Balloonweek it

Un ritorno al dolce far niente - Pubblicato da martin_inside

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

a cura di Elisa Barison
per il Südtiroler Künstlerbund

“Esiste un grande eppur quotidiano mistero. Tutti gli uomini ne partecipano ma pochissimi si fermano a rifletterci. Quasi tutti si limitano a prenderlo come viene e non se ne meravigliano affatto. Questo mistero è il Tempo.” Con questa frase Michael Ende inizia il sesto capitolo del suo capolavoro "Momo". A questo punto appaiono i Signori Grigi, il cui scopo è quello di rubare il tempo alle persone convincendole a risparmiare tempo. Un po' come quando vogliamo leggere un articolo online e il rispettivo sito web ci indica il tempo medio di lettura. O quando siamo bloccati nel traffico e la radio o il navigatore ci informano su quanti minuti perdiamo effettivamente rallentando o stando fermi. Eppure, anche in questi casi, l'uomo post-moderno in una società neoliberale non si deve disperare. Esistono numerose possibilità per sfruttare al meglio il tempo rimanente. Qualsiasi applicazione o attività analogica che può aiutarci a riempire il nostro tempo, infine, serve allo scopo ultimo dell'auto-ottimizzazione totale e dell’aumento della nostra efficienza e produttività. Soltanto una cosa non dovrebbe mai accadere senza eccezione e senza considerazione (per se stessi):
il non fare nulla.

Se il titolo si legge come un invito, la mostra Blau machen - Un ritorno al dolce far niente osa proporre un momento di pausa in una società del consumo globalizzata. Dal 25.11.21 al 5.2.22, Mirijam Heiler, Simon Platter e Lilian Polosek presentano lavori che trattano il tema astratto del tempo. Gli artisti riflettono su concetti assurdi come il tempo libero, la noia e la possibilità quasi inconcepibile della semplice esistenza nel momento presente. La mostra esorta a riflettere sulla gestione del tempo dissociandosi dal concetto di “cattiva gestione” la
quale prevede inevitabilmente di tornare alla produzione con le doppie delle forze. Piuttosto, le riflessioni fatte dagli artisti in mostra creano una prospettiva alternativa che ci invita a soffermarci e nella quale i Signori Grigi non hanno alcuna possibilità di esistere.

Contatti :

Date e orari evento :

Potrebbe interessarti anche :

  • La mostra di Albert Mellauner all'Hofburg di Bressanone mira a fornire una panoramica della sua opera quarantennale. E per un artista che, come Albert Mellauner, si dedica completamente al colore ed è in grado di mescolarlo in tutti i suoi stati d'animo, forze e sfumature, da un bagliore sobrio a un'oscurità intensa fino a un'allegra allegria, questa mostra è davvero come uno sguardo all'anima, che è una terra vasta e che risplende nei diversi colori così come la vita li dipinge.
  • L'evento si tiene dal 09 Dic 2022 al 17 Dic 2022
    Das Astra Brixen organisiert an den Tagen des Viertelfinales und Halbfinale der WM in Qatar 2022 die alternative Veranstaltungsreihe RED CARD 2022 in Zusammenarbeit mit der OEW – Organisation für eine solidarische Welt, dem Jugendzentrum Kass und der Vereinigung Fridays for Future Südtirol. In Qatar rollt der Ball trotz heftiger Kritik weltweit. Die Verstöße gegen die Arbeits- und Menschenrechte von Gastarbeiter*innen, die Diskriminierung von Frauen und LGTBQIA+ Personen oder das offensichtliche Greenwashing sorgen für Beklemmung und heftige Diskussionen. Wir nehmen dies zum Anlass, um hinzusehen, um uns zu informieren, aufzudecken, aber auch eigene Werte und Einstellungen zu überprüfen. Den Anpfiff macht die Vereinigung Fridays for Future South Tyrol am Freitag, den 09.12. um 20:00 Uhr mit einem Vortrag und Diskussion zum Thema Greenwashing in Katar, Südtirol und weltweit: „1.000 Bäume pflanzen, gegen die Umwelt“. Moritz Holzinger zeigt auf, wie Qatar extremes Greenwashing betreibt, was das Land wirklich für die Umwelt tun könnte und wie Greenwashing in Südtirol betrieben wird. Am Samstag, den 10.12. um 20:00 Uhr wird der Dokumentarfilm „Qatar, a dynasty with global ambitions“ [engl, dt. UT] von Lepetit Sylvain und Aramaki Miyuki Droz über die Leinwand flimmern. Der Dokumentarfilm erzählt anhand des Porträts der Königsfamilie, die Geschichte des Wüstenkönigreichs Katar, das auf dem größten Gasfeld der Welt sitzt. Dabei ist das Land hin- und hergerissen zwischen westlicher Lebensweise und Beduinen-Tradition. Am Dienstag, den 13.12. um 20:00 Uhr lädt die OEW – Organisation für eine solidarische Welt zu einem Gespräch zum Thema LGBTQIA+ im Sport im Anschluss an den Film Mario - Folgst du deinem Herzen oder spielst du nach den Regeln? Am Mittwoch, den 14.12. referiert auf Einladung des Jugendzentrums Kass, Alen Velagic vom saferinternet.at über Menschenrechte im Netz. Beginn: 20h im Astra Foyer. Frauen stehen bei der Isaac Flows Feminin Edition im Mittelpunkt am Samstag, den 17.12. ab 20:00 Uhr im Großen Saal.
  • Il lavoro artistico di Albert Mellauner è il colore e la linea. Il suo stile astratto individuale mostra opere geometriche in cui superficie e colore interagiscono. I "Ritmi cromatici" dei suoi dipinti creano vivacità e tridimensionalità. L'ampia mostra all'Hofburg di Bressanone offre una panoramica dei 40 anni di attività dell'artista. Vengono presentate opere sconosciute o poco conosciute. Si estendono dai progetti per commissioni pubbliche, ecclesiastiche e private, ai dipinti di paesaggi e alle composizioni liriche, fino alle sue opere più recenti su o con materiali riutilizzati. Vi invitiamo cordialmente all'inaugurazione della mostra sabato, il 10 dicembre 2022 alle ore 11 all’Hofburg Bressanone. Intervengono: Peter Brunner (Sindaco di Bressanone), Davide Fusari (architetto), Kathrin Zitturi (collaboratrice scientifica dell’Hofburg Bressanone) e Peter Schwienbacher (direttore dell’Hofburg). Il catalogo della mostra " Albert Mellauner. Farbrhythmen | Ritmi cromatici" sarà presentato all’inaugurazione. La mostra sarà aperta fino al 14 maggio 2023.