banner inside 01 it

Jeda der Schneemann - Pubblicato da martin_inside

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Contatti :

Date e orari evento :

ogni giorno fino a Sab 13 Gen 2018

Potrebbe interessarti anche :

  • ogni giorno fino a Sab 02 Feb 2019
    Zwei Hände begegnen sich. Rechte Hand und linke Hand, Dumpu trifft auf Dinki und beide sind sich erst einmal sehr, sehr fremd! Die Eine grummelnd und Faust-geballt und die Andere frech, verspielt und neugierig. Wer ist der Andere? Freund oder Feind? Sicherer ist es erstmal, eine Hand-Mauer zu bauen, denkt Dumpu. Doch Dinki versteht nicht, was Grenzen sind und mag nicht gern allein sein. Spielt der auch so gerne wie ich? War das noch Spaß oder ist das schon Streit? Kann es nur einen geben, oder geht es auch Hand in Hand? Ein Theaterstück in dem es um Vertrauen und Mißtrauen geht, um streicheln und festhalten, um Fingerkäfer, Händehühner und eine geklaute Glühbirne. In Phantasiesprache: auch für fremdsprachige Zuschauer geeignet! Anne Klatt (A), für alle ab 4 Jahren, Dauer: ca. 40 Minuten
  • Domenica 10 Feb 2019
    FILOPICCOLA DI LAIVES/BRONZOLO Musical in due atti di Lorenza Pallaoro Regia di Lorenza Pallaoro Il nuovo lavoro della piccola Filo si intitola, 7 sposi per 7 sorelle, non è uno sbaglio, Cupido Junior per sbaglio ha tirato le frecce dell’amore alle sorelle. Questa volta la storia si inverte, e finalmente saranno le donne a scegliere l’amore della loro vita. Uno spettacolo: frizzante, entusiasmante pieno di buon umore. Quello che ci vuole per passare un momento divertente della vostra vita. Ritornerete a casa con il sorriso. Buon divertimento, vi aspettiamo!
  • Sabato 23 Feb 2019
    Di Klaus Saccardo, Nicolò Saccardo e Natascia Belsito Con Klaus Saccardo e Nicolò Saccardo Durata: 55 minuti? Età consigliata: per tutti a partire dai tre anni Produzione COMPAGNIA DEI SOMARI E ARIATEATRO ?Un piccolo clown si ritrova un giorno lontano dalla propria casa, e si affida così alle cure improvvisate di un contadino, poco incline alle relazioni, soprattutto a quelle con i bambini. I due devono imparare a conoscersi, e a comprendere le esigenze l’uno dell’altro. Le figure del clown e del contadino rappresentano due mondi diametralmente opposti: da un lato quello adulto, concreto, fatto di terra e di ritmi che si ripetono, e dall’altro l’universo bambino di gioco e di scoperta in cui tutto è possibile. Lo spettacolo vede in scena un padre, attore professionista, con suo figlio, un bambino di sette anni. In un lavoro senza parole, indagano sulle relazioni di scambio fra due generazioni, annullando la dimensione verticale di processo educativo, a favore di un ascolto reciproco capace di costruire una relazione profonda. La vitalità del teatro attinge qui ad una relazione pura e significativa come quella tra padre e figlio, e l’abbandono della parola permette al percorso emotivo di irrompere sulla scena, in uno spettacolo curato, delicato e ricco di vita. La sua visione rimanda alla tenerezza e il divertimento de Il Monello, le impertinenze di Pinocchio e Geppetto, le scoperte di Little Nemo, in forma di antologia e sana dedica all'immaginario collettivo.