corsi e percorsi banner inside GIUSTO

L’uomo con la macchina da presa - Pubblicato da ylenia_inside

0
  • Via Cavour 1, Merano, BZ
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

di Dziga Vertov - URSS 1929 - 67’
“L’uomo con la macchina da presa” è il film più celebre di Vertov, una delle cineopere sperimentali più significative del secolo scorso nonché il film-manifesto delle teorie sul Cineocchio (Kinoglaz). Il suo protagonista: il regista; il suo assistente: l´operatore; il suo soggetto: il cinema e i suoi rapporti con la realtà, con la vita. Sequenza dopo sequenza, il film rivela l´artificiosità del mezzo cinematografico, distruggendo con una serie di espedienti tecnici ed espressivi la disponibilità dello spettatore all´identificazione, alla partecipazione, all´illusione. Distribuito quando ormai Stalin aveva consolidato il proprio potere, la carica eversiva e le implicazioni antitotalitarie dell´estetica vertoviana d´avanguardia non furono subito comprese e in poco tempo, ormai codificato dall´alto il realismo socialista, Vertov fu emarginato.
Nell´ambito della rassegna-seminario ”Mercoledì Cinema - La forza dello sguardo. Quattro frammenti di cinema russo”. Entrata libera

Contatti :

  • Organizzatore : Fondazione Upad e Mairania 857 in collaborazione con Centro russo Borodina
  • Location : Centro per la cultura
  • Indirizzo : Via Cavour 1, Merano, BZ
  • Sito Web : www.centroperlacultura.it

Date e orari evento :

Mercoledì 11 Set 2019

Potrebbe interessarti anche :

  • Mercoledì 19 Feb 2020
    di Alfred Hitchcock (The Birds) - USA 1963 - 115' dopo “Psycho”, Hitchcock si era garantito i diritti del racconto "Gli uccelli" della scrittrice inglese Daphne Du Maurier per realizzare uno dei suoi show tv settimanali, ma poi, dopo aver letto sul giornale locale di Santa Cruz di inspiegabili attacchi di uccelli che si erano verificati nella cittadina californiana, decise di adattarlo per un film destinato alle sale cinematografiche. Allo sceneggiatore Evan Hunter Hitchcock disse: “teniamo solo il titolo”. Nell'ambito della rassegna "Mercoledì Cinema - L'arte di creare suspance. 4 film di Alfred Hitchcock". Entrata libera
  • Domenica 26 Gen 2020
    IT 2019, 90 min. regia: Checco Zalone con: Checco Zalone, Barbara Bouchet, Alexis Michalik, Manda Touré Spinazzola, cuore delle Murge pugliesi. Checco rifiuta il reddito di cittadinanza e apre un sushi restaurant ma, dopo l'entusiasmo iniziale, fallisce miseramente e decide di fuggire dai creditori e dal fisco "là dove è possibile continuare a sognare": ovvero in Africa, dove si improvvisa cameriere per un resort esclusivo. Lì incontra Oumar, cameriere con il sogno di diventare regista e la passione per quell'Italia conosciuta attraverso il cinema di Pasolini. Improvvisamente in Africa scoppia la guerra e i due sono costretti a emigrare, anche se Checco non punta all'Italia ma ad uno di quei Paesi europei in cui le tasse e la burocrazia sono meno pressanti che nel Bel Paese. A loro si uniranno la bella Idjaba e il piccolo Doudou.
  • Mercoledì 05 Feb 2020
    di Alfred Hitchcock (The Rope) - USA 1948 - 80' Il primo film di Hitchcock ripreso in Technicolor e come lui stesso ricorda: "un'idea un po' folle, girare un film costituito da una sola inquadratura, se ci rifletto, mi rendo conto che era completamente senza senso, perché rompevo con tutte le mie tradizioni e rinnegavo tutte le mie teorie sulla segmentazione del film e sulle possibilità offerte dal montaggio". Nell'ambito della rassegna "Mercoledì Cinema - L'arte di creare suspance. 4 film di Alfred Hitchcock". Entrata libera