Banner Delai

Felix Krull - Veröffentlicht von martin_inside

0
×

Achtung

Dieses Event ist vorbei, bleibe mit uns für weitere Events

Event-Informationen

Wortgewandt, charmant und ein Betrüger
Du sollst nicht lügen – es sei denn, du hast Talent. Und das hat Felix Krull. Mit seinen „Bekenntnissen des Hochstaplers Felix Krull“ schuf Thomas Mann die Memoiren eines gerissenen Kriminellen und Fantasten, der die gute Gesellschaft mit Leichtigkeit um den Finger wickelt und sich so seinen Weg nach oben bahnt. Felix Krull löst sich von seinem bankrotten Elternhaus im Rheingau, um mit „natürlicher Begabung für gute Form“ den Reichen, Schönen und Mächtigen genau das vorzuspielen, was diese in ihm sehen wollen. Auf diese Weise entzieht er sich dem Militär, verführt spielend die Pariser Damenwelt und tauscht schließlich mit dem Marquis de Venosta seine Identität. Einem Leben voller „Liebeslust“ scheint nun nichts mehr im Wege zu stehen.
In Bastian Krafts Roman-Adaption spielen die drei Schauspieler Pascal Fligg, Nicola Fritzen und Justin Mühlenhardt abwechselnd den handelnden und den denkenden Felix und schlüpfen auch in die anderen Rollen des Buches. 2012 war die Produktion des Münchner Volkstheaters in Schlanders, Meran und Brixen zu Gast und erhielt den Publikumspreis des Südtiroler Kulturinstituts. Nun ist die Inszenierung, die in München noch immer erfolgreich läuft, in Bozen zu sehen.

Ein Gastspiel des Münchner Volkstheaters nach „Die Bekenntnisse des Hochstaplers Felix Krull“ von Thomas Mann
Fassung von Bastian Kraft


REGIE: Bastian Kraft
BÜHNE UND KOSTÜME: Anna van Leen
MUSIKKOMPOSITION: Arthur Fussy
DRAMATURGIE: Kilian Engels

MIT:
Pascal Fligg
Nicola Fritzen
Justin Mühlenhardt

Kontakte :

Datum und Uhrzeit des Events :

Es gibt Termine vom 05 Okt 2022 bis 06 Okt 2022

Notizen über die Uhrzeiten :

Dauer: ca. 1 Stunde 30 Minuten, keine Pause
Einführung: 19.30 Uhr

Veröffentlicht von :

Könnte dich auch interessieren :

  • Gli Oblivion sono i cinque sensi della satira musicale, i cinque gradi di separazione fra i Queen e Gianni Morandi. Li hanno definiti “atomizzatori di repertori musicali, pusher di pillole caricaturali” ma anche “meravigliosamente superflui, come le Piramidi”. Giocano con la musica e il teatro. Sono uno Spotify vivente che mastica le note e le digerisce in diretta in modi mai sentiti prima. Un OGM che spazia tra genio e follia, giocoleria e cabaret, intrattenimento leggero e profonda demenzialità. Oblivion Rhapsody è la summa dell’universo Oblivion. In piena crisi di mezza età i cinque rigorosi cialtroni sfidano sé stessi con un’inedita e sorprendente versione acustica della loro opera omnia. Uno spettacolo che toglie tutti i paracadute per arrivare all’essenza dell’idiozia: cinque voci, una chitarra, un cazzotto e miliardi di parole, suoni e note scomposti e ricomposti a prendere nuova vita. Per la prima volta gli Oblivion saliranno sul palco nudi e crudi per distruggere e reinventare le loro hit, dopo aver sconvolto senza pietà quelle degli altri. uno spettacolo di e con gli OBLIVION gli OBLIVION sono: Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda, Fabio Vagnarelli regia Giorgio Gallione scene Lorenza Gioberti costumi Elisabetta Menziani luci Aldo Mantovani produzione AGIDI
  • Es gibt Termine vom 02 Mär 2023 bis 05 Mär 2023
    Artista, scultore, videoartista, regista di caratura internazionale, da più di mezzo secolo Robert Wilson non smette di stupire per la sua straripante creatività che - unita al suo personale rigore stilistico - ancora oggi continua ad attraversare e contaminare i linguaggi della contemporaneità. Ad oltre 40 anni dall’opera iconica Einstein on the beach, Wilson torna a collaborare con la leggendaria coreografa Lucinda Childs per Relative Calm nuova creazione sulle musiche di John Adams, Jon Gibson e del celebre Pulcinella di Igor Stravinsky. «Il tempo è un bambino che gioca componendo e scomponendo all’infinito le tessere della stessa scacchiera» è questa l’immagine del tempo evocata da Eraclito a cui sembra ispirarsi dopo 2.500 anni questo nuovo lavoro. Relative Calm è uno spettacolo che ha il ritmo di un orologio che misura il tempo, il susseguirsi delle ore del giorno. Una macchina ipnotica di movimenti, immagini, suoni e luci in un’armonica architettura di spazio e tempo. concept, luci, scene, video di Robert Wilson coreografie di Lucinda Childs musiche di John Adams, Jon Gibson, Igor Stravinsky un progetto di CHANGE PERFORMING ARTS con MP3 DANCE PROJECT commissionato e co-prodotto da FONDAZIONE MUSICA PER ROMA, TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA, THÉATRE GARONNE / TOULOUSE, LAC LUGANO ARTE E CULTURA, LE PARVIS / SCÈNE NATIONALE PYRÉNÉE, TEATRO STABILE DI BOLZANO
  • Filippo Nigro uno dei più interessanti attori del cinema e del teatro italiano, è il protagonista di Every Brilliant Thing, un’autobiografia scandita da continue liste di “cose per cui vale la pena vivere”, scritta nel 2013 dallo scrittore britannico Duncan Macmillan con Jonny Donahoe. Con il tempo quell’elenco iniziato dal protagonista in tenera età si allunga, seguendo di pari passo il ritmo degli eventi di una vita e la costruzione di un’identità. Il narratore mette a fuoco il rapporto con il padre, con il suo primo amore, il fallimento del suo matrimonio, la ricerca di aiuto nei momenti di difficoltà. Alla fine, la lista, più che alla madre, ammalata di depressione, sarà stata utile al Narratore almeno a comprendere che “...se vivi tanto a lungo e arrivi alla fine dei tuoi giorni senza esserti mai sentito totalmente schiacciato, almeno una volta, dalla depressione, beh, allora vuol dire che non sei stato molto attento!”. Con la complicità di alcuni spettatori e attraverso una scrittura dal ritmo sempre serrato e divertente, Every Brilliant Thing riesce a toccare con sensibilità e con una non superficiale leggerezza un tema delicato e complesso come la depressione. di Duncan Macmillan con Jonny Donahoe traduzione Michele Panella impianto scenico e regia Fabrizio Arcuri co-regia e interpretazione Filippo Nigro oggetti di scena Elisabetta Ferrandino cura tecnica Mauro Fontana produzione CSS TEATRO STABILE DI INNOVAZIONE DEL FVG e SARDEGNA TEATRO