banner eventi annullati it

Visita guidata alla distilleria Unterthurner - Pubblicato da TV Marling

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

Visita guidata alla distilleria privata Unterthurner ogni mercoledí alle ore 16 . Prenotazione, tel. 0473 447186 oppure www.unterthurner.it/privatbrennerei/besichtigung.html.
Contributo spese 10 Euro (buono sconto a 5 Euro incl.).


©Privatbrennerei Unterthurner

Tags

Contatti :

Date e orari evento :

ogni settimana fino a Mer 11 Nov 2020 nei giorni di: Mercoledi Venerdi

Pubblicato da :

Potrebbe interessarti anche :

  • Venerdì 11 Dic 2020
    "INDIFFERENZA" Parole del tempo/Zeitworte CLAUDIA DURASTANTI E NADIA TERRANOVA DIALOGANO CON MARINO SINIBALDI INTRODUCE ALESSANDRO MEZZENA LONA LETTURE DI LORENZO ZUFFI ??? Questo incontro è il primo di cinque appuntamenti online che ospitano gli autori dei racconti contenuti nel volume "Indifferenza", ultimo pubblicato da Alphabeta nella collana "Le parole del tempo / Zeitworte". ?? Si può assistere all'incontro in diretta: sulla piattaforma ZOOM a questo link ?https://bit.ly/indifferenza11dicembreFB sulla ? pagina Facebook di Alphabeta Verlag ??? ? Claudia Durastanti "Indifferenza" contiene il suo racconto "I maghi in televisione". Scrittrice e traduttrice letteraria, Claudia ha vinto il Mondello Giovani con il suo romanzo d’esordio "Un giorno verro? a lanciare sassi alla tua finestra (Marsilio, 2010). Sono seguiti "A Chloe, per le ragioni sbagliate" (Marsilio, 2013) e "Cleopatra va in prigione" (minimum fax, 2016). Il recente "La straniera" (La nave di Teseo, 2019) ha partecipato alla finale del Premio Strega ed e? in corso di traduzione in quindici Paesi. Claudia è tra i fondatori del Festival of Italian Literature di Londra. Al momento vive a Roma. ? Nadia Terranova è autrice del racconto "Tre estati", contenuto in "Risentimento", primo volume della Collana "Le parole del tempo". Questo incontro è l'occasione per mettere a confronto due parole significative e due visioni diverse per una profonda lettura del contemporaneo. Nadia è nata a Messina nel 1978 e vive a Roma. Dopo "Gli anni al contrario" (2015), con "Addio fantasmi" (Einaudi 2018) è finalista al Premio Strega 2019). Del 2020 è "Come una storia d’amore", raccolta di racconti per Giulio Perrone Editore 2020. Ha scritto molti libri per ragazzi, tra cui "Casca il mondo" (Mondadori 2016), "Omero è stato qui" (Bompiani 2019, illustrazioni di Vanna Vinci, selezionato nella dozzina del Premio Strega Ragazzi) e "Aladino" (Orecchio Acerbo 2020, illustrazioni di Lorenzo Mattotti). È stata tradotta in tutto il mondo e collabora con diversi giornali tra cui la Repubblica e Il Foglio. ? Marino Sinibaldi direttore di Rai Radio 3, è critico letterario e autore e conduttore radiofonico e televisivo. Ideatore, tra le altre, della trasmissione Fahrenheit di Rai Radio 3. In Rai ha condotto "Fine secolo", "Lampi", "Senza rete", "Supergiovani", "Tema". Ha scritto "Pulp. La letteratura nell’era della simultaneità" (1997) e con N. Ginzburg "È difficile parlare di sé. Conversazione a più voci condotta da Marino Sinibaldi" (1999). Del 2014 è "Un millimetro in là. Intervista sulla cultura", a cura di G. Zanchini. ??? "Parole del tempo / Zeitworte" è un progetto bilingue che coinvolge scrittori italiani e di lingua tedesca, a conferma della vocazione principale di Alphabeta: mettere a confronto e far dialogare culture diverse, ponendosi attivamente “tra” i confini e analizzare nel profondo diversi scenari culturali attraverso la letteratura. ??? "INDIFFERENZA" Racconti di Eraldo Affinati, Marco Balzano, Claudia Durastanti, Helena Janeczek, Giacomo Sartori a cura di Giovanni Accardo [Alphabeta Verlag, novembre 2020] Info sul volume: ? https://bit.ly/3ohZUDA ??? "INDIFFERENZA". INCONTRI CON GLI AUTORI Il ciclo di incontri è un PROGETTO DI ALESSANDRO MEZZENA LONA PER ALPHABETA VERLAG Prossimi incontri: ? giovedì 17 dicembre, ore 18 Incontro con Eraldo Affinati ? venerdì 18 dicembre, ore 18 Incontro con Helena Janeczek ? venerdì 8 gennaio, ore 18 Incontro con Marco Balzano ? Venerdì 15 gennaio, ore 18 Incontro con Giacomo Sartori
  • Martedì 15 Dic 2020
    Kultur am Nachmittag: Raffaels Werk mit besonderer Berücksichtigung seiner Madonnenbilder Lichtbildervortrag In diesem Jahr wird an den 500. Todestag Raffaels gedacht. Sein Werk galt ganz dem Ideal der Schönheit. Für ihn besitzt die Kunst, vor allem anderen, ästhetischen Wert, Schönheit findet sich in der Natur nur unvollkommen und verstreut wieder. Nur die Kunst ist imstande die Schönheit "ganz zu offenbaren und sie aufgrund einer intellektuellen Synthese von Erfahrungen, durch die Idee des Künstlers, zu verwirklichen" Das damals neu formulierte Kunstideal, "das Schönheit und Wahrheit mit der Autorität der klassisch-antiken Tradition und wissenschaftlichen Grundlagen verband, wurde zur Norm und sollte über die gesamte Stilentwicklung der Neuzeit bis in die jüngeren Jahrzehnte unerschüttert bleiben". In seiner ersten künstlerischen Schaffensperiode in Florenz von 1504 bis 1507 setzte Raffael sich mit allen zeitgenössischen Einflüssen auseinander. Vor allem mit Leonardo, Fra Bartolommeo und Michelangelo. Die Bemühungen um eine eigene Formensprache zeigen sich in den Madonnenbildern dieser Jahre. Ob Kreis-, Dreiecksform oder Pyramide, immer findet Raffael einen Weg, seine Marienfiguren durch elegante Schönheit, Vergeistigung und Lieblichkeit zu gestalten, sodass eine Komposition die andere zu übertreffen schien. Meran, urania-Haus, Alton-Saal Dozent: Dangl, Gertrud Gesamtgebühr: 5,00 €
  • Sabato 05 Dic 2020
    16° GIORNATA DEL CONTEMPORANEO promossa da AMACI - Associazione dei Musei di Arte Contemporanea Italiani In occasione della 16 giornata del contemporaneo promossa da AMACI - Associazione dei Musei di Arte Contemporanea Italiani, che in questa occasione ha invitato i musei associati a riflettere sul significato del concetto di “community”, KUNST MERAN MERANO ARTE propone il progetto dell’artista Barbara Gamper in collaborazione con l’attivista femminista Nera Fouzia Wamaitha Kinyanjui At the point of subversion (constituting the new normal). Alla base di questo lavoro si pone appunto l’intreccio tra pratica artistica e attivismo, così come il concetto di power sharing, attraverso un dialogo volto a sovvertire quelle dinamiche di potere attraverso cui si costituiscono ruoli e gerarchie: chi pone le domane e chi risponde? Come dare voce a quei soggetti a cui spesso è imposto un ruolo subalterno nello spazio pubblico, sociale, politico, economico e artistico? Il “punto di sovversione (che costituisce la nuova normalità)” intende quindi innescare una riflessione negli spettatori rispetto ai propri privilegi e modelli comportamentali. Questo confronto darà esito a un video in cui alla comunicazione verbale si accompagneranno forme non verbali: da una parte saranno proposte una serie di domande, risposte e citazioni in diverse lingue (tedesco, italiano, inglese, swahili e kikuyu), suscitando un senso di inclusione quanto di esclusione negli spettatori; da un’altra sarà sviluppato un linguaggio performativo, visivo e anche tattile, attraverso l’uso di materiali tessili. Barbara Gamper ha infatti svolto diverse ricerche sul significato storico e simbolico che essi veicolano, rifacendosi ad esempio all’archeologa e linguista Marija Gimbutas, alla biologa e femminista Donna Haraway, alla sociologa Riane Eisler e alla filosofa Gayatri Spivak (una co-fondatrice della teoria postcoloniale) Il video, pubblicato sul sito di Kunst Meran Merano Arte in occasione della Giornata del Contemporaneo di sabato 5 dicembre 2020, costituirà il punto di partenza di un progetto più ampio che intende svilupparsi in una forma aperta e partecipativa, ponendo al centro una riflessione critica sui concetti di comunità, individualità, diritti e “accountability” (responsabilizzazione). Image: At the point of subversion (constituting the new normal), video still, Barbara Gamper & Fouzia Kinyanjui, 2020 Read more:https://bit.ly/AtThePoinOfSubversionIT