banner inside 01 de

Le Chat Noir - Veröffentlicht von martin_inside

0
×

Achtung

Dieses Event ist vorbei, bleibe mit uns für weitere Events

Event-Informationen

Compagnia Teatrale di Lonigo (VI)

commedia in dialetto veneto
un atto di Paolo Marchetto
regia di Paolo Marchetto

COMPAGNIA DELL'ORSO

Come in ogni bar che si rispetti, anche “Le Chat Noir” è gremito di storie ed è frequentato da tipi umani di ogni genere. Le loro vicende personali, così diverse, ma anche così vicine, così tragiche, ma anche così drammaticamente comuni, si incontrano e si scontrano in un altalenarsi di cose dette e di cose non dette, di parole vaghe e di silenzi eloquenti. Solo che l’ingresso in scena di un inquietante personaggio, mette gli avventori con le spalle al muro e obbliga ciascuno di loro a far uscire allo scoperto, nuda e cruda, la propria verità. Ma che cosa c’è di veramente…vero in ciò che ogni cliente mostra di sé? Del resto, si sa: l’apparenza, a volte, inganna…

ATTENZIONE!

A causa delle disposizioni anti covid 19 posti limitati a seconda delle norme

Distanziati di un metro.

Per agevolare l'entrata e per i pochi posti a disposizione è preferibile acquistare i biglietti in prevendita oppure online

Kontakte :

Datum und Uhrzeit des Events :

Veröffentlicht von :

Könnte dich auch interessieren :

  • Tanz, Zirkus, Comedy und Poesie Tanz, Zirkus, Comedy und Poesie bringen der Zirkuskünstler Vincent Dubè und seine Truppe Machine de Cirque am Dienstag, 22. Februar ans Stadttheater Bozen. In der gleichnamigen Aufführung kämpfen die fünf Überlebenden der Apokalypse mit Hilfe einer unglaublichen Maschine um ihre Rettung und begeben sich auf die Suche nach anderen Überlebenden. Ein energiegeladenes, gewagtes und poetisches Stück, das seit seiner Uraufführung Publikum und Kritiker begeistert.
  • di Tennessee Williams adattamento e regia Leonardo Lidi scene e light design Nicolas Bovey costumi Aurora Damanti sound design Dario Felli con (in ordine alfabetico) Tindaro Granata, Mariangela Granelli, Mario Pirrello, Anahì Traversi Produzione LuganoInScena/LAC Lugano Arte e Cultura, in coproduzione con Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano, TPE – Teatro Piemonte Europa, in collaborazione con Centro Teatrale Santacristina “Lo zoo di vetro” viene presentato per gentile concessione della University of the South, Sewanee, Tennessee. Siamo alla fine degli anni ‘30 del secolo scorso. Amanda Wingfield ha cresciuto da sola i suoi due figli, dopo che il marito li ha abbandonati. Il suo rapporto con Tom e Laura oscilla tra il tenero e l’eccessivo; in particolare la donna si preoccupa del futuro della problematica ed introversa Laura, che una malattia ha reso zoppa. Tom lavora in una fabbrica di scarpe per mantenere Laura e Amanda, ma la vita noiosa e banale che conduce (nonché la morbosa presenza della madre) lo rende irascibile. Il ragazzo tenta senza successo di diventare un poeta, e cerca conforto recandosi al cinema a tutte le ore della notte per vivere delle avventure almeno con la fantasia. Una sera Tom, sotto la spinta di mamma Amanda, invita a cena un collega di lavoro che si scopre essere un vecchio compagno di scuola di Laura. Il giovane è pieno di vita e apparentemente riesce a portare un po’ di serenità nell’esistenza della ragazza. Da queste premesse prende vita il dramma familiare di Lo zoo di vetro.
  • Associazione artistica Teatro Prova (San Bonifacio, VR) di David Conati libero adattamento da “La Bisbetica domata” di William Shakespeare regia Antonella Diamante durata: 100' ca Pier Pearin da Cologna Veneta alla morte del padre, per poter entrare in possesso delle sue terre, deve contrarre matrimonio con una donna nobile (o quasi), altrimenti tutti gli averi del padre andranno alla Chiesa. Pier Pearin parte per Verona accompagnato da Trania, fedele serva, già a servizio dal padre, sagace e pungente e più furba di lui. Incontra casualmente il vecchio amico Ortensio che spasima per poter sposare Bianca, la figlia più giovane di Battista Minola. Battista però non la vuole dare in sposa a nessuno a patto che prima si sposi Caterina, la figlia più vecchia nota a tutti per il suo carattere per nulla accomodante. Pier Pearin accetta di sposare Caterina scatenando quindi la competizione tra i corteggiatori di Bianca che fanno a gara per accaparrarsela. Alla fine l’amore trionferà, ma... Buona domenica a teatro - UILT