich zuletzt lachen wird. Unter der Künstlerischen Leitung von Torsten Schilling und dem kompositorischen Taktstock von Michael Lösch wird die bildgewaltige Allegorie in einer neuen Fassung vom 23. Juli – 14. August 2022 bei den Schlossfestspielen zu erleben sein. – Ein Sommernachtsfest für kreative SchauspielerInnen, TänzerInnen, Live-Musiker, Bühnen- Kostüm- und Licht-GestalterInnen. Aber in erster Instanz natürlich für unser Publikum jeden Alters! Inszenierung: Torsten Schilling Musik: Michael Lösch Choreografie: Sabrina Fraternali Bühne: Kerstin Kahl Kostüme: Martine Mairhofer Mit: Thomas Hochkofler, Jasmin Mairhofer, Markus Westphal, Patrizia Pfeifer, Joseph Holzknecht, Julia Augscheller, Sabrina Fraternali, Cedric Schröter, Andreas Schwärzer, Alex Radmüller, Stefan Wallnöfer, Alexander Messner, Johannes Auer Ausweichtermine vorgesehen Aufführungsbeginn: 21 Uhr

0
Theatre
Venerdì, 22 Lug 2022 21:00
L'evento si tiene dal 22 Lug 2022 al 31 Lug 2022

Teatro musicale sulla vita del santo della Val Badia Ujöp Frëinademetz. Sul palco ci sarà la banda musicale di Badia e si esibiranno attori e cantanti della nostra valle. Il teatro musicale viene rappresentato in lingua ladina con possibilità di avere una descrizione audio e scritta in italiano prima della rappresentazione. Per maggiori dettagli: www.musicaloies.it

0
Theatre
Giovedì, 21 Lug 2022 21:54

Von Elizabeth T. Spira Mit Anton Rainer Joachim Gottfried Goller Josefine Obermarzoner Manuela Manfredi Lara Sigmund Julia Unterhofer Verena Dariz Regie Joachim Gottfried Goller & Viktoria Obermarzoner Produktion Rotierendes Theater Zum 10-jährigen Jubiläum des Rotierenden Theaters kommen sie wieder: Hermine 80, mit einem gesteigerten Hormonspiegel, der ruppige Pepi, die schüchterne Gerti, Karli 50, Bäcker, Konditor und Koch, sowie Mutter und Tochter Hilde und Hilde! Elizabeth T. Spira lässt in ihrem Stück, wie in ihrer gleichnamigen TV-Sendung, Menschen zu Wort kommen, die auf authentische Art und Weise ihre Wünsche und Träume äußern. Dies ist so skurril und fast unglaublich, dass man meinen könnte, ein Autor habe seine Finger im Spiel. Stimmt aber nicht: die Wirklichkeit hält ganz unmittelbar Einzug in das Theater.

0
Cinema
Giovedì, 21 Lug 2022 21:00

Open Air Kino USA 2020, 116 min.; Regie: Lee Isaac Chung; mit: Steven Yeun, Yeri Han, Youn Yuh-Jung; Jacob und Monica Yi sind mit ihren Kindern aus Südkorea in die USA ausgewandert, zunächst nach Los Angeles, dann nach Arkansas, wo sie versuchen, eine Farm zu gründen. Das gestaltet sich nicht einfach. Soonja, die Großmutter der Kinder, kommt aus Südkorea nach, um die Familie zu unterstützen. Ihr gelingt es, das magische Band zwischen den Familienmitgliedern trotz aller Rückschläge und Schwierigkeiten immer wieder neu zu knüpfen. Info: Alle Veranstaltungen sind als Open-Air-Erlebnisse geplant und finden in der UFO-Arena statt. Bei unsicherem Wetter nehmen Sie deshalb bitte einen Regenschutz und ev. eine Decke mit. Sollte für den Abend starker Regen oder Sturm vorhergesagt sein, finden die Filmvorführungen im Saal und die Konzerte auf der überdachten UFO-Terrasse statt.

0
Music
Giovedì, 21 Lug 2022 21:00

32. edizione per le Serate a Castel Tirolo, l'evento musicale clou che vanta la partecipazione di musicisti di fama internazionale che presentano opere musicali di paesi, epoche e tradizioni diverse. Anche quest'anno i concerti si terranno nella suggestiva Sala dei Cavalieri di Castel Tirolo. La chiusura delle Serate riserva ancora una sorpresa: il rientro in paese a lume di centinaia di fiaccole. Prevendita biglietti online o presso l'Associazione Turistica. I biglietti acquistati non saranno rimborsati se non utilizzati. TRIO JOSCHO STEPHAN Germania Gypsy Swing, Manouche, Latin, Classic & Pop

0
Theatre
Giovedì, 21 Lug 2022 20:30

Cababoz Cababoz, il collettivo di cabarettisti made in South Tyrol, torna al Cristallo! Sulla cresta dell’onda comica da più di dieci anni, monologhisti, caratteristi e musicisti si frullano sul palco come mela, kiwi e zenzero in un mixer… in fondo Cababoz è proprio questo: un buon mix di ingredienti dissacranti, irriverenti e variopinti! Praticamente uno smoothie che non fa dimagrire! Cababoz è uno spettacolo di cabaret in cui è tutto preparato o forse è tutto improvvisato, chi lo sa!? L'unico modo per scoprirlo è unirsi al pubblico di questo grande show tra monologhi, sketch, musica e canzoni stravaganti! E non prendetevela, è solo puro cabaret! Avvertenza: l'immagine ha il solo scopo di presentare il prodotto! Prenotazione obbligatoria Rassegna In Scena Estate - Teatro Cristallo Luogo Piazzetta Teatro Cristallo, via Dalmazia 30, Bolzano Biglietti: 5 € I biglietti saranno acquistabili a partire dal 07/06 a questo link https://www.midaticket.it/eventi/teatro-cristallo-bolzano in caso di pioggia o maltempo lo spettacolo verrà annullato. I biglietti acquistati verranno quindi rimborsati solo se la richiesta di rimborso perverrà entro 5 giorni dalla data dell'evento annullato.

0
Music
Mercoledì, 20 Lug 2022 21:15

Concerto della rassegna musicale Festival Badiamusica con i musicisti Lilly Osann al violino, Egon Lardschneider al corno e Judith Piccolruaz al pianoforte. Durante questa serata, i tre musicisti eseguiranno musica da camera romantica con opere di Brahms, Schumann, Koechlin e Beethoven. Durante l’evento possono essere effettuate foto e riprese video per finalità di documentazione e promozione dello stesso e del comprensorio. Le riprese potranno essere utilizzate e pubblicate sui siti web, sui social network e nei media nel rispetto della normativa sulla privacy.

0
Cinema
Mercoledì, 20 Lug 2022 21:15

Regie Peter Mortimer, Nick Rosen Spielzeit 87min ab 12 Jahren Nation/Jahr USA 2021 Anknüpfend an den Erfolg des Oscar-Preisträgers „Free Solo“ erzählt „Der Alpinist“ die atemberaubende Geschichte eines Ausnahmekletterers an der Grenze des Vorstellbaren. Während sich das Klettern zu einem gehypten Trendsport entwickelt, klettert Marc-André Leclerc allein, weit weg vom Rampenlicht. Er ist der geheimnisumwitterte Außenseiter der Szene. Die Besteigungen abgelegener Steilwände, die der 23-Jährige unternimmt, gehören zu den gewagtesten Solo-Touren der Geschichte.

0
Cinema
Mercoledì, 20 Lug 2022 21:00

Edward Mani di Forbice (17. - Fantastico +13 Regia di Tim Burton. Un film con Johnny Depp, Winona Ryder, Dianne Wiest, Anthony Michael Hall, Kathy Baker, Robert Oliveri. Titolo originale: Edward Scissorhands. Genere Fantastico, Sentimentale, - USA, 1990, durata 105 minuti. VISIONARIO, IL PRIMO CAPOLAVORO FIRMATO DA TIM BURTON, INNO ALLA DIVERSITA’ Questo può essere considerato, dopo il "rodaggio" di Beetlejuice e Batman, il film più maturo di Tim Burton. Per quanto ci siano ancora nel suo stile degli aspetti convenzionali, la sua originale visionarietà si sta facendo strada. Non mancano poi le frecciatine alla borghesia provinciale americana. Il film percorre la scia comune a molti film di inizio anni Novanta: la fiaba (vedi ad esempio Pretty Woman e Ghost). Fiabe in forma reale, anche se in questo caso le cose irreali abbondano. Un giorno, una rappresentante va a proporre i propri prodotti cosmetici allo strano inquilino di un maniero in stile gotico. Conosce così Edward, creatura di un inventore (Vincent Price) che dopo la morte di quest'ultimo è rimasta in balia della solitudine. Il ragazzo al posto delle mani ha delle enormi forbici. Quando la donna cercherà di farlo entrare in società, in virtù della sua bravura come "parrucchiere", il baratro che divide la gente normale dalla persona "diversa" renderà tutto difficile. Ottima l'interpretazione del giovane attore Johnny Depp che negli Stati Uniti aveva già lavorato in Cry Baby di John Waters

0
Music
Mercoledì, 20 Lug 2022 20:30

EDM-Dance – DJ & Drum Show // Voices Il dj e produttore sudtirolese Markus Mayr alias Mac Maya possiede un proprio studio di registrazione in Val Sarentina, dove scrive e produce le sue canzoni. Il musicista fino a due anni fa ha lavorato esclusivamente per artisti come Papermoon, Dominik Plangger o Tracy Merano, fino alla sua prima apparizione da solista nel 2020 con il singolo “Crazy”. All’epoca in suo supporto è arrivato il noto cantante Jonas Oberstaller, con il quale aveva già collaborato a due singoli. Era logico quindi che Jonas apparisse come vocalist anche nelle stravaganti performance dal vivo di Mac Maya. Il sound di Mac Maya è un misto di musica dance elettronica e strumenti suonati a mano/voce dal vivo, incentrato su groove e ritmo. Il tutto è supportato dal percussionista sudtirolese Max Castlunger, un vero maestro nel suo campo. Da questa collaborazione nasce una forma nuova ed energetica di fare musica, trascinante e commovente. Markus Mayr // Max Castlunger // Jonas Oberstaller Info: Tutte le manifestazioni sono programmate come esperienze all’aperto che hanno luogo nell’UFO Arena. In caso di tempo incerto, sarà utile portare antipioggia ed eventualmente coperte. Se per la serata le previsioni danno pioggia forte o tempesta, le proiezioni di film avverranno in sala e i concerti sul terrazzo coperto.

0
Others
Mercoledì, 20 Lug 2022 19:30-23:00 |
L'evento si tiene dal 20 Lug 2022 al 17 Ago 2022

Ogni mercoledì di luglio e agosto è il momento delle "lunghe serate dello shopping" (mercoledì delle curiosità) presso il centro storico di Sarentino Paese, nel "Dorf", come lo chiamano affettuosamente i locali. Queste serate sono un punto d'incontro per ospiti e gente del posto per passeggiare per il paese fino alle ore 21:30 e per visitare e fare lo shopping nei negozi. Scopri la vasta gamma nei numerosi negozi e goditi le calde serate estive. Quindi fare shopping diventa un piacere. Per una pausa e un rinfresco, accoglienti caffè e ristoranti con bevande fresche e piatti raffinati vi invitano a soffermarsi. (salvo cambiamenti!)

0
Kids
Mercoledì, 20 Lug 2022 19:00

Regie Kim Hagen Jensen Spielzeit 81min ab 6 Jahren Nation/Jahr DK 2020 Minas Laune ist am Tiefpunkt: Helene, die Verlobte ihres Vaters, zieht bei ihnen ein - samt Tochter Jenny, mit der sich Mina überhaupt nicht versteht. Eines Nachts macht Mina im Schlaf eine besondere Entdeckung: Sie trifft auf die Traumzauberer, die die Träume der Menschen zum Leben erwecken! Schnell findet sie heraus, wie sie die Träume ihrer nervigen Stiefschwester manipulieren kann, um sie loszuwerden. Das hat schreckliche Folgen! Mina muss noch einmal in die Traumwelt zurück, um Jenny zu retten …

0
Music
Martedì, 19 Lug 2022 21:15

Concerto di musica classica con il duo pianistico Eleonora e Beatrice Dallagnese. Le sorelle gemelle di 21 anni, hanno iniziato lo studio del pianoforte all'età di 4 anni. Sono state ammesse alla prestigiosa Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, dove hanno studiato con con grandi nomi della musica. Diplomate al Conservatorio “C. Pollini” di Padova, entrambe con il massimo dei voti, tengono regolarmente concerti in Italia. Hanno vinto numerosi concorsi nazionali e internazionali. Durante l’evento possono essere effettuate foto e riprese video per finalità di documentazione e promozione dello stesso e del comprensorio. Le riprese potranno essere utilizzate e pubblicate sui siti web, sui social network e nei media nel rispetto della normativa sulla privacy.

0
Music
Martedì, 19 Lug 2022 21:00

Questo concerto è la data di recupero del 22 luglio 2021. Tutti i biglietti e abonnamenti per il World Music Festival 2021 rimangono validi e non devono essere cambiati. Passenger: una star mondiale a Merano PASSENGER, il menestrello dal successo mondiale, tra gli artisti inglesi di maggior successo degli ultimi anni, con album ai vertici delle classifiche, singoli diventati delle vere e proprie hit, numeri da capogiro e numerosi riconoscimenti tra cui un Independent Music Award, un Ivor Novello ed una nomination ai Brit Award, In 13 anni di carriera PASSENGER, al secolo Mike Rosenberg, ha pubblicato ben 12 album in studio. Per quasi un decennio questo incredibile artista si è esibito in tutto il mondo, partendo dagli angoli delle strade per arrivare ai locali e ai teatri più prestigiosi di tutto il mondo. Dopo aver collaborato e aperto le date di Ed Sheeran negli States, nel 2013 pubblica il singolo che lo porta al successo, “Let Her Go”. Il brano raggiunge i primi posti delle classifiche in 19 Paesi europei diventando disco di platino in Australia (5 volte), Belgio, Regno Unito, Nuova Zelanda (2 volte), Svizzera e Svezia (2 volte). Il video conta oltre 2,6 miliardi di views su YouTube. Lo scorso maggio Passenger ha pubblicato “Sometimes It’s Something, Sometimes It’s Nothing at All” via Black Crow Records. I profitti della vendita dell’album sono stati devoluti in beneficenza alla no profit Shelter, che aiuta i senzatetto inglesi e scozzesi. L’album arriva a un anno di distanza da “Runaway”, pubblicato ad agosto 2018 via Black Crow Records. Un successo di critica e pubblico: il disco ha raggiunto la Top 10 in UK, Australia e Svizzera. Il precedente “Young As The Morning, Old As The Sea”, pubblicato a settembre 2016, in una sola settimana dalla sua uscita ha raggiunto la N.1 dell’Album Chart in UK, Australia, Nuova Zelanda e Svizzera, con singoli al top degli airplays radiofonici e un lunghissimo tour mondiale che visto Passenger impegnato in oltre 97 concerti e 23 busking shows. Un successo che, a sua volta, arriva dopo gli ottimi riscontri di “All The Little Things”, album del 2012 diventato disco di platino e multi-platino in ben 11 Paesi e contenente la super hit “Let Her Go”, brano nominato ai Brit Award come singolo dell’anno (2014) e che ha fatto conquistare a Passenger numerosi premi come un Independent Music Awards ed un Ivor Novello.

0
Cinema
Martedì, 19 Lug 2022 21:00

Argentina/Spagna 2014, 122 min.; regia: Damián Szifron; con: Ricardo Darín, Oscar Martínez, Leonardo Sbaraglia; Le ineguaglianze, l’ingiustizia e le pressioni del mondo in cui viviamo generano stress e depressione in molte persone. Alcune, però, esplodono. Questo film parla di loro. Il tradimento di un marito, il ritorno a un passato sepolto e la violenza che si insinua negli incontri di tutti i giorni, fanno passare i protagonisti di Storie Pazzesche il sottile confine tra civiltà e barbarie, abbandonandosi all’innegabile piacere della perdita del controllo. Info: Tutte le manifestazioni sono programmate come esperienze all’aperto che hanno luogo nell’UFO Arena. In caso di tempo incerto, sarà utile portare antipioggia ed eventualmente coperte. Se per la serata le previsioni danno pioggia forte o tempesta, le proiezioni di film avverranno in sala e i concerti sul terrazzo coperto.

0
Music
Martedì, 19 Lug 2022 20:00

Stef Burns League Stef Burns - chitarra Juan van Emmerloot - batteria Paola Zadra - basso Stef Burns, chitarrista di Los Angeles che vanta collaborazioni storiche in Italia, come quella con Vasco Rossi, e poi ancora, prestigiosi sodalizi con Alice Cooper, Y&T, Huey Lewis and the News, ha annunciato un tour di dieci date in Italia per il mese di luglio 2022 con la Stef Burns League. Il Twenty Twenty Too Tour della Stef Burns League inizierà al termine degli impegni del chitarrista americano con la band di Vasco Rossi. APERTURA CON I MODENA PARK Roberto Rindone - basso Ivo Orrigo - voce Alessandro Nervo - chitarra Paolo Faccioni - batteria Il gruppo ripropone il grande repertorio di Vasco rifacendosi agli arrangiamenti più recenti, e si distingue per la grande cura ed attenzione ai dettagli che fanno della sua musica il punto di riferimento per il rock italiano. Prenotazione obbligatoria Rassegna In Scena Estate - Teatro Cristallo Luogo Piazzetta Teatro Cristallo, via Dalmazia 30, Bolzano Biglietti: 5 € I biglietti saranno acquistabili a partire dal 07/06 a questo link https://www.midaticket.it/eventi/teatro-cristallo-bolzano In caso di pioggia o maltempo lo spettacolo si terrà al Teatro Cristallo.

0
Cinema
Lunedì, 18 Lug 2022 21:15

Regie Nicolas Cuche Darsteller Mit Gérard Jugnot, Camille Lou, Artus u.a. Spielzeit 95min ab 12 Jahren Nation/Jahr F 2021 Bislang haben Philippe, Stella und Alexandre ein sorgloses und verwöhntes Leben auf Kosten ihres Vaters Francis Bartek geführt. Doch nun reicht es dem erfolgreichen Millionär mit seinen verzogenen und längst erwachsenen Kindern und er beschließt ihnen eine Lektion zu erteilen. Er tut so, als wäre er pleite und würde noch dazu von der Polizei gesucht. Nun müssen Philippe, Stella und Alexandre zum ersten Mal in ihrem Leben selbst Verantwortung übernehmen und für ihren Unterhalt arbeiten...

0
Theatre
Lunedì, 18 Lug 2022 21:00

Mit Georg Kaser und Peter Schorn Regie: Marc Günther Aus dem Fundus von Theakos bietet sich auch 2022 der Klassiker „Goethes Faust“ an. Das Stück beginnt schlicht als Goethe-Lesung; bald schon verselbständigen sich aber die Figuren und die Geschichte zieht die zwei Schauspieler in ihren Sog. Mit einfachen Mitteln verwandeln sie sich in „höllischem“ Tempo von Faust und Mephisto in Gretchen und Famulus Wagner, vom suspekten Pudel und besorgten Bruder zur gewissenlosen Marthe, zu Meerkatern und Hexen ... Und das ist erst ein Tröpfchen Fegefeuer! Seit 2013 gespielt, erfreut sich das fulminante Spektakel mit Tiefgang ungebrochener Beliebtheit und ist aus dem Sommer im Tschumpus nicht mehr wegzudenken. Jahr für Jahr steigert sich die Besucherzahl und so ist auch 2022 Goethes Faust eine feste Größe im ehemaligen Gefängnis.

0
Music
Domenica, 17 Lug 2022 18:00

Con la radici nei Balcani, di cui è originario, e la mente nel XXI secolo, le composizioni di Goran Bregovic mescolano le sonorità di una fanfara tzigana, le polifonie tradizionali bulgare, una chitarra elettrica e percussioni tradizionali con delle accentuazioni rock, dando vita ad una musica che ci sembra istintivamente di riconoscere e alla quale il nostro corpo difficilmente sa resistere. Dopo i successi con la band “Bijelo dugme” con 13 album e 6 milioni di copie vendute, in cui Bregovic diventa l’idolo della gioventù jugoslava, segue il successo internazionale come compositore di colonne sonore con Emir Kusturica. Con la sua Wedding and Funeral Orchestra, Goran Bregovic continua a viaggiare per il mondo. Il biglietto comprende: • Ingresso al concerto • Salita e discesa con la funivia da Brunico/Riscone o Valdaora • Parcheggio presso la stazione a valle Come raggiungere il luogo del concerto: Per i concerti di Goran Bregovic (17.07.) Milky Chance (07.08) e Herbert Pixner Projekt (28.08.): • Il luogo del concerto è raggiungibile esclusivamente tramite le funivie da Brunico/Riscone e da Valdaora. La relativa stazione deve essere scelta nel momento dell’acquisto del biglietto. • Salita con il biglietto del concerto a partire dalle ore 16.00 • I concerti iniziano alle ore 18.00 • ultima discesa per Brunico/Riscone e Valdaora alle ore 21.00 • Parcheggi gratuiti presso le stazioni a valle di Riscone e Valdaora. Presso il luogo del concerto: I concerti si terranno in montagna ad alta quota (2.275 m slm), all’aperto e sul prato, quindi senza sedie per il pubblico. Si consiglia vivamente di portare • coperte picnic isolanti e/o cuscini • abbigliamento adeguato compreso protezione dal freddo e dalla pioggia Gastronomia e concomitanti: I ristoranti e rifugi in cima del Plan de Corones saranno aperti per il pubblico fino alle ore 22.00. Saranno aperti i musei Messner Mountain Museum Corones e il LUMEN museo della fotografia di montagna. Saranno applicate le misure di contenimento del Coronavirus che saranno in vigore il giorno dello spettacolo.

0
Exhibitions
Domenica, 17 Lug 2022 16:00-18:00 |
L'evento si tiene dal 17 Lug 2022 al 14 Ago 2022

“Ora dimmi, come stai tu a religione?” Margherita […] “ma credo che non te ne importi molto” Faust […] “non porterei mai via chiesa e fede a nessuno” Margherita […] “non va bene così, bisogna crederci” Faust […] “Bisogna?” Elisabeth Frei pone la questione Gretchen con i suoi dipinti e collage. Introduzione Leo Andergassen

0
Art & Culture
Sabato, 16 Lug 2022 17:00

“Ora dimmi, come stai tu a religione?” Margherita […] “ma credo che non te ne importi molto” Faust […] “non porterei mai via chiesa e fede a nessuno” Margherita […] “non va bene così, bisogna crederci” Faust […] “Bisogna?” Elisabeth Frei pone la questione Gretchen con i suoi dipinti e collage. Introduzione Leo Andergassen

0
Sport
Sabato, 16 Lug 2022 09:00

Il Giro Lago di Resia, conosciuta anche come la corsa più emozionante dell'Alto Adige, si terrà quest'anno per la 22esima volta il 16 luglio. Tutti possono partecipare, perché c'è una classe di performance adatta ad ogni individuo. Dalla Just for Fun Run alla Kids' Run e dall'Handbiking al Nordic Walking, c'è qualcosa per tutti. C'è anche la corsa principale, che è divisa in 13 categorie, a seconda del livello di prestazione.

0
Music
Venerdì, 15 Lug 2022 20:30

Musica e parole Maura Bruschetti - voce e viola Adriano Piccioni - contrabbasso Stefano Colpi - special guest Maura Bruschetti e Adriano Piccioni si incontrano nell'ambito dell' orchestra Haydn di Bolzano e Trento, dove ricoprono rispettivamente il ruolo di seconda viola e di primo contrabbasso. Entrambi musicisti eclettici, scelgono di unirsi in duo nell'estate 2021 e di arrangiare in chiave acustica brani italiani e internazionali dal repertorio pop, swing e cantautoriale, affiancati da pezzi originali. La proposta è raffinata e allo stesso tempo frizzante e simpaticamente teatrale, volta a rendere il concerto scorrevole e leggero nel senso migliore del termine. Special guest: Stefano Colpi, compositore e jazzista rinomato che ha suonato con Kenny Wheeler, Franco D’Andrea, Stefano Battaglia, Steve Ellington, Markus Stockhausen, Uri Caine e molti altri. Rassegna In Scena Estate - Teatro Cristallo Luogo Piazzetta Teatro Cristallo, via Dalmazia 30, Bolzano Biglietti: 5 € I biglietti saranno acquistabili a partire dal 07/06 a questo link https://www.midaticket.it/eventi/teatro-cristallo-bolzano in caso di pioggia o maltempo lo spettacolo verrà annullato. I biglietti acquistati verranno quindi rimborsati solo se la richiesta di rimborso perverrà entro 5 giorni dalla data dell'evento annullato.

0
Partyzone
Venerdì, 15 Lug 2022 19:00-02:00 |

"Gadersound", il festival open air di La Val, presenterà un programma vario ed entusiasmante per tutti gli amanti della musica reggae, folk e non solo… Durante l’evento possono essere effettuate foto e riprese video per finalità di documentazione e promozione dello stesso e del comprensorio. Le riprese potranno essere utilizzate e pubblicate sui siti web, sui social network e nei media nel rispetto della normativa sulla privacy.

0
Music
Giovedì, 14 Lug 2022 21:00

Shaggy: Dancehall da Giamaica Questo concerto è la data di recupero del 1 luglio 2021. Tutti i biglietti e abonnamenti per il World Music Festival 2021 rimangono validi e non devono essere cambiati. Per maggiori informazioni contattare il numero 0473 270256 o scrivere a info@showtime-ticket.com Shaggy: Dancehall Reggae da Giamaica Oltre venticinque anni di carriera per Orville Richard Burrel, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Shaggy, trenta milioni di dischi venduti e collaborazioni sparse in giro per il mondo, tra cui spiccano nomi prestigiosi come quello di Sting, fino ad arrivare al recente Alexander Stewart, giovane promessa della scena internazionale. “You” è il titolo del singolo che ha anticipato l’uscita dell’album “Wah Gwaan?!”, suo tredicesimo progetto discografico in studio. Con l’Italia ha da sempre un rapporto speciale, tra i cantanti con cui ha lavorato spiccano infatti Chiara Civello e Arianna Bergamaschi.

0
Cinema
Giovedì, 14 Lug 2022 21:00

Open Air Kino Großbritannien 2020, 98 min.; Regie: Florian Zeller; mit: Anthony Hopkins, Olivia Colman, Mark Gatiss; London, Anne besucht ihren Vater Anthony in seiner Wohnung und eröffnet ihm, dass sie zu ihrem neuen Partner nach Paris ziehen will. Kurz darauf sitzt im Wohnzimmer ein Unbekannter, der behauptet, Annes Mann Paul zu sein, und dies sei seine Wohnung. Anthony ist noch rüstig und kann sehr charmant sein, etwa zur nächsten Pflegerin, die es mit ihm versuchen will. Aber die fortschreitende Demenz löst in seinem Leben immer mehr Verwirrung aus. Info: Alle Veranstaltungen sind als Open-Air-Erlebnisse geplant und finden in der UFO-Arena statt. Bei unsicherem Wetter nehmen Sie deshalb bitte einen Regenschutz und ev. eine Decke mit. Sollte für den Abend starker Regen oder Sturm vorhergesagt sein, finden die Filmvorführungen im Saal und die Konzerte auf der überdachten UFO-Terrasse statt.

0
Theatre
Giovedì, 14 Lug 2022 21:00

La maschera di Bolzano con Salvatore Cutrì, Thomas Rizzoli, Emilia Piz, Rossana Mantese, Matteo Campagnol regia Michele Modesto Casarin drammaturgia Marco Gnaccolini costumista Elena Beccaro produzione Cooperativa 19 e Teatro Cristallo con il finanziamento dell’Assessorato alle Politiche Sociali, al Tempo libero e allo Sport della Città di Bolzano e dell'Ufficio Politiche Giovanili della Provincia Autonoma di Bolzano Intrecciando le antiche leggende delle Dolomiti si racconta una nuova storia di origine di un personaggio-maschera, il Northell, un giovane minatore che diventa un demone per salvare la sua innamorata Delibana dalla prigione nella mitica miniera di Auramen. Aiutato da un giovane diacono guerriero, da Arlecchino - re di tutte le maschere - e dei demoni, formerà un corteo di “caccia selvaggia” che, di paese in paese, punirà l'avarizia, l'egoismo e la sopraffazione a scapito dei più deboli. Uno spettacolo propedeutico all’ideazione di un’originale maschera della città di Bolzano. Progetto La maschera di Bolzano PARTECIPA ALLA CREAZIONE DELLA PRIMA MASCHERA DELLA CITTA' DI BOLZANO Visita il sito www.lamascheradibolzano.com I biglietti saranno acquistabili a partire dal 07/06 a questo link https://www.midaticket.it/eventi/teatro-cristallo-bolzano ATTENZIONE: in caso di pioggia lo spettacolo si terrà il giorno successivo.

0
Music
Giovedì, 14 Lug 2022 21:00

32. edizione per le Serate a Castel Tirolo, l'evento musicale clou che vanta la partecipazione di musicisti di fama internazionale che presentano opere musicali di paesi, epoche e tradizioni diverse. Anche quest'anno i concerti si terranno nella suggestiva Sala dei Cavalieri di Castel Tirolo. La chiusura delle Serate riserva ancora una sorpresa: il rientro in paese a lume di centinaia di fiaccole. Prevendita biglietti online o presso l'Associazione Turistica. I biglietti acquistati non saranno rimborsati se non utilizzati. Ensemble REVENSCH . HELGA PLANKENSTEINER . MICHAEL LÖSCH Alto Adige Klezmerdixiebalcanjazz

0
Cinema
Giovedì, 14 Lug 2022 21:00

Regia di Kristian Gianfreda. Un film con Idamaria Recati, Luigi Navarra, Giorgio Borghetti, Carlo Maria Rossi, Barbara Abbondanza, Marco Berta, Francesco Yang, Aaron T. Maccarthy, Marco Brambini, Patrizia Bollini, Federica Pocaterra. Cast completo Genere Commedia, - Italia, 2019, durata 90 minuti. UN FILM QUALITATIVAMENTE VALIDO CHE SI DISTINGUE PER IL CORAGGIO CON CUI METTE IN SCENA LE VICENDE. Benedetta, ragazza sedicenne è la figlia del sindaco di un paese dell'entroterra di Rimini. Un giorno un edificio, che si voleva destinare ad altri utilizzi, viene adibito a casa famiglia. Ne arrivano a far parte un papà, una mamma, un extracomunitario appena sbarcato, una ex-prostituta, un carcerato, due ragazzi con gravi disabilità, un bimbo in affido e un figlio naturale. Gli autoctoni non reagiscono bene. Solo cose belle nasce dalla lunga esperienza sul campo della Comunità Papa Giovanni XXIII fondata da don Oreste Benzi e delle tante case famiglia dell'Associazione, che da anni lavorano per diffondere i valori dell'inclusione sociale e per combattere l'emarginazione. Non è un caso che alla realizzazione del film abbiano contribuito, insieme ai professionisti del cinema, anche disabili, ex prostitute ed ex tossicodipendenti. Da qualche tempo, grazie anche alla meno costosa accessibilità ai mezzi di ripresa, si presentano sugli schermi film prodotti da associazioni di vario genere. Non sempre però i livelli qualitativi sono all'altezza delle intenzioni che muovono coloro che li hanno pensati e voluti. Solo cose belle invece dovrebbe essere utilizzato come esempio non solo di rispondenza ai criteri qualitativi necessari per raggiungere le sale cinematografiche ma anche per il coraggio con cui mette in scena la vicenda. L'intolleranza da parte degli abitanti viene mostrata senza esagerazioni ma con l'acutezza di chi sa leggere e conosce (per averle sperimentate) le reazioni di coloro che temono qualsiasi novità che possa 'disturbare' il quieto vivere. Viene però anche mostrata la mancata preparazione della comunità (necessitata dall'urgenza di dare un tetto ai membri della casa famiglia) che si trova dinanzi ai nuovi arrivi senza che nessuno ne abbia comunicato l'imminenza.

0
Music
Mercoledì, 13 Lug 2022 21:15

Concerto della rassegna musicale Festival Badiamusica con il quintetto d'archi "Kainberg Quartett". Un approccio all'universo "Schubert" tramite la lingua universale del suo quintetto per archi e alcuni testi in diverse lingue. Musicisti: Florian Hasenburger: violino David Drabek: violino Wolfram Fortin: viola Philipp Comploi: violoncello Ursina Braun: violoncello André Comploi: testi Durante l’evento possono essere effettuate foto e riprese video per finalità di documentazione e promozione dello stesso e del comprensorio. Le riprese potranno essere utilizzate e pubblicate sui siti web, sui social network e nei media nel rispetto della normativa sulla privacy.

0
Cinema
Mercoledì, 13 Lug 2022 21:00

Regia di Stephen Chbosky. Un film con Julia Roberts, Jacob Tremblay, Owen Wilson, Mandy Patinkin, Ali Liebert, Daveed Diggs. Titolo originale: Wonder. Genere Drammatico, - USA, 2017, durata 113 minuti. Film per tutti FEEL-GOOD MOVIE DI TOLLERANZA E UMANITÀ CHE NON RISPARMIA LA CRUDELTÀ E OSSERVA L'EROISMO DEL CUORE. trailer: https://www.youtube.com/watch?v=tlOip8-k65U Auggie Pullman ha dieci anni, gioca alla playstation e adora Halloween. Perché è l'unico giorno dell'anno in cui si sente normale. Affetto dalla nascita da una grave anomalia cranio-facciale, Auggie ha subito ventisette interventi e nasconde il suo segreto sotto un casco da cosmonauta. Educato dalla madre e protetto dalla sua famiglia, Auggie non è mai andato a scuola per evitare un confronto troppo doloroso con gli altri. Ma è tempo per lui di affrontare il mondo e gli sguardi sconcertati o sorpresi di allievi e professori. Gli inizi non sono facili, inutile mentirsi e Auggie fa i conti con la cattiveria dei compagni. Arrabbiato e infelice, il ragazzino fatica a integrarsi fino a quando un'amicizia si profila all'orizzonte. Un amore altro rispetto a quello materno. Tra bulli odiosi e amici veri, Auggie trova il suo posto e si merita un'ovazione. Wonder nasce come film per bambini ma è davvero un film per tutti. Una favola gentile sulla differenza. Una differenza che non dobbiamo negare ma piuttosto abbracciare. Un percorso emozionante e galvanizzante ma anche duro e sofferto, che coinvolge due mondi spesso conflittuali e irriducibili: quello dei bambini, eroi anomali caratterizzati da un surplus di affettività, fantasia e creatività e quello degli adulti che hanno conservato (almeno in questa occasione) un rapporto privilegiato con l'infanzia. Un film per i bambini, che devono imparare a misurarsi con la differenza, per i genitori, che non sanno sempre come salvaguardare i propri figli dal mondo e per tutti quelli che soffrono o hanno sofferto lo sguardo degli altri in quell'età ingrata in cui ti presenti agli altri senza protezione. Piccolo galateo comportamentale davanti alla diversità, Wonder nasce dal rammarico di una madre. R. J. Palacio, pseudonimo di Raquel Jaramillo, scrive il suo primo libro per rielaborare la sua mancanza, la fuga davanti a una bambina 'diversa' incontrata al parco. Delusa dalla sua reazione, prova a capire sulle pagine quello che avrebbe dovuto fare. In luogo della paura, per cominciare sarebbero bastate la considerazione e la gentilezza. Ma qualche volta quei 'riflessi', quelle attitudini dell'anima, richiedono tempo e lavoro. Di quell'esercizio della virtù dice (bene) il romanzo della Palacio e il film di Stephen Chbosky, combinando gravità e tenerezza, lacrime e larghi sorrisi. Racconto di formazione sensibile e franco, che non fa sconti sulla violenza meschina che il protagonista subisce nel corso dell'anno scolastico, Wonder non scade mai nella compiacenza e nell'affettazione, offrendo diversi punti di vista sullo stesso soggetto. La narrazione polifonica elude la trappola del pathos e l'accanimento sul personaggio principale, donando respiro al film che sovente flirta col meraviglioso. Stabilendo per esempio che in un certo mondo, quello infantile, si può vivere in gravità zero o avere Chewbecca per amico. Chbosky asseconda la fantasia infantile introducendo la trasgressione e suscitando ammirazione. Non è mai un altro mondo quello di cui parla il regista, è il nostro e funziona come siamo abituati a vederlo funzionare ma di tanto in tanto deraglia, come un trenino per soccorrere un bambino e aiutarlo a superare la propria singolarità. Il miracolo di Wonder è la disponibilità all'accoglienza che può offrire solo chi ha avvertito su di sé il peso della solitudine.

0
Cinema
Mercoledì, 13 Lug 2022 21:00

Regie Ridley Scott Darsteller Mit Lady Gaga, Adam Driver, Al Pacino u.a. Spielzeit 157min ab 14 Jahren Nation/Jahr USA 2021 Der Fall versetzte nicht nur die Modewelt in Aufruhr: Die Ermordung des Gucci-Erben Maurizio Gucci sorgt 1995 für Schlagzeilen. Maurizios Ex-Frau Patrizia Reggiani wird des Mordes beschuldigt. Sie wehrt sich dagegen und beharrt auf ihrer Unschuld. Immer neue Details kommen ans Tageslicht. Eine geheime Affäre ihres Mannes, Gier nach Rache und finanzielle Abhängigkeit formen ein Bild von Patrizia, das für Aufsehen sorgt. Es kommt zu einem Prozess, an dessen Ende die Wahrheit ans Tageslicht kommt …

0
Music
Mercoledì, 13 Lug 2022 20:30

Ethno Jazz // Voices Quando due forti personalità della scena musicale locale come Rina Kaçinari e Maria Craffonara si riuniscono in una collaborazione artistica, è giustificato aspettarsi il meglio. Grande è la varietà e la ricchezza alle quali possono attingere. I suoni marcati del duo Rina Kaçinari (Kosovo) e Maria Craffonara (I-Brunico) raccontano grandi storie. Entrambe cresciute con più lingue e nel crogiolo di diverse culture, cantano le proprie composizioni in lingua tedesca, ladina ed albanese. Le musiciste dispongono di esperienza pluriennale sul palco, sia in ambito classico che in progetti crossover e complessi di successo a livello internazionale. Entrambe a casa sia nella propria voce che nello strumento ad arco, entrambe compositrici, paroliere ed interpreti delle proprie opere, presentano con la stessa bravura le loro delicate melodie da canzone popolare come i passaggi energici ed infuocati. Rina Kaçinari – voce, violoncello, kalimba // Maria Craffonara – voce, violino, kalimba Info: Tutte le manifestazioni sono programmate come esperienze all’aperto che hanno luogo nell’UFO Arena. In caso di tempo incerto, sarà utile portare antipioggia ed eventualmente coperte. Se per la serata le previsioni danno pioggia forte o tempesta, le proiezioni di film avverranno in sala e i concerti sul terrazzo coperto.

0
Others
Mercoledì, 13 Lug 2022 19:00
L'evento si tiene dal 13 Lug 2022 al 31 Ago 2022

enogastronomia serale… I bar e ristoranti partecipanti di Termeno Vi aspettano ogni mercoledì dal 13 luglio al 31 agosto dalle ore 19.00 con drink estivi, vini di Termeno e stuzzichini raffinati in un'atmosfera rilassata. Gustate pizza gourmet, Gewürztraminer con gelato alla maracuja, nuovi aperitivi estivi, speciali birre altoatesine e molto altro ancora sotto le stelle. Inoltre i negozi del centro a traffico limitato tengono aperte le loro porte fino alle ore 22.00 e vi invitano a godervi lo shopping serale. Gli espositori locali offrono prodotti artigianali e molto altro. Le associazioni di Termeno permettono di conoscere la variegata vita quotidiana di Termeno e offrono un programma d‘intrattenimento per grandi e piccini.

0
Kids
Mercoledì, 13 Lug 2022 19:00

Regie Garth Jennings Spielzeit 110min ab 8 Jahren Nation/Jahr USA 2021 Koala Buster Moon will mit seinen Freunden die tollste Bühnenshow präsentieren, die es je zu sehen gab. Das Crystal Tower Theater in der Großstadt wäre dafür perfekt, aber müssten sie den skrupellosen Wolf davon überzeugen, ihnen sein Theater zu überlassen. Sie versprechen, Rocklegende Löwe Clay Calloway auf die Bühne zurückzuholen. Während sich Busters Freunde auf die spektakuläre Show vorbereiten, macht sich der Koala auf die Suche nach Clay. Kann er ihn davon überzeugen bei der Show mitzumachen?

0
Music
Mercoledì, 13 Lug 2022 10:00-17:00 |

Le pianist tla natöra - Concerto con Paolo, il “pianista fuori posto” Le montagne sono la cornice ideale per ascoltare le dolci melodie del pianoforte. Durante la giornata, Paolo ci farà vivere un’esperienza unica, piena di emozioni, dove la musica di solito non arriva (in caso di maltempo la manifestazione si terrà presso il padiglione di Corvara). Prossimo appuntamento: 14.07.2022 - Badia - La Crusc/Santa Croce Durante l’evento possono essere effettuate foto e riprese video per finalità di documentazione e promozione dello stesso e del comprensorio. Le riprese potranno essere utilizzate e pubblicate sui siti web, sui social network e nei media nel rispetto della normativa sulla privacy. Il calendario può subire modifiche in base alle disposizioni governative. Sul sito ufficiale del turismo in Alto Adige https://www.suedtirol.info/it/informazioni/coronavirus trovate le risposte alle principali domande sul Coronavirus in Alto Adige. Informazioni utili / cosa portare Scarpe da trekking e abbigliamento da montagna. Prestazioni Concerto presso le cascate Pisciadú.

0
Music
Mercoledì, 13 Lug 2022
L'evento si tiene dal 13 Lug 2022 al 17 Lug 2022

13–17 luglio 2022 (Teens’ Corner 11–17 luglio) Ti piace suonare improvvisando? Hai voglia di suonare jazz con altri, di fare esperienza di musica d‘insieme e incontrare musicisti di fama mondiale? Allora ti diamo il benvenuto ai Iaboratori jazz di Merano! La mitteleuropean jazz academy vuol essere un punto d‘incontro internazionale per musicisti e insegnanti provenienti dall‘Europa meridionale e centrale. II laboratorio è aperto a chiunque abbia già esperienza con il proprio strumento e che desideri allargare il suo orizzonte musicale, indipendentemente dal livello. Per la prima volta 7 giorni per i partecipanti più giovani. Insegnanti: Michael Sagmeister (guit) GER, Henning Sieverts (bass) GER, Christian Elsässer (piano) GER, Giovanni Cigui (sax) ITA, Julian Hesse (trump) GER, Michael Lösch (piano) ITA, Pietro Ricci (rhythm) ITA, Matteo Scalchi (guit/teens) ITA, Helga Plankensteiner (sax/teens) ITA, ed a. Special: Josè Antonio Molina Ponce (Cuba) Afro Cuban Drums Master Class: Gonzalo Rubalcaba “Piano Masterclass“ (Cuba/USA) Franco D’Andrea “Rhythm Masterclass“(I) Voice: Cristina Zavalloni (I) Mattina: Canto, strumento e ritmica Pomeriggio: Musica d‘insieme Quota d‘iscrizione: 240 € Adulti I 195 € Ridotto I 150 € Teens Iscrizioni: www.meranojazz.it Info: info@meranojazz.it I +39 348 7933 930 I +39 389 0015 983 (office 06.–20.07.) Numero limitato di partecipanti! Tariffe ridotte fino al 31 maggio! Artist in residence: Gonzalo Rubalcaba (Cuba/USA)

0
Kids
Martedì, 12 Lug 2022 21:00

USA 1996, 110 min.; Regie: Carroll Ballard; mit: Jeff Daniels, Anna Paquin, Dana Delany; Amy verliert mit 13 Jahren ihre Mutter durch einen Autounfall und zieht nach Kanada zu ihrem Vater, den sie kaum kennt. Ihr neues Leben gefällt Amy ganz und gar nicht, bis sie eines Tages ein Nest mit verlassenen Gänseeiern findet und sich ihrer annimmt. Die Küken schlüpfen, Amy zieht sie mit viel Mühe auf, aber mit der Zeit stellt sich die Frage, wie die Gänse ihren Weg Richtung Süden finden sollen. Amy und ihr Vater fassen einen waghalsigen Plan… Info: Alle Veranstaltungen sind als Open-Air-Erlebnisse geplant und finden in der UFO-Arena statt. Bei unsicherem Wetter nehmen Sie deshalb bitte einen Regenschutz und ev. eine Decke mit. Sollte für den Abend starker Regen oder Sturm vorhergesagt sein, finden die Filmvorführungen im Saal und die Konzerte auf der überdachten UFO-Terrasse statt.

0
Music
Martedì, 12 Lug 2022 20:30

"Finesse" Pop a cappella con beatbox groove Dalla loro formazione nel 2015 sono considerati tra “i più promettenti newcomer del pop a cappella”. (Südwestpresse) Insigniti di numerosi primi premi in vari concorsi internazionali, i Quintense lasciano in chi li ascolta un’impressione duratura. Due voci femminili e tre maschili, tutte ugualmente convincenti sia come soliste che in coro, virtuose e avvincenti: una vera rarità a questo livello. Quintense ha selezionato un pezzo forte della musica jazz e pop per ogni canzone in programma: brani di Coldplay, Bruno Mars, Daniel Cesar, dei Beatles e di molti altri, diventano ancora più straordinari grazie agli arrangiamenti variegati e ai commoventi beatbox groove della band. Sabrina Häckel: soprano - Katrin Enkemeier: alto - Stefan Intemann: tenore - Jonas Enseleit: baritono, beatbox - Martin Lorenz: basso Il numero di posti è limitato. Prenotazione obbligatoria!

0
Theatre
Martedì, 12 Lug 2022 19:00

La maschera di Bolzano con Salvatore Cutrì, Thomas Rizzoli, Emilia Piz, Rossana Mantese, Matteo Campagnol regia Michele Modesto Casarin drammaturgia Marco Gnaccolini costumista Elena Beccaro produzione Cooperativa 19 e Teatro Cristallo con il finanziamento dell’Assessorato alle Politiche Sociali, al Tempo libero e allo Sport della Città di Bolzano e dell'Ufficio Politiche Giovanili della Provincia Autonoma di Bolzano Intrecciando le antiche leggende delle Dolomiti si racconta una nuova storia di origine di un personaggio-maschera, il Northell, un giovane minatore che diventa un demone per salvare la sua innamorata Delibana dalla prigione nella mitica miniera di Auramen. Aiutato da un giovane diacono guerriero, da Arlecchino - re di tutte le maschere - e dei demoni, formerà un corteo di “caccia selvaggia” che, di paese in paese, punirà l'avarizia, l'egoismo e la sopraffazione a scapito dei più deboli. Uno spettacolo propedeutico all’ideazione di un’originale maschera della città di Bolzano. Progetto La maschera di Bolzano PARTECIPA ALLA CREAZIONE DELLA PRIMA MASCHERA DELLA CITTA' DI BOLZANO Visita il sito www.lamascheradibolzano.com I biglietti saranno acquistabili a partire dal 07/06 a questo link https://www.midaticket.it/eventi/teatro-cristallo-bolzano ATTENZIONE: in caso di pioggia lo spettacolo si terrà il giorno successivo.

0
Cinema
Lunedì, 11 Lug 2022 21:30

Regie: Gabi Rothmüller Mit: Georg Kaser, Josef Lanz, Ingrid M. Lechner, Lukas Lobis, Viktoria Obermarzoner, Peter Schorn, Patrizia Solaro, Michaela Zetzlmann, Andreas Zingerle Text: Alex Liegl, Maria Kampp, Lukas Lobis, Ingrid M. Lechner, Georg Kaser Regieassistenz: Michaela Zetzlmann Musik: Stephen Lloyd (Leitung), Bea DeWit Wir zeigen Euch dieses Jahr im Sommerkino unser "Best of Tschumpus"! Drei unserer Eigenproduktionen noch einmal zum Miterleben auf der Leinwand! Als erstes ein Sommerknasttraum - Kabarett im Tschumpus von 2016! Achtung, höchste Vorsicht ist geboten: Die Haftrate in Brixen könnte sprunghaft steigen. Denn alle werden in den alten Tschumpus kommen wollen. Und auch dort bleiben. Brixen wird zerlegt, und zwar Gitterstab für Gitterstab. Ganove trifft auf Geistliche, Dickhäuter auf leichte Mädchen, Knasttherapeut auf Knastköchin. Egal, ob brutale Gefängniswärterin oder korrupter Gefängnisdirektor, volkstümlicher Gangsta Rap oder Gefangenenchor, es wird bis zum letzten Tag gefeilt. Und endlich werden wir wissen, warum all das nur hier im Herzen Brixens passieren kann, an diesem besonderen Ort, im Tschumpus.

0
Cinema
Lunedì, 11 Lug 2022 21:00

Il Grande Dittatore (ted) (11.7)- commedia Regia di Charles Chaplin. Un film con Jack Oakie, Charles Chaplin, Paulette Goddard, Henry Daniell, Reginald Gardiner. Cast completo Titolo originale: The Great Dictator. Genere Commedia, - USA, 1940, durata 126 minuti.

0
Cinema
Lunedì, 11 Lug 2022 21:00

Regie Marcus H. Rosenmüller, Santiago López Jover Spielzeit 90min ab 14 Jahren Nation/Jahr A 2021 Im Wirtshaus von Siegheilkirchen sitzt ein Rotzbub und zeichnet die „nackerte“ Fleischhauerin. Die Bilder erregen Aufsehen im ganzen Ort. Der Rotzbub heißt Manfred Deix und hat Talent. Doch Maler braucht die Kleinstadt im Österreich der 1960er vor allem zum Überpinseln ihrer braunen Flecken. Zum Glück gibt es das Espresso Jessy, Bier und Rock’n’Roll. Eines schönen Tages kommen die Roma in den Ort und mit ihnen die furchtlose Mariolina. Endlich gibt es in Siegheilkirchen wirklich etwas zu zeichnen …

0
Cinema
Domenica, 10 Lug 2022 21:00

Il mitico Bela Lugosi, protagonista assoluto della pellicola, nella sua forzata migrazione verso gli Stati Uniti, scappando dalla Rivoluzione ungherese, s’imbarcò proprio a Trieste su un piroscafo che gli fece scavalcare l’Atlantico verso la terra promessa. Il suo avventuroso viaggio per mare è assimilabile a quello del conte Dracula alla volta di Londra. Il mito stesso del vampiro nel mondo contemporaneo è più cinematografico che letterario; a renderlo un’icona immortale è stato, non tanto il testo di Stocker, ma lo sguardo profondo, lampeggiante e diabolico di Lugosi, l’ombra torva e inquietante di Max Schrek nel Nosferatu di Murnau (1922) e l’orrendo mistero di Vampyr di Dreyer (1931). Proprio negli stessi giorni dell’esibizione di Zamboni al Miela, nei circuiti D’Essai italiani girava una versione restaurata in 4k del classico di Carl T. Dreyer a cura del Cinema Ritrovato di Bologna. Il Zamboni Trio ha perfettamente indovinato un ritmo ossessivo e monotono per accompagnare le immagini patinate e pittoriche della pellicola di Browning che fin da subito appare come una favola da palcoscenico allo stesso tempo notturna e brillante. La sceneggiatura, infatti, approvata dagli eredi di Stoker, fu un adattamento dello spettacolo che dal 1924 furoreggiava sui palcoscenici di Broadway. Non è stato un semplice lavoro di sonorizzazione, Zamboni ha deciso di suonare sulle immagini, anzi, con esse, azzerando il volume originale, isolando solamente alcune frasi significative e inglobandole nel flusso sonoro come fossero voci di un incubo, ricordi lontani di un naufragio, l’eco di uno sparo. “Bela Lugosi’s Dead” dei Bauhaus è uno dei brani più importanti del panorama post-rock cui fecero riferimento le band di cui Zamboni fu mente creativa. I CCCP, i CSI e tutto ciò che ne consegue furono profondamente influenzati da certe atmosfere dalle quali scaturirono le loro più feconde “immaginazioni” attraverso la musica. Non c’è bisogno di dire che i Bauhaus trassero ispirazione per il loro celeberrimo brano proprio dal film di Tod Browning, per Zamboni, insomma, l’esibizione del Miela è stata una specie di “ritorno a casa” anche perché, come lui stesso ha dichiarato, da ragazzo scoprì la propria passione per il cinema frequentando la Cappella Underground, una delle istituzioni cinematografiche storiche della città giuliana. Lo stesso chitarrista durante la proiezione ci introduce al percorso artistico che lo ha condotto dalle nebbie padane ai fumosi club berlinesi degli anni ‘80 fino alla luce di questi ultimi anni in cui la sua ispirazione non solo di musicista, ma anche di scrittore, poeta, didatta e scultore di parole sembra moltiplicarsi e riflettersi in mille significativi frammenti. Tra le soluzioni ambient, noise e punk/gothic perfettamente in linea con i contenuti della pellicola, sono stati principalmente due brani a far da guida agli spettatori. Il primo riportava i versi più dolci di “Curami” dei CCCP edita nel seminale Affinità e Divergenze (1986) “Prendimi in cura da te, Prendimi in cura da te, Curami, Curami, Curami, Che ti venga voglia di me, che ti venga voglia di me” che giocando un po’ con alcune seduzioni letterarie e cinematografiche sarebbero state bene anche alla piccola feroce vampira dell’inquietante romanzo horror di Lindqvist e dell’altrettanto angoscioso film di Alfredson (2008). Il secondo, quelli ancora più rarefatti e atmosferici, di “A ora incerta” che fa parte di uno splendido album inciso con la “cant-attrice” Angela Baraldi (2013) che meravigliosamente lo accompagna in tante avventure, in sala di incisione e on stage, negli ultimi anni. Il testo sembra scritto apposta per evocare le lugubri atmosfere del film di Browning e si sposa benissimo con gli sguardi tetramente ipnotici del Dracula di Lugosi che sono come: “Sogni che fanno urlare, scadono in ombre chiare, ora che lentamente s’alza. Scalata nella gola, cercare la parola, scarna gentilmente franca, un’infinita compressione precede lo scoppio, un’infinita compassione…” La proverbiale irruenta grazia del chitarrista emiliano si sommava alle trovate ritmiche e sonore del percussionista Simone Benvenuto che tesse sopra le immagini una trama di suggestioni sonore davvero intriganti facendo risuonare anche una tavola di legno e sfregando una lamina di metallo con un archetto da violoncello. Non da meno l’estro e la fantasia del tastierista e sound designer Cristiano Roversi in una continua serie di rimandi, evocazioni e indicazioni di una realtà onirica elettroacustica. Di certo le composizioni eseguite non possono essere considerate una mera colonna sonora di semplice accompagnamento o commento alla pellicola di Browning. La suite eseguita dal trio ha caratteristiche proprie che la emancipano dalla funzione di sostrato sonoro. Pellicola e sonorizzazione in questo caso si confrontano in parallelo diventando due opere d’arte che si compenetrano, interagiscono ma non si confondono e nemmeno sovrappongono. Questo è un tratto distintivo delle composizioni di Zamboni che ha una lunga esperienza sia nella musica da film che in quella per gli spettacoli teatrali propri e altrui. Il chitarrista è propriamente uno scultore di paesaggi e da decenni ne da continuamente prova nelle sue calligrafie letterarie e sonore; tra i suoi polpastrelli e le corde delle sue tastiere s’insinua, fino a rendersi udibile, la polvere del tempo e del viaggio. I fotogrammi della pellicola scorrono sinuosi e affascinanti sullo schermo alle spalle dei musicisti. Non si tratta certo di un capolavoro e nemmeno del miglior film di Browning ma di certo ha segnato la storia del cinema e il nostro immaginario con immagini che sono diventate assolutamente iconiche, incise per sempre nella memoria di ognuno di noi. Niente in comune con la Sinfonia delle tenebre del Nosferatu di Murnau (1922) o con l’esoterismo surrealista del Vampyr di Dreyer (1932) già citato più sopra. La pellicola di Browning è un adattamento cinematografico di uno spettacolo teatrale del 1924 in cartellone a Broadway con grande successo da quasi un decennio. Assolutamente memorabili e sbalorditive ancora oggi alcune sequenze con i fondali dipinti a far da scenografia per evocare le aspre montagne dei Carpazi oppure quelle che riguardano le mogli del vampiro che sorgono dalle bare e vanno incontro al giovane avvocato Renfield che si occupa di transazioni economiche. L’intento è quello di cibarsene, ma per primo ne approfitta il Conte che ne fa un sol boccone per poi ipnotizzarlo e servirsene proprio come un burattino. Molto suggestivo, completamente fantastico e irreale il maniero del conte i cui interni sono anch’essi costruiti di quinte di cartone con disegni ispirati alle opere di Piranesi. La scena poi si sposta sulla nave che porta il conte Dracula in incognito verso Londra, esattamente come nel romanzo. Il trasporto è sorvegliato dal giovane avvocato, ormai completamente pazzo e asservito al proprio padrone vampiro. Alcune inquadrature che lo ritraggono nella sua follia colpiscono lo spettatore nel profondo, regalando attimi di puro stordimento. Seguono le vicende, a tutti ben note, che portano il conte ad invaghirsi della bella Mina e il professor Van Helsing a piantare un paletto di frassino nel petto del vampiro liberando il mondo dalla sua ferale presenza. Naturalmente, la presenza e l’interpretazione di Lugosi si fanno ancora notare ma in certi momenti alla nostra sensibilità appaiono quasi grottesche e caricaturali, abituati come siamo a quasi cento anni di parodie e rifacimenti. Quel Dracula è ormai solo un signore azzimato con un aria un po’ flanè e decadente mitteleuropea. Trieste in una sera di un inverno dalle temperature miti, con il mare a pochi passi dal teatro, di una consistenza che appariva oleosa senza nessuna increspatura per l’assenza di vento e la misteriosa oscurità del suo orizzonte marino punteggiato al largo dalle luci lontane delle navi da carico in rada è stato proprio il luogo ideale per la proiezione concerto. La musica di Zamboni e dei suoi musicisti ha saputo sottolineare perfettamente quella che è stata un’esperienza cinematografica di ampio respiro, sempre più rara ormai in questo nostro mondo di piattaforme streaming e di quarantene sul divano di casa davanti ai maledetti devices che succhiano dai nostri occhi tutta l’attenzione e svuotano le nostre vene da ogni volontà, soggiogando il nostro desiderio. Per fortuna ancora niente può sostituire l’immenso piacere di vedere un film sul grande schermo in un bel teatro con straordinari musicisti che danno il meglio di se per poi fare una romantica passeggiata lungo le rive del mare, sotto le stelle, fino alla piazza più bella d’Italia. Flaviano Bosco © instArt

0
Theatre
Domenica, 10 Lug 2022 19:00

La maschera di Bolzano con Salvatore Cutrì, Thomas Rizzoli, Emilia Piz, Rossana Mantese, Matteo Campagnol regia Michele Modesto Casarin drammaturgia Marco Gnaccolini costumista Elena Beccaro produzione Cooperativa 19 e Teatro Cristallo con il finanziamento dell’Assessorato alle Politiche Sociali, al Tempo libero e allo Sport della Città di Bolzano e dell'Ufficio Politiche Giovanili della Provincia Autonoma di Bolzano Intrecciando le antiche leggende delle Dolomiti si racconta una nuova storia di origine di un personaggio-maschera, il Northell, un giovane minatore che diventa un demone per salvare la sua innamorata Delibana dalla prigione nella mitica miniera di Auramen. Aiutato da un giovane diacono guerriero, da Arlecchino - re di tutte le maschere - e dei demoni, formerà un corteo di “caccia selvaggia” che, di paese in paese, punirà l'avarizia, l'egoismo e la sopraffazione a scapito dei più deboli. Uno spettacolo propedeutico all’ideazione di un’originale maschera della città di Bolzano. Progetto La maschera di Bolzano PARTECIPA ALLA CREAZIONE DELLA PRIMA MASCHERA DELLA CITTA' DI BOLZANO Visita il sito www.lamascheradibolzano.com I biglietti saranno acquistabili a partire dal 07/06 a questo link https://www.midaticket.it/eventi/teatro-cristallo-bolzano ATTENZIONE: in caso di pioggia lo spettacolo si terrà il giorno successivo.

0
Music
Domenica, 10 Lug 2022 18:00-20:00 |

Concerto con l'ensemble "Amarilli". Sabine Ranigler (soprano), Margareth Huber (violino), Roland Mitterer (violoncello) e Antonella Lorengo (clavicembalo) eseguiranno brani di epoche diverse. Informazioni e prenotazione biglietti direttamente al Curatorio Castello di Castelbello su info@schloss-kastelbell.com

0
Others
Domenica, 10 Lug 2022 10:00-22:00 |
L'evento si tiene dal 10 Lug 2022 al 15 Lug 2022

Ammirare e scoprire le Dolomiti come mai le avete viste! Vi siete mai chiesti quanti anni ha il Sas dla Crusc? E riuscite a immaginare le Dolomiti prima come un arcipelago tropicale e poi come un’ampia pianura costiera percorsa dai dinosauri? Avete voglia di viaggiare nel tempo attraverso milioni e milioni di anni insieme a noi? Partecipate alla settimana geologica, il festival dedicato alle Geoscienze, e troverete una risposta a tutte le domande, anche a quelle che non potete nemmeno immaginare. In calendario un susseguirsi di appuntamenti giornalieri rivolti a un pubblico di tutte le età all’insegna della scoperta della grande geodiversità delle Dolomiti. Programma dettagliato presso gli uffici turistici dell'Alta Badia. Durante l’evento possono essere effettuate foto e riprese video per finalità di documentazione e promozione dello stesso e del comprensorio. Le riprese potranno essere utilizzate e pubblicate sui siti web, sui social network e nei media nel rispetto della normativa sulla privacy.

0
Others
Sabato, 09 Lug 2022 07:30

Manca ancora un mese e poi in Val Sarentino si svolgerà per l’ottava volta il tour ciclistico “Almrausch & Edelbike”. Numerosi mountain biker e soprattutto e-biker da vicino e lontano salteranno in sella e assaporeranno con gusto il panorama sarentinese. A questo evento unico nel suo genere, che si svolgerà sabato 9 luglio, non ci saranno competizioni: si tratterà unicamente di andare in mountain bike tra le Alpi Sarentinesi. Il tour Almrausch & Edelbike è adatto a (e-)mountain biker di ogni tipo, che vogliono semplicemente trascorrere una giornata in sella assieme a spiriti affini. Sono disponibili diversi percorsi con differenti gradi di difficoltà, tutti senza cronometraggio. Il tour Oro, lungo 49 chilometri con 2230 metri di dislivello, è adatto a esperti, anche se le cicliste e i ciclisti più incalliti potranno allungare il percorso con i 7 chilometri di tragitto e i 230 metri di dislivello aggiuntivi del tour Super Gold, che da sopra la malga Waidmann Alm li porterà al rifugio Kuhleiten con una ripida salita sul sentiero 19A e poi tornerà indietro. Oltre al tour Argento (44 chilometri/1765 metri di dislivello), è accattivante soprattutto il tour Bronzo. Il percorso più breve è lungo 33 chilometri, ha un dislivello di 1370 metri ed è molto adatto alle famiglie. Poiché nessuno dei percorsi ha carattere competitivo, è possibile e addirittura auspicabile fare una sosta presso le cinque strutture partecipanti – rifugio Kuhleiten, malga Kirchsteiger, malga Möltner Kaser, ristorante Lanzenschuster e malga Putzer Kreuz – rinfrescarsi e gustare il panorama scendendo dai pedali. Salite ripide, belle discese Lo scorso fine settimana è salito sui pedali anche Walter Perkmann, il direttore dell’Associazione Turistica Val Sarentino che organizza Almrausch&Edelbike assieme alla sezione ciclismo dell’associazione Amateursportclub Sarntal. Perkmann ha percorso il tracciato Oro ed è già in estasi. “Tutto il percorso è in buone condizioni. Anche la discesa dal rifugio Kesselberg al Giogo di Pietramala e in seguito lo stretto tratto attraverso la gola erosiva farà battere forte i cuori dei mountain biker tecnicamente più esperti. È una discesa di primissima qualità!”, afferma il capo del comitato organizzatore, che ha soltanto una cattiva notizia. “Quest’anno malga Waidmann Alm non può aderire come partner per ragioni di capienza, ma viene sostituita da malga Kirchsteiger.” Dopo il grande successo delle prime sette edizioni di Almrausch & Edelbike – l’ultima si era svolta nel 2016 –, anche quest’anno sono attese centinaia di partecipanti. “Per noi si tratta che ogni (e-)mountain biker possa assaporare con i suoi amici o la sua famiglia la giornata tra le nostre leggendarie montagne e che anche settimane dopo possa essere entusiasta di Almrausch&Edelbike e delle Alpi Sarentinesi”, afferma Perkmann. Al termine del tour ciclistico sarentinese l’evento si concluderà a Sarentino, in piazza della posta. Alla festa “Almrausch & Edelbike Feschtl” i partecipanti saranno viziati dai piatti prelibati del ristorante-pizzeria Post e dalla vivace musica live del gruppo “Die Bergdiamanten” e potranno brindare a una bella giornata in mountain bike. Chi vuole risparmiare presti attenzione: a partire dal 26 giugno aumenteranno le quote d’iscrizione. Gli adulti pagheranno 40 euro anziché 30, mentre i costi per bambini e ragazzi saliranno da 20 a 25 euro. Per iscriversi bisogna versare la quota d’iscrizione (30 € per gli adulti e 20 € per bambini e ragazzi fino ai 18 anni – nati dal 2004 in poi) sul conto della Cassa Raiffeisen di Sarentino intestato all’Associazione Turistica Val Sarentino (IBAN: IT 48 L 08233 58870 000300001503). Come causale vanno indicati nome e cognome, anno di nascita e la dicitura “8. Almrausch & Edelbike”. Tutti i partecipanti riceveranno un ricco pacco gara che conterrà come regalo una borraccia appositamente prodotta con sovrimpresso il logo “Almrausch & Edelbike” e un buono per cibo/bevande che potrà essere utilizzato a scelta in più malghe. Almrausch & Edelbike – facts: Sabato 9 luglio 2022 Partenza e arrivo: piazza della posta a Sarentino Ritiro pacchi gara e iscrizioni in giornata: dalle ore 7.30 alle 10.00 Possibilità di partire: dalle ore 8.00 alle ore 10.00 Parcheggi: parcheggio principale (piazzale autobus) Sarentino, (a 400 m dall’area di partenza/arrivo) grande parcheggio in via Ronco (a 500 m dall’area di partenza/arrivo)

0
Theatre
Venerdì, 08 Lug 2022 21:00
L'evento si tiene dal 08 Lug 2022 al 26 Lug 2022

Die höchst beklagenswerte und gänzlich unbekannte Ehe von Romeo & Julia – ohne Tod kein Happy End Eine Komödie von Michael Niavarani sehr lange nach William Shakespeare. Regie Konrad Hochgruber Freilichttheater vor einer einzigartigen Kulisse: am Stiftsplatz vor der Engelsburg des Kloster Neustift der Augustiner Chorherrn. (wie schon vor 30 Jahren) Romeo und Julia sind nur deswegen das größte Liebespaar der Weltliteratur, weil sie nie miteinander leben mussten, sondern rechtzeitig gestorben sind. Im Falle unserer höchst beklagenswerten Komödie sind nicht die Liebenden gestorben, sondern die Liebe. Im fünften Akt von Herrn Shakespeares Tragödie endet die dreitägige Ehe von Romeo und Julia durch einen Brief, der nicht rechtzeitig ankommt. Der Tod der beiden ist also ein Irrtum. In unserer gänzlich unbekannten Ehetragödie entpuppt sich die ganze Ehe als Irrtum. Wo bleibt nach 30 Jahren Alltag die Romantik? Die Kinder sind aus dem Haus, die Geschäfte laufen gut und plötzlich tauchen eine alte Liebe und eine junge Schauspielerin auf, und allen Beteiligten schießt die Verliebtheit wieder ein! Sofort kommt es zu Lügen, Sex und Betrug, zu einem Fechtkampf zwischen zwei alten Neurotikern, einem finanziellen Ruin, einer jungen Liebe, einer verschmähten Liebe, einer verzweifelten Liebe, einer gestorbenen Liebe, einer erotischen Liebe und einer Liebe zu Kokosnüssen. Der Kabarettist, Regisseur und Autor Michael Niavarani schrieb eine klassische Verwechslungskomödie, die es in der Wortgewandtheit mit Shakespeare aufnimmt, ohne mit ihm zu konkurrieren. Eine Komödie von Michael Niavarani, sehr lang nach William Shakespeares Romeo und Julia. Denn wie sagt William Shakespeare selbst: Weise sein und lieben vermag kein Mensch!

0
Music
Venerdì, 08 Lug 2022 20:30

PROGRAMMA Gioachino Rossini (1792-1868) Ouverture from “The Barber of Seville” (arr. Mauro Giuliani) Domenico Scarlatti (1685-1757) *Sonata K.30 *Sonata K.45 Mario Castelnuovo-Tedesco (1895-1968) Prelude and Fugue n.4 op.199 in E Major: -Andante mosso -Tempo di Bourée Prelude and Fugue n.10 op.199 in B flat Major -Alla Rumba -Alla Marcia Fryderyk Chopin (1810-1849) *Waltz op.69 n.2 Fryderyk Chopin *Prelude op.28 n.4 Isaac Albéniz (1860-1909) From the Suite “Iberia”: I Evocación II El Puerto Isaac Albéniz *Leyenda (Asturias) Manuel De Falla (1876-1946) Danza ritual del fuego (arr. Gruber-Maklar Duo) Marek Pasieczny (1980) Joyfully, with blustering from “Polish Sketches” Edvard Grieg (1843-1907) *Anitra’s Dance for 4 hands guitar * Mono Guitar Duo’s arrangement Il MoNo Guitar Duo si è formato nel 2017 con l’intento di unire due musicisti, già vincitori di importanti concorsi internazionali, che amano esplorare il repertorio musicale, affiancando anche propri arrangiamenti per Duo di chitarre. Particolare attenzione viene dedicata al repertorio italiano e polacco operistico e strumentale. Negli ultimi 4 anni hanno ottenuto grandissimo successo in numerosi Festival musicali in Europa (IBLA Grand Prize 2019, Solarino Guitar Festival 2020, Youngmasters Festival 2021). Acclamati anche da famosi artisti si esibiscono in Italia presso l’Auditorium Santa Cecilia a Roma, suonando le Ouverture di Rossini. Nel 2021 incidono il primo volume dell’opera omnia del compositore italiano Mario Castelnuovo Tedesco per l’etichetta giapponese Da Vinci Classics. Anna K. Nowicka e Giuseppe Molino vengono regolarmente invitati come docenti in vari Master Class.

0
Music
Venerdì, 08 Lug 2022 20:00

Dopo lo spostamento di tanti grandi festival, anche il Maia Music Festival è stato spostato al 2022 Il concerto di Mark Forster sarà recuperato l’8 luglio 2022. Più di 50 concerti esauriti nel 2019: il musicista germanico Mark Forster approda a Merano sull’onda del successo nel 2019. Il cantante simpatico sa entusiasmare i suoi fans con uno show spettacolare piena di sorprese. Dopo un anno di pausa, nel 2021 Mark Forster riattacca con il suo Tour LIEBE sui palchi internazionali.

0
Exhibitions
Venerdì, 08 Lug 2022 17:30-19:30 |
L'evento si tiene dal 08 Lug 2022 al 30 Lug 2022

Il Gallerista d'arte Alex Pergher ha pensato di dare vita a un' azione pro Ucraina - e ha invitato alcuni artisti/e della galleria, per un appuntamento espositivo dedicato interamente alla "guerra", intitolato "Untitled" (senza titolo). ARTISTI ADAMI ALINARI AVANZINI BELLANI DALÌ DEPERO FAILONI FELLIN NITSCH PERGHER PIAZZA PLATTNER RADICIONI SCHIFANO SCHLUDERBACHER SOMMAVILLA VALIER ZOPPI

0
Music
Venerdì, 08 Lug 2022 17:00

PROGRAMMA W.A. Mozart sonata K 304. Allegro Tempo di Menuetto L.v. Beethoven sonata n.5 “Frühlings- Sonate” op.24 Allegro A. Dvorak n.3 Allegro appassionato da 4 pezzi romantici A. Dvorak n.2 Allegro maestoso da 4 pezzi romantici P. Sarasate Romanza Andaluza J. Brahms sonata n.1 op. 78. Vivace ma non troppo Elisa Cecchini nasce a Trento il 14 gennaio 2003, inizia lo studio del violino a 9 anni e viene ammessa al corso pre accademico del Conservatorio F. A. Bonporti di Trento nella classe del prof P. Baldo. Il 2021 è un anno importante per Elisa con premi a 3 Concorsi Internazionali: 1 premio 9Th Competition music Palmanova, 1 premio assoluto con borsa di studio al Concorso “Città di Stresa” e 3 premio all’International Music Competition “Musica Goritiensis”. Nel 2021 ha partecipato come allieva effettiva al progetto Musintegraction del programma Erasmus in collaborazione con l’Accademia di Weimar per la masterclass con la M.a K. Ten Hagen, con la quale si è perfezionata presso il “Talent Music Summer Courses” 2021 di Brescia. Il vasto repertorio di Elisa spazia dalla musica barocca a quella contemporanea, includendo anche il jazz e la musica moderna, affiancando anche lo studio della danza. Attualmente è iscritta all’ultimo anno del Corso Triennale Accademico di violino nella classe del prof. A. Papapietro del Conservatorio Bonporti e frequenta il liceo Musicale di Trento. Suona su un violino della liuteria cremonese G.Arre‘ del 2010. Enrico Rizzo si è diplomato nel 2017 in pianoforte con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio di Trento con la prof.ssa Maria Rosa Corbolini. Nel dicembre 2020, sotto la guida del M° Massimiliano Mainolfi, ha conseguito la Laurea di Secondo Livello in Pianoforte con il massimo dei voti. Da dicembre 2017 si perfeziona in pianoforte presso la Fondazione Musicale Santa Cecilia di Portogruaro sotto la guida del Maestro Alessandro Taverna. Attualmente frequenta il Biennio di Musica da Camera presso il Conservatorio “F. A. Bonporti” di Trento nella classe del M° Giancarlo Guarino.

0
Exhibitions
Venerdì, 08 Lug 2022 08:30-17:00 | 20:00 - 22:00
L'evento si tiene dal 08 Lug 2022 al 16 Lug 2022

Un progetto del Circolo artistico e culturale di Ortisei e Wegmacher Collalbo A proposito di scambio e avvicinamento Nessuno vive completamente nella propria bolla. Sebbene una linea retta non attraversi mai una curva, ma si avvicini solo mille volte, il confine tra confronto, comunicazione e uguaglianza qui è stretto. Punti di contatto tra artisti di ogni genere e tra istituzioni culturali in luoghi diversi creano un ciclo sinergico di cui beneficiano entrambe le parti. Non solo l'arte e il pubblico devono essere collegati, ma anche coloro che rendono possibili l'arte e la cultura. Val Gardena - Renon, la distanza lineare tra questi luoghi (nello specifico i paesi di Ortisei di Val Gardena e Collalbo sul Renon) è di 17 km, dislivello di circa 100 metri. Di per sé non ci sono grandi distanze, eppure prevale in ogni caso un clima artistico diverso. Con più di cento anni di esistenza, il Circolo in Val Gardena è entrato in simbiosi con l'associazione culturale Wegmacher sul Renon, di recente fondazione (in confronto). È uno scambio che ha la sua origine nel desiderio di un cambio di luogo e di spazio, o un cambio di contesto. Il collegamento tra le due associazioni è dato anche dal fatto che alcuni membri o ex membri hanno un legame tra loro. Ad esempio, la presidente dell'associazione Wegmacher, Clara Mayr, ha vissuto per un po' ad Ortisei e ha frequentato la scuola professionale per l'intaglio del legno di Ortisei. Diego Perathoner, che è stato a lungo membro del Circolo, è da tempo in contatto con gli artisti di Wegmacher e quest'anno vi espone le sue opere. Il progetto "gemEinsam spinnradfahren" rappresenta una duplice mostra con le rispettive due sedi, ma con la particolarità che la cura delle due mostre è stata lasciata all'altra istituzione culturale. La sede di Ortisei, Piazza Sant’Antonio 102, sarà messa a disposizione a Wegmacher per una mostra selezionata di opere degli artisti Cornelia Lochmann, Sophie Makil, Fanni Fazekas e Maximilian Thiel. Questa mostra intitolata "gemEinsam" apre il 1° luglio alle 20:30 e rimarrà aperta fino al 10 luglio. Qui l'arte incontra i segni del tempo, poiché diversi media artistici interagiscono tra loro. Oltre al suo lavoro di pittura, Cornelia Lochman mostrerà eccezionalmente una performance che riprende il titolo della mostra. Sophie Makil mostra una serie di immagini: colori, motivi e figure di fantasia. Fanni Fazekas mostra un'installazione intitolata “il falò”, che rappresenta un simbolo di comunità. Maximilian Thiel mostra una serie di stampe. Il titolo della serie che si evolve nel tempo è "una storia di violenza" e affronta l'emergere dell'identità culturale e il potenziale conflittuale della cultura e della religione in arazzi surreali di piccolo formato. All'inaugurazione il 1° luglio 2022 al Circolo di Ortisei ci sarà musica di Luthy e Niko. Per il maso del Wiesenhof, Kemater Str. 21 a Collalbo, il Circolo aveva indetto un bando aperto, rivolto ad artisti e operatori culturali della Val Gardena e dei paesi limitrofi. Sono emerse dieci posizioni artistiche eccezionali. I partecipanti si sono messi a disposizione per lavorare al Wiesenhof per il periodo dall' 08 al 16 luglio e per presentare i loro lavori il 16 luglio in un evento più ampio con musica dal vivo. L'evento è organizzato in forma di simposio e offre ai partecipanti l'opportunità di confrontarsi con l'ambiente. Si possono creare opere che si presentano nei media differenti; dalla pittura alla scultura o delle installazioni nello spazio o nell'area esterna o come un intervento nella natura nello stile della Land Art. Questo simposio è nella tradizione della biennale simposi di scultura in legno, che il Circolo organizza da più anni. Per dare la possibilità alla grande varietà delle arti di partecipare qui, quest'anno è stato cancellato il tronco d'albero, indispensabile per i consueti simposi. Il consiglio del Circolo vede la fusione delle diverse discipline artistiche come una grande opportunità per una comprensione integrale dell'arte, soprattutto perché i partecipanti di diverse discipline possano scambiare idee e ispirarsi a vicenda. Questo evento nasce grazie alla vivace partecipazione delle diverse generazioni della Val Gardena e annovera tra i suoi partecipanti artisti affermati come Arnold Holzknecht, Ivo Piazza, Aron Demetz e Markus Delago, nonché i giovani della scena, come Sophie Eymond, Leonora Prugger, Felix Mahlknecht, Céline Silbernagl, Diego Perathoner e Valeria Stuflesser. Il titolo della mostra e del simposio è "spinnradfahren" e rappresenta un mondo fantastico in cui storie originali sono raccontate in modo artistico. Siamo entusiasti di vedere come verranno create le opere questa settimana e invitiamo i visitatori a seguire il processo di creazione. Il finissage si svolgerà sabato 16 luglio e accoglierà i visitatori con un variegato programma di musiche di diversi stili.

0
Others
Venerdì, 08 Lug 2022 19:00-
L'evento si tiene dal 08 Lug 2022 al 09 Lug 2022

Das S.H.M.C Knockout ist ein Enduro und Motocross Event, welches es in dieser Form im deutschsprachigen Raum bis jetzt noch nicht gegeben hat. Das Besondere daran? Es wird auf einer 500 Meter langen, kurvenfreien Piste gefahren, die allerdings mit jeder Menge Hindernissen, wie etwa Baumstämmen und Kickern, bestückt ist. Was das Event außerdem so einzigartig macht, ist die limitierte Teilnehmerzahl von 64. Die Fahrer treten Runde für Runde im K.O.-System gegeneinander an - für Spannung ist also auf jeden Fall gesorgt! Day One - S.H.M.C - Knockout Freitag, 08.07.2022 ab 19.00 Uhr Party mit Forrowheads ab 23.00 Uhr Party mit dariusxfinlay Day Two - S.H.M.C - Knockout Samstag, 09.07.2022 ab 07.30 Uhr Anreise und Einschreibung Main Area 08.30 Uhr Fahrerbesprechung Main Area 08.30 - 12.00 Uhr Freies Training und Vorläufe Race Area 13.30 Uhr Rennläufe Lucky-Looser und Top of the Hill Race Area 19.00 Uhr Siegerehrung und Verlosung Main Area ab 20.00 Uhr After Knockout Party mit DJ Pat und DJ ElPaso Dj Pat & DJ ElPaso

0
Others
Venerdì, 08 Lug 2022
L'evento si tiene dal 08 Lug 2022 al 10 Lug 2022

Era sempre un nostro desiderio e ora è giunto il momento di portare a Bressanone la varietà della cucina "street food". Il FOOD FESTIVAL BRIXEN entra nel suo primo turno dall' 8 al 10 luglio. E per noi è subito stato chiaro: si mangia anche con gli occhi! Abbiamo preso a cuore questo motto non solo con i nostri espositori alimentari, ma anche per quanto riguarda la scelta del luogo del festival. Food truck, cuochi appassionati e dilettanti si incontreranno per la prima volta quest' anno nei giardini Rapp a Bressanone e festeggeranno con noi un weekend indimenticabile. Siamo entusiasti della creatività dei singoli stand e non vediamo l'ora di divertirci con cibo di qualità. Il tutto è accompagnato da un programma musicale di 3 giorni. Abbiamo anche pensato ai più piccoli che verranno intrattenuti con un ricco programma per bambini. Il piacere per il palato, le orecchie e gli occhi quindi è assicurato. Vi aspettiamo!

0
Music
Giovedì, 07 Lug 2022 21:00

Il Rock’n’Roller della musica popolare al Maia Music Festival 2022! Dopo Mark Forster anche Andreas Gabalier – il Rock’n’Roller della musica popolare ha confermato un concerto al Maia Music Festival 2022. Ingresso gratuito per bambini fino a 3 anni (obbligo di biglietto per bambini da 3 anni compiuti).

0
Cinema
Giovedì, 07 Lug 2022 21:00

Film in lingua italiana; Spagna/Francia 2020, 97 min.; regia: Icíar Bollaín; con: Candela Peña, Sergi López, Nathalie Poza; Rosa è una sarta che lavora nel cinema e vive a Valencia. Ha una figlia a Manchester con due gemelli, un fratello che le affida i suoi figli tutte le volte che può e una sorella che non ha mai tempo di occuparsi di loro padre che, tra l’altro, intende venire a vivere con lei. Rosa non regge più il carico e decide di lasciare la città per andare a riaprire il laboratorio di sartoria che fu di sua madre in una cittadina di provincia. Inoltre vuole sposarsi con la persona che ha deciso di amare di più… Info: Tutte le manifestazioni sono programmate come esperienze all’aperto che hanno luogo nell’UFO Arena. In caso di tempo incerto, sarà utile portare antipioggia ed eventualmente coperte. Se per la serata le previsioni danno pioggia forte o tempesta, le proiezioni di film avverranno in sala e i concerti sul terrazzo coperto.

0
Music
Giovedì, 07 Lug 2022 21:00

32. edizione per le Serate a Castel Tirolo, l'evento musicale clou che vanta la partecipazione di musicisti di fama internazionale che presentano opere musicali di paesi, epoche e tradizioni diverse. Anche quest'anno i concerti si terranno nella suggestiva Sala dei Cavalieri di Castel Tirolo. La chiusura delle Serate riserva ancora una sorpresa: il rientro in paese a lume di centinaia di fiaccole. Prevendita biglietti online o presso l'Associazione Turistica. I biglietti acquistati non saranno rimborsati se non utilizzati. Ensemble DONAUWELLENREITER Vienna Delta: Minimalismo, Magia, Pop

0
Music
Giovedì, 07 Lug 2022 20:30

Concerto sostitutivo per l'evento di Branko Galoic Ispirandosi a Pina Bausch e al titolo del lungometraggio di Wim Wenders “Danza o sei perduto”, tributo alla celebre ballerina e coreografa tedesca, il quartetto Großmütterchen Hatz mette al centro del suo nuovo programma la gioia della musica ballabile e il suo potere. Come di consueto, i Großmütterchen Hatz si avvalgono anche di elementi musicali tradizionali che, nelle ultime composizioni originali della nuova formazione, richiamano sempre il qui e ora. È un qui e ora complesso ed emozionante, un’espressione che è tutto fuorché una frase fatta dal sapore esoterico. Franziska Hatz: fisarmonica, voce - Andrea Fränzel: basso, voce - Richard Winkler: sax, clarinetto, voce - Sascha Nikolic: batteria, voce

0
Cinema
Giovedì, 07 Lug 2022 20:00

GB 2021, 98 min. regia: Kenneth Branagh con: Caitriona Balfe, Judi Dench, Jamie Dornan, Ciarán Hinds, Jude Hill inglese [sottotit. ital.] Belfast, 1969. Buddy vive con la mamma e il fratello maggiore in un quartiere misto, abitato da protestanti e da cattolici. Sono vicini di casa, amici, compagni di scuola, ma c'è chi li vorrebbe nemici giurati e getta letteralmente benzina sul fuoco, aizzando il conflitto religioso, distruggendo le finestre delle case e la pace della comunità. La famiglia di Buddy, protestante,si tiene fuori dai troubles, non cede alle lusinghe dei violenti e attende con ansia il ritorno quindicinale del padre da Londra, dove lavora come carpentiere. Emigrare è una tentazione, ma come lasciare l'amata Belfast, i nonni coi loro preziosi consigli di vita e d'amore, la bionda Catherine del primo banco? Un intimo viaggio nel passato e nella storia del suo regista: Kenneth Branagh. Ambientato negli anni Sessanta, durante il film vivremo l'inizio dei Troubles, il conflitto nordirlandese, attraverso la storia di un giovane che vive insieme ai suoi genitori e ai suoi nonni. Dopo la proiezione, ci sarà l'opportunità di parlare con Isaure Therese Marie Vorstman, trainee presso l'Istituto sui diritti delle minoranze di Eurac Research. Il Film viene proiettato nell'ambito della rassegna cinematografica "Minoranze.Altrove" in collaborazione con il Center for Autonomy Experience e l'Associazione per i popoli minacciati

0
Cinema
Mercoledì, 06 Lug 2022 21:00

Regie Leander Haußmann Darsteller Mit David Kross, Jörg Schüttauf, Antonia Bill u.a. Spielzeit 116min Nation/Jahr D 2022 Berlin heute: Der erfolgreiche Romanautor Ludger Fuchs beantragt auf Drängen seiner Familie Einsicht in seine umfangreiche Stasi-Akte, schließlich war Ludger damals ein Held im DDR-Widerstand und wurde von der Stasi genau beobachtet. Doch seine Frau Corinna wird misstrauisch, als sie einen zerrissenen Brief findet. Und tatsächlich sah die Wahrheit eigentlich ganz anders aus: Anfang der 1980er Jahre wird der stets systemgetreue Ludger von der Stasi auf die Künstlerszene im Prenzlauer Berg als Spitzel angesetzt ...

0
Music
Mercoledì, 06 Lug 2022 20:30

Alternative Indiefolk // Voices I Timbreroots, fondati nel 2019 a Cortaccia, non temono di superare confini e sperimentare nuove idee. La band attorno a Benedikt Sanoll con il suo alternative indie-folk-pop-rock sviluppa un sound speciale, sferico. È un lavoro da professionisti, tutti con formazione musicale superiore o universitaria, e che tengono molto a performance dal vivo autentiche, qualità e varietà: musica con canto a quattro voci, chitarre, tastiere, batteria e marimba… Non a caso i Timbreroots hanno vinto il concorso “sonx” dell’organizzazione Rocknet. “Con la nostra musica vogliamo suscitare del bene”. È questo l’obiettivo del gruppo e: “la musica crea dimensioni dove tutte e tutti trovano posto e possono sentirsi al sicuro, non importa quali radici si abbiano. Timbreroots (=radici di timbro) vuole trasmettere esattamente questi valori di amore del prossimo e fare appello affinché ognuna ed ognuno dia il proprio contributo per rendere il mondo un po’ più sostenibile e migliore.” Benedikt Sanoll – voce, chitarra // Philipp Sanoll – marimba, drum set, tenore // Thomas Vicenzi – basso elettrico, baritono basso // Sebastian Willeit – banjo, chitarra elettrica, tenore // Simon Oberrauch – pianoforte, tastiera, baritono alto Info: Tutte le manifestazioni sono programmate come esperienze all’aperto che hanno luogo nell’UFO Arena. In caso di tempo incerto, sarà utile portare antipioggia ed eventualmente coperte. Se per la serata le previsioni danno pioggia forte o tempesta, le proiezioni di film avverranno in sala e i concerti sul terrazzo coperto.

0
Theatre
Mercoledì, 06 Lug 2022 19:00

La maschera di Bolzano con Salvatore Cutrì, Thomas Rizzoli, Emilia Piz, Rossana Mantese, Matteo Campagnol regia Michele Modesto Casarin drammaturgia Marco Gnaccolini costumista Elena Beccaro produzione Cooperativa 19 e Teatro Cristallo con il finanziamento dell’Assessorato alle Politiche Sociali, al Tempo libero e allo Sport della Città di Bolzano e dell'Ufficio Politiche Giovanili della Provincia Autonoma di Bolzano Intrecciando le antiche leggende delle Dolomiti si racconta una nuova storia di origine di un personaggio-maschera, il Northell, un giovane minatore che diventa un demone per salvare la sua innamorata Delibana dalla prigione nella mitica miniera di Auramen. Aiutato da un giovane diacono guerriero, da Arlecchino - re di tutte le maschere - e dei demoni, formerà un corteo di “caccia selvaggia” che, di paese in paese, punirà l'avarizia, l'egoismo e la sopraffazione a scapito dei più deboli. Uno spettacolo propedeutico all’ideazione di un’originale maschera della città di Bolzano. Progetto La maschera di Bolzano PARTECIPA ALLA CREAZIONE DELLA PRIMA MASCHERA DELLA CITTA' DI BOLZANO Visita il sito www.lamascheradibolzano.com I biglietti saranno acquistabili a partire dal 07/06 a questo link https://www.midaticket.it/eventi/teatro-cristallo-bolzano ATTENZIONE: in caso di pioggia lo spettacolo si terrà il giorno successivo.

0
Kids
Mercoledì, 06 Lug 2022 19:00

Regie Samuel Tourneux Spielzeit 80min ab 6 Jahren Nation/Jahr F/B 2020 Das verträumte Seidenäffchen Passepartout träumt von großen Abenteuern. Als sich eines Tages die Wege zwischen dem Entdecker-Frosch Phileas Frogg und Passepartout kreuzen, schließen sie eine Wette ab: Sie wollen in 80 Tagen den Globus umrunden und dabei 10 Millionen Muscheln verdienen. Für den jungen Affen ist das die Chance seines Lebens: Endlich kann er die große weite Welt entdecken. Blöd nur, dass Inspektor Fix, die schlecht gelaunte Wüstenrennmaus, Phileas hinter Gitter bringen will …

0
Sport
Mercoledì, 06 Lug 2022 12:00

Dal 3 al 9 luglio 2022, piú di 1.200 partecipanti si cimenteranno nella corsa ciclistica a tappe amatoriale più spettacolare d’Europa. Caldaro é ormai da alcuni anni tappa fissa del BIKE Transalp, dove sia gli organizzatori che i partecipanti sostano volentieri. Il 6 e 7 luglio 2022, per un giorno e una notte, Caldaro si trasforma in palcoscenico per una delle gare ciclistiche di montagna piú dure a livello internazionale con piú di un migliaio di partecipanti e altrettanti accaniti fans.

0
Cinema
Martedì, 05 Lug 2022 21:00

Imprevisti Digitali (5.7) - Commedia +13 Regia di Benoît Delépine, Gustave Kervern. Un film con Blanche Gardin, Denis Podalydès, Corinne Masiero, Vincent Lacoste, Benoît Poelvoorde. Titolo originale: Effacer l'Historique. Titolo internazionale: Delete History. Genere Drammatico, - Francia, 2020, durata 106 minuti. UNA PIACEVOLE COMMEDIA IN CUI OGNUNO PUÒ RICONOSCERSI, E PUÒ RIDERE DI SÈ E DELLA PROPRIA QUOTIDIANITÀ. In un quartiere periferico seguiamo le vicende di tre vicini di casa alle prese con il mondo dei social media. Marie, che vive da sola dopo che il figlio adolescente è andato a vivere con l'ex marito, si trova coinvolta nel tentativo di far cancellare dalla rete un video che la riprende in attività sessuale. Bertrand, che non sa resistere alle chiamate di una certa Miranda che chiama da un call center, al contempo cerca di proteggere la figlia che è vittima di cyberbullismo. Christine, che ha perso il lavoro a causa della sua dipendenza dalle serie tv, si è messa ora nel giro del trasporto Uber ma ritiene che la valutazione che le viene attribuita sia nettamente inferiore alla qualità delle sue prestazioni come autista. Da soli hanno poca speranza di ottenere risultati positivi. Ma se si coalizzassero? La sinossi potrebbe dare l'impressione che questo film, frutto della coppia Delépine-Kerven, sia una sorta di film drammatico apocalittico dove gli individui in lotta contro le multinazionali della comunicazione mettono in atto terribili vendette. Non è così. Siamo dinanzi a una piacevolissima commedia in cui ognuno, almeno in parte, può riconoscersi nella propria quotidianità. I due registi/sceneggiatori hanno di fatto portato alle estreme (e ahimè reali) conseguenze una situazione che avevano proposto nel loro Mammuth. Là un Depardieu in età di pensionamento cercava di ricostruire le contribuzioni versate dalla diverse realtà aziendali presso cui aveva lavorato in età giovanile. Giunto in una di queste ditte si sentiva rispondere da un addetto che per ottenere soddisfazione ai propri quesiti doveva "andare sul sito". La replica di Depardieu era: "Ma io ci sono sul sito". La virtualità (eravamo nel 2010) iniziava già a contare più della presenza fisica. I tre protagonisti di un decennio dopo si ritrovano a lottare contro mulini a vento la cui collocazione reale è quasi ipotetica e comunque molto lontana e (quasi) irraggiungibile. Quanto è difficile far cancellare un video per il quale si è stati ricattati e c'è 'qualcuno' a cui potersi rivolgere? La persona la cui voce ti ha affascinato e che ti chiama ogni giorno sarà mai fisicamente incontrabile? Perché le valutazioni che ricevi in rete contrastano con la consapevolezza della tua buona condotta lavorativa mentre sei consapevole che ci sono organizzazioni che influenzano a pagamento i giudizi? (In "Bacio feroce" ad esempio Roberto Saviano spiega come la camorra possa far salire o scendere le valutazioni di un esercizio pubblico).

0
Cinema
Martedì, 05 Lug 2022 21:00

Open Air Kino Großbritannien/Frankreich/Belgien 2019, 101 min.; Regie: Ken Loach; mit: Kris Hitchen, Debbie Honeywood, Rhys Stone; Newcastle. Ricky, Abby und ihre beiden Kinder sind eine starke, liebevolle Familie. Ricky schlägt sich mit Gelegenheitsjobs durch, Abby arbeitet als Altenpflegerin, doch finanziell reicht es nie auch nur für ein bisschen Gelassenheit. Schließlich setzen sie alles auf eine Karte: Sie verkaufen ihr Auto, damit Ricky als selbständiger Kurierfahrer starten kann. Doch es läuft nicht wie gedacht, die Familie muss enger zusammenrücken und um ihren Zusammenhalt kämpfen… Info: Alle Veranstaltungen sind als Open-Air-Erlebnisse geplant und finden in der UFO-Arena statt. Bei unsicherem Wetter nehmen Sie deshalb bitte einen Regenschutz und ev. eine Decke mit. Sollte für den Abend starker Regen oder Sturm vorhergesagt sein, finden die Filmvorführungen im Saal und die Konzerte auf der überdachten UFO-Terrasse statt.

0
Music
Martedì, 05 Lug 2022 20:30

"Como la Piel" Il jazz e la bossa nova della Catalogna Rita Payés Roma è una trombonista e cantante di eccezione che, alla sua giovane età, entusiasma il pubblico con una voce meravigliosa, uno stile straordinario di suonare il trombone e una carismatica presenza scenica. Nata nel 1999, cresce in una famiglia catalana di musicisti e studia pianoforte e trombone. Nel 2017 si unisce alla celebre Sant Andreu Jazz Band e, grazie alla collaborazione con famosi musicisti jazz, acquisisce rapidamente notorietà oltre i confini della Catalogna. La giovane artista si è già esibita nei più importanti festival di Spagna, Francia, Svizzera, Italia, Marocco, Svezia, Grecia e di molti altri Paesi. A Bolzano presenterà il suo album “Como la Piel” uscito nel 2021. Rita Payés Roma: voce, trombone - Elisabeth Roma: chitarra - Horacio Fumero: basso - Juan R. Berbín: percussioni Il numero di posti è limitato. Prenotazione obbligatoria!

0
Cinema
Lunedì, 04 Lug 2022 21:00

The Sisters Brothers (ted) - Western +13 Regia di Jacques Audiard. Un film con John C. Reilly, Joaquin Phoenix, Jake Gyllenhaal, Riz Ahmed, Jóhannes Haukur Jóhannesson. Cast completo Titolo originale: The Sisters Brothers. Genere Western, Avventura, Commedia, - Francia, Spagna, Romania, Belgio, USA, 2018, durata 122 minuti.

0
Cinema
Lunedì, 04 Lug 2022 21:00

Regie Karoline Herfurth Darsteller Mit Karoline Herfurth, Nora Tschirner, Emilia Schüle, Martina Gedeck u.a. Spielzeit 132min ab 14 Jahren Nation/Jahr D 2021 Egal ob Jung oder Alt, Mann oder Frau – einem bestimmten Schönheitsideal nachzueifern kennt wohl fast jeder von uns. Da geht es der jungen Mutter Sonja nicht anders, nach zwei Schwangerschaften kämpft sie mit ihrem Körpergefühl und um die Beziehung zu ihrem Mann Milan. Auch Frauke, kurz vor ihrem 60. Geburtstag, teilt dieses Schicksal und fühlt sich für ihren Mann nahezu unsichtbar. Tochter Julie feilt derweil an ihrer Modelkarriere, doch immer wieder wird ein Makel an ihrem Körper entdeckt …

0
Theatre
Lunedì, 04 Lug 2022 19:00

La maschera di Bolzano con Salvatore Cutrì, Thomas Rizzoli, Emilia Piz, Rossana Mantese, Matteo Campagnol regia Michele Modesto Casarin drammaturgia Marco Gnaccolini costumista Elena Beccaro produzione Cooperativa 19 e Teatro Cristallo con il finanziamento dell’Assessorato alle Politiche Sociali, al Tempo libero e allo Sport della Città di Bolzano e dell'Ufficio Politiche Giovanili della Provincia Autonoma di Bolzano Intrecciando le antiche leggende delle Dolomiti si racconta una nuova storia di origine di un personaggio-maschera, il Northell, un giovane minatore che diventa un demone per salvare la sua innamorata Delibana dalla prigione nella mitica miniera di Auramen. Aiutato da un giovane diacono guerriero, da Arlecchino - re di tutte le maschere - e dei demoni, formerà un corteo di “caccia selvaggia” che, di paese in paese, punirà l'avarizia, l'egoismo e la sopraffazione a scapito dei più deboli. Uno spettacolo propedeutico all’ideazione di un’originale maschera della città di Bolzano. Progetto La maschera di Bolzano PARTECIPA ALLA CREAZIONE DELLA PRIMA MASCHERA DELLA CITTA' DI BOLZANO Visita il sito www.lamascheradibolzano.com I biglietti saranno acquistabili a partire dal 07/06 a questo link https://www.midaticket.it/eventi/teatro-cristallo-bolzano ATTENZIONE: in caso di pioggia lo spettacolo si terrà il giorno successivo.

0
Music
Domenica, 03 Lug 2022 23:00
L'evento si tiene dal 04 Lug 2022 al 03 Lug 2022

Nella sua opera jazz "Reinier Baas Vs. Princess Discombobulatrix Xl“ il chitarrista belga appare come il mago Zendor. A fine festival, Reinier Baas assumerà di nuovo questo ruolo e farà il DJ, quindi si balla! Quale suono "magico" preparerà in quest’occasione per ora rimane un segreto. Tuttavia, ci si può aspettare un cocktail di suoni insoliti e bizzarri. Artists Reinier Baas (NL) - DJ

0
Music
Domenica, 03 Lug 2022 21:00

In questa band meravigliosamente eccentrica, la cantante Jelena Kuljic viene affiancata da una banda di uomini che non mancano mai di idee creative. Con il loro ultimo album "artificial sheep", i KUU reagiscono ai vari lockdown durante la Pandemia. I testi delle loro canzoni descrivono un "mondo che scompare nella rete" e trattano di "pecore digitali che cercano altri pastori". Artists Jelena Kuljic (RS) - voc Frank Möbus (DE) - guit Kalle Kalima (FI) - guit Christian Lillinger (DE) - dr

0
Others
Domenica, 03 Lug 2022 17:00

Il giorno 03 luglio ore 17 avrà luogo Caldera cooking & observing con opere di Carmen Müller e Gabriela Oberkofler. Una serra agricola nel centro di Lagundo porterà il nome di Caldera per cinque mesi, diventando così uno spazio temporaneo per l'arte e le piante. Caldera cooking è il preludio ad una serie di eventi a cura di BAU che si intitola Caldera, uno spazio temporaneo per l'arte e le piante, che si svolgerà in tre fine settimana nei mesi di giugno, settembre e ottobre 2022 in dialogo con esperti locali e internazionali di vari campi del sapere. Caldera, uno spazio temporaneo per l'arte e le piante, nasce da un'idea di Harry Thaler e BAU. Aperitivo e artist talk con Carmen Müller La Caldera sarà aperta al pubblico e saranno presentati disegni di Carmen Müller e Gabriela Oberkofler.

0
Music
Domenica, 03 Lug 2022 14:00

#45 Equally Stupid feat. Anni Elif, Soweto Kinch & Matthias Schriefl Quando il Südtirol Jazzfestival Alto Adige fa visita al Rifugio Emilio Comici nel bel mezzo delle Dolomiti gardenesi, nascono eventi spettacolari, unici. Quest'estate, il trio jazz-prog-rock "Equally Stupid" (con numerosi ospiti) porterà la sua energia sonora in questo teatro di roccia bianca. I tre musicisti sono attivi in svariati progetti come "Elifantree", "Dark Forest", "Schnellertollermeier", "Laser" o "Trio Riot". Un highlight? Certamente! Artists Sigurdur Rögnvaldsson (IS) - bar guit Pauli Lyytinen (FI) - sax David Meier (CH) - dr Matthias Schriefl (DE) - tr Soweto Kinch (UK) - sax, voc Anni Elif (SE) - voc

0
Music
Domenica, 03 Lug 2022 11:00

Il termine arabo Sarab è sinonimo di miraggio. Tuttavia, il quartetto fondato dalla cantante franco-siriana Climène Zarkan e dal chitarrista Baptiste Ferrandis è tutt’altro che un "miraggio", ma uno dei gruppi più in voga della scena parigina. Il quartetto oltrepassa confini e si destreggia tra i generi, combina rock, jazz contemporaneo e musiche tradizionali del mondo arabo. Artists Climène Zarkan (FR) - voc Baptiste Ferrandis (FR) - guit Robinson Khoury (FR) - trb, voc Thibault Gomez (FR) - acc

0
Others
Domenica, 03 Lug 2022 09:00-12:00 |

Varie stazioni per tutta la famiglia sul tema della vita sul maso • fare del pane • imparare a conoscere le erbe • intaglio • letture di leggende, ecc. Prenotazione: info@rohrerhaus.it

0
Sport
Domenica, 03 Lug 2022 06:30-17:00 |

A guardare indietro nel tempo ci si rende conto quanto siano cambiate le cose. Nel lontano 1987, un gruppo di intraprendenti appassionati del posto iniziò a credere in un sogno, una gara ciclistica che partendo dall’Alta Badia avrebbe toccato i passi più belli delle Dolomiti. Quando si è svolta la prima Maratona non si parlava ancora di granfondo, la diretta RAI era inimmaginabile, lo sviluppo turistico non aveva i requisiti attuali e questi temerari non avrebbero mai osato sperare che la "Maratona dles Dolomites" sarebbe diventata una delle granfondo più famose al mondo, con 8000 partecipanti provenienti dai cinque continenti e con oltre 30.000 richieste di partecipazione ogni anno. La bellezza della Maratona dles Dolomites-Enel è nel poter percorrere i passi che hanno fatto la storia del ciclismo mondiale senza l'assillo di auto e moto. Il nostro obiettivo, insieme a tutta l'Alta Badia, è quello di creare momenti speciali di svago e piacere sotto le Dolomiti avendo sempre rispetto del nostro magnifico territorio. Durante l’evento possono essere effettuate foto e riprese video per finalità di documentazione e promozione dello stesso e del comprensorio. Le riprese potranno essere utilizzate e pubblicate sui siti web, sui social network e nei media nel rispetto della normativa sulla privacy.

0
Music
Sabato, 02 Lug 2022 23:30
L'evento si tiene dal 03 Lug 2022 al 02 Lug 2022

Questo quartetto è stato lanciato da Vincent Pongracz e Peter Rom nel 2017 e nel 2020 ha vinto il premio della critica discografica tedesca. Il nuovo programma „Ahwowha“ è caratterizzato da un sound unico che va dai groove di batteria ispirati all'hip-hop e al pop, ai suoni di chitarra distorti, alle linee di clarinetto virtuose fino ad armonie ispirate a Olivier Messiaen. Artists Vincent Pongrácz (AT) - cl Peter Rom (AT) - guit Manuel Mayr (AT) - eb Andreas Lettner (AT) - dr

0
Music
Sabato, 02 Lug 2022 21:00

Il termine arabo Sarab è sinonimo di miraggio. Tuttavia, il quartetto fondato dalla cantante franco-siriana Climène Zarkan e dal chitarrista Baptiste Ferrandis è tutt’altro che un "miraggio", ma uno dei gruppi più in voga della scena parigina. Il quartetto oltrepassa confini e si destreggia tra i generi, combina rock, jazz contemporaneo e musiche tradizionali del mondo arabo. Artists Climène Zarkan (FR) - voc Baptiste Ferrandis (FR) - guit Robinson Khoury (FR) - trb, voc Thibault Gomez (FR) - acc

0
Music
Sabato, 02 Lug 2022 20:00

#41,1 Equally Stupid Scoprire musica nuova in un panorama mozzafiato. A formare questo particolare trio jazz sono tre personaggi musicalmente molto diversi tra di loro. Il trio si esibirà al parco dei Capuccini a Bolzano e davanti al rifugio Comici sotto il Sassolungo nelle Dolomiti. Tra i monti, gli Equally Stupid esalteranno il panorama con suoni improvvisati e stilisticamente sconfinati. Suoneranno musiche dei loro album "Exploding Head" e "Escape from the Unhappy Society" oltre a materiale inedito. Artists Sigurdur Rögnvaldsson (IS) - bar guit Pauli Lyytinen (FI) - sax David Meier (CH) - dr #41,2 Die Strottern & JazzWerkstatt Wien Musica popolare viennese contemporanea: Da molti anni gli Strottern sono alla ricerca di nuovi linguaggi e di nuovi temi per il "Wienerlied", la canzone popolare viennese. Grazie alla collaborazione con il JazzWerkstatt Wien, un laboratrio di Jazz a Vienna, i due musicisti Klemens Lendl e David Müller hanno allargato la loro formazione. Il duo è stato ampliato ad una mini-big band con sezione ritmica, strumenti a fiato, chitarra elettrica e pianoforte. La canzone popolare viennese si sta quindi trasformando in una specie di canzone d'arte in stile jazz viennese. Artists Klemens Lendl (AT) - vl, voc David Müller (AT) - guit, saw, voc Clemens Salesny (AT) - sax, bcl, cl Martin Eberle (AT) - tr, flh Martin Ptak (AT) - trb Peter Rom (AT) - guit Clemens Wenger (AT) - p, key Bernd Satzinger (AT) - b Valentin Duit (AT) - dr, perc Markus Wallner (AT) - sound engineer

0
Theatre
Sabato, 02 Lug 2022 19:00

La maschera di Bolzano con Salvatore Cutrì, Thomas Rizzoli, Emilia Piz, Rossana Mantese, Matteo Campagnol regia Michele Modesto Casarin drammaturgia Marco Gnaccolini costumista Elena Beccaro produzione Cooperativa 19 e Teatro Cristallo con il finanziamento dell’Assessorato alle Politiche Sociali, al Tempo libero e allo Sport della Città di Bolzano e dell'Ufficio Politiche Giovanili della Provincia Autonoma di Bolzano Intrecciando le antiche leggende delle Dolomiti si racconta una nuova storia di origine di un personaggio-maschera, il Northell, un giovane minatore che diventa un demone per salvare la sua innamorata Delibana dalla prigione nella mitica miniera di Auramen. Aiutato da un giovane diacono guerriero, da Arlecchino - re di tutte le maschere - e dei demoni, formerà un corteo di “caccia selvaggia” che, di paese in paese, punirà l'avarizia, l'egoismo e la sopraffazione a scapito dei più deboli. Uno spettacolo propedeutico all’ideazione di un’originale maschera della città di Bolzano. Progetto La maschera di Bolzano PARTECIPA ALLA CREAZIONE DELLA PRIMA MASCHERA DELLA CITTA' DI BOLZANO Visita il sito www.lamascheradibolzano.com I biglietti saranno acquistabili a partire dal 07/06 a questo link https://www.midaticket.it/eventi/teatro-cristallo-bolzano ATTENZIONE: in caso di pioggia lo spettacolo si terrà il giorno successivo.

0
Music
Sabato, 02 Lug 2022 18:00

The Austrian newspaper ”Der Standard“ defined the music of this trio as a ruddy chamber punk jazz. Do Edi Nulz actually play jazz that is shaped by rock music, or is it rather the other way round? On their ramble across continents, through different styles and sounds, these three exceptional musicians not only pull the rug out from under the feet of their audience, but also of themselves. And the result is a truly great sound spectacle. Artists Siegmar Brecher (AT) - bcl Julian Adam Pajzs (AT) - guit Valentin Schuster (AT) - dr

0
Exhibitions
Sabato, 02 Lug 2022 17:00-19:00 |
L'evento si tiene dal 02 Lug 2022 al 10 Lug 2022

Un progetto del Circolo artistico e culturale di Ortisei e Wegmacher Collalbo A proposito di scambio e avvicinamento Nessuno vive completamente nella propria bolla. Sebbene una linea retta non attraversi mai una curva, ma si avvicini solo mille volte, il confine tra confronto, comunicazione e uguaglianza qui è stretto. Punti di contatto tra artisti di ogni genere e tra istituzioni culturali in luoghi diversi creano un ciclo sinergico di cui beneficiano entrambe le parti. Non solo l'arte e il pubblico devono essere collegati, ma anche coloro che rendono possibili l'arte e la cultura. Val Gardena - Renon, la distanza lineare tra questi luoghi (nello specifico i paesi di Ortisei di Val Gardena e Collalbo sul Renon) è di 17 km, dislivello di circa 100 metri. Di per sé non ci sono grandi distanze, eppure prevale in ogni caso un clima artistico diverso. Con più di cento anni di esistenza, il Circolo in Val Gardena è entrato in simbiosi con l'associazione culturale Wegmacher sul Renon, di recente fondazione (in confronto). È uno scambio che ha la sua origine nel desiderio di un cambio di luogo e di spazio, o un cambio di contesto. Il collegamento tra le due associazioni è dato anche dal fatto che alcuni membri o ex membri hanno un legame tra loro. Ad esempio, la presidente dell'associazione Wegmacher, Clara Mayr, ha vissuto per un po' ad Ortisei e ha frequentato la scuola professionale per l'intaglio del legno di Ortisei. Diego Perathoner, che è stato a lungo membro del Circolo, è da tempo in contatto con gli artisti di Wegmacher e quest'anno vi espone le sue opere. Il progetto "gemEinsam spinnradfahren" rappresenta una duplice mostra con le rispettive due sedi, ma con la particolarità che la cura delle due mostre è stata lasciata all'altra istituzione culturale. La sede di Ortisei, Piazza Sant’Antonio 102, sarà messa a disposizione a Wegmacher per una mostra selezionata di opere degli artisti Cornelia Lochmann, Sophie Makil, Fanni Fazekas e Maximilian Thiel. Questa mostra intitolata "gemEinsam" apre il 1° luglio alle 20:30 e rimarrà aperta fino al 10 luglio. Qui l'arte incontra i segni del tempo, poiché diversi media artistici interagiscono tra loro. Oltre al suo lavoro di pittura, Cornelia Lochman mostrerà eccezionalmente una performance che riprende il titolo della mostra. Sophie Makil mostra una serie di immagini: colori, motivi e figure di fantasia. Fanni Fazekas mostra un'installazione intitolata “il falò”, che rappresenta un simbolo di comunità. Maximilian Thiel mostra una serie di stampe. Il titolo della serie che si evolve nel tempo è "una storia di violenza" e affronta l'emergere dell'identità culturale e il potenziale conflittuale della cultura e della religione in arazzi surreali di piccolo formato. All'inaugurazione il 1° luglio 2022 al Circolo di Ortisei ci sarà musica di Luthy e Niko. “GemEinsam” – Cornelia Lochmann, Sophie Makil, Fanni Fazekas e Maximilian Thiel

0
Music
Sabato, 02 Lug 2022 13:30

Presented by Dr. Schär Il museo provinciale degli usi e costumi di Teodone illustra la vita dell’antica società rurale. Il Südtirol Jazzfestival Alto Adige e l'azienda Dr. Schär vi invitano a visitare il museo accompagnati dalla musica e ad un concerto in questo luogo incantevole. Durante le visite guidate, i musicisti suoneranno in diversi punti del museo ed entreranno in contatto tra di loro attraverso l'improvvisazione. In una cornice che rende omaggio alla storia del lavoro agricolo, il Südtirol Jazzfestival Alto Adige propone un concerto che andrà ad esplorare i vasti campi del jazz contemporaneo in Europa. Durante l'intervallo tra visite guidate e concerto, il pubblico potrà rifocillarsi presso uno stand gastronomico allestito nel parco del museo. Il progetto "Fields of Jazz" si svolge in collaborazione con Dr. Schär. Nel 2022, la società che produce alimenti ed integratori alimentari privi di glutine per persone celiache e con disturbi metabolici festeggia il suo 100° anniversario. Un motivo più che valido per festeggiare insieme al Südtirol Jazzfestival Alto Adige con un evento speciale! 11:00 visite guidate con accompagnamento musicalmente attraverso il museo provinciale degli usi e costumi 13:30 concerto Artists Pauli Lyytinen (FI) - tsax Anni Elif (SE) - voc Klemens Lendl (AT) - vl, voc David Müller (AT) - guit, saw, voc Kristijan Krajn?an (SI) - vc, perc, dr Matthias Schriefl (DE) - trp Reinier Baas (NL) - guit Soweto Kinch (UK) - sax, voc Lucas Niggli (CH) - dr, elec Matthias Loibner (AT) - hurdy gurdy, loop

0
Exhibitions
Sabato, 02 Lug 2022 10:00-18:00 |
L'evento si tiene dal 02 Lug 2022 al 23 Ott 2022

I COLORI DELLA SERENISSIMA. Pittura veneta del Settecento in Trentino Dal 2 luglio al 23 ottobre la grande mostra estiva al Castello del Buonconsiglio. E’ una mostra di intense emozioni quella che il Castello del Buonconsiglio annuncia per la prossima stagione estiva. I fantastici colori, le invenzioni, le grandi storie del più sontuoso Settecento veneziano brilleranno nei saloni del Magno Palazzo dei Principi Vescovi di Trento. Non solo per conquistare con la loro bellezza ma per documentare, per la prima volta in modo realmente ampio, l’influsso dell’arte veneziana nella vallate del Trentino. Settanta opere, molte di grandi dimensioni, che arriveranno (alcune torneranno) a Trento da musei e collezioni europee e statunitensi. Sono dipinti che ornavano palazzi e chiese di queste vallate e che tempo, guerre, vicende familiari hanno disperso. Con tenacia i curatori hanno inseguito le loro tracce, scovandole infine in musei o sul mercato antiquario internazionale, riuscendo a riunirle e, in alcuni casi, a ricomporle, in una esposizione dove ricerca scientifica e spettacolarità esprimono un perfetto connubio. “La mostra – annuncia il Direttore del Buonconsiglio, Laura Dal Prà - vuole fornire un quadro delle presenze di artisti e di opere di maestri veneti nei territori del Principe Vescovo o del Tirolo meridionale tra la fine del Seicento e il Settecento, rivelando un’intensità di scambi che si possono ben comprendere per motivazioni storiche, per ragioni di gusto, per gli interessi e la formazione culturale dei committenti, per le relazioni che le comunità locali hanno intrattenuto con i principali centri della Repubblica di Venezia. La vicinanza ai territori della Serenissima ha inevitabilmente condotto a una serie di strettissimi legami, secondo ‘rotte’ percorse in una duplice direzione: da un lato con l’arrivo di opere d’arte inviate da Venezia o con la presenza di artisti veneti in Trentino; dall’altra con soggiorni di formazione di pittori del Principato Vescovile nei due centri principali della Repubblica Veneta, ovvero la capitale e Verona. È, infatti, rilevante il potere attrattivo esercitato lungo tutto il secolo dalla Scuola Veronese, che nel 1764 si organizzò in una vera e propria Accademia di pittura, riconosciuta ufficialmente e guidata dalla autorevole personalità di Giambettino Cignaroli. Ma molteplici sono i fattori che hanno contribuito a corroborare questi scambi, determinando una situazione quanto mai complessa e stratificata. Diversi territorio del Principato trentino erano, ad esempio, soggetti all’autorità religiosa dei vescovi veneti, senza tralasciare che dal Trentino si trasferirono a Venezia intere comunità, poi gli interessi in area trentina di alcune importanti famiglie, i Giovanelli in particolare, infeudati in Valsugana a partire dal 1662. Un contesto che ha trasformato il Principato vescovile e il suo territorio in un crocevia di esperienze che ne hanno marcato il clima artistico, facendolo diventare fertile terreno di confronto e di crescita, anche per gli artisti locali”. “La mostra costituisce l’occasione per allargare lo sguardo e annodare fra loro con un filo rosso le opere sul territorio di artisti come Fontebasso o Giambattista Pittoni e Gaspare Diziani”, sottolinea Denis Ton. “Su tutti prende rilievo la presenza di Antonio e Francesco Guardi, indiscussi protagonisti della stagione pittorica tardo-settecentesca veneziana, ma con le proprie radici familiari in Val di Sole, dove torneranno più volte”. La mostra è curata da Andrea Tomezzoli (Università degli Studi di Padova) e Denis Ton (Castello del Buonconsiglio).

0
Exhibitions
Sabato, 02 Lug 2022 10:00-17:00 |
L'evento si tiene dal 02 Lug 2022 al 20 Nov 2022

La mostra a tema verte sulla storia della produzione teatrale nel Tirolo storico, e sulle sue “storie”. Lo sguardo non è puntato soltanto sulla nascita del teatro, piuttosto, attraverso l’avvicendarsi di nuclei tematici, la mostra intende ripercorrere in maniera sintetica le linee di sviluppo della produzione teatrale. Il percorso espositivo conduce dal teatro sacro e profano del Medioevo al dramma gesuitico e al teatro di corte dell’Età moderna, passando per il teatro scolastico nei collegi religiosi di epoca barocca, le processioni con figuranti, le rappresentazioni popolari, per terminare con l’avvento dei grandi teatri stabili. Non può mancare, naturalmente, una sezione dedicata alla sacra rappresentazione della Passione di Cristo di Erl, né una panoramica sugli spettacoli teatrali all’aperto e sull’offerta teatrale in italiano a Bolzano. Il risultato è un affresco variopinto e movimentato che arriva fino all’oggi. La nostra scommessa di storia culturale punta sulla ricchezza e varietà dei materiali in mostra, molti dei quali esposti per la prima volta. Un’esposizione sulla storia del teatro in Tirolo non si era ancora vista, il progetto che qui presentiamo farà da battistrada.

0
Exhibitions
Sabato, 02 Lug 2022 09:30-12:00 | 15:30 - 18:00
L'evento si tiene dal 02 Lug 2022 al 20 Ago 2022

ASTRID BADSTÖBER, ANDREA ERNST, HELGA KÖLBL, GRETA RIEF, CHRISTINE ZELLNER Un confronto artistico con Chiusa da parte delle artiste della Künstlervereinigung Tusculum e. V. nell’ambito di euroArt Fuori - la definizione di un luogo. Non sei coinvolto. Rimani nella periferia. Il tuo motivo è estraneo, spesso distante. Ma sei esposto a una tentazione a cui difficilmente puoi sfuggire. Incuriosito, il tuo sguardo cerca di superare questo confine tra esterno e interno. Come un esploratore che cerca di estrarre dai fenomeni sconosciuti il loro segreto, così il pittore si accinge a interiorizzare il suo motivo in terra straniera. Ed è qui che avviene il miracolo! Quanto più a lungo guardiamo l'aspetto esteriore, tanto più ci addentriamo nell'interno. Allora riusciamo a fare una cosa quasi impossibile - riconosciamo l'essenza delle cose. Il loro linguaggio, le loro vibrazioni, la loro profondità, la loro anima. Questa avventura richiede tutta la forza, la passione, la disponibilità a ricevere, l’apertura e le capacità richieste, per trasformare lo sguardo dall'esterno verso l'interno. Nell’agosto 2019 cinque artiste di Murnau partirono alla volta di Chiusa per esplorarla pittoricamente nel corso di cinque giorni. Maria Gasser, l'allora Sindaca di Chiusa, fu l'iniziatrice del progetto. L'Associazione delle Colonie Artistiche Europee - euroArt, di cui fanno parte sia Chiusa che l'Associazione artistica Tusculum di Murnau, promuove lo scambio attivo di artisti e artiste tra le singole Colonie di artisti. Astrid Badstöber si avventura nel mondo del bizzarro, dell'assurdo. Le sue opere risplendono in acrilico e già i titoli stimolano lo spettatore a guardare dietro le quinte: "Glück auf – Buona fortuna", "Privazione e abbondanza", "Pro & contro", "Fermezza" e nella sua visione "Dietro la montagna", lo spettatore entra in un mondo fantastico dietro la porta nella roccia. Andrea Ernst si accosta al soggetto servendosi della matita e dell’inchiostro. Ha fatto rivivere in immagini grafiche soprattutto le pietre - senza tempo, eterne e fragili - messe in movimento dalle acque selvagge. Anche l'omaggio ad Albrecht Dürer - immortalato con il colore acrilico - ci permette di seguire ancora una volta le tracce di famosi colleghi pittori. Helga Kölbl ci conduce nel mondo del collage. In composizioni delicate, infinitamente fluttuanti e fini, fatte di un soffio di carta velina, riconosciamo nelle delicate strutture il collegamento con il tutto. Per questo motivo il suo ciclo di lavori lo chiama "Contatto". Greta Rief rivela nelle sue opere la varietà di impressioni che elabora servendosi di tecniche diverse. Le acque indomite nel ciclo di incisioni "Panta rhei'", il paesaggio terrazzato dell'acquerello "Su & giù per le scale", la grandiosa barriera paesaggistica delle rocce "Rispetto" e "Sotto il cielo aperto" in acrilico. "La minaccia" – un’opera a carboncino e pastello. Christine Zellner si serve della tecnica dell'incisione. Linee nitide, ridotte, compresse e astratte, mostrano il lato aspro di questo luogo, altrimenti apparentemente romantico. "Costone del castello", "Autostrada", "Cielo e terra", "Patria e legame", sono solo alcuni titoli della serie di incisioni. L'esposizione evidenzia le molteplici sfaccettature di Chiusa in una mostra emozionante che si è concretizzata dal superamento della "vista dall'esterno"!

0
Sport
Sabato, 02 Lug 2022 09:00

… al sicuro sotto le cime delle Odle Correre la Villnöss Dolomiten Run, lanciata nel 2021, significa sfilare davanti allo scenario mozzafiato della Val di Funes con le cime delle Odle, muoversi su sentieri vecchi e nuovi, passando per i luoghi incantevoli che caratterizzano la valle – un evento ideale per atleti appassionati, che cercano una sfida fisica nel mezzo di un meraviglioso paesaggio naturale e culturale con vista su bellissimi masi e villaggi. La sfida molto particolare di questa gara è l’abilità e l’agilità del corridore, in quanto c’è da affrontare una discesa di oltre 1.000 m di dislivello. La partenza è a Santa Maddalena di Funes a 1.248 m.s.m. Il percorso sui prati passa accanto alla pittoresca chiesetta di Santa Maddalena, segue poi il sentiero panoramico per Coll e Rafreid, con 1.404 m il punto più alto della gara, fino alla chiesa di San Giacomo con una magnifica vista sul gruppo delle Odle. Superata la chiesa romanico-gotica di San Valentino si arriva a Miglianz, da lì su strade forestali a Tiso (950 m) e Kaserol fino ad Albes. Seguendo il lungofiume sinistro dell’Isarco, su percorso pianeggiante, si raggiunge il traguardo, la Piazza Duomo di Bressanone (560 m).

0
Sport
Sabato, 02 Lug 2022 08:30

… la corsa con vista sulle Montagne Bianche Dal 2019 il Dolomites Ladinia Trail fa parte del nostro evento e ne siamo molto felici. La Val Badia è una delle valli montane più belle dell’Alto Adige, nel cuore delle Dolomiti. Il percorso di 29 km, che si trova all’interno delle Dolomiti, sito patrimonio naturale dell’UNESCO, si snoda su strade pubbliche non chiuse, su sentieri forestali ed escursionistici e su salite alpine e in parte alpinistiche. Si attraversano paesaggi montani di una bellezza straordinaria. Il Dolomites Ladinia Trail parte da San Martino in Badia a 1.127 m.s.m. Il percorso porta su strade forestali verso il Gömmajoch (12 km) e al Rifugio Fornella (15,3 km). Da lì si prosegue su sentieri spettacolari fino al Rifugio Schatzer (23 km), poi verso la Malga Rossalm (26,4 km). Su un sentiero alpino la salita finale conduce alla Plose (29 km).

0
Sport
Sabato, 02 Lug 2022 07:30

… un’esperienza un po’ diversa di corsa in montagna Il cuore del nostro evento di trail running è la Brixen Dolomiten Marathon, lanciata nel 2010, che parte a 560 m.s.m. dalla Piazza Duomo nel centro di Bressanone e raggiunge il traguardo dopo 42,195 km sulla Plose (2.450 m). Il tracciato si snoda attraverso boschi e prati, con tratti anche su strada asfaltata fino a S. Andrea (1.062 m). Si prosegue poi su sentieri e strade forestali fino a Eores (1.504 m). Con lo sguardo rivolto al Sass Putia e alle Dolomiti, la corsa continua su stradine asfaltate, addentrandosi nella valle e salendo fino al rifugio Rossalm. Da lì, sempre su sentieri e strade forestali si raggiunge Valcroce (2.050 m), la stazione a monte della cabinovia. Dal sentiero escursionistico che conduce a Malga Buoi (2.085 m) si può apprezzare la magnifica vista sul fondovalle e sulla partenza della corsa in Piazza Duomo a Bressanone, prima di affrontare gli ultimi 3,2 km e 400 m di dislivello. Al traguardo lo spettacolare panorama delle montagne circostanti a 360° toglierà ai corridori il fiato rimasto. Una doppia emozione per tutti gli sportivi: una maratona impegnativa e un panorama che ripaga di tutti gli sforzi compiuti.

0
Sport
Sabato, 02 Lug 2022 00:01

… in coppia verso un’indimenticabile avventura Nel 2019 abbiamo realizzato il nostro sogno lanciando il Dolomites Ultra Trail. È una gara a coppia, che si svolge esclusivamente in un team di due persone: gli atleti partono insieme a Bressanone, attraversano insieme i punti di controllo e infine raggiungono insieme l’arrivo a Bressanone. Il Dolomites Ultra Trail è una corsa attraverso lo spettacolare sito delle Dolomiti, entrato a far parte del patrimonio mondiale UNESCO dal 26.06.2009, allo scopo di proteggere e preservare la sua unicità. Il suo percorso si snoda su strade pubbliche non chiuse, su sentieri forestali ed escursionistici e su salite alpine e in parte alpinistiche. Si attraversano paesaggi montani di una bellezza straordinaria e resterete affascinati dal paesaggio monumentale e pittoresco delle Dolomiti. La partenza del Dolomites Ultra Trail è a Bressanone, 560 m.s.m. Si sale attraverso sentieri forestali, nei boschi e nei prati fino ad Eores (10 km), poi alla Croce Russis (20 km). Si prosegue su sentieri escursionistici fino al Rifugio Genova (28 km), su salite alpinistiche fino a raggiungere il Rifugio Puez (39 km) e nuovamente su sentieri escursionistici si scende fino a Longiarù (47 km). Da qui si riparte su un meraviglioso percorso in salita fino al Rifugio Fornella (57 km), poi verso la Malga Rossalm fino a Valcroce (71 km). La discesa finale su sentieri riporta al punto di partenza a Bressanone (84 km).

0
Sport
Sabato, 02 Lug 2022

Noch looooooooooooooooooooogem Wortn ischs endlich wiedor söüweit. Is 15. Tigertangaturnier findit stott. Mit nuidn Schwung und oltor Freid mechtn mir enk inloudn drbei zi sein. Entwedor als Monnschoft odr als Fan am Spielrond, olle sein willkommen. Afnocht werdn mor richte tuschn lossn mit dor Untorstitzing vi FORROWHEADS.

0
Music
Venerdì, 01 Lug 2022 23:30
L'evento si tiene dal 02 Lug 2022 al 01 Lug 2022

Il batterista finlandese Tatu Rönkkö, che a volte suona anche con pentole, piatti o tazze, e il chitarrista finlandese Kalle Kalima si sono conosciuti in Alto Adige qualche anno fa e da allora suonano insieme. Nel 2020, presso lo studio di registrazione Zentrifuge a Berlino, il duo ha inciso un primo album dal titolo "Lampen", che include improvvisazioni spontanee e libere ispirate al rock minimale e alla musica elettronica. Artists Kalle Kalima (FI) - guit Tatu Rönkkö (FI) - dr

0
Music
Venerdì, 01 Lug 2022 21:00

Anything goes, ovvero un jazz da camera sviluppato in modo collettivo che permette una grande varietà di articolazioni diverse. I cinque membri di questo ensemble ungherese, fondato nel 2018, raccolgono diverse influenze musicali in una simbiosi inconfondibile. In primo piano mettono potenti groove di batteria, libere improvvisazioni e composizioni canore. Artists Emma Nagy (HU) - voc Péter Cseh (HU) - guit Krisztián Oláh (HU) - p Marcell Gyányi (HU) - db Ádám Klausz (HU) - dr

0
Music
Venerdì, 01 Lug 2022 21:00

Per dare supporto alla giovane scena jazz di Tirolo, Alto Adige e Trentino, per creare opportunità di esibirsi e di sviluppare nuovi progetti con ospiti internazionali, nel 2017 il Südtirol Jazzfestival Alto Adige ha fondato l’Euregio Jazzwerkstatt. Anche quest’anno, in occasione del festival, i membri di questo laboratorio sperimentale del jazz presenteranno i propri lavori congiunti e transfrontalieri. Artists Clemens Rofner (AT) - b, db Andrea Polato (IT) - dr Chris Norz (AT) - dr Matteo Giordani (IT) - dr Stefano Giordani (IT) - guit Damian Dalla Torre (IT) - sax Lorenzo Sighel (IT) - sax Matthias Legner (AT) - vib Mirko Pedrotti (IT) - vib Anna Widauer (AT) - voc Valentin Schuster (AT) - dr Julian Adam Pajzs (AT) - guit Siegmar Brecher (AT) - bcl Steffi Narr (DE) - guit, elec Reinier Baas (NL) - guit Anni Elif (SE) - voc, synth Pauli Lyytinen (FI) - tsax Kristijan Krajn?an (SI) - vc, perc, dr Soweto Kinch (UK) - sax, voc Judith Schwarz (AT) - dr

0
Art & Culture
Venerdì, 01 Lug 2022 20:30

Un progetto del Circolo artistico e culturale di Ortisei e Wegmacher Collalbo A proposito di scambio e avvicinamento Nessuno vive completamente nella propria bolla. Sebbene una linea retta non attraversi mai una curva, ma si avvicini solo mille volte, il confine tra confronto, comunicazione e uguaglianza qui è stretto. Punti di contatto tra artisti di ogni genere e tra istituzioni culturali in luoghi diversi creano un ciclo sinergico di cui beneficiano entrambe le parti. Non solo l'arte e il pubblico devono essere collegati, ma anche coloro che rendono possibili l'arte e la cultura. Val Gardena - Renon, la distanza lineare tra questi luoghi (nello specifico i paesi di Ortisei di Val Gardena e Collalbo sul Renon) è di 17 km, dislivello di circa 100 metri. Di per sé non ci sono grandi distanze, eppure prevale in ogni caso un clima artistico diverso. Con più di cento anni di esistenza, il Circolo in Val Gardena è entrato in simbiosi con l'associazione culturale Wegmacher sul Renon, di recente fondazione (in confronto). È uno scambio che ha la sua origine nel desiderio di un cambio di luogo e di spazio, o un cambio di contesto. Il collegamento tra le due associazioni è dato anche dal fatto che alcuni membri o ex membri hanno un legame tra loro. Ad esempio, la presidente dell'associazione Wegmacher, Clara Mayr, ha vissuto per un po' ad Ortisei e ha frequentato la scuola professionale per l'intaglio del legno di Ortisei. Diego Perathoner, che è stato a lungo membro del Circolo, è da tempo in contatto con gli artisti di Wegmacher e quest'anno vi espone le sue opere. Il progetto "gemEinsam spinnradfahren" rappresenta una duplice mostra con le rispettive due sedi, ma con la particolarità che la cura delle due mostre è stata lasciata all'altra istituzione culturale. La sede di Ortisei, Piazza Sant’Antonio 102, sarà messa a disposizione a Wegmacher per una mostra selezionata di opere degli artisti Cornelia Lochmann, Sophie Makil, Fanni Fazekas e Maximilian Thiel. Questa mostra intitolata "gemEinsam" apre il 1° luglio alle 20:30 e rimarrà aperta fino al 10 luglio. Qui l'arte incontra i segni del tempo, poiché diversi media artistici interagiscono tra loro. Oltre al suo lavoro di pittura, Cornelia Lochman mostrerà eccezionalmente una performance che riprende il titolo della mostra. Sophie Makil mostra una serie di immagini: colori, motivi e figure di fantasia. Fanni Fazekas mostra un'installazione intitolata “il falò”, che rappresenta un simbolo di comunità. Maximilian Thiel mostra una serie di stampe. Il titolo della serie che si evolve nel tempo è "una storia di violenza" e affronta l'emergere dell'identità culturale e il potenziale conflittuale della cultura e della religione in arazzi surreali di piccolo formato. All'inaugurazione il 1° luglio 2022 al Circolo di Ortisei ci sarà musica di Luthy e Niko. “GemEinsam” – Cornelia Lochmann, Sophie Makil, Fanni Fazekas e Maximilian Thiel

0
Music
Venerdì, 01 Lug 2022 20:00

Nik P.: “Seelenrausch” a Tirolo Nikolaus Presnik, in arte Nik P. è un cantante e polistrumentista austriaco. Il brano pluripremiato “Ein Stern” nel è stato l’inizio di una carriera impressionante: un millione di singoli venduti, un “Echo”, 11 dischi d’oro e 5 platino raccontano una storia di instancabile lavoro. Con altri titoli come “Gloria”, “Der Mann im Mond”, “Wo die Liebe deinen Namen ruft” e “Come on, let’s dance”, Nik P. negli anni ha creato una base di fan fedele e ampia, che non vede l’ora di rivedere Nik P. sul palco.

0
Sport
Venerdì, 01 Lug 2022 20:00

Women’s run Brixen … “Donne corrono per donne” Il 1° luglio 2022 la Women’s run Brixen celebra un anniversario importante: insieme compiamo 10 anni! La festa di compleanno inizia alle ore 20 in Piazza Duomo a Bressanone. Aspettiamo tante ragazze e donne entusiaste, che insieme, vogliono trascorrere un’indimenticabile serata sportiva. Si percorre una distanza di 4,2915 km nel centro storico di Bressanone, senza cronometraggio e senza pettorali. Il messagio della Women’s run Brixen è “donne corrono per donne”: € 10 a partecipante verranno devoluti a “ES GEAT DI A UN, tocca a te” – insieme sosterremo questa grande iniziativa e parleremo insieme contro la violenza contro le donne. Nel 2022 confidiamo di poter rinnovare la nostra tradizione di porre, come unica condizione per partecipare alla gara, di indossare la maglietta tecnica, uguale per tutte, che viene distribuita alle atlete partecipanti all’inizio della gara. Un sentito ringraziamento va a tutte le partecipanti “perla”, che ci supportano anno dopo anno. Alcune fanno parte della “famiglia” Women’s run Brixen dall’inizio: siete voi la magia di questo evento!

0
Music
Venerdì, 01 Lug 2022 18:00

Presented by Parkhotel Laurin È meglio che vi allacciate bene le cinture quando questo trio di Helsinki, composto da tre donne, si scatena sul palco. Formalità e prescrizioni? No, grazie! Stina Koistinen, frontwoman del gruppo art-pop finlandese Color Dolor, la cantante e tastierista Anni Elif e la batterista Amanda Blomqvist abbinano brani pop ad improvvisazioni acrobatiche. Artists Stina Koistinen (FI) - voc, efx Anni Elif (SE) - voc, synth Amanda Blomqvist (FI) - dr, voc, samples

0
Art & Culture
Venerdì, 01 Lug 2022 18:00

ASTRID BADSTÖBER, ANDREA ERNST, HELGA KÖLBL, GRETA RIEF, CHRISTINE ZELLNER Un confronto artistico con Chiusa da parte delle artiste della Künstlervereinigung Tusculum e. V. nell’ambito di euroArt Fuori - la definizione di un luogo. Non sei coinvolto. Rimani nella periferia. Il tuo motivo è estraneo, spesso distante. Ma sei esposto a una tentazione a cui difficilmente puoi sfuggire. Incuriosito, il tuo sguardo cerca di superare questo confine tra esterno e interno. Come un esploratore che cerca di estrarre dai fenomeni sconosciuti il loro segreto, così il pittore si accinge a interiorizzare il suo motivo in terra straniera. Ed è qui che avviene il miracolo! Quanto più a lungo guardiamo l'aspetto esteriore, tanto più ci addentriamo nell'interno. Allora riusciamo a fare una cosa quasi impossibile - riconosciamo l'essenza delle cose. Il loro linguaggio, le loro vibrazioni, la loro profondità, la loro anima. Questa avventura richiede tutta la forza, la passione, la disponibilità a ricevere, l’apertura e le capacità richieste, per trasformare lo sguardo dall'esterno verso l'interno. Nell’agosto 2019 cinque artiste di Murnau partirono alla volta di Chiusa per esplorarla pittoricamente nel corso di cinque giorni. Maria Gasser, l'allora Sindaca di Chiusa, fu l'iniziatrice del progetto. L'Associazione delle Colonie Artistiche Europee - euroArt, di cui fanno parte sia Chiusa che l'Associazione artistica Tusculum di Murnau, promuove lo scambio attivo di artisti e artiste tra le singole Colonie di artisti. Astrid Badstöber si avventura nel mondo del bizzarro, dell'assurdo. Le sue opere risplendono in acrilico e già i titoli stimolano lo spettatore a guardare dietro le quinte: "Glück auf – Buona fortuna", "Privazione e abbondanza", "Pro & contro", "Fermezza" e nella sua visione "Dietro la montagna", lo spettatore entra in un mondo fantastico dietro la porta nella roccia. Andrea Ernst si accosta al soggetto servendosi della matita e dell’inchiostro. Ha fatto rivivere in immagini grafiche soprattutto le pietre - senza tempo, eterne e fragili - messe in movimento dalle acque selvagge. Anche l'omaggio ad Albrecht Dürer - immortalato con il colore acrilico - ci permette di seguire ancora una volta le tracce di famosi colleghi pittori. Helga Kölbl ci conduce nel mondo del collage. In composizioni delicate, infinitamente fluttuanti e fini, fatte di un soffio di carta velina, riconosciamo nelle delicate strutture il collegamento con il tutto. Per questo motivo il suo ciclo di lavori lo chiama "Contatto". Greta Rief rivela nelle sue opere la varietà di impressioni che elabora servendosi di tecniche diverse. Le acque indomite nel ciclo di incisioni "Panta rhei'", il paesaggio terrazzato dell'acquerello "Su & giù per le scale", la grandiosa barriera paesaggistica delle rocce "Rispetto" e "Sotto il cielo aperto" in acrilico. "La minaccia" – un’opera a carboncino e pastello. Christine Zellner si serve della tecnica dell'incisione. Linee nitide, ridotte, compresse e astratte, mostrano il lato aspro di questo luogo, altrimenti apparentemente romantico. "Costone del castello", "Autostrada", "Cielo e terra", "Patria e legame", sono solo alcuni titoli della serie di incisioni. L'esposizione evidenzia le molteplici sfaccettature di Chiusa in una mostra emozionante che si è concretizzata dal superamento della "vista dall'esterno"!

0
Music
Venerdì, 01 Lug 2022 11:00

Che spettacolo! Matthias Loibner conduce la ghironda dal barocco francese a Haydn e Schubert fino ai giorni nostri, caratterizzati dal jazz elettronico. Lucas Niggli invece è uno dei batteristi più richiesti in Europa. Entrambi si avvalgono di un ampio repertorio tra musica classica, elettronica, tradizione e immaginazione, e insieme si addentrano in nuovi spazi musicali. Artists Matthias Loibner (AT) - hurdy gurdy, loop Lucas Niggli (CH) - dr, elec

0
Music
Giovedì, 30 Giu 2022 23:30
L'evento si tiene dal 01 Lug 2022 al 30 Giu 2022

Un'esplorazione in terre sconosciute. Questo trio, dotato di due strumenti a tastiera, attraverso la fusione di suoni acustici ed elettronici, cerca di creare una simbiosi sonora del tutto nuova e ritmicamente pulsante. Con innovative tecniche strumentali e libere improvvisazioni, i membri del gruppo, provenienti dall'Austria e dalla Svizzera, tracciano percorsi nuovi che conducono in regioni sonore finora sconosciute. Artists Arthur Fussy (AT) - mod synth Jul Dillier (CH) - prep p Judith Schwarz (AT) - ext dr

0
Cinema
Giovedì, 30 Giu 2022 21:00

Open Air Kino Indien/Frankreich 2018, 99 min.; Regie: Rohena Gera; mit: Tillotama Shome, Vivek Gomber, Geetanjali Kulkarni; Die junge Witwe Ratna arbeitet als Dienstmädchen für Ashwin, den Erben einer reichen Familie in Mumbai. Er hat alles und ist deprimiert, als seine arrangierte Hochzeit platzt – sie hat nichts, ist aber voll Hoffnung und bereit, für ihren Traum zu kämpfen, Mode-Designerin zu werden. Die beiden kommen sich näher, doch Ashwins Familie ist nicht bereit, ihre Beziehung zu akzeptieren. Sie müssen sich schließlich entscheiden, was ihnen wichtiger ist… Info: Alle Veranstaltungen sind als Open-Air-Erlebnisse geplant und finden in der UFO-Arena statt. Bei unsicherem Wetter nehmen Sie deshalb bitte einen Regenschutz und ev. eine Decke mit. Sollte für den Abend starker Regen oder Sturm vorhergesagt sein, finden die Filmvorführungen im Saal und die Konzerte auf der überdachten UFO-Terrasse statt.

0
Music
Giovedì, 30 Giu 2022 21:00

32. edizione per le Serate a Castel Tirolo, l'evento musicale clou che vanta la partecipazione di musicisti di fama internazionale che presentano opere musicali di paesi, epoche e tradizioni diverse. Anche quest'anno i concerti si terranno nella suggestiva Sala dei Cavalieri di Castel Tirolo. La chiusura delle Serate riserva ancora una sorpresa: il rientro in paese a lume di centinaia di fiaccole. Prevendita biglietti online o presso l'Associazione Turistica. I biglietti acquistati non saranno rimborsati se non utilizzati. Ensemble CONNLA Belfast (Best new group Ireland 2016) Irish folk songs and tunes

0
Theatre
Giovedì, 30 Giu 2022 20:30

Giulio Pasquati, padovano, in arte Pantalone e Girolamo Salimbeni, fiorentino, in arte Piombino, sono due attori della celebre compagnia dei Comici Gelosi. Salgono sul palco per raccontare di come sono sfuggiti dalla forca grazie a Don Chisciotte, a Sancho Panza ma soprattutto grazie agli spettatori. Le avventure di una delle coppie comiche più famose della storia della letteratura, filtrate dall’estro dei due saltimbanchi che arrancano nel tentativo di procrastinare la loro condanna a morte, tra mulini a vento ed eserciti di pecore. Uno spettacolo sul pubblico, per il pubblico e con il pubblico, perché è quest’ultimo che avrà il compito di salvare i due attori dalla morte ...di salvare il teatro. Tragicommedia dell'arte Soggetto originale Marco Zoppello elaborazione dello scenario Carlo Boso e Marco Zoppello interpretazione e regia Marco Zoppello e Michele Mori produzione STIVALACCIO TEATRO

0
Music
Giovedì, 30 Giu 2022 20:30

DUO GHIGI-ROSSETTI “RAGIONE E SENTIMENTO” PROGRAMMA J.S. Bach (1699-1768) Sonata in Sol Magg. BWV 1021 Adagio, Vivace, Largo, Presto W.A. Mozart (1756-1791) Sonata in mi min. K 304 Allegro, Minuetto J. Brahms (1833-1897) Scherzo in do min per la Sonata F.A.E. Allegro S. Rachmaninoff (1873-1943) Vocalise B. Bartok (1881-1945) Danze rumene Katia Ghigi, Violino Michele Rossetti, Pianoforte Katia Ghigi ha conseguito il Diploma di Violino con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Perugia. Si è perfezionata alla “Scuola di Musica di Fiesole” con il celebre “Trio di Trieste”, G. Prencipe, M.Skampa,P. Farulli, P.Vernikov e Felice Cusano. Ha iniziato giovanissima l’attività concertistica, esibendosi in qualità di solista ed in formazioni da camera per importanti festivals e società di concerti in Italia e tutto il mondo. Ha suonato, sempre in qualità di “prima parte” e solista con numerose orchestre da camera e sinfoniche, maturando così significative esperienze dovute alla collaborazione con celebri musicisti come Felix Ajo, Franco Petracchi, Marco Rizzi, Werner Hink (primo Violino dei Wiener Philarmoniker), Enrico Dindo, Sascha Gavrilov, Pierre Amojal, Wolfgang Meyer, Milan Turkovic, Stefan Milenkovic, Bruno Canino, Federico Mondelci, Roland Dyens, Francesco Manara, Felice Cusano, Sonig Tchakerian, Mario Brunello ed Anna Tifu. Dal 2006 svolge esclusivamente attività concertistica in duo con il pianista Michele Rossetti. Recentemente si è esibita per importanti associazioni italiane e all’estero: Londra, Parigi, Barcellona, Praga, San Pietroburgo, Berlino, San Paolo in Brasile. Michele Rossetti si è diplomato con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano, sotto la guida del M° Piero Rattalino, studiando in seguito con il M° Paolo Bordoni. Risultato vincitore in vari concorsi pianistici e di musica da camera nazionali ed internazionali svolge attività concertistica sia come solista che in formazioni cameristiche in Italia e all’estero ottenendo ovunque successo di pubblico e di critica. Ha effettuato registrazioni per la RAI ed ha curato per l‘etichetta discografica “Quadrivium” le opere di autori minori italiani dell‘Ottocento. Per l’etichetta discografica Hyperprism ha inciso in duo con i Maestri Ciro Scarponi, Mario Ancillotti, Lorenzo Lucca, Guido Arbonelli e Roberto Fabbriciani. All’attività concertistica affianca quella didattica tenendo regolarmente Corsi di Alto Perfezionamento Internazionali.

0
Music
Giovedì, 30 Giu 2022 20:30

#32,1 A Novel Of Anomaly Un finlandese, un italiano e due svizzeri che garantiscono allegria, entusiasmo e piacere nell'ascolto. Ognuno di questi musicisti ha un proprio linguaggio musicale ed è caratterizzato da un particolare stile nel proprio campo. Insieme, tra jazz e world music, eclettismo ed avanguardia, riescono a creare un sound che avvolge il pubblico. Frizzante, fresco, nuovo, eppure in qualche modo familiare. Artists Andreas Schaerer (CH) - voc Luciano Biondini (IT) - acc Kalle Kalima (FI) - guit Lucas Niggli (CH) - dr, perc #32,2 Pauli Lyytinen Rabbit Hole Tre impavidi improvvisatori vanno alla scoperta del mondo. "Segui il coniglio bianco": In questa tana di conigli nordici, troverete sonorità colorate, strutture ritmiche complesse e improvvisazioni espansive. Impossibile? Non esiste! Il motto del trio è una famosa frase di Lewis Carroll: "A volte riuscivo a credere anche a sei cose impossibili prima di colazione". Artists Pauli Lyytinen (FI) - sax, ewi, drum machine, efx Andreas Stensland Løwe (NO) - p, synth, efx Mika Kallio (FI) - dr

0
Others
Giovedì, 30 Giu 2022 19:00
L'evento si tiene dal 30 Giu 2022 al 02 Lug 2022

vi preghiamo di prenotare i giorni dal 30 giugno al 02 luglio 2022 ore 19 per Caldera cooking con Harry Thaler e Marco Benetti. Una serra agricola nel centro di Lagundo porterà il nome di Caldera per cinque mesi, diventando così uno spazio temporaneo per l'arte e le piante. Caldera cooking è il preludio ad una serie di eventi a cura di BAU che si intitola Caldera, uno spazio temporaneo per l'arte e le piante, che si svolgerà in tre fine settimana nei mesi di giugno, settembre e ottobre 2022 in dialogo con esperti locali e internazionali di vari campi del sapere. Caldera, uno spazio temporaneo per l'arte e le piante, nasce da un'idea di Harry Thaler e BAU. Cena specialie nella Caldera con Harry Thaler e Marco Benetti Partecipazione: 80 euro (cibo e bevande inclusi) Prenotazioni: info@b-a-u.it / + 39 335 67 65 553

0
Music
Giovedì, 30 Giu 2022 19:00

Con "White Juju" Soweto Kinch affronta la storia della comunità anglo-africana in Gran Bretagna nonché le conseguenze della pandemia. Intreccia jazz, hip-hop e musica barocca con elementi di musiche popolari europee e della diaspora africana. A Bressanone, questa poesia musicale potrà essere ascoltata in una versione per jazz ensemble. La location del concerto rimane un segreto fino a poche ore prima del concerto. Per partecipare la prenotazione è obbligatoria: info@suedtiroljazzfestival.com oppure +39 0471 982324. Artists Soweto Kinch (UK) - sax, voc Nick Jurd (UK) - b Jason Brown (US) - dr

0
Music
Giovedì, 30 Giu 2022 18:00

Questo duo di Helsinki unisce composizione contemporanea e improvvisazione, traendo ispirazione dalla poesia finlandese e finno-svedese. Anni Elif, che in passato ha già elaborato diverse poesie nel proprio songwriting, affascina con una straordinaria versatilità e varietà nella voce. Seppo Kantonen queste caratteristiche le trasmette sul suo pianoforte e quindi in questo duo si ritrova pienamente nel suo elemento. Artists Anni Elif (SE) - voc, comp Seppo Kantonen (FI) - p, comp

0
Music
Giovedì, 30 Giu 2022 11:00

Una rock band si presenta come un quartetto di musica da camera, ma con due chitarre al posto dei due violini. Questo gruppo italiano sviluppa le proprie composizioni in modo collettivo e si esibisce con strumenti preparati e accordature particolari. Il risultato sono paesaggi sonori astratti, poliritmie, intermezzi sferici e suoni industriali. TellKujira is supported by emilia Romagna music commission and area sismica Artists Francesco Diodati (IT) - guit, efx Francesco Guerri (IT) - vc Ambra Chiara Michelangeli (IT) - vl,efx Stefano Calderano (IT) - guit, efx

0
Music
Mercoledì, 29 Giu 2022 23:30
L'evento si tiene dal 30 Giu 2022 al 29 Giu 2022

Un appuntamento dai "barbieri del suono": Il loro "stile noise di media lunghezza" è un progressivo costruirsi di rumori e suoni che ha un effetto intenso sulle orecchie e sul terzo occhio – è così che i membri di questo trio descrivono il loro progetto salito per la prima volta sul palco nel 2018 al Donaufestival Krems. Artists Audrey Chen (US) - voc, analog elec Julien Desprez (FR) - guit Lukas König (AT) - dr, synth

0
Music
Mercoledì, 29 Giu 2022 21:00

Tre talentuosi esponenti del jazz europeo su invito del Cheltenham Jazz Festival hanno messo in piedi questo trio nella primavera del 2019. Schaerer, Kinch e Kalima si addentrano in mondi sonori che a volte precipitano in un vortice di suoni energici, esplosivi, ma che si perdono anche in melodie soavi e silenziose. Un intenso dialogo musicale tra riduzione poetica e improvvisazione intensa. Artists Andreas Schaerer (CH) - voc Soweto Kinch (UK) - sax, voc Kalle Kalima (FI) - guit

0
Music
Mercoledì, 29 Giu 2022 21:00

Il giornale austriaco "Der Standard" ha definito la musica di questo trio come punk jazz da camera. Ma gli Edi Nulz suonano davvero un jazz tritato dalla musica rock, o è piuttosto il contrario? Durante il loro viaggio musicale attraverso i continenti, tra stili e suoni diversi, questi tre musicisti eccezionali non solo tolgono il fiato ai loro ascoltatori, ma a volte anche a loro stessi. Una cosa è certa: sarà uno spettacolo sonoro senza eguali. Artists Siegmar Brecher (AT) - bcl Julian Adam Pajzs (AT) - guit Valentin Schuster (AT) - dr

0
Music
Mercoledì, 29 Giu 2022 20:30

"Guitarize the world" Suoni di chitarra tra poesia e virtuosismo Jan Pascal e Alexander Kilian, i chitarristi di flamenco più popolari della Germania, sono come il giorno e la notte, opposti in ogni senso. Eppure è proprio questo a renderli complementari nel creare un atto musicale di livello planetario. La loro esibizione dal vivo è un dialogo appassionante tra due virtuosi di talento, che a volte si lusingano, poi si sfidano e tirano fuori il meglio di sè. In modo intenso ed esplosivo, prende forma un’aura magica alla quale nessuno riesce a sottrarsi. Per il pubblico hanno in serbo l’incredibile varietà musicale di due chitarre flamenco con un repertorio che unisce con un filo invisibile musica classica, jazz, techno e world music includendo composizioni originali e cover di successi mondiali degli U2 e dei Coldplay. Jan Pascal: chitarra - Alexander Kilian: chitarra Il numero di posti è limitato. Prenotazione obbligatoria!

0
Music
Mercoledì, 29 Giu 2022 20:00

#25,1 Nagy Emma Quintet Anything goes, ovvero un jazz da camera sviluppato in modo collettivo che permette una grande varietà di articolazioni diverse. I cinque membri di questo ensemble ungherese, fondato nel 2018, raccolgono diverse influenze musicali in una simbiosi inconfondibile. In primo piano mettono potenti groove di batteria, libere improvvisazioni e composizioni canore. Artists Emma Nagy (HU) - voc Péter Cseh (HU) - guit Krisztián Oláh (HU) - p Marcell Gyányi (HU) - db Ádám Klausz (HU) - dr #25,2 Ella Zirina & Reinier Baas A 17 anni Ella Zirina è passata dal pianoforte alla chitarra. Nel febbraio del 2022 ha ottenuto il primo premio al concorso Virtual Jazz. In questo concerto si unisce a Reinier Bass, suo insegnante presso il Conservatorio di Amsterdam. Il duo suona composizioni originali e arrangiamenti della musica preferita di Ella, da Gershwin ai Radiohead. Artists Ella Zirina (LV) - guit Reinier Baas (NL) - guit #25,3 Evita Polidoro / NEROVIVO Giovane jazz italiano: la batterista ventiseienne Evita Polidoro, che ha accompagnato Dee Dee Bridgewater nel suo ultimo tour in Italia, ha formato questo trio durante i propri studi all'Accademia Siena Jazz. “Nerovivo è tutto ciò che mi passa per la testa. Nerovivo è il contrasto costante nella vita: ‘nero’ nei giorni dispari e ‘vivo’ nei giorni pari“, precisa Evita. Artists Evita Polidoro (IT) - dr, voc, elec, comp Nicolò Faraglia (IT) - guit, voc Davide Strangio (IT) - guit

0
Theatre
Mercoledì, 29 Giu 2022 18:00

Riprendendo il format che ha spopolato durante la passata edizione di FUORI!, Marco Brinzi e Caterina Simonelli tornano a percorrere le strade dell’Alto Adige a bordo del loro risciò, questa volta nei panni di Vladimiro ed Estragone, due classici personaggi teatrali assurdi e poetici, protagonisti di Aspettando Godot del premio Nobel Samuel Beckett. Nella cultura popolare Aspettando Godot è divenuto sinonimo di una situazione (spesso esistenziale) in cui si aspetta un avvenimento che dà l’apparenza di essere imminente, ma che nella realtà non accade. A due anni ormai dalla comparsa del Coronavirus i nostri protagonisti sembrano, forse, attendere la fine della pandemia che tarda ad arrivare. Aspettano… e nel frattempo, vivendo in questa situazione di incertezza, hanno dimenticato chi sono e perché sono lì di fronte ad altre persone. Ecco che Estragone e Vladimiro provano a mettere in scena - con l’aiuto del pubblico - alcuni dei passaggi più significativi della letteratura teatrale per capire di quale autore possano essere figli e soprattutto il motivo per cui da un libro siano fuoriusciti finendo nelle piazze. Sono nati grazie a Shakespeare? Improbabili Romeo e Giulietta vestiti da barboni? Rosencratz e Guildersten dell’Amleto in visita al principe di Danimarca? Forse sono Don Chisciotte o Sancho Panza assieme all’amata Dulcinea avvistata e chiamata dal pubblico, oppure Don Giovanni e Sganarello del famoso Moliére? Queste e tante altre coppie celebri della letteratura vengono portate in scena nei loro dialoghi più famosi per capire chi mai potrebbero essere questi due personaggi e soprattutto cosa stiano aspettano. Il pubblico è chiamato ad aiutare i due personaggi grazie ai testi e ai libri presenti a bordo del risciò e prendendo parte agli sketch improvvisati come protagonista. Aspettando Risciò è un invito esplicito a giocare assieme (attori e pubblico) grazie alla letteratura e al teatro. Di e con Marco Brinzi e Caterina Simonelli produzione TEATRO STABILE DI BOLZANO e COMPAGNIA IFPRANA

0
Cinema
Mercoledì, 29 Giu 2022 17:30

Film in deutscher Sprache ohne Untertitel Auf Tour - Z´Fuaß D 2021, 90 Minuten, Walter Steffen. Mit Matthias Schriefl und Johannes Bär. Deutsch ohne Untertitel. 8 Tage, 55 kg Instrumente in 2 Rucksäcken, ca. 200 Kilometer Fußweg, mehrere Tausend Höhenmeter, Begegnungen und mit großartiger Musik zwischen alpenländischer Tradition und Moderne, zwischen ironisiertem Schlager und virtuosem Jazz. Konzerte in Waldlichtungen, auf Almwiesen und Berggipfeln, vor Alphütten und auf Dorfplätzen. „Auf Tour – Z’Fuaß“ ist ein besonderer Kino-Dokumentarfilm, kein Road- aber ein Wander-Movie, mit den beiden kongenialen Musikern Matthias Schriefl und Johannes Bär und ihrer abenteuerlich-verrückte Konzert-Tour zu Fuß im Corona-Sommer 2020. Nach dem Film findet ein Talk mit dem Regisseur und den Künstlern statt. Artists Matthias Schriefl (DE) - trp, flh, tuba, ptpt, acc, thn, alph, voc Johannes Bär (AT) - tuba, ptpt, tr, thn, alph, beatbox, perc, voc

0
Kids
Mercoledì, 29 Giu 2022 17:00

Un giardino magico, dove il tempo vola e i piccoli spettatori, nella breve durata dello spettacolo, attraversano tutte le quattro stagioni. Un viaggio fra uccellini, fiori, nuvole, pozzanghere, specchi d’acqua, foglie, fiocchi di neve. Incontreremo la farfalla Polly, il pesciolino Pinna e Piuma, l’amica di Polly. Gli oggetti, nati dalla poesia dell’artista Marcello Chiarenza, vengono animati dalle due attrici e offerti ai bambini e genitori in un gioco coinvolgente e suggestivo di teatro d’animazione e figura. La musica di Carlo Cialdo Capelli contribuisce a creare un’atmosfera delicata adatta anche ai bambini più piccoli. E alla fine, con l’arrivo della primavera, da un uovo, bello come la luna, nascerà Piuma, un piccolo pulcino. Spettacolo teatrale di Marcello Chiarenza con Chiara Sartori e Chiara Parlangeli musiche di Carlo Cialdo Capelli produzione TEATRO STABILE DI BOLZANO ETÀ CONSIGLIATA 0-5 anni

0
Music
Mercoledì, 29 Giu 2022 11:00

Ha spinto alla perfezione l'uso creativo del suo strumento: Nato a Spoleto nel 1971, Luciano Biondini ha iniziato a suonare la fisarmonica all'età di dieci anni e, dopo aver vinto numerosi concorsi, nel 1994 è passato al jazz. Il programma di questo concerto comprende opere originali, improvvisazioni e brani del repertorio italiano e argentino. Alle ore 10.30 ci sarà un aperitivo e la possibilità di fare una visita guidata della distilleria, senza prenotazione. Artists Luciano Biondini (IT) - acc

0
Music
Martedì, 28 Giu 2022 23:30
L'evento si tiene dal 29 Giu 2022 al 28 Giu 2022

Divertimento assicurato. A suonare insieme saranno l'olandese Reinier Baas, che è uno dei chitarristi europei più innovativi, Francesco Diodati, membro nel Nuovo Quartetto di Enrico Rava, il monarca musicale viennese Lukas König, che nelle sue performance mescola elettronica, pop, rock, noise e jazz, e lo statunitense Joe Rehmer, che fa parte del trio italiano Hobby Horse. Una raduno esclusivo, non mancate! Artists Reinier Baas (NL) - guit Francesco Diodati (IT) - guit Lukas König (AT) - dr Joe Rehmer (US) - db, eb

0
Cinema
Martedì, 28 Giu 2022 21:00

Open Air Kino Frankreich 2020, 97 min.; Regie: Caroline Vignal; mit: Laure Calamy, Benjamin Lavernhe, Olivia Côte; Die Lehrerin Antoinette wollte eigentlich mit ihrem heimlichen Liebhaber Vladimir, dem Vater einer ihrer Schülerinnen, in den Sommerurlaub fahren. Dieser hat dann aber doch keine Zeit, weil seine Frau schon einen Trekkingurlaub geplant hat – mitsamt Tochter und einem Esel, der das Gepäck tragen soll. Antoinette beschließt, der Familie zu folgen. Doch das ist einfacher gesagt als getan, denn ihr Miet-Esel Patrick denkt gar nicht daran, nach ihrer Pfeife zu tanzen. Info: Alle Veranstaltungen sind als Open-Air-Erlebnisse geplant und finden in der UFO-Arena statt. Bei unsicherem Wetter nehmen Sie deshalb bitte einen Regenschutz und ev. eine Decke mit. Sollte für den Abend starker Regen oder Sturm vorhergesagt sein, finden die Filmvorführungen im Saal und die Konzerte auf der überdachten UFO-Terrasse statt.

0
Music
Martedì, 28 Giu 2022 21:00

Presented by Alupress In tempi in cui affidiamo la gestione delle nostre vite agli algoritmi, questi due sciamani sonori che hanno esplorato terre lontane riflettono sul ritorno in uno spazio primordiale-intuitivo. Lontano dal ronzio dell'autostrada digitale, in un mondo dove la musica risuona oltre i confini del misurabile e dello spiegabile, i due artisti realizzano un tappeto magico sul quale fanno accomodare il pubblico. Artists Andreas Schaerer (CH) - voc Björn Meyer (CH) - b

0
Music
Martedì, 28 Giu 2022 20:30

"Guitarize the world" Suoni di chitarra tra poesia e virtuosismo Jan Pascal e Alexander Kilian, i chitarristi di flamenco più popolari della Germania, sono come il giorno e la notte, opposti in ogni senso. Eppure è proprio questo a renderli complementari nel creare un atto musicale di livello planetario. La loro esibizione dal vivo è un dialogo appassionante tra due virtuosi di talento, che a volte si lusingano, poi si sfidano e tirano fuori il meglio di sè. In modo intenso ed esplosivo, prende forma un’aura magica alla quale nessuno riesce a sottrarsi. Per il pubblico hanno in serbo l’incredibile varietà musicale di due chitarre flamenco con un repertorio che unisce con un filo invisibile musica classica, jazz, techno e world music includendo composizioni originali e cover di successi mondiali degli U2 e dei Coldplay. Jan Pascal: chitarra - Alexander Kilian: chitarra Il numero di posti è limitato. Prenotazione obbligatoria!

0
Music
Martedì, 28 Giu 2022 20:30

#19,1 Ana Cop - Kristijan Krajncan Questo nuovo progetto di Ana Cop e Kristijan Krajncan è un'affascinante combinazione di batteria, voce, violoncello ed elettronica. Un viaggio avventuroso attraverso stili ed epoche ci condurrà verso regioni del jazz e della musica popolare finora sconosciute. Durante questo percorso, le due guide slovene ci presenteranno composizioni poliedriche e assoli eclettici. Artists Ana Cop (SI) - voc Kristijan Krajncan (SI) - vc, perc, dr #19,2 Ville Lähteenmäki Trio Il trio Ville Lähteenmäki è originario della città portuale di Trondheim, sulla costa norvegese del Mare del Nord. I tre musicisti si ispirano alle icone del jazz degli anni 60 e 70 come Pharoah Sanders, Albert Ayler, Archie Shepp e Alice Coltrane. In trio propongono una fusione accattivante di intenso interplay, potenti melodie e ampie improvvisazioni. Artists Ville Lähteenmäki (FI) - bcl Nicolas Leirtrø (NO) - b Trym Saugstad Karlsen (NO) - dr

0
Theatre
Martedì, 28 Giu 2022 18:00

Riprendendo il format che ha spopolato durante la passata edizione di FUORI!, Marco Brinzi e Caterina Simonelli tornano a percorrere le strade dell’Alto Adige a bordo del loro risciò, questa volta nei panni di Vladimiro ed Estragone, due classici personaggi teatrali assurdi e poetici, protagonisti di Aspettando Godot del premio Nobel Samuel Beckett. Nella cultura popolare Aspettando Godot è divenuto sinonimo di una situazione (spesso esistenziale) in cui si aspetta un avvenimento che dà l’apparenza di essere imminente, ma che nella realtà non accade. A due anni ormai dalla comparsa del Coronavirus i nostri protagonisti sembrano, forse, attendere la fine della pandemia che tarda ad arrivare. Aspettano… e nel frattempo, vivendo in questa situazione di incertezza, hanno dimenticato chi sono e perché sono lì di fronte ad altre persone. Ecco che Estragone e Vladimiro provano a mettere in scena - con l’aiuto del pubblico - alcuni dei passaggi più significativi della letteratura teatrale per capire di quale autore possano essere figli e soprattutto il motivo per cui da un libro siano fuoriusciti finendo nelle piazze. Sono nati grazie a Shakespeare? Improbabili Romeo e Giulietta vestiti da barboni? Rosencratz e Guildersten dell’Amleto in visita al principe di Danimarca? Forse sono Don Chisciotte o Sancho Panza assieme all’amata Dulcinea avvistata e chiamata dal pubblico, oppure Don Giovanni e Sganarello del famoso Moliére? Queste e tante altre coppie celebri della letteratura vengono portate in scena nei loro dialoghi più famosi per capire chi mai potrebbero essere questi due personaggi e soprattutto cosa stiano aspettano. Il pubblico è chiamato ad aiutare i due personaggi grazie ai testi e ai libri presenti a bordo del risciò e prendendo parte agli sketch improvvisati come protagonista. Aspettando Risciò è un invito esplicito a giocare assieme (attori e pubblico) grazie alla letteratura e al teatro. Di e con Marco Brinzi e Caterina Simonelli produzione TEATRO STABILE DI BOLZANO e COMPAGNIA IFPRANA

0
Theatre
Martedì, 28 Giu 2022 18:00

Giulio Pasquati, padovano, in arte Pantalone e Girolamo Salimbeni, fiorentino, in arte Piombino, sono due attori della celebre compagnia dei Comici Gelosi. Salgono sul palco per raccontare di come sono sfuggiti dalla forca grazie a Don Chisciotte, a Sancho Panza ma soprattutto grazie agli spettatori. Le avventure di una delle coppie comiche più famose della storia della letteratura, filtrate dall’estro dei due saltimbanchi che arrancano nel tentativo di procrastinare la loro condanna a morte, tra mulini a vento ed eserciti di pecore. Uno spettacolo sul pubblico, per il pubblico e con il pubblico, perché è quest’ultimo che avrà il compito di salvare i due attori dalla morte ...di salvare il teatro. Tragicommedia dell'arte Soggetto originale Marco Zoppello elaborazione dello scenario Carlo Boso e Marco Zoppello interpretazione e regia Marco Zoppello e Michele Mori produzione STIVALACCIO TEATRO

0
Music
Martedì, 28 Giu 2022 18:00

La cantante e violoncellista Sanem Kalfa è nata sulla costa turca del Mar Nero, mentre la bassista Fuensanta Méndez a Vera Cruz, città costiera del Messico. Il duo, attivo nella giovane scena di Amsterdam, unisce diverse aree culturali e crea un mondo musicale unico e affascinante, con brani poetici ed elementi folkloristici. A questo concerto, le musiciste presenteranno i risultati della loro residenza artistica di tre giorni presso lo Stanglerhof a Fie allo Sciliar. Artists Sanem Kalfa (NL/TR) - voc, vc, elec Fuensanta Méndez (MX) - b, voc

0
Kids
Martedì, 28 Giu 2022 17:00

Un giardino magico, dove il tempo vola e i piccoli spettatori, nella breve durata dello spettacolo, attraversano tutte le quattro stagioni. Un viaggio fra uccellini, fiori, nuvole, pozzanghere, specchi d’acqua, foglie, fiocchi di neve. Incontreremo la farfalla Polly, il pesciolino Pinna e Piuma, l’amica di Polly. Gli oggetti, nati dalla poesia dell’artista Marcello Chiarenza, vengono animati dalle due attrici e offerti ai bambini e genitori in un gioco coinvolgente e suggestivo di teatro d’animazione e figura. La musica di Carlo Cialdo Capelli contribuisce a creare un’atmosfera delicata adatta anche ai bambini più piccoli. E alla fine, con l’arrivo della primavera, da un uovo, bello come la luna, nascerà Piuma, un piccolo pulcino. Spettacolo teatrale di Marcello Chiarenza con Chiara Sartori e Chiara Parlangeli musiche di Carlo Cialdo Capelli produzione TEATRO STABILE DI BOLZANO ETÀ CONSIGLIATA 0-5 anni

0
Others
Martedì, 28 Giu 2022 14:30-15:30 |

Un rifugio immerso nel verde, la maestria di uno chef e deliziose ricette ladine da scoprire fra gli scenari unici delle Dolomiti. Ogni partecipante avrà la propria postazione e potrà cucinare un piatto tipico insieme allo chef. Quest'oggi impareremo a preparare le tipiche "turtres". Informazioni e prenotazione obbligatoria presso gli uffici turistici entro il giorno prima (posti limitati). Durante l’evento possono essere effettuate foto e riprese video per finalità di documentazione e promozione dello stesso e del comprensorio. Le riprese potranno essere utilizzate e pubblicate sui siti web, sui social network e nei media nel rispetto della normativa sulla privacy.

0
Music
Martedì, 28 Giu 2022 11:00

Quando il poeta e musicista sami Niillas Holmberg sale sul palco insieme al sassofonista e compositore finlandese Pauli Lyytinen, da parole e suoni vengono a formarsi paesaggi, terre e coste. Holmberg recita le proprie poesie, legge brani del famoso poema "I figli del sole" di Anders Fjellner e integra la performance con il joik, il canto tradizionale dei Sami della Lapponia. Artists Niillas Holmberg (FI) - voc Pauli Lyytinen (FI) - sax, efx

0
Music
Lunedì, 27 Giu 2022 23:30
L'evento si tiene dal 28 Giu 2022 al 27 Giu 2022

Può succedere di tutto quando tre improvvisatori invitano a un concerto notturno. Camae Ayewa aka Moor Mother, è una spoken word artist, musicista e attivista politica di Philadelphia. Lukas König è un batterista, solista sperimentale e grande intrattenitore, mentre Shahzad Ismaily è un polistrumentista statunitense. Insieme, i tre danno vita ad un esperimento sonoro elettrizzante. Artists Moor Mother (US) - voc Shahzad Ismaily (US) - b, perc Lukas König (AT) - dr

0
Cinema
Lunedì, 27 Giu 2022 21:00

How to Build a Girl (2019) Regie: Coky Giedroyc, mit: Beanie Feldstein Emma Thompson Lucy Punch Chris O'Dowd Paddy Considine Alfie Allen. Genre Komödie Coming-of-age Die Heranwachsende Johanna Morrigan aus einer armen Familie in Wolverhampton zieht nach London und erfindet sich dort als Musikkritikerin Dolly Wilde neu.

0
Theatre
Lunedì, 27 Giu 2022 21:00

"Noi siamo le api dell'invisibile. Noi raccogliamo incessantemente il miele del visibile per accumularlo nel grande alveare d’oro dell’Invisibile." Da questa citazione di Rilke, il polistrumentista sloveno Kristijan Krajncan trae il titolo della sua performance. Per la seconda volta – questo anno con un nuovo progetto – Krajncan presenta la sua combinazione coinvolgente tra jazz e danza contemporanea. Dolce miele per il palato visivo e uditivo. Artists Kristijan Krajncan (SI) - comp, vc, dr, efx, director Tomaž Gajšt (SI) - tr, flh Boštjan Simon (SI) - sax, elec Robert Jukic (SI) - b Žigan Krajncan (SI) - choreography, dancer Katja Legin (SI) - dancer Bor Prokofjev (SI) - dancer Kristyna Šajtošova (CZ) - dancer Borut Bucinel (SI) - light design Nataša Zavolovšek - Manager

0
Music
Lunedì, 27 Giu 2022 21:00

Romantico, esplosivo ed elettrizzante: Oliphantre segue la linea di confine tra mondi musicali diversi, eppure sorprendentemente vicini. Dalla combinazione di hip-hop, rock, punk, funk e improvvisazioni jazz emerge un sound finora ignoto e misterioso. Tre dei musicisti più creativi della scena jazz europea sviluppano una musica del tutto nuova. Artists Leïla Martial (FR) - voc, efx Francesco Diodati (IT) - guit, efx, comp Stefano Tamborrino (IT) - dr, voc

0
Theatre
Lunedì, 27 Giu 2022 20:30

Giulio Pasquati, padovano, in arte Pantalone e Girolamo Salimbeni, fiorentino, in arte Piombino, sono due attori della celebre compagnia dei Comici Gelosi. Salgono sul palco per raccontare di come sono sfuggiti dalla forca grazie a Don Chisciotte, a Sancho Panza ma soprattutto grazie agli spettatori. Le avventure di una delle coppie comiche più famose della storia della letteratura, filtrate dall’estro dei due saltimbanchi che arrancano nel tentativo di procrastinare la loro condanna a morte, tra mulini a vento ed eserciti di pecore. Uno spettacolo sul pubblico, per il pubblico e con il pubblico, perché è quest’ultimo che avrà il compito di salvare i due attori dalla morte ...di salvare il teatro. Tragicommedia dell'arte Soggetto originale Marco Zoppello elaborazione dello scenario Carlo Boso e Marco Zoppello interpretazione e regia Marco Zoppello e Michele Mori produzione STIVALACCIO TEATRO

0
Theatre
Lunedì, 27 Giu 2022 20:00

Dal 24 al 26 giugno torna l'ormai affermato appuntamento con gli artisti di strada nel centro di Merano. Clown, burattini, musica, giocolieri, performance volanti, acrobazie, walkingacts, famiglie circensi e teatro d’avanguardia renderanno il centro storico di Merano un piccolo paese dei balocchi. Lunedì, 27 giugno il Festival d'arte in strada Asfaltart è ospite a Tirolo.

0
Theatre
Lunedì, 27 Giu 2022 20:00

Riprendendo il format che ha spopolato durante la passata edizione di FUORI!, Marco Brinzi e Caterina Simonelli tornano a percorrere le strade dell’Alto Adige a bordo del loro risciò, questa volta nei panni di Vladimiro ed Estragone, due classici personaggi teatrali assurdi e poetici, protagonisti di Aspettando Godot del premio Nobel Samuel Beckett. Nella cultura popolare Aspettando Godot è divenuto sinonimo di una situazione (spesso esistenziale) in cui si aspetta un avvenimento che dà l’apparenza di essere imminente, ma che nella realtà non accade. A due anni ormai dalla comparsa del Coronavirus i nostri protagonisti sembrano, forse, attendere la fine della pandemia che tarda ad arrivare. Aspettano… e nel frattempo, vivendo in questa situazione di incertezza, hanno dimenticato chi sono e perché sono lì di fronte ad altre persone. Ecco che Estragone e Vladimiro provano a mettere in scena - con l’aiuto del pubblico - alcuni dei passaggi più significativi della letteratura teatrale per capire di quale autore possano essere figli e soprattutto il motivo per cui da un libro siano fuoriusciti finendo nelle piazze. Sono nati grazie a Shakespeare? Improbabili Romeo e Giulietta vestiti da barboni? Rosencratz e Guildersten dell’Amleto in visita al principe di Danimarca? Forse sono Don Chisciotte o Sancho Panza assieme all’amata Dulcinea avvistata e chiamata dal pubblico, oppure Don Giovanni e Sganarello del famoso Moliére? Queste e tante altre coppie celebri della letteratura vengono portate in scena nei loro dialoghi più famosi per capire chi mai potrebbero essere questi due personaggi e soprattutto cosa stiano aspettano. Il pubblico è chiamato ad aiutare i due personaggi grazie ai testi e ai libri presenti a bordo del risciò e prendendo parte agli sketch improvvisati come protagonista. Aspettando Risciò è un invito esplicito a giocare assieme (attori e pubblico) grazie alla letteratura e al teatro. Di e con Marco Brinzi e Caterina Simonelli produzione TEATRO STABILE DI BOLZANO e COMPAGNIA IFPRANA

0
Music
Lunedì, 27 Giu 2022 19:30

Una combo insolita. A formarla sono Jas Kayser, batterista, pianista e compositrice britannica 23enne, e Soweto Kinch, sassofonista e rapper pluripremiato. Jas Kayser con la sua combinazione di jazz e afro-beat è riuscita a sviluppare uno stile inconfondibile ed è ora una delle top player della giovane scena britannica. Questo progetto rappresenta la prima collaborazione tra i due. Artists Jas Kayser (UK) - dr Soweto Kinch (UK) - sax, voc

0
Music
Lunedì, 27 Giu 2022 11:00

Un recentissimo duo dalla Germania: la chitarrista e improvvisatrice Steffi Narr coniuga elementi acustici ed elettronici, intreccia a filo doppio improvvisazione e composizione ed è alla continua ricerca di un suono perfetto. Il batterista Oliver Steidle è una delle figure chiave nel panorama sperimentale di Berlino che spazia tra il jazz e la nuova musica. Concerto in collaborazione con il Jazzclub Leipzig! Artists Steffi Narr (DE) - guit, elec Oliver Steidle (DE) - dr, perc, elec

0
Others
Lunedì, 27 Giu 2022 09:00

Hike & Jazz Day 1 Escursione con due pernottamenti accompagnata dai musicisti Matthias Schriefl e Johannes Bär dal 27.06. – 29.06. Giorno 1 Ore 09.00 – Punto d’incontro presso la stazione a valle della funivia Piz La Ila (La Villa in Val Badia) Camminata al Rifugio Gardenaccia Escursione di ca. 2 ore (600 m di dislivello) Opzionale: tratta parziale con funivia 14.00 concerto con il Duo Schriefl / Bär Pernottamento al Rifugio Gardenaccia Giorno 2 Escursione dal Rifugio Gardenaccia al Rifugio Puez Ore 08.30 - partenza dal Rifugio Gardenaccia Escursione di ca. 3,5 ore (600 m di dislivello) Ore 14.00 - concerto con il Duo Schriefl / Bär Pernottamento al Rifugio Puez Giorno 3 Escursione dal Rifugio Puez fino alla cappella di San Silvestro in Vallunga (Val Gardena) Ore 08.30 - partenza dal rifugio Puez Ore 11.30 - concerto finale con il Duo Schriefl / Bär Dopo il concerto transfer al punto di partenza presso la funivia Piz La Ila. Prezzi: Pernottamento in stanza condivisa al Rifugio Gardenaccia: Posto letto con colazione: 58,00 € a persona Posto letto con mezza pensione: 78,00 € a persona Pernottamento in stanza condivisa al Rifugio Puez: Posto letto con colazione: 39,00 € a Persona Posto letto con mezza pensione: 75,00 € a Persona I posti sono limitati, iscrizione obbligatoria: +39 0471 982324 oppure info@suedtiroljazzfestival.com. La partecipazione all’escursione Jazz é a proprio rischio. Si tratta di un escursione in alta montagna. I/Le partecipanti devono avere un passo sicuro, essere liberi da vertigini e avere una certa persistenza fisica. Il gruppo viene accompagnato da una guida escursionistica. Vi chiediamo di portare le seguenti cose: Scarpe da montagna Giacca a vento/antipioggia Kit di pronto soccorso Saccolenzuolo o sacco a pelo della capanna o sacco a pelo (saccholenzuoli in vendita o a noleggio a pagamento presso i rifugi) Protezione solare Vestiti caldi Acqua

0
Music
Domenica, 26 Giu 2022 20:00

Il miglior concerto con le musiche degli ABBA che esiste ABBAdream è un doveroso omaggio ad una grande band, le cui canzoni sono ormai considerate un vero e proprio ‘cult’. Le canzoni sono eseguite interamente dal vivo da una band che supporta le due voci femminili e un coro. Ma non è solo la musica a fare grande uno spettacolo: numerosi cambi di abito, coreografie ABBA-style fanno da contorno ai grandi successi di una band che ha segnato la storia della musica pop. ABBAdream è un vero e proprio fenomeno: 10.000 amici su Facebook e i fans della band svedese che accorrono in teatro per rivivere le emozioni attraverso canzoni indimenticabili. Il primo tour teatrale di ABBAdream ha registrato sold-out a Milano, Bologna, Firenze, Padova e le serate sono occasione di grande divertimento … tutti in piedi … a teatro si può anche ballare!

0
Music
Domenica, 26 Giu 2022 20:00

#8,1 Leïla Martial & Andreas Schaerer Voci in veste di strumento: Leïla Martial si è formata presso la leggendaria scuola di musica di Marciac, città francese famosa per i suoi festival, e presso il conservatorio di Tolosa. Oggi, è una delle cantanti più innovatrici nel jazz europeo. Andreas Schaerer è compositore, musicista ed un vero e proprio artista della voce. Si trova a suo agio in diversi stili che vanno dalla musica libera all'hip-hop fino alle colonne sonore dei videogiochi. Artists Leïla Martial (FR) - voc Andreas Schaerer (CH) - voc #8,2 Simone Graziano "Frontal" Il pianista fiorentino Simone Graziano ha studiato al conservatorio della sua città natale e ha continuato la sua formazione alla Berklee School of Music di Boston, mentre oggi insegna pianoforte alla Siena Jazz University. Di recente ha potenziato la sua nota band "Frontal" con il chitarrista Reinier Baas. Ricordiamo che la rivista "Jazzism" ha definito questo musicista belga come il "re senza corona del jazz contemporaneo". Artists Simone Graziano (IT) - p, rh Dan Kinzelman (US/IT) - tsax Reinier Baas (NL) - guit Gabriele Evangelista (IT) - db Stefano Tamborrino (IT) - dr

0
Theatre
Domenica, 26 Giu 2022 18:00

Riprendendo il format che ha spopolato durante la passata edizione di FUORI!, Marco Brinzi e Caterina Simonelli tornano a percorrere le strade dell’Alto Adige a bordo del loro risciò, questa volta nei panni di Vladimiro ed Estragone, due classici personaggi teatrali assurdi e poetici, protagonisti di Aspettando Godot del premio Nobel Samuel Beckett. Nella cultura popolare Aspettando Godot è divenuto sinonimo di una situazione (spesso esistenziale) in cui si aspetta un avvenimento che dà l’apparenza di essere imminente, ma che nella realtà non accade. A due anni ormai dalla comparsa del Coronavirus i nostri protagonisti sembrano, forse, attendere la fine della pandemia che tarda ad arrivare. Aspettano… e nel frattempo, vivendo in questa situazione di incertezza, hanno dimenticato chi sono e perché sono lì di fronte ad altre persone. Ecco che Estragone e Vladimiro provano a mettere in scena - con l’aiuto del pubblico - alcuni dei passaggi più significativi della letteratura teatrale per capire di quale autore possano essere figli e soprattutto il motivo per cui da un libro siano fuoriusciti finendo nelle piazze. Sono nati grazie a Shakespeare? Improbabili Romeo e Giulietta vestiti da barboni? Rosencratz e Guildersten dell’Amleto in visita al principe di Danimarca? Forse sono Don Chisciotte o Sancho Panza assieme all’amata Dulcinea avvistata e chiamata dal pubblico, oppure Don Giovanni e Sganarello del famoso Moliére? Queste e tante altre coppie celebri della letteratura vengono portate in scena nei loro dialoghi più famosi per capire chi mai potrebbero essere questi due personaggi e soprattutto cosa stiano aspettano. Il pubblico è chiamato ad aiutare i due personaggi grazie ai testi e ai libri presenti a bordo del risciò e prendendo parte agli sketch improvvisati come protagonista. Aspettando Risciò è un invito esplicito a giocare assieme (attori e pubblico) grazie alla letteratura e al teatro. Di e con Marco Brinzi e Caterina Simonelli produzione TEATRO STABILE DI BOLZANO e COMPAGNIA IFPRANA

0
Theatre
Domenica, 26 Giu 2022 18:00

Giulio Pasquati, padovano, in arte Pantalone e Girolamo Salimbeni, fiorentino, in arte Piombino, sono due attori della celebre compagnia dei Comici Gelosi. Salgono sul palco per raccontare di come sono sfuggiti dalla forca grazie a Don Chisciotte, a Sancho Panza ma soprattutto grazie agli spettatori. Le avventure di una delle coppie comiche più famose della storia della letteratura, filtrate dall’estro dei due saltimbanchi che arrancano nel tentativo di procrastinare la loro condanna a morte, tra mulini a vento ed eserciti di pecore. Uno spettacolo sul pubblico, per il pubblico e con il pubblico, perché è quest’ultimo che avrà il compito di salvare i due attori dalla morte ...di salvare il teatro. Tragicommedia dell'arte Soggetto originale Marco Zoppello elaborazione dello scenario Carlo Boso e Marco Zoppello interpretazione e regia Marco Zoppello e Michele Mori produzione STIVALACCIO TEATRO

0
Music
Domenica, 26 Giu 2022 13:30-15:00 |

Le vette dolomitiche fanno da cornice al concerto del gruppo locale "Menglstuadl Musig". I giovani musicisti presenteranno musica tradizionale. Durante l’evento possono essere effettuate foto e riprese video per finalità di documentazione e promozione dello stesso e del comprensorio. Le riprese potranno essere utilizzate e pubblicate sui siti web, sui social network e nei media nel rispetto della normativa sulla privacy.

0
Music
Domenica, 26 Giu 2022 13:30

Xaman Ek è il dio Maya della stella polare. XAMAN è un gruppo electro-rock francese che trae ispirazione dalla world music così come dalla musica elettronica e minimalista. La musica di XAMAN assomiglia ad una danza strumentale ipnotica e primordiale. Questo concerto sarà un viaggio musicale alla ricerca musicale di un popolo misterioso e dei suoi miti. Artists Pierre Tereygeol (FR) - guit, voc Martin Wangermée (FR) - dr Benoît Lugué (FR) - b

0
Exhibitions
Domenica, 26 Giu 2022 11:00-18:00 |
L'evento si tiene dal 25 Giu 2022 al 25 Set 2022

a cura di: Judith Waldmann Dopo oltre due anni di pandemia, di distanziamento e di restrizioni sociali, Merano Arte intende porre al centro della sua programmazione il tema della comunità. Che significato ha la comunità nella società contemporanea e quali tipi di comunità esistono? Quali possibilità si aprono e quali pericoli si corrono quando il potere d’azione individuale si unisce a quello di molti, formando un collettivo? La mostra intende indagare le differenti forme di comunità attraverso l’arte. Da una parte, comprenderà una serie di opere che raccontano come in gruppo si possa crescere al di là di se stessi e raggiungere obiettivi significativi, mentre dall’altra metterà in discussione la tendenza dei gruppi a reprimere differenze e individualità. TOGETHER sarà articolata in differenti sezioni: INTERACT - sta per azioni collettive e progetti partecipati realizzati in loco, come ad esempio la progettazione di un orto comunitario sulla terrazza del Kunsthaus. INTERPLAY - sta per opere in cui i visitatori e le visitatrici possono interagire tra loro in modo ludico. INTERFERE - sta per arte che fa appello all'impegno politico e sociale, all'empatia e al senso di responsabilità dei visitatori e delle visitatrici. La mostra riflette l’intenzione di Merano Arte di proporre tipologie artistiche che possano essere fruite, anziché in forma passiva, attraverso una partecipazione attiva e consapevole.

0
Theatre
Lunedì, 27 Giu 2022 21:00
L'evento si tiene dal 24 Giu 2022 al 15 Lug 2022

Wir schreiben das Jahr 2050. Das Knurren des Weltalls hat sich ausgebreitet und alles Leben auf der Welt verschluckt. Nur eine letzte Festung trotzt dem schwarzen, unheilvollen Nichts: der Tschumpus! Dort, hinter den ehemaligen Gefängnismauern, zwischen Nussbaum und Hollerstauden, haben sich die letzten Überlebenden verschanzt und suchen einen Weg, um das Unfassbare rückgängig zu machen. Gescheiterte, seltsame, liebenswerte Existenzen hat der Zufall da zusammengewürfelt. Angeführt werden sie von der hellsichtigen Kassandra. Sie und ihr ausrangierter Androide Datalack reisen mit Hilfe des größenwahnsinnigen Erfinders Dr. Wernher K. K. Braun zurück in die Vergangenheit. Sie wollen jene Stelle auf der Zeitleiste in der Geschichte der Menschheit finden, an der das Verderben seinen Anfang genommen hat. Doch eine Zeitreise ist kein Honiglecken. Auf ihrem Weg durch die letzten Jahrzehnte stehen ihnen nicht nur die machthungrige Wiltrud und der gierige Winfried Tauber im Weg. Kassandra muss auch in die Abgründe ihrer eigenen familiären Verstrickungen blicken und so einige Löcher im Strickmuster des Schicksals stopfen. Und so wirkt die Fahrt ins „Damals“ wie eine Jukebox, die nicht nur Lovesongs spielt, sondern auch ordentlich auf die Pauke haut. Ans Licht kommen Geheimnisse, die sogar ein schwarzes Loch erzittern lassen. Doch wo ein Wille ist und Glaube an das Gute in den Menschen, dort ist auch Rettung niemals fern! Wenn einem nicht ein Oktopus ein Schnippchen schlägt, mit dem niemand gerechnet hat. Das Stück für den Tschumpus, angelehnt an den Filmklassiker „Back to the future“, lässt fast vergessene Epochen wieder aufleben und schwebt musikalisch durch die Hitparaden alter Zeiten. „Das Jahr des Oktopus“ ist eine Geschichte über Macht und Gier, aber auch über Zuversicht, Mut und Optimismus. Über Liebe, Freundschaft und das Glück, im richtigen Moment das Richtige zu tun. Und natürlich verspricht es, wie alle ernsthaften Dinge im Leben, auch sehr, sehr lustig zu werden! Regie: Eva Kuen Musikalische Leitung: Stephen Lloyd Kostüme & Bühne: Christina Khuen Schauspieler: Georg Kaser Viktoria Obermarzoner Peter Schorn Lukas Lobis Ingrid Maria Lechner Miriam Kaser Gianluca Iolocano Patrizia Solaro Musiker: Ingo Ramoser Markus Dorfmann Roberto Motta Text: Peter Schorn, Eva Kuen & Lukas Lobis Regieassistenz: Magdalena Troi Lichtdesign: Werner Lanz, videoproject Foto: Arnold Ritter, Focus Fotodesign Bühnenbau: Josef Lanz, Nicola Scantamburlo Technik: Matteo Oliva, Simon Boccolari, Karl Dander

0
Theatre
Domenica, 26 Giu 2022
L'evento si tiene dal 24 Giu 2022 al 26 Giu 2022

Vivrete momenti magici di allegria e sarete sorpresi nel vedere una Merano a testa in giù. Informazioni & prenotazione: www.asfaltart.it Torna nel centro di Merano l’ormai affermato appuntamento con gli artisti di strada. Artiste da tutto il mondo parteciperanno alla 16a edizione del festival d’arte di strada “Asfaltart” per trasformare la città in un’unica grande festa colorata e divertente.

0
Kids
Lunedì, 27 Giu 2022 09:00-12:30 |
L'evento si tiene dal 20 Giu 2022 al 08 Lug 2022

Fotografia in giardino LUNEDÌ: IO SONO BLU Creiamo delle bellissime immagini blu. I nostri ingredienti: il sole, i fiori, le foglie e i nostri corpi! MARTEDÌ: POEM BOOK Porta con te gli oggetti che ami e insieme costruiremo un libro delle meraviglie. Uno scatto per oggetto a cui uniremo piccole poesie. MERCOLEDÌ: DIORAMA Sei mai entrato in un paesaggio rimpicciolendoti e mettendo le cose che ti piacciono di più? Potrai sperimentati i diorami con una scatola di sardine vuota e tanta tanta fantasia! GIOVEDÌ: PICCOLO ME Cosa succederebbe se fossi piccolo piccolo? Qui potrai rimpicciolirti e andare in giro per la città a creare scene insolite. VENERDÌ: POLAROID Usiamo la Polaroid per raccontare con solo 4 immagini chi sei! Aguzza la vista e scopri la fotografia istantanea. DESTINATARI ragazze*i 7 – 13 anni PERIODO Settimana 1: 20.06.2022 – 24.06.2022 Settimana 2: 27.06.2022 – 01.07.2022 Settimana 3: 04.07.2022 – 08.07.2022 QUOTA €80,00 (materiale incluso) ISCRIZIONI info@foto-forum.it

0
Exhibitions
Domenica, 26 Giu 2022
L'evento si tiene dal 17 Giu 2022 al 18 Set 2022

Il 2022 segna il decimo anniversario della morte dell’artista e architetto austriaco di origini altoatesine Walter Pichler (1936-2012), considerato uno dei grandi solitari dell’arte internazionale degli Anni Sessanta. La sua attività artistica è caratterizzata da una vasta produzione di disegni, sculture e costruzioni architettoniche, in cui i confini tra le varie arti restano totalmente fluidi. Per molti anni Pichler si concentra sulla progettazione di un edificio in cui poter vivere in Val d’Ega, la valle della sua infanzia. Lo testimonia Haus in einer Schlucht (Casa in una gola) (1991), un corpus di 11 disegni appartenenti alla Collezione Museion – cuore della mostra Walter Pichler. Architettura–Scultura, esposti insieme ad alcune opere di proprietà della famiglia che mostrano invece un altro edificio, Haus neben der Schmiede (Casa vicino alla fucina) realmente realizzato dall’artista in Val d’Ega. Nel 2002 Pichler realizza infatti il sogno di una casa accanto alla fucina del nonno fabbro. L’edificio, immaginato inizialmente come una torre nella gola della valle, successivamente diventa una casa bassa, un seminterrato accanto alla bottega. Ciò che accomuna il lavoro preparatorio e la casa realizzata è la luce che arriva esclusivamente dall’alto attraverso un tetto di vetro, mentre, poco prima della morte, l’artista firma anche i piani di esecuzione per una piattaforma d’acciaio sugli argini del fiume, una costruzione scultorea concepita con la casa fin dall’inizio. Questa casa – progettata in tutti i dettagli, dalla costruzione agli arredi – doveva servire come buen retiro per Pichler e come luogo per riunire la famiglia altoatesina. Circa 20 disegni dell’edificio e dei suoi dintorni, presentati lungo la parete interna, rendono questa casa nello stesso tempo un piccolo museo e una scultura. Con Walter Pichler. Architettura-Scultura, Museion persegue l’obiettivo di segnalare queste straordinarie e ancora troppo poco conosciute architetture scultoree dell’artista, facendo da ponte tra le opere conservate nel museo e la posizione dell’edificio in Val d’Ega. Walter Pichler Architettura – Scultura A cura di Andreas Hapkemeyer Walter Pichler Scultore, architetto e disegnatore austriaco, Walter Pichler nasce nel 1936 a Deutschnofen in Val d’Ega, Alto Adige, lo stesso anno in cui la sua famiglia decide di trasferirsi in Austria. Nel 1955 si diploma alla Hochschule für Angewandte Kunst di Vienna. Nel 1963 insieme ad Hans Hollein realizza la mostra Architektur alla Galerie nächst St. Stefan di Vienna: progetto con cui vogliono liberare l’architettura dalle costrizioni del costruire e la scultura dalle costrizioni di un astrattismo diventato arido. Nel 1967 con Visionary Architecture espone al MoMA di New York con Hans Hollein e Raimund Abraham. Nel 1968 partecipa a documenta 6, Kassel. Nel 1972 Pichler compra un terreno a St. Martin (Burgenland – Val d’Ega) in cui allestisce le sue sculture all’interno di costruzioni architettoniche realizzate ad hoc. Nel 1975 è nuovamente al MoMA con Projects, e nel 1982 partecipa alla Biennale di Venezia. Nel 1998 espone allo Stedelijk Museum, Amsterdam. Nel 2002 realizza Haus neben der Schmiede (Casa accanto alla fucina) in Val d‘Ega. Muore nel 2012. Nel 2015 tuttavia viene realizzata postuma la Plattform über dem Bach (Piattaforma sopra il ruscello) che completa il progetto della casa in Val d’Ega.

0
Theatre
Domenica, 26 Giu 2022 13:30-
L'evento si tiene dal 12 Giu 2022 al 02 Ott 2022

Premiere am 12. Juni unter dem Motto „Alles neu“ Nur alle sechs Jahre finden die traditionellen Passionsspiele in Thiersee am Tor zu den Tiroler Alpen statt. Wenn am 12. Juni Premiere gefeiert wird, zeigen sich die Spiele in diesem Jahr komplett erneuert: Neuer Stücktext, neue Musik, neues Bühnenbild… die ZuschauerInnen dürfen sich auf eine überraschende Neuinszenierung freuen. „Nirgendwo sonst gibt es einen See, der so eng mit dem Ort und seinem Passionspiel verbunden ist, wie in Thiersee“ schwärmt der Schriftsteller und Literaturwissenschafter Toni Bernhart von der einzigartigen Lage des Passionshauses direkt am Thiersee. Der Südtiroler zeichnet auch für den neuen Stücktext der Thierseer Passionsspiele verantwortlich. Nach hundert Jahren war es an der Zeit, den Text wieder für die Gegenwart zu adaptieren, selbst wenn die Geschichte vom Leben, Leiden und Wirken Christi sich nicht verändert hat. Bernhart sieht Jesus als religiösen und sozialen Erneuerer, der die Welt aus der Finsternis ins Licht führt und bietet damit einen positiven und lebensbejahenden Blick auf das Christentum. Wie aktuell die Thematik immer noch ist und wie dringend wir diese Hoffnung brauchen, zeigt gegenwärtig der Krieg in der Ukraine. Musik und Bühnentext als untrennbare Einheit Seit 1799 , als die ländliche Bevölkerung zur Abwehr von Krieg und Hunger gelobte, regelmäßig die Passion Christi aufzuführen, wird der Bühnentext von Musik getragen. Musik und Text bilden eine untrennbare Einheit, weshalb sich der musikalische Leiter Josef Pirchmoser bei der Neukomposition eng mit dem Schriftsteller abstimmt. „Wir tauschen uns aus und lassen gemeinsam etwas Neues entstehen“, zeigt sich der talentierte Komponist begeistert von der Zusammenarbeit. Umgesetzt wird das Werk von 36 MusikerInnen im Orchester und 48 SängerInnen im Chor. Authentische Volkskultur auf professionellem Niveau Für die Inszenierung verantwortlich zeichnet der erfahrene Regisseur Norbert Mladek. Er dirigiert dabei mehr als 200 Laiendarsteller, die Generation für Generation unzählige Stunden Probezeit, Begeisterung und Kreativität in dieses Projekt ihrer Ahnen stecken. Allein 1500 Stunden Arbeitszeit haben die Verantwortlichen im Ort in das neue aufwändige Bühnenbild in Form eines Davidsterns investiert, das die Entstehung des Christentums aus dem Judentum symbolisiert. Damit repräsentieren die Passionsspiele Thiersee authentische Tiroler Volkskultur auf professionellem Niveau, was sie auch abseits des religiösen Aspekts sehenswert macht. Für die „special effects“ sorgt die Schöpfung selbst , denn die hohen Berge, der klare Thiersee und die Enzianblüte schaffen einen einzigartigen Rahmen für die „Passion der Emotionen“. Die Passionsspiele Thiersee werden vom 12. Juni bis zum 2. Oktober aufgeführt. Weitere Infos zu den genauen Terminen, Uhrzeiten und Sitzplätzen finden Sie unter https://passionsspiele-thiersee.at/

0
Exhibitions
Domenica, 26 Giu 2022 17:00-20:00 |
L'evento si tiene dal 11 Giu 2022 al 26 Giu 2022

Sylvia Barbolini | Sophie Eymond | Maria Gärber | Elisa Grezzani | Cindy Leitner | Arianna Moroder | Leander Schwazer | Martina Stuflesser Quante storie può raccontare un tessuto? La risposta è: molte, soprattutto se spazzolato contropelo, alla scoperta di trame nascoste e inaspettate. a cura di Eva Gratl

0
Exhibitions
Domenica, 26 Giu 2022 10:00-12:00 | 17:00 - 19:00
L'evento si tiene dal 11 Giu 2022 al 26 Giu 2022

„Hollow Shells, Shallow Holes“- Nicolai Gümbel, Vincent Scheers, Younsik Kim, Juyoung Kim, Jiyeong Kay Yoon, Jieun Kim, Hyunjin La Un parco giochi è un’opportunità di gioco controllata, un ambiente istituzionalizzato costituito da uno spazio chiuso progettato per favorire lo sviluppo ginnico dei bambini. Si tratta di un luogo in cui si trasmette l’idea di funzionalità, originaria dell’era del modernismo, e di uno spazio limitato per l’intrattenimento pubblico degli abitanti delle città. Nell’ambito della mostra collettiva «Hollow Shells, Shallow Holes», gli artisti trasformano la sala mostre del Circolo in un parco giochi. Collaborando in diverse discipline, gli artisti esplorano come trasmettere i loro ricordi e le loro esperienze personali attraverso lo spazio in modo giocoso e riflettono sul ruolo del corpo in questo contesto. La mostra si concentra non solo sull’arte visiva, ma anche su un formato testuale in cui ogni artista descrive un frammento di pensiero e di memoria sul tema del gioco e del parco giochi. I partecipanti hanno approcci diversi alla pratica artistica e ai media. Nicolai Gümbel mostra una grande installazione spaziale come mobile, Younsik Kim due installazioni cinetiche che si esibiscono durante la mostra in forma di performance. Jieun Kim espone due dipinti nati da esperimenti con i media digitali. Vincent Scheers mostra oggetti e dipinti che trasportano la loro poesia attraverso narrazioni fiabesche. Hyunjin La espone la sua scultura che gioca con la funzionalità architettonica dello spazio espositivo. Anche l’artista Juyoung Kim trasforma l’idea di funzionalità dell’oggetto presentando un manufatto ibrido di forme post- e costruttive. Kay Yoon cura l’intera mostra e espone la sua nuova installazione di sabbia che appare sotto forma di disegno ’gicoco della campana'.

0
Exhibitions
Domenica, 26 Giu 2022 10:00-18:00 |
L'evento si tiene dal 11 Giu 2022 al 08 Gen 2023

Il 10 giugno del 1315 come per miracolo rintoccarono tutte le campane della città di Treviso e annunciarono la morte di Enrico da Bolzano. Donne e uomini si riversarono nelle strade e raggiunsero la cattedrale e per giorni vegliarono la salma di colui che per tanti anni era vissuto tra loro come semplice bracciante. Ben presto i fedeli vennero da ogni dove, da Brescia, Chioggia, Feltre, Ferrara, Padova, Perugia, Venezia o Verona, per pregare alla sua tomba. Entro breve si verificarono i primi eventi miracolosi; la città e la chiesa decisero di erigere una cappella in onore del defunto. Vita, virtù e prodigi del povero lavoratore sarebbero state documentate e una delegazione venne inviata ad Avignone presso il papa per chiedere la canonizzazione. Nell’anno 1750 Enrico venne proclamato beato da papa Benedetto XIV. Nel 1759 Bolzano ricevette alcune reliquie con approvazione del capitolo del Duomo di Treviso e del senato della Repubblica di Venezia. Queste vennero poi accompagnate da una sontuosa processione, alla quale parteciparono tutti i ceti sociali della città, dalla Cappella della Madonna di Loreto presso il ponte sull’Isarco fino all’odierno Duomo di Bolzano. Con questo festoso evento prese inizio la storia di Enrico di Bolzano come patrono della sua città natale. Visite guidate Siete curiosi di sapere tutto sulla storia di Castel Roncolo e il suo ciclo di affreschi? Allora prenotatevi subito per una delle nostre visite guidate che proponiamo tutti i giorni alle ore 15.30.

0
Exhibitions
Martedì, 28 Giu 2022 15:00-19:00 |
L'evento si tiene dal 01 Giu 2022 al 02 Lug 2022

Léonie Hampton from the Artist Collective Still/Moving - Matter at Hand Si tratta semplicemente di una chiave che permette di accedere a un universo. Per evitare di diventare ciechi e indifferenti, per tenere i nostri sensi all'erta. Si tratta di un dono semplice e generoso a un mondo che è capace di evolversi da solo non appena noi saremo in grado di connetterci con esso, e questo significa fare attenzione. ?Christian Cajoulle scrive sul lavoro di Léonie Hampton La pratica di Léonie attira l'attenzione su problemi e tensioni che orbitano attorno a lei. Utilizzando la macchina fotografica per farsi strada, le sue fotografie sono coinvolte in un costante processo di metamorfosi, tracciando vie attraverso terreni emotivi complessi. Inclinando lo specchio direttamente verso la sua vita, ci offre un'interazione con un altro mondo. Léonie segue l'invito che Donna Haraway fa a noi tutt* di "restare a contatto con il problema", cercando di spostare la percezione della realtà, offrendo altre possibilità e modi di essere. È la questione, non sarà mai il "soggetto". In Escape in Israel (2004) si vede l’inquieta vicinanza tra i/le militari, i/le laici/he e i/le religios* che permea questa parte del mondo tormentata dal conflitto. Un luogo in cui i confini e il territorio sono soggetti mortali, dove i riti quotidiani continuano, trascendendo la minaccia reale e perpetua della violenza. Dopo aver fotografato numerose famiglie in tutto il mondo, nella fotografia e nei film In the Shadow of Things (2011), Handwashing (2017) e Bron Folding (2017) Léonie rivolge la sua attenzione alla propria famiglia. La casa di sua madre, sottoposta alle leggi irrazionali e caratteristiche del DOC (disturbo ossessivo compulsivo), è "come un universo fiabesco, contemporaneamente attraente e forse inquietante. Il DOC la spinge a mettere ossessivamente le cose nell'ordine più perfetto possibile per poi riportarle d’improvviso a uno stato di disordine, essendo lei stessa l'unica a conoscere e inventare una logica alla base. Con la Commissione di Roma, Mend (2018), l'artista ha individuato un'opportunità unica per esplorare le sue ansie su come il mondo contemporaneo possa sentirsi dislocato. Includendo i suoi timori per le prossime generazioni, dalla paralisi mostrata dall'umanità di fronte alla distruzione dell'ambiente alla crescente divisione della ricchezza che ora incoraggia così tanti a rischiare la vita per attraversare confini pericolosi. Léonie ha provato a capire come dovrebbe interpretare questa visione di un mondo spezzato. Ha cercato gli edifici semi finiti e i progetti urbani abbandonati di Roma, le sue terre incolte che tornano a essere selvagge e le città temporanee di cartone sulle rive del Tevere, costruite da migranti intrappolati in un limbo legale. Attraverso le fotografie della sua famiglia, dei suoi figli giovani e del loro giardino, A Language of Seeds (2020), esplora la saggezza arcaica dei semi. I semi come "pietre di paragone botaniche che impongono un radicamento, un ritorno alla terra." (Christian Keeve). Nel Candido, Voltaire afferma che "dobbiamo curare i nostri giardini". Rebecca Solnit chiede: "È una dichiarazione di sconfitta o è un manifesto per la cura del giardino come un insieme più ampio di intenzioni e interventi? Se piantare ortaggi permette l’isolamento dai supermercati e dall’agricoltura industriale, è un atto politico e una vittoria politica, forse anche un attacco con le sembianze di una ritirata". La mano nera di carbone di un uomo ci mostra una spirale, come una sorta di scappatoia nel tempo. Bambini e piante diventano le nostre guide. Il film Worlding (Still/Moving 2021) esplora come potrebbe esserci un rapporto diverso con la terra, la natura e il luogo, offrendo nuove possibilità guidate da voci spesso ignorate. Our body is a planet (2022) esplora la maniera in cui i funghi ri-tessono la morte nella vita. Il film sfida il modo in cui pensiamo a noi stessi come entità individuali geneticamente stabilite, indipendenti dall'ambiente circostante. I percorsi simbiotici e patogeni dei funghi mettono in discussione il nostro immaginario animale e i sistemi di vita moderni e meccanici. E’ adesso il momento giusto per ricalibrarci? Per ri-incantarci tra di noi e con i nostri partner “più che umani”, "perché noi siamo umani solo nel contatto e nella convivialità, con quello che non è umano" (David Abram).

0
Exhibitions
Domenica, 26 Giu 2022
L'evento si tiene dal 28 Mag 2022 al 31 Ott 2022

Fiè - mostra temporanea sulla piazza del paese - Arte nello spazio pubblico Oltre a essere sensualmente inquisitorie e sperimentali, le opere dei quattro artisti Elisa Grezzani, Hubert Kostner, Karin Schmuck e Alois Steger, esposte alla mostra STAY sulla piazza del paese, coinvolgono attivamente lo spettatore. Curatrice: Eva von Ingram Harpf

0
Art & Culture
Domenica, 26 Giu 2022
L'evento si tiene dal 25 Mag 2022 al 26 Giu 2022

Die medienfrische ist ein Kunstfestival, das sich Neuen Medien und experimenteller Kunst widmet. Von 25. Mai bis 26. Juni 2022 findet das Festival zum allerersten Mal im Bschlabertal im Tiroler Außerfern statt. 33 Tage lang dienen das abgelegene Bschlabs und seine Nachbardörfer als Plattform für außergewöhnliches künstlerisches Geschehen. Künstler*innen aus den verschiedensten Bereichen, darunter Land-Art, VR-, Sound- und Lichtkunst setzen sich während der medienfrische mit der Landschaft, der Bevölkerung und dem Dadaismus auseinander. Über den gesamten Zeitraum gibt es ein vielfältiges zeitgenössisches Rahmenprogramm mit musikalischen, performativen und interaktiven Beiträgen. Genutzt wird dafür vor allem privater Leerstand, aber auch Gemeindegebäude dienen als Spielorte – wie etwa ein altes Sägewerk, das während des Festivals zu einem Pop-up Kino umgebaut wird. Die medienfrische holt Kunst in ein abgeschiedenes Alpenidyll, dessen Bevölkerung von Jahr zu Jahr schrumpft. Für die Kunst ergibt sich ein ungewöhnlicher Arbeitsort, an dem neue Ideen im Zusammenspiel mit den dortigen Gegebenheiten wachsen können. Für das Bschlabertal eröffnen sich neue Perspektiven für eine langfristige kulturelle Belebung. Aus dieser Kombination ergibt sich ein einzigartiges Kunstprojekt, bei dem es auch für Besucher*innen jeden Tag etwas zu sehen und zu erleben gibt. das passiert bei der medienfrische | events und residenz Geboten wird ein fixes, zeitgenössisches Rahmenprogramm mit Konzerten, Ausstellungen, Lesungen und Workshops. Das Pop-up Kino zeigt eine breitgefächerte Filmauswahl, das VR-Projekt „Zelle“ lässt Teilnehmer*innen virtuell durch das Bschlabertal wandern und das Wiener Kabinetttheater gastiert mit einer Aufführung zu Dada. Zu den musikalischen Acts gehören der Hangspieler und Komponist Manu Delago, die Sängerin Alicia Edelweiss und die Dialekt-Blues-Band JESSE. Die Vielfalt im Programm wird auch durch die enge Zusammenarbeit mit unterschiedlichsten Institutionen ermöglicht. Zu den Kooperationspartner*innen der medienfrische zählen u.a. Ars Electronica, PLAY - Creative Gaming Festival, DIAMETRALE Filmfestival sowie die Akademie der bildenden Künste Wien und die University of Business and Technology UBT Pristina. Weitere Informationen zum Programm sowie zu den Spielorten und -zeiten werden bald bekanntgegeben. Timetable, Künstler*innen-Portraits, Infos zum Ort und vieles mehr finden Sie auf unserer Website www.medienfrische.com.

0
Exhibitions
Domenica, 26 Giu 2022 10:00-12:00 | 15:00 - 18:00
L'evento si tiene dal 14 Mag 2022 al 26 Giu 2022

Lanserhaus dedica un'ampia mostra allo scultore Lois Anvidalfarei in occasione del suo 60° compleanno. Nel percorso che raccoglierà trent'anni di lavoro, alcune opere saranno esposte per la prima volta, insieme ad esse una scelta di disegni che ripercorrono l'intero periodo fino ad ora. Una conversazione Venerdì, 10 giugno 2022, alle ore 19 Lois Anvidalfarei e l’architetto Peter Zumthor La mostra rimarrà aperta fino alle ore 21. Visite guidate Domenica, 15 maggio 2022 Nel corso della Giornata internazionale dei musei vengono offerte visite guidate gratuite alla mostra, l'artista è presente. Visita guidata in lingua italiana: ore 11 – 12 Visita guidata in lingua tedesca: ore 10 – 11 Visite guidate Sabato, 18 giugno 2022 Vengono offerte visite guidate gratuite alla mostra, l'artista è presente. Visita guidata in lingua italiana: ore 11 – 12 Visita guidata in lingua tedesca: ore 10 – 11 Orari d’apertura prolungati Martedì, 24 maggio 2022 In occasione dell’incontro con l’autore Kurt Lanthaler la mostra rimarrà aperta fino all’inizio dell’incontro alle ore 20.

0
Exhibitions
Lunedì, 27 Giu 2022 08:00-12:00 |
L'evento si tiene dal 09 Mag 2022 al 19 Ago 2022

Colore, forma e struttura sono gli elementi dominanti nelle opere di Edith Insam. Ma un soggetto importante del suo lavoro, influenzato anche dalla scultura del padre, è il corpo umano, di cui si è occupata intensamente nei suoi numerosi disegni di nudo. Questi studi grafici vengono integrati dall’artista nei suoi dipinti acrilici, creando un contrasto con le elaborazioni cromatiche. Spesso, però, tali studi sono solo il punto di partenza per la strutturazione di colori e forme. Tramite la stesura dei colori e l’applicazione di materiali, la corporeità viene ridotta ad astrazione, dove solo i contorni sfumati mettono in risalto la forma umana. Slegati dalla rappresentatività, prendono il via liberi mondi cromatici e formali, guidati da intuizione ed emozione. (Testo: Richard Firler) Nata nel 1946 a Ortisei, Edith Insam vive e lavora come pittrice freelance a Ortisei; frequenta svariati corsi presso il liceo artistico statale locale e le accademie estive di Brunico e Novacella.

0
Exhibitions
Venerdì, 01 Lug 2022 17:00-19:00 |
L'evento si tiene dal 29 Apr 2022 al 05 Nov 2022

PRIMA DOPPIA PERSONALE IN ITALIA DELLE DUE ARTISTE Una mostra intima e domestica, che attraverso più di sessanta opere cerca di restituire il calore della loro pratica pittorica, scultorea, letteraria Dipinti, sculture ma anche libri, poesie e oggetti di uso quotidiano. Etel Adnan & Simone Fattal: Working Together, a cura di Vincenzo de Bellis, è la prima doppia personale delle due artiste in Italia, compagne di vita e di lavoro dagli anni Settanta. Dal 29 aprile al 6 Novembre 2022 la mostra ricostruirà una dimensione intima e domestica negli ambienti della biblioteca della Fondazione Antonio Dalle Nogare a Bolzano, utilizzati per la prima volta in assoluto come spazi espositivi. Etel Adnan (Beirut, 1925 – Parigi, 2021) e Simone Fattal (Damasco, 1942) si sono conosciute a Beirut negli anni Settanta. Da allora hanno vissuto insieme tra Parigi, Beirut e la California settentrionale, lavorando e sperimentando con i media più differenti. Prima di essere artiste visive sono state artiste letterarie, Adnan poetessa e pittrice, e Fattal scultrice e fondatrice di Post-Apollo Press, una casa editrice specializzata in testi di storia, politica, scienze sociali, studi di genere. La forza del loro lavoro sta proprio nella multidisciplinarietà e nelle influenze letterarie con le quali si sono sempre confrontate. Il loro vivere insieme è parte integrante della loro pratica artistica. Nella loro casa parigina una stanza era dedicata allo studio di Etel Adnan dove, seduta alla stessa scrivania, si dedicava alla scrittura delle sue poesie e dipingeva. Nel resto della casa Simone Fattal ha distribuito le sue ceramiche – sculture o oggetti di uso quotidiano – realizzate in uno studio poco lontano dall’abitazione. Nel corso degli anni non sono mancati i momenti in cui l'una è entrata nell'opera dell'altra, e quel luogo così intimo che è la loro casa rappresenta più di ogni altro l'essenza delle due artiste sia individualmente che come coppia. Da qui la scelta di realizzare per la mostra un ambiente domestico, per provare a restituire al visitatore, con una lettura intima, il calore delle loro opere. Per questo la Fondazione ha scelto di utilizzare, per la prima volta per una mostra, la propria biblioteca, trasformandola in uno spazio dal sapore casalingo: un po’ zona living, un po’ libreria, un po’ cucina e un po’ sala da pranzo. L’esposizione comprende un ampio numero di opere: circa trenta lavori di Etel Adnan, tra dipinti, arazzi, leporelli e disegni, e trenta opere tra sculture e arazzi di Simone Fattal, che si mescolano ad oggetti personali, libri scritti dall'una, editi dall'altra, o relativi al loro lavoro, o ancora di autori che le hanno influenzate o di cui sono state amiche. Nel corso della mostra il pubblico, oltre ad ammirare le opere, potrà leggere i libri, sfogliare i cataloghi e prendersi del tempo per immergersi nella vita e nell'arte delle due artiste, magari accompagnati da un tè o da un caffè serviti nelle tazze realizzate da Simone Fattal. Etel Adnan & Simone Fattal: Working Together è un progetto unico, non solo perché per la prima volta mette insieme le due artiste dopo la recente scomparsa di Etel Adnan, ma soprattutto perché per la prima volta mette in luce, in un contesto che abitualmente è dedicato all’arte visiva, l’importanza della letteratura nella carriera di entrambe, della sua influenza sulla loro pratica visiva, personale e di coppia.

0
Exhibitions
Domenica, 26 Giu 2022 10:00-18:00 |
L'evento si tiene dal 09 Apr 2022 al 14 Set 2022

David Medalla: Parables of Friendship è la prima grande mostra internazionale dedicata all’opera dell’artista, poeta e attivista filippino David Medalla dopo la sua improvvisa scomparsa nel dicembre 2020. Realizzata da Museion insieme al Bonner Kunstverein (18 settembre 2021 – 30 gennaio 2022) e in stretta collaborazione con il David Medalla Archive di Berlino, la mostra racconta l’eredità vitale, lo spirito, l’energia e la radicalità della pratica dell’artista. Disegni, dipinti, collage, sculture, neon, opere di arte cinetica, partecipativa e performance realizzati in oltre settant’anni di carriera: accanto a importanti prestiti e nuove commissioni, Museion esporrà molti lavori inediti e alcune opere fragili, restaurate per l’occasione e presentate al pubblico per la prima volta, in una mostra che si preannuncia essere una pietra miliare per lo studio del lavoro di questo grande ed eclettico artista. L’opera di Medalla, caratterizzata da un’assoluta libertà di espressione, esplora le possibilità di scambio e intersezione tra arte e vita, mixando grandi temi del presente come l’ecologia, l’identità culturale, la sessualità, l’etica del lavoro, senza mai preoccuparsi delle compartimentazioni attuate dalla società. Dandy e viaggiatore, dopo essere arrivato a Marsiglia da Manila già negli anni Sessanta Medalla ha vissuto a Londra, Parigi, Venezia, Berlino, New York e ancora a Manila, portando le esperienze di viaggio e di transizione all’interno del suo lavoro, spesso effimero e deperibile perché realizzato con materiali trovati, a ulteriore riprova della natura libera della sua pratica. Fortemente influenzato dall’arte e dalla letteratura europea del XIX e XX secolo, figura attiva nella Swinging London, Medalla è stato determinante nella breve ma pionieristica esperienza della Signals Gallery (1962–64) di Londra, nel collettivo di performance sperimentali The Exploding Galaxy (1967–68) e in quello politicamente impegnato degli Artists for Democracy di cui è stato presidente (1974-1977). In collaborazione con l’artista Adam Nankervis (1994) fonda The Mondrian Fan Club e la Biennale di Londra (2000), dove i processi di collaborazione e scambio hanno continuato a essere centrali. Come suggerisce il titolo, Parables of Friendship comprende ugualmente impegno sociale e trascendenza, le due caratteristiche principali della pratica di Medalla: la molteplicità della sua produzione instancabile e la sua continua ricerca di connessioni rivelano una ricerca di “unicità del tutto” attraverso le differenze e una relazione con l’essere profondamente esperienziale e sentimentale. Nella sua opera si riflettono paradossi e traumi parte dell’identità culturale, identità che per lui resta un processo multitemporale e multidirezionale. David Medalla: Parables of Friendship a cura di Steven Cairns e Fatima Hellberg allestimento a cura di Michael Kleine La mostra è stata realizzata con il Bonner Kunstverein in collaborazione con il David Medalla Archive, Berlino.

0
Exhibitions
Domenica, 26 Giu 2022 10:00-18:00 |
L'evento si tiene dal 08 Apr 2022 al 07 Set 2022

Artisti: Erika Giovanna Klien in dialogo con Mark Adrian, Alberto Biasi, Dadamaino, Fortunato Depero, Spencer Finch, Ceal Floyer, Ludwig Hirschfeld-Mack, Elisabeth Karlinsky, Liliana Moro, Max Oppenheimer, Otto Piene, Eva Schlegel, Benjamin Tomasi, Günther Uecker. Bird Flight prende il titolo da una serie di opere pittoriche realizzate dall’artista austriaca Erika Giovanna Klien (1900-1957), in cui il volo degli uccelli viene espresso attraverso movimento e luce, temi centrali della sua pratica artistica. Trascurata dalla storia dell’arte come tante altre artiste del Novecento, parte dell’altra metà dell’Avanguardia teorizzata da Lea Vergine negli anni Ottanta, la Klein è stata una delle esponenti più interessanti del movimento del Cinetismo, fondato a Vienna da Franz Cizek dopo la Grande Guerra. Il Cinetismo delle origini si sviluppa attorno a un’educazione all’arte capace di liberare le energie individuali dei e delle giovani dalle incrostazioni della tradizione: si tratta di un’avanguardia umanistica, che collega il dinamismo con il movimento sensoriale e psichico, rinunciando al mito aggressivo della velocità e del movimento incarnato invece dal Futurismo. “La parola Avanguardia proviene direttamente dal gergo militare e bellico – sottolinea Bart van der Heide – e definisce la necessità permanente di cambiamento e rinnovamento radicale caratteristica del Modernismo. Tuttavia il cambiamento non deve sempre e necessariamente avvenire in modo violento. Il pensiero di Erika Giovanna Klien e dei Cinetisti apre la strada a una concezione alternativa di cambiamento che non si attua a scapito di altri. A loro modo radicali, i CInetisti affermano tuttavia che il cambiamento viene da dentro e che si basa sull’effetto fondamentale dell’esperienza umana.” Le utopie associate al tema del volo convergono nell’esposizione con due pilastri dell’arte moderna e contemporanea – il movimento e la luce – entrambi al centro della pratica artistica visionaria della Klien, di cui la mostra non si limita a raccontare ed esporre il lavoro. Bird Flight mette infatti in dialogo opere dell’artista austriaca con alcune opere di luce e cinetiche della collezione di Museion, tra cui quattro lavori giovanili della Klien, con l’obiettivo di rendere visibile il suo personale contributo all’Avanguardia, facendone emergere l’attualità e l’influenza sulle generazioni successive. Accanto a prestiti dalle collezioni del Belvedere Wien, dell’Università di arti applicate di Vienna, del Wien Museum e del Museo Eccel Kreuzer di Bolzano, Bird Flight espone opere degli anni Venti di Max Oppenheimer, Ludwig Hirschfeld-Mack, Elisabeth Karlinsky e Fortunato Depero, degli anni Sessanta di Dadamaino, Mark Adrian, Otto Piene, Günther Uecker e Alberto Biasi, e opere di Eva Schlegel, Spencer Finch, Ceal Floyer, Benjamin Tomasi e Liliana Moro realizzate dalla fine degli anni Novanta. Bird Flight. Erika Giovanna Klien in dialogo con posizioni artistiche contemporanee a cura di Bart van der Heide, Andreas Hapkemeyer e Brita Köhler Progetto espositivo a cura di Matilde Cassani Artisti e artiste: Erika Giovanna Klien in dialogo con Mark Adrian, Alberto Biasi, Dadamaino, Fortunato Depero, Spencer Finch, Ceal Floyer, Ludwig Hirschfeld-Mack, Elisabeth Karlinsky, Liliana Moro, Max Oppenheimer, Otto Piene, Eva Schlegel, Benjamin Tomasi, Günther Uecker. Con il generoso sostegno dell’Austrian Cultural Forum Milano

0
Exhibitions
Domenica, 26 Giu 2022 09:00-19:00 |
L'evento si tiene dal 01 Apr 2022 al 06 Nov 2022

C'è chi si sposta armi e bagagli, c'è chi preferisce viaggiare leggero. C'è chi si serve del facchino, e c'è chi fa da sé. Cosa rivelano borse e valigie dei loro proprietari? La mostra temporanea del Touriseum, visitabile dal 1° aprile a Castel Trauttmansdorff a Merano, indaga l’universo dei bagagli da viaggio. Che cosa portare in viaggio? Quanto spazio rimane in valigia? Sono domande che ci poniamo ad ogni partenza. La risposta dipende dai dettami dell’etichetta, dal momento storico, e dal carattere del viaggiatore. Ma al di là del loro contenuto e del loro volume che dovranno garantire certe comodità al viaggiatore, borse e valigie sono l’emblema del viaggiare per eccellenza. In 200 anni di storia del turismo, la fattura di borse e valigie ha accompagnato l’evoluzione del settore dei trasporti e i mutamenti delle esigenze dei diversi strati sociali. Nel tempo, ai bauli da carrozza con il coperchio bombato si sono sostituiti i bauli armadio squadrati e dunque facilmente impilabili nei vagoni bagagli dei treni, poi i borsoni per l’automobile e, infine, le valigette su due ruote, ideali per i viaggi in aereo. Nella mostra „Borse, trolley e valigie. Viaggio nella storia dei bagagli”, il Touriseum presenta una cinquantina di esemplari della propria collezione finora mai esposti. Bauli da carrozza, bauli armadio, sacche da viaggio, cappelliere, nécessaire, zaini, borse per automobilisti e trolley narrano di romanzesche corse in diligenza attraverso le Alpi, eleganti villeggiature in grand hotel, avventurosi giri del mondo in bicicletta e partenze verso una nuova vita, senza trascurare le quotidiane fatiche dei facchini, i sacrifici di chi parte soldato e la disperazione di chi è costretto a una fuga precipitosa. In occasione della mostra, il Touriseum raccoglie storie di valigie vissute. Il pubblico è invitato a condividere con il museo un ricordo o un’esperienza legati a un pezzo di bagaglio, approfondendo aspetti quali il personale approccio al fare le valigie, o il valore simbolico attribuito alla valigia. Per ulteriori informazioni, gli interessati potranno rivolgersi al numero 0473 255659. Testi e fotografie andranno inviati a info@touriseum.it. Il materiale raccolto sarà pubblicato sul sito del Touriseum. I racconti più avvincenti usciranno anche sotto forma di podcast e di libro. La mostra „Borse, trolley e valigie. Viaggio nella storia dei bagagli“ nella rimessa di Castel Trauttmansdorff rimarrà aperta fino al 6 novembre. L’ingresso al Touriseum e alla mostra temporanea è compreso nel biglietto die Giardini di Castel Trauttmansdorff.

0
Exhibitions
Domenica, 26 Giu 2022 07:00-21:00 |
L'evento si tiene dal 01 Apr 2022 al 30 Giu 2022

Da aprile a giugno, la tenuta Gaudententurm di Parcines si trasforma in un punto d’incontro per gli appassionati d’arte. In questo periodo, infatti, le opere di artisti altoatesini si mescolano alle aiuole fiorite e agli alberi di mele del nostalgico giardino che si estende intorno alla residenza storica e alla sua distilleria. Sculture, quadri e creazioni artistiche di diverso stile e carattere fanno a gara con il tripudio di colori della natura, dando vita a uno scenario unico nel suo genere, che fa da sfondo a una passeggiata artistica all’insegna del gusto, magari in combinazione con un assaggio dei nettari o dei distillati dei padroni di casa.

0
Exhibitions
Domenica, 26 Giu 2022 10:00-18:00 |
L'evento si tiene dal 25 Mar 2022 al 18 Set 2022

Museion Passage è un formato espositivo sperimentale che periodicamente ridisegna il piano terra di Museion presentando opere della collezione, accessibili gratuitamente e indipendentemente dalle mostre in corso, sottolineando l’idea di base degli architetti che interpretano il museo come passaggio tra la parte storica e moderna della città, come metafora per stimolare un dialogo consapevole tra generazioni, settori di attività e comunità. Dal 25 marzo 2022 protagonista di questo spazio è Jorge Otero-Pailos (Madrid, 1971), artista che lavora tra arte, architettura e conservazione e che crea opere che affrontano i temi della memoria e della storia. La sua serie The Ethics of Dust è il frutto di un’indagine decennale, ancora in corso, che nasce dalla pulizia dalle polveri e residui dell’inquinamento da monumenti come Palazzo Ducale a Venezia, la Houses of Parliament di Londra e la Colonna Traiana al Victoria & Albert Museum. Invitato nel 2008 dai Raqs Media Collective (curatori della sezione bolzanina della settima edizione di Manifesta nel 2008) a riflettere sul significato del restauro dell’Alumix, un’ex fabbrica di alluminio in disuso scelta come sito della manifestazione, Otero-Pailos risponde realizzando un’installazione monumentale composta da 175 pannelli di lattice: un’operazione di restauro riconvertita in opera d’arte. Negli spazi del museo viene esposta una parte dell’installazione site-specific The Ethics of Dust, attualmente parte della collezione museale, sulla quale nel 2008 è stata trasferita la patina estratta dalla parete della fabbrica abbandonata: un’opera che rivela i monumenti quali potenti agenti di connessione culturale, attivatori di domande e indagini sul passato e la sua comprensione. Con questa installazione Museion intende riflettere sul ruolo e l’importanza del patrimonio culturale, su cosa e perché conservare, stimolando così una conversazione attiva con il pubblico. Jorge Otero-Pailos Jorge Otero-Pailos (Madrid, 1971) lavora tra arte, architettura e conservazione. È professore e Direttore del dipartimento Historic Preservation presso GSAPP (Graduate School of Architecture, Planning and Preservation) alla Columbia University. Otero-Pailos attinge alla sua formazione di architetto e di conservatore per creare opere d’arte che affrontano i temi della memoria e della storia, considerando i monumenti come potenti agenti di connessione culturale, attivatori di domande e indagini sul passato e la sua comprensione. Utilizza tecniche sperimentali di pulizia conservativa degli edifici storici e metodologie di rievocazione come processo creativo delle sue opere che racchiudono in sé elementi residui della storia come tracce di polveri, intonaci, inquinamento ecc. La sua serie site-specific, The Ethics of Dust, è un’indagine in corso, decennale, risultante dalla pulizia della polvere e dei residui di inquinamento da monumenti come il Palazzo Ducale di Venezia, Westminster Hall nella Houses of Parliament, Londra, la U.S. Old Mint a San Francisco, la Colonna Traiana al Victoria & Albert Museum, Londra. I suoi ultimi progetti includono la conservazione della polvere nell’aria nell’atmosfera (Far Above, Cornell University, Ithaca), il salvataggio della recinzione di sicurezza perimetrale dell’ex Ambasciata degli Stati Uniti a Oslo trasformandola in sculture (American Fence, Oslo, Norvegia) e l’immersione dei corpi dei visitatori in un paesaggio sonoro presso la storica piscina della Lyndhurst Mansion Otero-Pailos attualmente, sta partecipando alla Residenza in arti visive 2021-22 presso l’American Academy in Rome

0
Formation
Mercoledì, 29 Giu 2022 18:00-20:30 |
L'evento si tiene dal 01 Feb 2022 al 30 Nov 2022

I tempi in cui viviamo richiedono nuove forme di interazione sociale. Offriamo "Dialoghi sull' Adesso!“ Perché il dialogo agisce e connette, ne siamo convinte. I dialoghi aprono uno spazio di esperienza che permette una nuova forma dello stare insieme. Nel dialogo, le diversità, le prospettive, le tensioni e le contraddizioni possono essere accolte, possono svilupparsi nuove prospettive ed emergere possibili spazi di incontro. Parliamoci: "Dialoghi sull' Adesso!" è il nome del nostro nuovo formatto, dove puoi parlare delle tue esperienza e conoscere le esperienza degli altri. max. 12 partecipanti iscrizione obbligatoria qui: forms.gle/pbWPaRztUQfMPomy6 Costo per dialogo 12€. *Banca Popolare Etica IBAN IT31X0501812101000000139319 Date - scelta a piacere - 6-8.30 p.m.

0
Exhibitions
Domenica, 26 Giu 2022 10:00-18:00 |
L'evento si tiene dal 22 Nov 2021 al 07 Nov 2022

Già nell’Età del Rame le persone erano sorprendentemente mobili. Commerciavano selce e rame e non scambiavano soltanto merci, ma anche nuove conoscenze e tecniche artigianali. A piedi, con le ciaspole in montagna o con la piroga sull’acqua: così le persone coprivano tragitti sorprendentemente lunghi per tutta l’Europa. Il rame utilizzato per l’ascia di Ötzi proviene dall’odierna Toscana, alcuni dei suoi strumenti in selce dalla zona intorno al Lago di Garda. Proprio come oggi, anche nell’Età del Rame le persone si spostavano per cercare una vita migliore. Colonizzavano nuovi territori, incontravano altri gruppi, ma cominciavano anche a scontrarsi per il terreno coltivabile, le risorse minerarie e i luoghi di insediamento. Si formavano nuovi gruppi culturali, le concezioni religiose trovavano più rapida diffusione. Sulle tracce della mobilità Le analisi del DNA ci aiutano a ricostruire i movimenti migratori, la ceramica ci racconta il trasferimento di conoscenze e le analisi scientifiche delle materie prime ci consentono di risalire al loro luogo di provenienza. Attraverso importanti reperti dell’arco alpino la mostra temporanea cerca di comprendere i percorsi e i rapporti commerciali nel IV e nel III millennio a.C.

Location di : martin_inside

Castello

Residenza dinastica dei conti del Tirolo, il castello ha dato il nome all'intera regione. La sua realizzazione risale alla seconda metà dell'XI secolo. Il percorso museale è incentrato sulla storia del Tirolo dai primordi ai giorni nostri. Nel palazzo meridionale si trovano i due portali romanici, mentre nella cappella del castello, intitolata a San Pancrazio ed edificata su due piani, notevoli pitture murali gotiche. Nel mastio è possibile ripercorrere la storia dell’Alto Adige nel XX secolo.

Castello

Castel Presule, un tempo residenza dinastica dei signori Völs-Colonna, ospita, accanto a dipinti e disegni del XIX e XX sec. della raccolta “Cà de Bezzi”, una collezione d’armi del XIX secolo, dipinti della Donazione Lotte Copi e la mostra permanente di ritrovamenti archeologici "finff Majolica Schaln".

Castello

Il castello risale al 1140. Il percorso propone gli affreschi del “Ciclo di Ivano” (XIII sec.), primissima testimonianza della cultura profana e cavalleresca di area tedesca, la sala nuziale e la cappella riccamente dipinte, l’ampia biblioteca e una raccolta di dipinti, stemmi e armi.

Castello

Castel Roncolo risale al XIII sec. Oltre al celebre ciclo di affreschi profani risalenti al Medioevo e a oggetti dalla vecchia armeria, si possono periodicamente ammirare mostre temporanee su temi di storia culturale.

Museo

A chi lo visita, Capriz, il caseificio da vivere, permette di immergersi con tutti i sensi nel mondo della produzione di formaggio di capra. Negli ambienti espositivi a pianterreno e nel piano interrato è rappresentato l’intero processo, dalla capra che fornisce la materia prima, passando per il latte come prodotto di partenza fino alla forma di formaggio finita e al suo adeguato stoccaggio. Un ruolo speciale lo giocano elementi interattivi.

Museo

La Casa di via Bari 11 è uno dei pochi esempi ancora esistenti a Bolzano delle centinaia di case “semirurali” costruite alla fine degli anni Trenta e demolite a partire dagli anni Ottanta del Novecento per far posto a costruzioni a maggiore intensità abitativa. Da parte degli abitanti del quartiere delle Semirurali non è mai venuta meno la richiesta di conservarne la memoria. Il percorso espositivo, aperto al pubblico nel 2015, propone un viaggio nella storia di questo luogo attraverso fotografie, filmati, mappe, modellini tridimensionali e la suggestiva narrazione di storie di vita quotidiana.

Castello

Castel Monteleone è una fortificazione del XIII secolo, ampliata nei secoli XVI, XVII e XVIII. Un percorso storico-artistico che si snoda attraverso giardini, cortili e sale offre un viaggio nei secoli, dal medioevo al periodo del rococò.

Museo

Orologi a muro, opere in legno intagliato, maschere, tappi di bottiglia, cavatappi, pipe, macinini per il caffè e utensili da cucina, oggetti religiosi, oldtimer e motociclette, come ad esempio diversi modelli di Vespa: fanno tutti parte della collezione privata della famiglia Trebo. Gli oggetti raccontano storie vecchie anche di 150 anni e sono disseminati nei diversi locali dell’hotel. Un paradiso per i nostalgici!

Museo

L’Archeoparc Velturno testimonia una storia insediativa che, a partire dal neolitico, abbraccia tutte le più importanti epoche e culture. Sepolture e resti di attività di produzione della ceramica parlano di coltivatori e allevatori le cui storie risalgono fino al 5000 a.C.

Museo

La mostra Archimod presenta una cinquantina di modelli architettonici della Provincia Autonoma di Bolzano (piazze, scuole, palazzi per uffici, musei, complessi residenziali, ospedali, strade, gallerie, ponti), realizzati nell’arco degli ultimi 25 anni o in fase di progettazione o costruzione. Archimod è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici (treno, autobus) e ben visibile grazie alla grande scritta sulla facciata.

Museo

Il percorso espositivo "BZ '18–'45. Un monumento, una città, due dittature", aperto al pubblico nel luglio del 2014, illustra la storia del Monumento alla Vittoria, eretto a Bolzano dal regime fascista tra il 1926 e il 1928 su progetto di Marcello Piacentini. Vengono ripercorse le vicende storiche locali, nazionali e internazionali degli anni compresi tra le due guerre mondiali (1918–1945), legate in particolare modo all’avvicendarsi di due dittature (quella fascista e quella nazionalsocialista) e vengono illustrati i radicali mutamenti urbanistici operati nella città di Bolzano, a partire dalla fine degli anni Venti. Il percorso espositivo affronta, infine, il difficile rapporto di convivenza di una così ingombrante eredità dell’epoca fascista con il territorio, nel mutato quadro politico e sociale della seconda metà del Novecento fino ai giorni nostri.

Museo

“Nessuno ha il diritto di obbedire”: da fine 2017 questa citazione della filosofa politica e scrittrice Hannah Arendt (1906-1975) spicca, in italiano, tedesco e ladino, sull’edificio degli Uffici finanziari di piazza del Tribunale a Bolzano. Esso si contrappone al carattere autoritario del monumento fascista e al suo motto “Credere, obbedire, combattere”. Integrata da esaurienti spiegazioni realizzate da una commissione di storici poste su stand informativi sulla piazza, la scritta progettata da Arnold Holzknecht e Michele Bernardi intende dare nuovo significato al bassorilievo monumentale dell’artista di Chiusa Hans Piffrader (1888-1950), rendendolo un’occasione educativa.

Museo

Sito in un ex bunker dell'epoca fascista, poi utilizzato dalla NATO durante la Guerra Fredda, il Bunker Museum tematizza in primo luogo la struttura stessa e il suo retroscena storico. Sotto la lente è posta anche la storia segreta della Guerra Fredda. Il museo espone prevalentemente oggetti che un tempo facevano parte dell'equipaggiamento del bunker, come impianti radio, telefoni da campo, armi, razioni alimentari, ecc. In futuro tuttavia l'esposizione si focalizzerà non tanto sull'aspetto militare, ma sul tema dei confini.

Castello

Il palazzo del XVI secolo fu fino al 1803 residenza estiva dei principi vescovi di Bressanone. Particolari attrazioni sono i preziosi arredi rinascimentali (pannelli lignei, stufe, affreschi) e una collezione di opere d’arte risalenti ai secoli XV–XX. La struttura è gestita da Castel Tirolo.

Castello

Il Castello Principesco è situato ai piedi del Monte Benedetto, nel cuore della città. Il Castello, completamente ricostruito dall’arciduca Sigismondo d’Austria intorno al 1470, venne in seguito utilizzato dai Principi del Tirolo come alloggio durante la loro permanenza a Merano. A partire dal 1875, dopo un provvidenziale intervento di salvaguardia che ne impedì l’abbattimento, questa storica residenza fu sottoposta ad un ampio restauro. Oggi il Castello Principesco offre una preziosa occasione per studiare abitudini e modi di vita del tardo Medioevo: arredi di uso quotidiano, utensili da cucina, una delle più antiche stufe di maiolica giunte fino a noi, ritratti, strumenti musicali e armi consentono di toccare con mano un passato ormai remoto.

Museo

Il Centro di documentazione "Culten" tematizza l'insediamento dell'età del bronzo e del ferro (1400-600 a.C.) - poi trasformato in luogo per olocausti - sul "Kirchbichl" a Santa Valpurga/Ultimo, presentando la storia insediativa della valle e reperti di diverse epoche.

Castello

Il castello di Scena (XIV–XVIII sec.) fu residenza dall’arciduca Giovanni d’Asburgo. Custodisce collezioni su storia, cultura e arte tirolesi, armi storiche, arredi originali e dipinti. Nel sottostante mausoleo neogotico si trova la tomba dell’arciduca.

Museo

Il Centro visite racconta i forti contrasti e la varietà di ambienti che contraddistinguono questo parco. Qui si sperimenta in piccolo il mondo del parco. Lo stagno, gli aquari, il canale di irrigazione tipico, detto "Waal", pietre, preparati di animali, pannelli verticali e box per esperienze tattili invitano a scoprire la natura.

Museo

Il Centro visite “Lahner Säge” del Parco Nazionale dello Stelvio illustra quanto sia essenziale l’ecosistema “bosco” per l’uomo e la natura. Nell’antica segheria ad acqua alla veneziana, ora restaurata, i tronchi vengono trasformati in tavole, mentre la macina trasforma i chicchi di grano in farina.

Museo

Il Centro visite è ospitato in un vecchio mulino elettrico ristrutturato. L’esterno del Centro comprende un’area con la tipica vegetazione su substrato calcareo e porfirico e dispone di uno stagno per anfibi, di un orto con erbe medicinali e di un piccolo campo di grano.

Museo

Il Centro visite è dedicato alla geologia delle Dolomiti e all’alpinismo di Reinhold Messner. Nell’area "Meraviglie della natura" è possibile scoprire animali e erbe, pellicce di animali, uova di volatili, penne, dentature e corna.

Museo

Il Centro visite, situato nell'ex-Grand Hotel di Dobbiaco, spiega i paesaggi naturali e culturali dell'area protetta, l'attività alpinistica e turistica sviluppatasi in questo territorio e gli avvenimenti bellici avvenuti lungo il fronte dolomitico. La mostra permanente dedicata alle Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO illustra per quale motivo ampie aree delle Dolomiti sono state dichiarate Patrimonio mondiale dell'UNESCO ed evidenzia le particolerietà geologiche e i fantastici scenari paesaggistici del Parco naturale.

Museo

Nel visitare Certosa l’impianto dell’antico convento è ancora riconoscibile. Davanti al chiostro un film della durata di 9 minuti racconta con immagini poetiche le alterne vicende storiche della certosa. Arte nella Certosa: Ogni anno, circa dalla metà di luglio alla fine di agosto, il chiostro ospita una mostra di artiste e artisti altoatesini.

Museo

Il museo espone tecnologia cinematografica e televisiva: macchine di proiezione di varie epoche, telecamere, moviole, banchi di montaggio, videoproiettori, pellicole film, ecc., nonché documenti storici, manifesti, documentari e altre testimonianze della storia del cinema nella regione. Propone rassegne cinematografiche, conferenze, attività di mediazione e didattiche e restauro film.

Museo

Il Museo Dolomythos introduce nel mondo delle Dolomiti Patrimonio naturale dell’umanità Unesco, delle quali illustra la genesi, ed esplora, presentandole, le specificità geologiche e il mondo vegetale e animale dei “monti pallidi”. Per mezzo di ricostruzioni, rappresenta inoltre i dinosauri come antichi abitanti delle Dolomiti. Ulteriori temi sono i miti e le leggende sulle Dolomiti e il mondo delle erbe. In un apposito percorso, i bambini possono intraprendere una caccia al tesoro e cercare fossili, cristalli e oro.

Galleria d arte

La Fondazione Antonio Dalle Nogare nasce per promuovere l’arte contemporanea, intesa come linguaggio per leggere i cambiamenti della società, come strumento di dialogo tra arte, architettura, innovazione e ricerca artistica. Il connubio di arte e architettura è evidente anche nella sede progettata dagli architetti Walter Angonese e Andrea Marastoni. La Fondazione espone periodicamente parti della collezione di arte astratta e concettuale del suo fondatore e ospita mostre temporanee. Organizza attività didattiche e visite guidate, promuove residenze d'artista ed aderisce a manifestazioni intermuseali.

Museo

Con la sua imponente struttura e il labirinto di stanze, corridoi e scale, il Forte di Fortezza è considerato una delle più interessanti fortificazioni dell’area alpina e un capolavoro dell’architettura bellica austriaca. Edificato tra il 1833 e il 1838, ha vissuto alterne vicende, finché nel 2008 non è stato aperto al pubblico. Da allora ospita mostre d’arte e di architettura di portata regionale e internazionale e diverse manifestazioni. La mostra permanente "Cattedrale nel deserto" offre sguardi nella realizzazione del Forte e negli effetti che questa ha avuto sulla zona circostante. Al suo areale appartiene anche il Bunker n. 3, che si nasconde sotto un fitto strato di vegetazione in un tratto di bosco sul suo perimetro orientale e si può visitare su prenotazione.

Museo

Il GEOMuseo di Redagno, allestito nell’edificio "Peter Rosegger", situato nei pressi della chiesa di Redagno di Sopra, espone i più importanti reperti fossili provenienti dal GEOPARC Bletterbach e le sue caratteristiche rocce.

Museo

Il GEOPARC Bletterbach rientra nelle Dolomiti Patrimonio Mondiale Unesco e si estende su una superficie complessiva di 818 ettari. Nel suo paesaggio unico si trovano fossili di piante e orme di sauri. Nell’areale e nel centro visitatori sono illustrate questa particolare geologia e geomorfologia.

Museo

Realizzato nel 1940-41 dal regime fascista per scopi difensivi, il bunker è un’impressionante fortificazione sotterranea su più piani costituita da una lunga rete di gallerie che collegano postazioni di tiro e ampi spazi interni. Nella parte iniziale è allestita una galleria espositiva di immagini (Gampen Gallery), mentre l’interno ospita tra l’altro un’esclusiva collezione di minerali.

Galleria d arte

Il Giardino di sculture di Sieglinde Tatz Borgogno all'interno di un piccolo terreno boschivo a Pochi di Salorno è il risultato di una lunga e intensa fase creativa dell'artista. Vi si possono ammirare e toccare centinaia di figure femminili e alcune figure maschili, fatte prevalentemente di bronzo e di dimensioni diverse, alcune molto piccole, altre molto grandi, sedute, sdraiate, in piedi. Il giardino inoltre regala un panorama stupendo sulla sottostante Val d'Adige. Ulteriori informazioni presso l'Ufficio turistico Castelfeder.

Galleria d arte

Il Kunstforum Unterland - Galleria della Comunità Comprensoriale Oltradige/Bassa Atesina presenta, nei suoi spazi medievali sotto i portici di Egna, mostre d'arte contemporanea di caratura sia locale che internazionale. Diverse posizioni artistiche vengono presentate attraverso sei appuntamenti annuali. La galleria è diventata un punto d'incontro e di riferimento per gli operatori e amanti del settore.

Museo

Questo museo a 2.275 metri di altitudine, in cima al Plan de Corones nei pressi di Brunico, nelle Dolomiti, è dedicato alla fotografia di montagna. Il percorso si snoda su 1.800 metri quadrati e quattro piani, alla scoperta della storia della fotografia di montagna dagli inizi ad oggi, e propone opere artistiche di fotografi e fotografe da tutto il mondo, fotografie storiche, innovazioni digitali, mostre temporanee e allestimenti scenografici.

Museo

Sito nei locali della parrocchia di Lappago, il museo permette di conoscere l’acqua con tutte le sue qualità e i suoi segreti e richiama l’attenzione su ciò che è casuale e marginale, ovvero sulle piccole cose che si incontrano nella natura.

Museo

Guide con una formazione specifica sul tema del marmo presentano curiosità e informazioni interessanti sulla genesi, la storia, la pericolosa estrazione e la lavorazione dell’“oro bianco”, il pregiato marmo di Lasa. Tutti i giorni diverse visite guidate partono direttamente dalla stazione ferroviaria di Lasa.

Galleria d arte

Aperta tutto l'anno, Merano Arte presenta nei suoi 500 mq di superficie espositiva, distribuita su tre piani, le ricerche contemporanee più attuali in ambito di arte figurativa, architettura, letteratura, musica, fotografia e nuovi media. La struttura è gestita dall'associazione culturale Merano Arte che in collaborazione con istituzioni pubbliche e partner privati ne organizza la programmazione.

Museo

Situato sul Plan de Corones (2275 m), al margine del più spettacolare altopiano panoramico dell’Alto Adige, il MMM Corones è dedicato all’alpinismo tradizionale, disciplina che ha plasmato ed è stata plasmata in maniera decisiva da Reinhold Messner. La vista mozzafiato sulle Alpi, che si gode dall’inconfondibile edificio progettato da Zaha Hadid, è parte integrante dell'esperienza museale: lo sguardo spazia in tutte e quattro le direzioni cardinali, anche oltre i confini provinciali, dalle Dolomiti di Lienz a est fino all’Ortles a ovest, dalla Marmolada a sud fino alle Alpi della Zillertal a nord.

Museo

Il cuore del circuito museale ideato da Reinhold Messner trova spazio tra le antica mura di Castel Firmiano, rese accessibili da una struttura moderna in vetro e acciaio. Il percorso espositivo si snoda tra le torri, le sale e i cortili della rocca, offrendo al visitatore una visione d'insieme dell'universo montagna. Opere, quadri, cimeli e reperti naturali raccontano lo stretto rapporto che unisce l'uomo alla montagna, l'orogenesi delle catene montuose ed il loro disfacimento, il legame tra montagna e religione, la maestosità delle vette più famose del mondo, la storia dell'alpinismo dagli inizi fino all'odierno turismo alpino.

Museo

Arroccato su un'altura nella splendida val Venosta, Castel Juval ospita il museo che Reinhold Messner ha voluto dedicare al “mito” della montagna. Per molti popoli in tutto il mondo la montagna è sacra, dall'Olimpio all'Ararat, dal Sinai al Kailash, dal Fujiama in Giappone all'Ayers Rock in Australia. Il museo custodisce una raccolta di dipinti con vedute delle grandi montagne sacre, una preziosa collezione di cimeli tibetani e di maschere provenienti dai cinque continenti, la stanza del Tantra e, nei sotteranei, le attrezzature usate da Reinhold Messner nelle sue spedizioni. Nei pressi del museo, bello ed emozionante, si possono visitare i vigneti in pendenza dell'azienda agricola Unterortl e la trattoria Schlosswirt Juval che serve piatti tipici.

Museo

Dedicato al tema del ghiaccio e allestito in una moderna struttura sotterranea, il museo è situato a Solda, a 1900 metri di quota, ai piedi dalla vedretta dell'Ortles, che la famosa carta del Tirolo disegnata nel 1774 da Peter Anich indicava come la “Fine del mondo”. Nel MMM Ortles incontriamo il terrore del ghiaccio e dell'oscurità, i miti dell'uomo delle nevi e del leone delle nevi, il white out e il terzo polo, in un viaggio attraverso due secoli di storia degli attrezzi da ghiaccio, dello sci, dell'arrampicata su ghiaccio e delle spedizioni ai poli. MMM Ortles espone la più vasta collezione di dipinti con vedute dell'Ortles. La trattoria Yak&Yeti, situata accanto al museo, propone specialità delle montagne sudtirolesi e himalayane.

Museo

Nel Castello di Brunico, situato sulla collina a sud del capoluogo della val Pusteria, Reinhold Messner ha allestito il penultimo dei suoi sei musei dedicati alla montagna. Circondato da masi contadini, il castello ospita il museo dei popoli di montagna. Dal museo MMM Ripa (in lingua tibetana “ri” sta per montagna e “pa” per uomo) si gode una splendida vista su Plan de Corones, luogo di forte richiamo turistico, sul paesaggio rurale della valle Aurina e sulle Alpi della valle di Zillertal. Il moderno alpinismo è nato 250 anni fa, ma è da più di 10.000 anni che l'uomo abita e frequenta i rilievi montuosi. Da principio ci si recava per cacciare, poi per condurre mandrie e greggi di pascolo in pascolo, quindi vi si stabilì per lavorare la terra e allevare bestiame. Stabilitisi tra i fondali delle valli e i pascoli estivi, i popoli di montagna hanno saputo sviluppare una propria arte della sopravvivenza, una cultura che, al contrario della cultura urbana, si basa sulla responsabilità personale, sulla rinuncia al consumo, sul mutuo aiuto. È a questo modo di vivere, che solo all'osservatore superficiale può apparire diverso da luogo a luogo, che Reinhold Messner dedica il museo MMM Ripa.

Museo

Nel medioevo la miniera di Villandro era annoverata tra le aree di estrazione del minerale più significative del Tirolo. Dopo la sua chiusura all’inizio del XX secolo cadde nell’oblio. Con un faticoso lavoro, l’Associazione culturale e museale di Villandro l’ha resa nuovamente accessibile al pubblico. È possibile visitare diverse gallerie nell’ambito di visite guidate.

Museo

Il Mondo del Loden presenta ai visitatori l’intero processo che dalla pecora porta al capo di abbigliamento finito. Utensili storici raccontano la storia della produzione delle stoffe, l’attività di filatura delle donne, i viaggi dei venditori ambulanti di panni e la follatura del Loden.

Museo

La zona di Aldino era un tempo sede di innumerevoli mulini, brillatoi e pestini, poiché la coltivazione dei cereali rappresentava la più importante fonte di sostentamento. Lungo il rio Thal ora alcuni di essi, riattivati, sono accessibili al pubblico.

Galleria d arte

Nel 2017 il magistrato, imprenditore e collezionista bolzanino Josef Kreuzer donò alla Provincia di Bolzano la sua collezione di oltre 1.500 opere di circa 300 artisti del Tirolo, dell’Alto Adige e del Trentino, insieme al palazzo che la ospita in pieno centro storico a Bolzano, a condizione di farne un museo accessibile al pubblico. A pianterreno è stato ricavato un ambiente per mostre temporanee d’arte, lo Spazio Eccel Kreuzer.

Museo

Il Museo Mansio Sebatum è dedicato all’insediamento romano di San Lorenzo. I reperti esposti offrono una panoramica della vita nell’antica stazione di sosta di “Sebatum”, con le sue terme, il suo mercato e i suoi scambi, oltre che dei riti funebri e del mondo delle divinità dei Romani.

Museo

Il museo espone schizzi e bozzetti dei numerosi affreschi, oltre a studi, acquerelli e lavori di grafica del famoso pittore sudtirolese Rudolf Stolz (1874–1960), nonché dipinti del fratello Albert Stolz e propone ogni anno mostre temporanee con opere di artisti prevalentemente di area tirolese.

Museo

Il museo Uomo nel tempo ripercorre la vita dell’uomo in Alto Adige dall’età della pietra fino al recente passato. Le diverse epoche sono rappresentate attraverso innumerevoli oggetti originali, esperimenti e animazioni. Mostre temporanee a cadenza annuale offrono sguardi nell’ampia collezione.

Museo

Il museo illustra la storia naturale e culturale della Val Gardena: nascita delle Dolomiti, antiche testimonianze archeologiche, una collezione di sculture lignee gardenesi, vita e opere di Luis Trenker, regista e attore di film di montagna, la tela quaresimale di San Giacomo e la camera da letto “Bierjun” del tardo Medioevo.

Museo

Sito al secondo piano della Residenza Lächler, sopra l'associazione turistica, il museo intende essere un centro di ricerca, documentazione e informazione sul costume tradizionale ("Tracht") di Castelrotto e sulla sua storia. Espone costumi tradizionali del XVIII, XIX e XX sec. e parti di essi nonché una ricca raccolta di immagini storiche. Ospita mostre temporanee, organizza visite guidate, conferenze e corsi e collabora con associazioni del settore.

Museo

In questo museo privato della famiglia Schmid, attrezzi e utensili illustrano lo sviluppo della viticoltura e della lavorazione del vino, della lotta antiparassitaria e dell’agricoltura nel Burgraviato, nonché la tradizione della produzione dello speck.

Museo

Nel museo della Collegiata l’arte sacra della chiesa, il tesoro del Duomo, i libri risalenti ai sec. XV–XVIII e una significativa raccolta di manoscritti sono testimonianza dell’attività intellettuale e spirituale della più antica Collegiata del Tirolo. Nella seconda sede, ovvero nel Convento dei Francescani (via P.-P.-Rainer 15, 39038 San Candido) invece sono esposti numerosi reperti archeologici di San Candido risalenti ai secoli dell’Impero romano e una collezione di oggetti folkloristici.

Museo

Il museo conduce in un viaggio nel passato all’interno di un’abitazione dell’antica borghesia brissinese con i suoi sontuosi rivestimenti lignei, gli affreschi unici e le originali stufe ad olle. Nella sede della Farmacia Peer si è conservato un prezioso tesoro fatto di rari oggetti, che narrano con la loro molteplicità e fantasia «l'arte di curare». Allo stesso tempo questo piccolo gioiello museale rappresenta una perla di rara bellezza per gli amanti dell’architettura e dell’arte moderna.

Museo

Il Museo della Scuola di Bolzano è stato concepito come museo aperto. Gli oggetti esposti (materiali didattici, fotografie, documenti, arredi, cartelloni) rispecchiano la storia delle tre culture di questa terra, in un incontro tra esperienze personali e vicende collettive.

Museo

Attraverso abiti, accessori, oggetti di uso quotidiano e curiosi, il Museo delle Donne descrive la storia della donna e il suo ruolo sociale ieri e oggi. Ogni anno organizza mostre temporanee su temi che riguardano le donne e manifestazioni correlate.