banner inside 01 it

Debito ed Austerità: una narrazione da rivedere? - Pubblicato da martin_inside

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

Interviene
Marco Bersani

Introduce e modera
Carmela Marsibilio

Il debito pubblico è la bestia nera delle società moderne, quasi un peccato originale che tutti sono chiamati ad espiare coltivando un definitivo senso di colpa.
La narrazione del debito è diventata spesso la giustificazione primaria per incrementare un sistema di diseguaglianze sociali, giustificando
e imponendo il taglio della spesa pubblica negli ambiti più sensibili della vita di tutti come la salute e l’istruzione. Si può criticare tutto questo?

Marco Bersani, laureato in Filosofia, è dirigente comunale dei servizi sociali e consulente psicopedagogico per cooperative sociali.
Socio fondatore di Attac Italia e Cadtm Italia, è stato fra i promotori del Forum italiano dei movimenti per l'acqua e della campagna “Stop Ttip Italia”.

Carmela Marsibilio, conduttrice Rai Alto Adige.
Lavora presso la Struttura Programmi di Rai Alto Adige come documentarista e conduttrice di programmi radiofonici.
Al momento cura la rubrica settimanale “Greenwich”, una trasmissione di approfondimento su tematiche di grande interesse per il nostro territorio, dai temi sociali ai cambiamenti climatici, dall’economia all’associazionismo.

Contatti :

Date e orari evento :

Giovedì 28 Ott 2021

Potrebbe interessarti anche :

  • ogni giorno fino a Dom 13 Feb 2022
    Obiettivo del workshop è chiarire il percorso pittorico che portò gli artisti dell’Ottocento in ambito europeo, in particolare J.B.C.Corot, a creare le premesse per il passaggio graduale dal figurativo all’astratto. Verranno analizzate anche le correnti artistiche americane ed europee dalla metà del ‘900, le Neoavanguardie degli anni ’60 e ’70, fino alle proposte più significative dei nostri giorni. Stimolati dalla conoscenza dei grandi pittori del passato, eseguiremo in laboratorio lavori partendo da immagini figurative, puntando ad una loro progressiva astrazione, fino a giungere ad opere totalmente astratte e di grande impatto.
  • ogni giorno fino a Dom 23 Gen 2022
    Corso di formazione per il corretto utilizzo delle campane tibetane. Con i suoni armonici delle campane tibetane e‘ possibile raggiungere un rilassamento profondo e percepire serenita‘ e calma interiore. I suoni delle campane tibetane stimolano un processo di auto guarigione e di armonizzazione. ?Adagiate sul corpo le campane possono sciogliere contratture e aumentare la nostra vitalita‘.?? In questo corso imparate molto di piu‘ sulle varie possibilita‘ di applicazione e come con diverse tecniche potete usare le campane in modo benefico e rigenerante. ?Dopo il corso siete in grado di usare le campane per voi stessi, la famiglia e in ambiti pedagogici, terapeutici e del benessere. Dopo questo corso è possibile continuare con la formazione professionale di massaggio con campane tibetane presso AnKlang. Fa parte quindi di un percorso di formazione di 4 fine settimana dove alla fine conseguite il certificato di operatore con le campane tibetane. Dopo questo primo incontro puoi decidere tranquillamente se proseguire con la formazione completa. Prezzi e info sulla formazione completa https://www.anklang.it/it/vedi-aerticoli/11-formazione/125-formazione-massaggio-campane-tibetane.html
  • Venerdì 17 Dic 2021
    con Andrea Iacomini Andrea Iacomini è dal 2012 portavoce nazionale di UNICEF Italia. Giornalista di origini abruzzesi, impegnato fin da giovanissimo come volontario e attivista nel mondo dell’associazionismo scautistico, politico e sociale, si occupa di tematiche relative all’Europa e alla cooperazione internazionale, prima come esperto di Fondi strutturali e successivamente come responsabile stampa dell’OICS - Agenzia delle Regioni per la Cooperazione Internazionale per assumere poi l’incarico di portavoce dell’Assessorato alle Politiche per l’Infanzia e la Famiglia del Comune di Roma. Tra le tante mobilitazioni lanciate in questi anni in UNICEF Italia, si ricorda la campagna «Tutti giù per terra», per dire basta alle morti di piccoli innocenti in mare. Tra le sue missioni più importanti quelle in Ghana, Sierra Leone, Libano, Siria, Giordania, Iraq e Kurdistan iracheno dove ha visitato molti campi profughi e attività dell’UNICEF. Per sensibilizzare i giovani ha tenuto lezioni sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia e nel mondo, sulla povertà e sullo scenario internazionale (con particolare attenzione ai Paesi in via di sviluppo e alle guerre). A Bolzano racconterà storia e impegno di UNICEF: 75 anni per i bambini Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria e green pass