canova inside 600x220 it

STAR WARS BUNKER H - Pubblicato da bombo332

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

Per la prima volta a Bolzano viene organizzata una giornata dedicata al mondo di Star Wars (Guerre Stellari).
La cooperativa Talia di Bolzano apre le porte del “Bunker H” a figuranti della mitica epopea del più grande successo di fantascienza creato dalla mente geniale di George Lucas. Un appuntamento incredibile nelle sale e nei corridoi del più famoso rifugio antiaereo di Bolzano in compagnia di Jedi, forze imperiali, Darth Vader e molti altri che possono essere ammirati durante i loro combattimenti con spade laser nel buio del bunker.
Suoni, musiche ed effetti luminosi sorprenderanno tutti coloro che amano e apprezzano la saga di Guerre Stellari. Finalmente anche Bolzano diviene sede di un incontro di alcune legioni italiane che ci riportano ai mondi di una galassia lontana, lontana. Una galassia conosciuta da almeno tre generazioni di persone a cominciare dal 1977.
Duelli, parate, gadget e foto vi aspettano dalle 10 alle 20 di sabato primo ottobre.
Ingresso 5 euro e gratuito per coloro che vengono in costume Star Wars.

Tags

Contatti :

Date e orari evento :

Pubblicato da :

Potrebbe interessarti anche :

  • Il sociologo e autore Marco Omizzolo presenta due suoi libri: "Per motivi di giustizia" e "Libere per tutte". Sarà un'occasione per parlare di sfruttamento lavorativo, emarginazione sociale e razzializzazione, di famiglie e società violente e patriarcali. Ma anche di coraggio, caparbietà e ostinazione di chi ha lottato per cambiare le cose.
  • > con Eraldo Affinati, scrittore > modera Chiara Bonvicini durata: 100' Cosa significa avere fede? Che senso attribuire al male umano? Quale uso possiamo fare della nostra libertà? Perché la giustizia terrena non ci basta? Come dobbiamo esercitare la responsabilità che sentiamo nei confronti degli altri? Queste antiche domande, che hanno sempre alimentato l’ispirazione etica e civile di Eraldo Affinati, stavolta si misurano con l’amore di Cristo verso di noi, rilanciando, per credenti e non credenti, la forza imperitura del suo messaggio. Una grande riscrittura dei Vangeli da parte di Eraldo Affinati, uno dei principali autori italiani che ha scelto di credere nell’educazione dedicando le proprie energie agli alunni più difficili. In questo libro (HarperCollins, 2021) di piena maturità espressiva ci invita a tornare a Gesù, maestro e profeta, con occhi nuovi. Il viaggio dello scrittore, umilmente consapevole e tuttavia capace di aprire suggestivi spazi fantastici e narrativi, parte dalle fonti, Luca e Giovanni soprattutto, ma anche gli Atti degli Apostoli, e alle fonti resta fedele, pur trasfigurandole in un’opera assolutamente originale dove troveremo, sullo sfondo dello straordinario paesaggio palestinese, tutti gli episodi del testo sacro, dalla nascita alla crocifissione e oltre ancora, filtrati dalla sensibilità dell’autore, al tempo stesso affascinato e coinvolto. Le vie del sacro - Teatro Cristallo, ACLI sede provinciale di Bolzano, Diocesi Bolzano - Bressanone, Caritas Bolzano-Bressanone, Centro per la pace di Bolzano Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria.
  • Dal 3 al 17 dicembre 2022 il Kunstforum Unterland espone la produzione più recente dell'artista Elisa Grezzani. Nata a Bressanone nel 1986, dal 2007 al 2011 Grezzani ha studiato pittura all'Accademia di belle arti di Urbino, e da allora il confronto costante con la complessa tematica della bellezza non l’ha mai abbandonata. Nell'arte del XX secolo, dopo aver attraversato due conflitti mondiali, il concetto di bellezza era caduto in disgrazia. Oggi, in un’epoca fortemente distopica, le persone anelano più che mai al conforto e alla bellezza. I dipinti di Elisa Grezzani, con la loro armoniosa unità di colore e forma, sono la risposta ideale a questo desiderio. Sono opere piene di poesia. Le materie prime utilizzate sono colori acrilici e ad acquerello, colla, carta, pigmento, olio di lino, legno, tela o tessuto e resina poliestere, che si trasformano in composizioni astratte di motivi e colori, dove l'associazione con il paesaggio rimane comunque decifrabile. Le immagini prendono forma grazie ad un fitto gioco di scambi, in equilibrio tra improvvisazione e controllo. L'inequivocabile e l'enigmatico si fondono, il delicato e il potente lottano sulla tela. L'artista lavora dando spazio al colore, ma senza calcare troppo la mano con i toni sgargianti: Grezzani predilige l'oltremare, il verde neon, il magenta, il nero avorio o il lieve e delicato blu ciano. Il desiderio di passare dalla bidimensionalità, ovvero dalla tela o dalla carta, alla tridimensionalità, cioè allo spazio, si è progressivamente rafforzato nell’agire artistico recente di Elisa Grezzani. Ecco perché la mostra ospiterà anche diverse opere scultoree, una novità assoluta nel repertorio creativo dell'artista.