banner inside 01 it

Incontro con la scrittrice Dacia Maraini - Pubblicato da kulturzentrumtoblach

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

La Grande Dame della letteratura italiana parlerà dei suoi libri recentemente usciti, “Caro Pier Paolo” e “Romanzi e racconti”. Il primo è dedicato alla stretta amicizia con Pier Paolo Pasolini, il noto sceneggiatore, attore, regista, scrittore e drammaturgo italiano. Il secondo invece è un meridiano, che ripercorre le tappe fondamentali della sua straordinaria carriera di narratrice, tra romanzi e racconti, con alcuni testi mai raccolti in volume.

Contatti :

Date e orari evento :

Potrebbe interessarti anche :

  • Domenica 2 ottobre 2022 9:00 Le macchine del cibo. Gli allevamenti intensivi e il costo del nostro cibo Giulia Innocenzi, attivista, giornalista televisiva e autrice 10:00 Quanta carne possiamo mangiare senza danneggiare il pianeta? Tanja Busse, autrice e giornalista 11:00 Pausa 11:30 Uomini e animali: coabitanti dell'unica terra. Appello per un'etica della convivenza in una prospettiva cristiana Martin Lintner, professore di teologia morale e spirituale, Bressanone 12:30 Conclusioni 13:00 Piccolo rinfresco
  • Sabato 1ottobre 2022 09:00 Iscrizione 9:30 Benvenuto e introduzione ai Colloqui Karl Ludwig Schibel 10:00 Dall’automa all’essere vitale. Perché gli animali sono altrettanto misteriosi di noi stessi Fabian Scheidler, scrittore e drammaturgo, Berlino 11:00 Pausa 11:30 Animali intelligenti. Cosa hanno in comune cani, maiali, pappagalli e tartarughe Ludwig Huber, professore universitario, Vienna 12:30 Pranzo 14:30 "Cow" (2021) Un documentario di Andrea Arnold Testimonianze dei partecipanti sullo screening Ci sono mucche felici? Osservazioni sul benessere degli animali basate sul film Anet Spengler Neff, Istituto per la Ricerca sull’Agricoltura biologica (FiBL Svizzera), Frick “Gunda” (2021) Un documentario di Victor Kossakovsky Testimonianze dei partecipanti sullo screening 19:00 Tradizionale cena a base di canederli
  • Cosa sanno gli animali? Nel corso dei loro 35 anni di storia, i Colloqui di Dobbiaco sono stati dedicati a questioni come l'energia solare e l'elettro mobilità, l'agroecologia e la nutrizione, la digitalizzazione e l'istruzione ma, gli animali, i nostri simili, sono stati raramente affrontati come tema. Un argomento che in realtà dovrebbe essere ovvio per noi ecologicamente sensibili. Certo, in “Cosa sanno gli alberi?” abbiamo guardato alla biodiversità, ma abbiamo lasciato fuori il mondo animale. Da qui l'argomento: “Cosa sanno gli animali?” Fino al XIX secolo, gli animali hanno svolto un ruolo fondamentale seppur subordinato all'uomo. Da Darwin, la continuità tra il mondo umano e quello animale è stata enfatizzata e la teoria dell'evoluzione è diventata parte integrante della nostra visione del mondo. Persone, animali, piante e funghi sono da intendersi come una rete universale di vita. Più recentemente, la genetica ha mostrato ciò che filosofi come Hans Jonas avevano anticipato decenni prima: caratteristiche comunemente riservate all'uomo, come l'intenzionalità e il differimento della soddisfazione istintuale, si r itrovano anche nelle forme di vita più semplici e la corrispondenza genetica con animali, che sembrano decisamente distanti da noi, come ad esempio i topi, arriva fino al 99%. È noto da tempo che non sono solo le Grandi Scimmie e i delfini a comportarsi in modo intelligente; anche uccelli, polpi e insetti mostrano un tale comportamento. È un'esperienza quotidiana che gli animali provano dei sentimenti, lo sguardo fedele del cane è proverbiale. Gli scienziati trovano sempre più prove di una vita interiore in creature aliene che si sono sviluppate su rami sempre più distanti dell'albero della vita: uccelli, insetti e persino microrganismi. Insomma, la natura, e con essa gli animali in particolare, ha uno scopo in sé e non solo un'utilità per l'uomo. Gli animali hanno dei diritti, quali è controverso. Nei Colloqui di Dobbiaco 2022 vogliamo – con grande pazienza verso noi stessi e gli altri - indagare le violenti contraddizioni in cui rimaniamo invischiati nel nostro rapporto con gli animali. Da un lato coccoliamo i nostri animali domestici, dall'altro mettiamo le bistecche sulla griglia per cena. Da un lato guardiamo fantastici film sulla natura, dall'altro sappiamo che la maggior parte degli animali da fattoria conduce una vita miserabile fino a quando non finiscono nei nostri piatti. Questo è l'ampio campo dell'etica animale che gioca uno strano ruolo nel dibattito sulla sostenibilità; represso ed emarginato da molti, chiassoso e fanatico da (troppo?) pochi. Venerdì 30 settembre 2022 14:00 Escursione Caccia sostenibile? – Con il presidente Associazione Cacciatori Alto Adige Günther Rabensteiner (Programma a seguire, iscrizione obbligatoria, costo: 20 €) 20:00 Tavola rotonda Di gatti coccoloni, vitelli di allevamento, cani di guardia e trofei di caccia Daniel Felderer, Blogger Vegano Matthias Gauly, Libera Università di Bolzano Silvia Schroffenegger, Guardia zoofila onoraria Julia Tonner, Cacciatrice Moderazione: Evi Keifl