TOP banner inside AZB corsi estivi

Klenke Streichquartett, Vokalensemble Armacord - Pubblicato da martin_inside

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

L'accesso agli eventi è consentito solo con GREEN PASS e mascherina FFP2. Acquisto/prenotazione posti solo in prevendita. Nessuna cassa serale.

Contatti :

Date e orari evento :

Venerdì 14 Mag 2021

Potrebbe interessarti anche :

  • Giovedì 26 Ago 2021
    I biglietti per i concerti sono fin da ora in vendita. Attenzione: Saranno applicate le misure di sicurezza in vigore il giorno del concerto. Informazioni: Ingresso dalle ore 19.00 Inizio alle ore 21.00 Prezzo del biglietto: 15,00 € Johnny Ponta & Martin Perkmann Paradiso Il vero nome di Johnny Ponta è Gianni Pontarelli, viene dal sud Italia e vive da molti anni nel suo ranch a Salorno. Johnny Ponta è un appassionato musicista country, che negli ultimi 5 anni ha pubblicato ben tre album e ha potuto raggiungere la gente con le sue canzoni e le sue storie. . Quando non scrive canzoni, svolge con altrettanta passione l’attività di medico ed è convinto che “la musica può collegare le persone e far emergere sentimenti inaspettati – ed è per questo che ci fa sentire tutti così bene” . Martin Perkmann non è solo conosciuto come esperto di musica e presentatore di Südtirol1, ma anche come cantautore, musicista e cantante. Negli ultimi anni, ha saputo anche ispirare con storie e immagini musicali. Canzoni come Über die Dächer o Für dich da sono diventate hit radiofoniche altoatesine e convincono con testi in tedesco riflessivi e un suono pop contemporaneo. I due musicisti si sono incontrati durante una registrazione radiofonica per la rubrica Backstage di Südtirol1. Johnny Ponta si portava dietro da tempo l’idea di scrivere una canzone che desse nuova speranza dopo tanti mesi di dolore e incertezza. È stato subito chiaro che questa canzone avrebbe dovuto dare speranza a quante più persone possibile. I due musicisti hanno composto così la canzone Paradiso, la cui prima esecuzione sarà alla fine di giugno.
  • Sabato 19 Giu 2021
    Helga Plankensteiner: baritone sax Florian Bramböck: baritone sax Massimiliano Milesi: baritone sax Giorgio Beberi: baritone sax Mauro Beggio: drums Perla rara nella scena jazzistica, Barionda riunisce quattro illustri figure del sax baritono. Helga Plankensteiner sorprende sempre con nuovi progetti e, dopo i gruppi femminili Girltalk e Fifth Side e il quartetto con Mauro Ottolini El Porcino Organic, è attualmente impegnata con il suo sestetto Plankton, con Matthias Schriefl ed altri. Suona con la Torino Jazz Orchestra, la Carla Bley Bigband ed altri; da alcuni anni scrive musica contemporanea, tra l'altro per l'Orchestra Haydn di Bolzano e l'ensemble Windkraft. Florian Bramböck è uno dei più rinomati sassofonisti e compositori austriaci. Noto per aver suonato per anni con la Vienna Art Orchestra e il quartetto di sassofoni Saxofour, riesce a coinvolge il pubblico con la sua poliedricità, il suo virtuosismo e il suo senso dell'umorismo. Le sue composizioni spaziano dalla musica per banda al jazz, all'opera lirica. Giorgio Beberi è il motore di tante formazioni jazzistiche trentine, fra cui Tiger Dixie Band, BiFunK Brass Band, Sax Four Fun e la New Project Orchestra. Ha collaborato con varie orchestre anche in ambito classico: Teatro Verdi di Milano, Orchestra Haydn di Bolzano e Trento e attualmente anche con La Fenice di Venezia e l'Orchestra Nazionale. Massimo Milesi è uno dei sassofonisti più attivi della scena jazz italiana, impegnato anche a livello internazionale con la European Orchestra di Wayne Horvitz, ha suonato e pubblicato nel 2020, il disco When?, con Dave Douglas e Steven Bernstein. Il noto batterista Mauro Beggio, già con Rava e Pierannunzi, completa il quartetto dei baritonisti.
  • Sabato 19 Giu 2021
    Franz Zanardo: guitar Lino Brotto: guitar Beppe Pilotto: bass Stefano Menato: sax, clarinet Mattia Martorano: violin Almamanouche suona con passione e devozione la musica del grande chitarrista e compositore Django Reinhardt. Il celebre musicista di origine zingara, malgrado una seria menomazione ad una mano, riuscì ad inventare una nuova tecnica chitarristica e a conquistare la fama di caposcuola della chitarra jazz ed emblema del jazz europeo del ventesimo secolo. Con la collaborazione del violinista di origini italiane Stephane Grappelli, Reinhardt fondò il gruppo Hot Club De France, che divenne la formazione jazz più importante d’Europa negli anni ‘30 e ‘40. Oggi la musica di Django viene celebrata in tutto il mondo con molti festival e jazz club a lui dedicati.