banner inside 01 it

05 matthiasgraziani p42

Il confine tra ciò che è lecito e ciò che non lo è, quando si cerca di vivere con una curiosità priva di pregiudizi, può rivelarsi labile.
La consapevolezza, se è forte, può aiutare molto, ma la tentazione di giustificare i mezzi meno nobili per un nobile fine, o anche per appagare il proprio orgoglio, è forte. Uno scapestrato poliziotto italo-tedesco, nella particolare accezione altoatesina, si trova ad indagare sull’efferato delitto di due persone ad opera di uno spietato killer soprannominato “il pastore tedesco”. Una piacente collega, dettagli pulp e tormenti esistenziali completano gli ingredienti di Quel che resta del peccato, thriller a tinte forti scritto dal bolzanino Matthias Graziani, già noto per l’apprezzato Sottopelle. All’autore, che è anche giornalista e docente di scrittura creativa, abbiamo chiesto della genesi di questo libro, dell’influenza che il particolare contesto culturale e naturale altoatesino ha sulla sua creatività e delle differenze tra narrare i fatti e inventarseli per fini letterari.

Graziani, come nasce Quel che resta del peccato?
Come per ogni mio romanzo è l’ispirazione per un determinato genere a dare il via a una storia. L’atmosfera soprattutto. In questo caso avevo voglia di scrivere un thriller dalle sfumature pulp. Poi ho creato il cattivo, perché spesso è il cattivo a fare la storia. Da qui sono partito e il resto si è aggiunto come un puzzle.

In che modo la sua attività di giornalista influenza la sua attività di scrittore?
Per me sono due tipologie di scrittura completamente differenti. Come giornalista racconto i fatti, come scrittore i fatti li mostro. Bisogna mostrare in testa dei lettori, far vivere loro le scene del romanzo, quindi l’approccio è molto differente da quello giornalistico. Sicuramente la metodologia della ricerca, scrivendo un thriller, è molto utile.

Nei bucolici paesaggi altoatesini molti vedono occasioni di svago e relax. Cosa ci vede lei, autore di thriller?
Penso che uno scrittore possa divertirsi a stravolgere i canoni. In questo caso la contrapposizione tra la città più vivibile d’Italia e i fatti violenti narrati nella storia mi hanno permesso di rendere meno scontate le vicende.

Quale dei personaggi di questo libro trova più, anche sinistramente, affascinante? Perchè?
La psicologia del killer è affascinante, ma non posso svelare nulla, no spoiler! Sicuramente anche Kurt, il protagonista, è un personaggio che attira, proprio perché agisce senza pensare alle conseguenze e reagisce spesso d’istinto ed è quello che forse, ogni tanto, tutti noi vorremmo poter fare.

Il concetto di “peccato” è saldamente legato alla religione; la data del misfatto al centro del suo libro coincide con la festa cattolica del Sacro Cuore. Quali spunti le ha dato la radicata religiosità degli altoatesini?
Spesso alcune feste religiose possono suscitare una sorta di mistero, e fascino. Fin da piccolo questa festa ha creato in me una certa suggestione, anche in questo caso la contrapposizione tra il bello e il violento poteva essere un buon punto di partenza per il romanzo.

Il genere letterario con cui lei si confronta trova nel cinema contemporaneo un’importante parte. Sarebbe favorevole ad un adattamento cinematografico dei suoi libri?
Sarebbe fantastico! Ma non vorrei venisse stravolto troppo, mi rendo conto che i linguaggi sono differenti, e che ci vogliono adattamenti, ma se così dovesse essere vorrei venisse fatta rispettando la trama e i personaggi. Oppure potrei seguire l’esempio di Sylvester Stallone per il suo Rocky: vendere la mia storia a patto che sia io a interpretare il personaggio principale!
[Mauro Sperandio]

Titolo: Quel che resta del peccato
Autore: Matthias Graziani
Editore: La Corte Editore, Torino 2018

Culture

Articoli numero attuale

Il 2019 inizia all’insegna del grande teatro - In gennaio Turandot, Placido, Paolini, Branciaroli e la rivisitazione dell’Otello

Il 2019 inizia all’insegna del grande teatro - In gennaio Turandot, Placido, Paolini, Branciaroli e la rivisitazione dell’Otello

Il nuovo anno teatrale in Alto Adige si apre con una serie di spettacoli di ottimo livello e per tutti i gusti.

Leggi tutto...

Das deutschsprachige Theater im Januar - Nachdenklicher Jahresanfang

Das deutschsprachige Theater im Januar - Nachdenklicher Jahresanfang

Im Jänner wird viel sinniert: über Europa, das Gefühl der Ausweglosigkeit und die Altlasten der Geschichte.

Leggi tutto...

Il cartellone di musica classica in gennaio - Il 2019 inizia con Strauss e Schumann

Il cartellone di musica classica in gennaio - Il 2019 inizia con Strauss e Schumann

I concerti di Capodanno in provincia sono innumerevoli, giacché la musica si presta meglio di altre arti a sottolineare e accompagnare momenti di gioiosa speranza ed euforica allegria.

Leggi tutto...

Ein halbes Jahrhundert Theater- 2017 feierte die Heimatbühne St. Jakob/Grutzen ihren 50. Geburtstag

Ein halbes Jahrhundert Theater- 2017 feierte die Heimatbühne St. Jakob/Grutzen ihren 50. Geburtstag

Als sich die 14 jungen Leute vor nunmehr 52 Jahren an einen Tisch setzten um die Vereinsstatuten festzuschreiben, ahnten sie wohl nicht, wie stark sie damit das kulturelle und gesellschaftliche Leben ihres Dorfes prägen würden.

Leggi tutto...

Un thriller pulp nell’idilliaco Alto Adige - “Quel che resta del peccato”, l’ultimo romanzo di Matthias Graziani

Un thriller pulp nell’idilliaco Alto Adige - “Quel che resta del peccato”, l’ultimo romanzo di Matthias Graziani

Il confine tra ciò che è lecito e ciò che non lo è, quando si cerca di vivere con una curiosità priva di pregiudizi, può rivelarsi labile.

Leggi tutto...

Unterlandler Avantgarde- 21 Jahre jung und begeistert wie eh und je: das Kunstforum Unterland

Unterlandler Avantgarde- 21 Jahre jung und begeistert wie eh und je: das Kunstforum Unterland

Seit 1997 besticht das Kunstforum Unterland (KFU) mit Ausstellungen zur zeitgenössischen Kunst. Kuratorin Brigitte Matthias stellt ihre Wirkungsstätte vor.

Leggi tutto...

ART’è Donna, in corso la settima edizione - Il progetto del Comune di Bolzano intende valorizzare dieci artiste under 35

ART’è Donna, in corso la settima edizione - Il progetto del Comune di Bolzano intende valorizzare dieci artiste under 35

Ha preso il via la settima edizione consecutiva di “ART’è donna”, progetto al femminile varato dal Comune di Bolzano che ha come obiettivo la promozione di giovani artiste under 35 che, attraverso le proprie creazioni, raccontano di sé e del mondo che le circonda.

Leggi tutto...

Grandi nomi e nuove tendenze - Intervista ad Alessandro Casciaro, responsabile dell’omonima galleria d’arte

Grandi nomi e nuove tendenze - Intervista ad Alessandro Casciaro, responsabile dell’omonima galleria d’arte

Er ist aus der Südtiroler Musikszene nicht wegzudenken: Andreas Marmsoler ist ein Urgestein am Bass und an der Gitarre. Im Laufe seiner Karriere hat er außerdem viele Instrumente selbst gebaut und unzählige repariert.

Leggi tutto...

Marmsoler: “Musiker sind tolerante Menschen” - Der Bassist und Instrumentenbauer über seine jahrzehntelange Karriere

Marmsoler: “Musiker sind tolerante Menschen” - Der Bassist und Instrumentenbauer über seine jahrzehntelange Karriere

Er ist aus der Südtiroler Musikszene nicht wegzudenken: Andreas Marmsoler ist ein Urgestein am Bass und an der Gitarre. Im Laufe seiner Karriere hat er außerdem viele Instrumente selbst gebaut und unzählige repariert.

Leggi tutto...

Manuel Randi, il “nomade” torna a casa - Il versatile chitarrista bolzanino in concerto l’11 gennaio all’Hotel Laurin

Manuel Randi, il “nomade” torna a casa - Il versatile chitarrista bolzanino in concerto l’11 gennaio all’Hotel Laurin

Non si fa a tempo a entrare dal fondo del teatro bolzanino dove sta provando, al basso per l’occasione, il concerto di presentazione del nuovo cd del suo amico Marco Delladio, che lui si sbraccia a salutare dal palco.

Leggi tutto...

Die Harfe, das Instrument der Engel - Interview mit Isabel Goller, einer aufstrebenden Harfenistin aus Brixen

Die Harfe, das Instrument der Engel - Interview mit Isabel Goller, einer aufstrebenden Harfenistin aus Brixen

Isabel Goller ist eine junge, aufstrebende Harfenistin aus St. Andrä bei Brixen. Ein Gespräch.

Leggi tutto...

Beim Singen sind aller guten Dinge vier - Der Viergesang „De cater“: ein Gespräch über Leidenschaft und Perfektion

Beim Singen sind aller guten Dinge vier - Der Viergesang „De cater“: ein Gespräch über Leidenschaft und Perfektion

Seit 20 Jahren verbindet Silvia Delago, Sara Delago, Christine Wanker und Katrin Perathoner die Liebe zu anspruchsvoller Vokalmusik. Sie singen charakteristisches und unverfälschtes Liedgut aus dem Alpenraum und Lieder anderer Stilrichtungen – a cappella und vierstimmig. Im Gespräch mit „insidebz“ wird klar, dass Singen für sie nicht nur ein Hobby, sondern Berufung ist.

Leggi tutto...

Nel Palais Mamming il museo più longevo - La nascita dell’istituzione museale meranese risale al lontano 1889

Nel Palais Mamming il museo più longevo - La nascita dell’istituzione museale meranese risale al lontano 1889

Il Museo Civico di Merano ha sede nell’elegante Palais Mamming, nella centralissima piazza Duomo. La sua antica costituzione, risalente al 1889, gli vale il primato di museo più longevo dell’Alto Adige.

Leggi tutto...

Zwischen Knast und Kirche - Ausstellung von Julia Bornefeld & Michael Fliri in der Festung Franzensfeste

Zwischen Knast und Kirche - Ausstellung von Julia Bornefeld & Michael Fliri in der Festung Franzensfeste

Mit der Ausstellung „Grenzgänge: Julia Bornefeld & Michael Fliri“ setzt die Festung Franzensfeste den roten Faden zur zeitgenössischen Kunst fort. Auf zwei Ebenen können Rauminstallationen, Videoarbeiten, Fotoserien und Skulpturen der beiden Künstler besichtigt werden.

Leggi tutto...

Edith e Giancarlo, le icone del rock’n’roll - I coniugi Sideri insegnano dal 1983 e sono i fondatori dell’Accademyc Dance

Edith e Giancarlo, le icone del rock’n’roll - I coniugi Sideri insegnano dal 1983 e sono i fondatori dell’Accademyc Dance

Edith e Giancarlo Sideri, la loro Accademyc Dance in via Visitazione rappresenta una pietra miliare nella storia della danza sportiva e non solo, a Bolzano. Tante soddisfazioni, tanti riconoscimenti nazionali e internazionali rappresentati da coppe e trofei vinti in tanti anni di carriera ma anche da migliaia di allieve e allievi passati sotto la loro guida.

Leggi tutto...

Archivio numeri precedenti

2018

arrowOTTOBRE

Teatro, cartellone ricco già ad ottobre - Panoramica sugli spettacoli del mese in provincia

Teatro, cartellone ricco già ad ottobre - Panoramica sugli spettacoli del mese in provincia

Non mancano di interesse e di qualità artistica gli spettacoli in visione ad ottobre nella nostra provincia, che si caratterizzano anche per l’eterogeneità propria dei codici teatrali.

Leggi tutto...

Carambolage 2018/19 - Programmvorschau / anteprima della nuova stagione

Carambolage 2018/19 - Programmvorschau / anteprima della nuova stagione

Die Bozner Carambolage eröffnet die Saison am 4. Oktober mit der Theater-Eigenproduktion „FERNER“. Das Stück stammt aus der Feder des Nordtiroler Autors Martin Plattner und spielt 6.000 Jahre nach uns.

Leggi tutto...

Fünf Mal Theater in Südtirol. Ein überblick - Das Programm im Oktober

Fünf Mal Theater in Südtirol. Ein überblick - Das Programm im Oktober

Komödien, Dramen, Uraufführungen, Biopics und Grotesken: Das deutschsprachige Theater hat im Oktober eine Menge zu bieten. Ein Überblick.

Leggi tutto...

Von schwimmenden Katzen und kleinen Löwen

Von schwimmenden Katzen und kleinen Löwen

Im einzigen Theater der Welt, das sich ausschließlich mit gefährdeten heimischen Tierarten auseinandersetzt, wird vermittelt, was die Welt im Innersten zusammenhält. Die Projektreihe „Fräulein Brehms Tierleben“ schlägt eine Brücke zwischen neuesten wissenschaftlichen Erkenntnissen und der breiten Öffentlichkeit.

Leggi tutto...

I divertimenti tristi di Enrico De Zordo - “Quando il pensiero ha i pidocchi, si gratta come tutti quelli che li hanno”

I divertimenti tristi di Enrico De Zordo - “Quando il pensiero ha i pidocchi, si gratta come tutti quelli che li hanno”

Divertimenti tristi di Enrico de Zordo appartiene a quel genere di libri che si comprano per se stessi, più che per farne dono.

Leggi tutto...

È partita la grande lotteria AIDO “Vinci con il dono”

È partita la grande lotteria AIDO “Vinci con il dono”

Donare gli organi salva vite umane: partendo da questo presupposto e per sostenere la continua attività di informazione e sensibilizzazione, AIDO Alto Adige ripropone la grande lotteria di solidarietà “Vinci con il dono”.

Leggi tutto...

Marco Mandolini, violinista giramondo che ama l'Hockey - La “spalla” della Haydn

Marco Mandolini, violinista giramondo che ama l'Hockey - La “spalla” della Haydn

La stagione sinfonica 2018/19 dell'Orchestra Haydn si inaugura il 16 ottobre con musiche di Wolfgang Amadeus Mozart e Hans Rott. Abbiamo raggiunto Marco Mandolini - primo violino, canadese trapiantato a Bolzano dopo lungo peregrinare - a Firenze, dove ha partecipato all'allestimento del Trovatore e del Rigoletto come “spalla” dell'orchestra del Maggio musicale fiorentino.

Leggi tutto...

Chi non ama la musica da camera si perde la musica più bella!

Chi non ama la musica da camera si perde la musica più bella!

Da 163 anni la Società dei Concerti di Bolzano si occupa di questo importantissimo ambito della musica offrendo l’ascolto di opere del periodo classico-romantico e dei classici moderni, le epoche in cui sono state composte le più importanti opere della musica da camera. Non vengono però trascurate anche le opere e i compositori del barocco e del rinascimento.

Leggi tutto...

Laurin Bar, fuochi d'artificio musicali - Il 5 ottobre parte la nuova stagione di jazz

Laurin Bar, fuochi d'artificio musicali - Il 5 ottobre parte la nuova stagione di jazz

Venerdì 5 ottobre prende il via la nuova stagione di concerti jazz, ma non solo, che animeranno i venerdì sera al Laurin Bar di Bolzano.

Leggi tutto...

Vino e territorio protagonisti della 27a edizione del Merano WineFestival

Vino e territorio protagonisti della 27a edizione del Merano WineFestival

“Sembra ieri quando io e due amici pensammo di trasformare Merano nel ‘salotto europeo della raffinatezza’, in cui si incontrano passato, presente e futuro del vino e della gastronomia”. Queste le parole del patron Helmuth Köcher sul Merano WineFestival, dove l’eccellenza incontra l’eleganza in una manifestazione unica in Italia dal 1992.

Leggi tutto...

Norbert Fink, ein Leben für das Horn

Norbert Fink, ein Leben für das Horn

"Wenn ich Musik nicht höre oder spiele, fehlt mir etwas". Ein Interview

Leggi tutto...

Il mago delle percussioni cerca un museo - Max Castlunger, suonatore e collezionista, ha bisogno di spazi espositivi

Il mago delle percussioni cerca un museo - Max Castlunger, suonatore e collezionista, ha bisogno di spazi espositivi

Il cahon era una cassa per trasportare i pesci, l’udu un vaso di terracotta per acqua o riso, le steel drums erano bidoni di petrolio, ma ci sono anche le pentole o i vasi di fiori, le piastrelle e i calici cui viene aggiunta una pelle.

Leggi tutto...

Un anno di Botteghe di Cultura: i giovani animano il quartiere!

Un anno di Botteghe di Cultura: i giovani animano il quartiere!

Da un anno il quartiere Don Bosco ha accolto le Botteghe di Cultura, nate dal bando provinciale in collaborazione con IPES che, da giugno 2017, ha concesso quattro spazi a progetti che coinvolgessero quartiere e giovani in attività culturali. 

Leggi tutto...

Die Zeit in ihrer schönsten Fassung - Ausstellung im Kloster marienberg bis 31. Oktober

Die Zeit in ihrer schönsten Fassung - Ausstellung im Kloster marienberg bis 31. Oktober

Das Kloster Marienberg in Schlinig besitzt eine eindrucksvolle Uhrensammlung, die noch bis 31. Oktober im Rahmen der Ausstellung „Alles hat seine Zeit“ besichtig werden kann.

Leggi tutto...

Wilhelm Senoner, lo sciamano dell'arte - A Ortisei fino al 20 ottobre la mostra dello scultore e pittore gardenese

Wilhelm Senoner, lo sciamano dell'arte - A Ortisei fino al 20 ottobre la mostra dello scultore e pittore gardenese

L'esposizione “Il ritmo dell’essere”, aperta fino al 20 ottobre a Ortisei, è la mostra di Wilhelm Senoner più ampia per quantità di opere esposte. Abbiamo incontrato lo scultore e pittore gardenese.

Leggi tutto...

„The composer“ am 11. Oktober ins Kino - Der Film vom jungen Regisseur Tobias Gruber läuft im Bozner Cineplexx

„The composer“ am 11. Oktober ins Kino - Der Film vom jungen Regisseur Tobias Gruber läuft im Bozner Cineplexx

Der 18jährige Tobias Gruber hat eine große Leidenschaft: den Film. Seit Jahren macht er selbst welche, in denen er auch spielt und Regie führt.
Am 11. Oktober kommt sein neuer Streifen „The Composer“ ins Kino.

Leggi tutto...

arrowNOVEMBRE

Nel ricco cartellone teatrale di novembre - Chet Baker e altri protagonisti del ‘900.

Nel ricco cartellone teatrale di novembre - Chet Baker e altri protagonisti del ‘900.

C’è l’imbarazzo della scelta, tanti sono gli spettacoli in lingua italiana iscritti nei cartelloni dei teatri provinciali nel mese di novembre.

Leggi tutto...

Das deutschsprachige Angebot im November - Theater für Alt & Jung im ganzen Land

Das deutschsprachige Angebot im November - Theater für Alt & Jung im ganzen Land

Auch im November hat das deutschsprachige Theater ein breites und vielfatiges Programm zu bieten. Hier ein Überblick.

Leggi tutto...

Mamma mia! C’è il festival Alps Move... - In novembre tanti spettacoli di danza e il musical dedicato ai leggendari Abba

Mamma mia! C’è il festival Alps Move... - In novembre tanti spettacoli di danza e il musical dedicato ai leggendari Abba

Tra nuovi fermenti e fedeltà alla tradizione del balletto classico, la danza in Alto Adige propone in novembre un calendario ricco di appuntamenti per chi ama quest’arte.

Leggi tutto...

Il cartellone di musica classica in novembre - Artemis Quartett esegue Eduard Demetz

Il cartellone di musica classica in novembre - Artemis Quartett esegue Eduard Demetz

Questo mese gli appassionati di musica hanno l’opportunità di scoprire ensemble inusuali, nuovi autori, musiche “inaudite”.

Leggi tutto...

Von Liebe, Göttern und wahrer Schönheit - Vom 9. bis 18. November tagt im Brixner Kassianeum das 7. Erzählkunstfestival

Von Liebe, Göttern und wahrer Schönheit - Vom 9. bis 18. November tagt im Brixner Kassianeum das 7. Erzählkunstfestival

Neun Tage lang steht das Brixner Kassianeum ganz im Zeichen der Erzählkunst. Insgesamt 37 Experten werden aus ihren Werken vortragen und die Zuhörer in ihren Bann ziehen.

Leggi tutto...

Le forze della natura della Fondazione Haydn - Intervista a Matthias Lošek, direttore artistico di Oper.a 20.21

Le forze della natura della Fondazione Haydn - Intervista a Matthias Lošek, direttore artistico di Oper.a 20.21

Ai primi di ottobre è stata presentata la nuova edizione della Stagione operistica della Fondazione Haydn. Per parlare di questo e altro abbiamo incontrato Matthias Lošek, direttore artistico di Oper.a 20.21.

Leggi tutto...

Leidenschaft: Zeichentrick - Die Band „Gnocchi di gatto“ spielt Cartoon-Musik. Interview an Michele Conci

Leidenschaft: Zeichentrick - Die Band „Gnocchi di gatto“ spielt Cartoon-Musik. Interview an Michele Conci

Der Bozner Bassist Michele Conci spielt in einer Band, die Cartoon-Musik covert. Die „Gnocchi di Gatto“ treten vor allem bei Comic-Events auf und begeistern dort die Fans.

Leggi tutto...

GAP, il laboratorio creativo internazionale - L’atelier di Glorenza promuove la sperimentazione artistica contemporanea

GAP, il laboratorio creativo internazionale - L’atelier di Glorenza promuove la sperimentazione artistica contemporanea

Tra le mura medioevali di Glorenza, nella parte più occidentale dell’Alto Adige, esiste un innovativo atelier dedicato alla residenza d’artista. Si chiama GAP (Glurns Art Point) ed è gestito da cinque operatori: Andy Tappeiner, Kunigunde Weissenegger, Julia Frank, Verena Malfertheiner, Franziska Schink.

Leggi tutto...

„Nebel und Schneefall sind ideales Wetter“ - Interview an den Brixner Fotograf und Restaurator Johannes Wassermann

„Nebel und Schneefall sind ideales Wetter“ - Interview an den Brixner Fotograf und Restaurator Johannes Wassermann

Der Brixner Fotograf und Restaurator Johannes Wassermann zog 102mal los, um Haselhuhn Gustl zu fotografieren. Das Resultat ist eine Fotoserie, für die er nun den Fritz Pölking Preis erhalten hat.

Leggi tutto...

„Es gibt genug Museen“ - Interview an Andreas Hapkemeyer, ehemaliger Leiter des Bozner Museion

„Es gibt genug Museen“ - Interview an Andreas Hapkemeyer, ehemaliger Leiter des Bozner Museion

Andreas Hapkemeyer, von 2000 bis 2006 Leiter des Museion, derzeit ebendort verantwortlich für Forschung und Kunstvermittlung, ist ein profunder Kenner der Südtiroler Museumsszene. Welche Chancen und welcher Herausforderungen kommen auf die Museen zu?

Leggi tutto...

KUBA, il centro giovanile aperto al mondo - A Caldaro c’è un luogo d’incontro “esotico” in cui si fa cultura e aggregazione

KUBA, il centro giovanile aperto al mondo - A Caldaro c’è un luogo d’incontro “esotico” in cui si fa cultura e aggregazione

Il KUBA, centro giovanile di Caldaro, nasce negli anni ’90. La sua prima sede è nel centro del paese, poi nel 2010 si sposta nella vecchia stazione. Sono diversi i cambiamenti attuati nel corso degli anni, a partire dall’atmosfera che ricorda un luogo d’incontro di qualche posto esotico.

Leggi tutto...

Museo delle Donne, femminile e universale - La direttrice Ingride Prader: “Una struttura interessante anche per gli uomini”

Museo delle Donne, femminile e universale - La direttrice Ingride Prader: “Una struttura interessante anche per gli uomini”

Il Museo delle Donne di Merano non è una semplice “scatola del tempo” in cui sono raccolti oggetti femminili, ma un’istituzione viva, attenta e attiva. Ne parliamo con Sigrid Prader, direttrice di questa istituzione nota ben oltre confine.

Leggi tutto...

„Uffizi in Passeier“ - Kunstschätzen aus Florenz in der Sonderausstellung in St. Leonhard

„Uffizi in Passeier“ - Kunstschätzen aus Florenz in der Sonderausstellung in St. Leonhard

Das Museion Passeier widmet sich hauptsächlich der Geschichte des Tiroler Volkshelden Andreas Hofer. Derzeit geht es in einer Sonderausstellung einer anderen dramatischen Geschichte nach: Den Kunstschätzen aus Florenz, die während des 2. Weltkrieges im ehemaligen Gefängnis von St. Leonhard untergebracht waren.

Leggi tutto...

arrowDICEMBRE

Novità nazionali e locali nel cartellone teatrale di dicembre - Ovadia, Celestini e una bastarda sera

Novità nazionali e locali nel cartellone teatrale di dicembre - Ovadia, Celestini e una bastarda sera

La misura della varietà artistica ed espressiva del teatro contemporaneo e il suo definirsi come contenitore di tematiche e problematiche attuali, costituiscono i tratti basilari degli spettacoli in scena nei teatri provinciali.

Leggi tutto...

Soci della Croce Bianca sicuri in ogni caso

Soci della Croce Bianca sicuri in ogni caso

In ogni caso: questo lo slogan della campagna soci 2019 dell’Associazione provinciale di soccorso Croce Bianca. Con l’adesione ogni socio si assicura non solo tanti vantaggi durante i suoi soggiorni in Italia e all’estero, ma sostiene anche in modo efficace gli oltre 3.200 volontari.

Leggi tutto...

Das deutschsprachige Theater im Dezember - Reiche Bescherung für alle Theaterfreunde

Das deutschsprachige Theater im Dezember - Reiche Bescherung für alle Theaterfreunde

Mal mehr, mal weniger besinnlich geht es im Dezember zu. Eines haben aber alle Produktionen gemeinsam: sie werden uns die Vorfreude auf Weihnachten versüßen.

Leggi tutto...

NATALIE: The Light Musical Show!

NATALIE: The Light Musical Show!

Dopo il grande successo della trilogia di Soliman, nella suggestiva cornice della Hofburg arriva NATALIE, un nuovo show in cui per la prima volta sarà protagonista un’attrice in carne e ossa.

Leggi tutto...

„Ich fühle mich in der Rolle rundum wohl“ - Interview an Manfred Zöschg, (viel) besser bekannt als Luis aus Südtirol

„Ich fühle mich in der Rolle rundum wohl“ - Interview an Manfred Zöschg, (viel) besser bekannt als Luis aus Südtirol

Manfred Zöschg schlüpft gern in viele Rollen. Bei uns kennt man ihn vor allem als “Luis aus Südtirol”, dem Ultner Urgestein, das mit Charme, Witz und viel Gespür für die Komik im Alltag die Menschen zum Lachen bringt.

Leggi tutto...

“Danzo per trasmettere emozioni” - Intervista a Sabine Raffeiner, danzatrice e insegnante meranese

“Danzo per trasmettere emozioni” - Intervista a Sabine Raffeiner, danzatrice e insegnante meranese

Sabine Raffeiner, meranese, danza da quando aveva sei anni. Oltre ad insegnare danza moderna nella scuola Arabesque di Irmtraud Filippi, da oltre dieci anni produce spettacoli di teatro danza e trova collaborazioni con moltissimi artisti, drammaturghi, scultori, musicisti, attrici anche internazionali.

Leggi tutto...

Mozart, un mese da protagonista

Mozart, un mese da protagonista

Che Mozart sia tra gli autori più amati da pubblico e organizzatori, ne è prova anche il calendario degli appuntamenti concertistici di questo mese.

Leggi tutto...

Marion und ihr neues Leben als Marian - Interview an die Südtiroler Regisseurin von „Becoming me“ Martine De Biasi

Marion und ihr neues Leben als Marian - Interview an die Südtiroler Regisseurin von „Becoming me“ Martine De Biasi

Die Südtiroler Regisseurin Martine De Biasi über ihren neuen Film „Becoming me“, Feminismus und ihre Angst vor dem politischen Rechtsruck in Europa.

Leggi tutto...

“In Alto Adige tanta gente scrive e sogna” - Intervista a Vito Mastrolia, presidente dell’Associazione Scrittori Bolzano

“In Alto Adige tanta gente scrive e sogna” - Intervista a Vito Mastrolia, presidente dell’Associazione Scrittori Bolzano

“C’è una sola cosa che si scrive solo per se stesso - sosteneva Umberto Eco - ed è la lista della spesa. Ogni altra cosa che scrivi, la scrivi per dire qualcosa a qualcuno”. Lo scopo finale di uno scrittore, quindi, è di regalare emozioni agli altri, chiunque essi siano; parenti, amici, lettori.

Leggi tutto...

12 Monate Advent in Schlanders & Bruneck- Lesungen mit musikalischem Rahmen: Besinnlich, humorvoll und spirituell

12 Monate Advent in Schlanders & Bruneck- Lesungen mit musikalischem Rahmen: Besinnlich, humorvoll und spirituell

In der Vorweihnachtszeit regiert die Hektik, und die lässt bekanntlich wenig Raum für Besinnung und Einkehr. Man kann sich allerdings etwas Zeit schenken, seinem Geist eine Auszeit gönnen und sich von der Spiritualität der Stillen Zeit verzaubern lassen.

Leggi tutto...

DRIN, uno spazio aperto per i giovani- La sede degli ex Telefoni di Stato a Bolzano diventerà un co-living

DRIN, uno spazio aperto per i giovani- La sede degli ex Telefoni di Stato a Bolzano diventerà un co-living

L’edificio degli ex Telefoni di Stato in Corso Italia a Bolzano sarà trasformato in uno spazio di co-housing e co-working grazie ad un progetto promosso dalla Provincia di Bolzano.

Leggi tutto...

Ein Hauch von Wien in Südtirol - Das Damensalonorchester „La Valse“ feiert heuer sein 20-jähriges Bestehen

Ein Hauch von Wien in Südtirol - Das Damensalonorchester „La Valse“ feiert heuer sein 20-jähriges Bestehen

Zur bekanntesten Musik überhaupt zählen die Melodien der Musikerfamilie Strauß. Alljährlich sitzen Millionen von Zuschauern vor den Bildschirmen, wenn die Wiener Philharmoniker zum Neujahrskonzert laden. Doch auch in Südtirol kann man Walzer und Co. live erleben: mit dem Damensalonorchester „La Valse“. In diesem Herbst feiert das außergewöhnliche Ensemble sein 20-jähriges Bestehen.

Leggi tutto...

I sette peccati capitali secondo Cottarelli - L’economista presenta a Bolzano il suo libro sui mali che affliggono l’Italia

I sette peccati capitali secondo Cottarelli - L’economista presenta a Bolzano il suo libro sui mali che affliggono l’Italia

Tra i nomi di spicco dell’edizione 2018 di “Un Natale di libri” spicca Carlo Cottarelli. Diventato famoso ai più perché per tre giorni – dal 28 al 31 maggio 2018 – è stato presidente del Consiglio dei ministri incaricato nella convulsa fase che ha portato all’insediamento del governo Conte, in realtà Cottarelli è volto – e penna – più che autorevole tra chi si occupa di economia.

Leggi tutto...

FS Unterland: Hoch sollen sie leben - 2018 feierte das älteste Freilichttheater Südtirols ihr 50-jähriges Bestehen

FS Unterland: Hoch sollen sie leben - 2018 feierte das älteste Freilichttheater Südtirols ihr 50-jähriges Bestehen

Die Freilichtspiele Südtiroler Unterland (FSU) sind das erste und somit älteste Freilichttheater Südtirols. Gegründet wurden sie 1968 von Luis Walter. Seitdem haben fast 600 Mitwirkende mit ihrem Einsatz dazu beigetragen, den Unterlandler Theatersommer zu bespielen. Ihr ehrliches Engagement blieb dabei nicht ungekrönt, schließlich verbuchen die FSU im Schnitt jedes Jahr an die 4.000 Besucher.

Leggi tutto...

Madax, la rock band della Val Gardena - I cinque musicisti si ispirano agli anni ’80/’90 e sognano un grande festival

Madax, la rock band della Val Gardena - I cinque musicisti si ispirano agli anni ’80/’90 e sognano un grande festival

Da sempre aperta alle grandi rivoluzioni (basti pensare ai due terzi di masi storici demoliti dagli anni ’50), al trasporto, al turismo e all’industrializzazione, eppure condannata a presentare se stessa come immutata nei secoli, la Val Gardena si è già guadagnata la sua fama internazionale in campo artistico con personaggi come il regista Luis Trenker, gli scultori Adolf Vallazza e Aron Demetz, il dj e produttore musicale Giorgio Moroder, meglio noto come l’inventore della disco music.

Leggi tutto...

Jemm Music Project, suggestioni dal mondo - Castlunger & Co. protagonisti l’8 dicembre al Teatro di S. Giacomo di Laives

Jemm Music Project, suggestioni dal mondo - Castlunger & Co. protagonisti l’8 dicembre al Teatro di S. Giacomo di Laives

“Groovy world music experience...”. Se il titolo può dirsi fascinosamente enigmatico per i più, illuminante è il sottotitolo, da cui l’essenza del concerto-evento fuoriesce in pieno e attrae: “un viaggio attraverso ritmi africani, atmosfere caraibiche e improvvisazioni notturne”.

Leggi tutto...