banner inside 01 it

Serata con il pianista francese Pierre-Laurent Aimard - Pubblicato da KulturKontakt Eppan

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

Il virtuoso del pianoforte incontra Schubert

Il nome Pierre-Laurent Aimard è sinonimo di virtuoso del pianoforte. Il pianista, nato a Lione nel 1957, è, su invito di KulturKontakt Eppan, ospite allo castello Freudenstein. Aimard scoprì presto il suo amore per il pianoforte, sebbene la sua immensa musicalità cercasse anche altre forme di espressione. Così, Aimard suonava anche il clavicembalo, la celesta, il sintetizzatore e l'organo.
Nel premiato film documentario "Pianomania", si vede Pierre-Laurent Aimard durante la registrazione dell'Arte della fuga di Johann Sebastian Bach. Il film è stato ben accolto a livello internazionale, celebrato in molti festival e incluso nel catalogo del Goethe-Institut. Aimard è professore alla Hochschule für Musik und Tanz di Colonia e al Conservatorio di Parigi.
Il programma della serata concertistica di Appiano comprende opere di Franz Schubert e György Kurtág. Il musicista, nato nel 1926, è considerato il compositore ungherese di maggior successo internazionale insieme a Ligeti. La scelta del programma è anche una prova del particolare impegno di Aimard per la musica contemporanea.

Programma:
Opere di Franz Schubert e György Kurtág. Il programma dettagliato sarà comunicato e spiegato dall'artista durante il concerto.

Prevendita biglietti:
www.ticket.bz.it
Tel. 0471 053 800
info@ticket.bz.it

Contatti :

Date e orari evento :

Potrebbe interessarti anche :

  • "Or brüm" Storie di fate ladine Elisabeth e Marlene Schuen fanno musica da sempre. Meglio conosciute come Ganes, le due sorelle sono originarie di La Val, pittoresco villaggio dolomitico dell’Alta Badia al riparo dalle frenesie metropolitane, incastonato in una natura selvaggia e primordiale. Nel 2018, con Natalie Plöger arriva una luce dal nord, più vicina al mare che alla montagna e Ganes si rinnova con altre sonorità. Inizia così un viaggio musicale scandito da melodie morbide e armoniose. Con il nuovo album “Or brüm”, il gruppo accompagna il pubblico in un inedito, fantastico viaggio acustico nel mondo dell’oro blu, dell’acqua come elemento di giunzione di una storia musicale. Leggere, fluenti, trasognate. Potenti, epiche, coinvolgenti. Ganes sanno essere tutto questo. Elisabeth Schuen: voce, violino, dulcimero - Marlene Schuen: voce, violino, chitarra - Natalie Plöger: voce, contrabbasso - Raffael Holzhauser: percussioni, chitarra Il numero di posti è limitato. Prenotazione obbligatoria!
  • PROGRAMMA J.S. BACH (1685-1750) Schafe können sicher weiden BWV 208 W.A. MOZART (1756-1791) Sonata in Sol maggiore K. 357 (incompiuta) I. Allegro II. Andante Sonata in Fa maggiore K. 497 I. Adagio - Allegro molto II. Andante III. Allegro J. BRAHMS (1833-1897) 3 Danze Ungheresi n. 2 in Re minore: Allegro non assai n. 4 in Fa minore: Poco sostenuto n. 5 in Fa diesis minore: Allegro G. ROSSINI (1792-1868) Ouverture da “L’italiana in Algeri” Il Duo Schiavo-Marchegiani è apprezzato dal pubblico e dalla critica internazionale per lo stile personalissimo, la naturalezza del discorso musicale, la bellezza del suono, l’intensità e la travolgente energia delle loro interpretazioni. Parallelamente a un’intensa attività solistica, dal 2006 Sergio Marchegiani e Marco Schiavo formano un duo pianistico tra i più attivi e dinamici sulla scena italiana e internazionale. Hanno tenuto molte centinaia di concerti in tutto il mondo, suonando nelle sale più prestigiose. Nel 2013 hanno debuttato al Ravello Festival; nel 2017 hanno tenuto un recital presso la Sala Verdi del Conservatorio di Milano nella Stagione della Società dei Concerti che li ha nuovamente invitati nel 2019. Nel 2014 la prestigiosa etichetta pubblica il loro primo CD dedicato a Franz Schubert che ha ottenuto ottime recensioni dalla critica specializzata: “pianismo totale e d’alta scuola” (Antonio Brenna, “Amadeus”); “Va lodato il duo formato da Schiavo e Marchegiani... L’immenso tema della solitudine [nella Fantasia in Fa minore] e del suo esorcismo è superbamente espresso dai due eminenti pianisti” (Claudio Strinati, “Il Venerdì di Repubblica”). Nel 2018 esce il secondo CD dal titolo “Dances” con le Danze Ungheresi e i Valzer op. 39 di Johannes Brahms. Nel 2020 Decca pubblica un terzo CD con i Concerti per due pianoforti K. 242 e K. 365 di Mozart e il Concerto per pianoforte a 4 mani di Kozeluch registrati a Londra con la Royal Philharmonic Orchestra diretta da Gudni A. Emilsson. Nell’estate 2021 è uscito “Mozart for two”, il nuovo CD interamente dedicato alle Sonate di Mozart.
  • "Home" Travolgente musica per fiati Associare il termine “Home” a un gruppo di suonatori di ottoni, potrebbe di primo acchito far pensare ai lederhosen o agli idilliaci panorami alpini enfatizzati da un sottofondo di musica per strumenti a fiato. Nella loro omonima performance, Christoph Moschberger & da Blechhauf’n dimostrano che questa combinazione sa offrire qualcosa in più dello zun ta ta da birreria: momenti di ballata intima si alternano a virtuosismi a rotta di collo e radicanti groove lasciando ai musicisti sufficiente spazio per l’improvvisazione. Non mancheranno i momenti divertenti, tipici del programma di Blechhauf’n. Christoph Moschberger e da Blechhauf'n sono una coinvolgente entità unica in cui confluisce ciò che si appartiene. Christoph Moschberger: tromba, flicorno da Blechhauf’n: Christian Wieder: tromba, flicorno - Christoph Haider-Kroiss: tromba, flicorno - Dominik Pessl: tromba, flicorno - Bernhard Holl: trombone, tromba bassa - Philipp Fellner: trombone, tromba bassa - Markus Wonisch: trombone - Albert Wieder: elicone Il numero di posti è limitato. Prenotazione obbligatoria!