generazioni banner inside

Visita guidata a Castel Wolfsthurn - Pubblicato da martin_inside

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

Si visitano le splendide sale barocche di Castel Wolfsthurn e il Museo provinciale della caccia e della pesca.
La visita inizia nelle sale fastose di Castel Wolfsthurn, nelle quali si ravviva la storia di questo gioiello architettonico del barocco tirolese: la splendida sala da ballo, gli straordinari arazzi e gli arredi originali forniscono un’idea della vita nobiliare dei tempi passati.
Il percorso continua nelle sale della mostra permanente sulla caccia e sulla pesca in Alto Adige. Alla scoperta dello stambecco, del gallo cedrone, dello scazzone e di tanti altri animali selvatici e pesci nostrani, conosceremo interessanti fatti storici relativi alla caccia e alla pesca. Gli oggetti d'arte popolare in esposizione ci aiuteranno a capire il ruolo speciale che queste attività hanno da sempre giocato nella vita dell’uomo.

Ticket: prezzo d’ingresso + 2 € per la guida; durata: circa 1 ora"

Tags

Contatti :

Date e orari evento :

ogni giorno fino a Ven 30 Ago 2019

Note sugli orari :

mar h. 15:00

Potrebbe interessarti anche :

  • Sabato 05 Ott 2019
    Die 10 größten Mythen der Onkologie Vortrag mit Lothar Hirneise Samstag 05. Oktober 2019 20.00 – 21.30 Uhr Mühlbach Lothar Hirneise ist seit über 20 Jahren Vorstand von Krebs21, einer Vereinigung die nicht-universitäre Krebstherapien untersucht. Er bereist die ganze Welt um herauszufinden, wie in anderen Ländern Krebs therapiert wird und wie erfolgreich diese Therapien sind. Sein Spezialgebiet ist dabei die Erforschung von Therapien, die Menschen gemacht haben um wieder gesund zu werden, obwohl sie von der universitären Medizin aufgegeben waren. Er ist außerdem ein Schüler der bekannten Forscherin Dr. Johanna Budwig (Erfinderin der Öl-Eiweiß Kost) und ehemaliger Forschungsdirektor der National Foundation for Alternative Medicine in Washington D.C. Seit 2006 gibt er sein Wissen weltweit auf Vorträgen und in Deutschland weiter.
  • Giovedì 10 Ott 2019
    Sin dagli anni ‘90, Rainer Ploner si dedica alla pittura. La sua tecnica preferita è l’acquarello, sebbene il suo lavoro sia caratterizzato anche da paesaggi di grande formato in acrilico e olio. Già da decenni ama osservare uccelli e animali selvatici nel loro habitat naturale e in particolare, è affascinato dai tetraonidi. Questa mostra presenta una serie di motivi di avifauna, realizzati con la sensibilità dell’acquarello. Le opere sono contraddistinte da una delicata varietà cromatica, ma anche da consistenze più intense che danno addirittura origine a una sensazione tattile. Nulla distrae lo sguardo dell’osservatore dall’animale raffigurato. La rappresentazione parzialmente frammentaria e lo sfondo bianco stimolano i nostri pensieri, lasciando così intuire l’essenza “animale”. Rainer Ploner, nato ad Aldino nel 1970, lavora da oltre 15 anni per il Servizio Forestale della Provincia di Bolzano. Membro degli Unterlandler Freizeitmaler (pittori amatoriali della bassa atesina, ndt), ha esposto le sue opere in svariate mostre in Alto Adige e oltre i suoi confini. Tutti gli interessati sono invitati al vernissage, che si terrà giovedì 10 ottobre alle 18.30. Introdurrà la serata Reinhard Ploner, mentre l’intrattenimento musicale sarà a cura di Rupert Ploner e Sophia Andrich. La mostra potrà essere visitata fino al 10 gennaio 2020. Informazioni più dettagliate possono essere richieste a Elisabeth Frei, tel. 0471 655 550.
  • Domenica 29 Set 2019
    Domenica 29 settembre 2019 a partire dalle ore 10:00 si terrà a Verdignes in Comune di Chiusa la manifestazione culturale e gastronomica "Autunno del Birmehl". Nel centro del paese saranno offerte delle specialità gastronomiche da parte delle strutture gastronomiche e associazioni locali. Oltre ai prodotti tipici locali, saranno offerti anche dolci, carne selvaggina, gnocchi e pasta sulla base di "Birmehl". Alle ore 10:30 e alle 14:00 si parte con un’ escursioni guidata in lingua tedesca lungo il sentiero del “Birmehl” (ritrovo in piazza a Verdignes). Il programma d’intrattenimento offre ancora di più: degustazioni di antiche varietà di frutta in collaborazione con l’associazione Sorten Garten Südtirol La farina di pere (Birmehl) è un antico alimento contadino, impiegato un tempo come dolcificante al posto del costoso zucchero. La sua produzione era molto complessa e lunga, ma il suo impiego era molto vario e conferiva alle pietanze un sapore unico. Dapprima le pere denocciolate o intere venivano essiccate, ottenendo così la cosiddetta Kloaz, che poi veniva macinata trasformandola in farina. I numerosi pereti di Verdines erano considerati la fonte migliore per ottenere la farina, tanto che un tempo questa località veniva chiamata ironicamente Birmehldorf , “paese della farina di pere”. La mosa di grano saraceno viene consumata, come in passato, direttamente dalla padella seduti intorno al tavolo. Il Birmehlherbst di Verdines si è ormai trasformato in un appuntamento culinario e offre piatti della tradizionale cucina contadina, ormai scomparse, come la “mosa di grano saraceno con confettura di sambuco” (Plentene Muas mit Holermulle) e il “semolino al grano saraceno con farina di pere” (Plentenen-Birmehl-Riebler). Non c’è limite alla creatività dei piatti, tanto che i menù dei vari ristoranti e associazioni si arricchiscono delle ricette più disparate, preparate con farina di pere, quali gnocchetti e ravioli, pane, tortellini, brasato di cervo con cavolo rosso e Schupfnudel (gnocchi tipici), canederli di prugna con mantello di farina di pere, strudel, Krapfen e tant’altro. Queste delizie gastronomiche vengono proposte dagli esercizi ristorativi di Verdines anche durante l’intera settimana precedente l’evento. Inoltre alle ore 10:30 e 14:30 si terranno delle escursioni guidati lungo il sentiero (ritrovo in piazza a Verdignes) Collegamento in autobus verso e da Verdines Verso Verdines: da Chiusa, ore 8.32, 10.32, 13.32; da Bressanone, ore 8.27, 10.27, 13.27. Da Verdines: verso Chiusa e Bressanone, ore 11.03, 14.03, 16.03, 18.03