generazioni banner inside

Fotoausstellung der Mitglieder der Zeitbank Bozen - Veröffentlicht von BdT-Bolzano

0
×

Achtung

Dieses Event ist vorbei, bleibe mit uns für weitere Events

Event-Informationen

Vernissage und Preisverleihung des Fotowettbewerbs mit dem Titel „Kirchlein, Kapellen und Kruzifixe“, organisiert von der Zeitbank Bozen.

Tags

Kontakte :

Datum und Uhrzeit des Events :

jeden Tag bis am Fr 15 Feb 2019

Notizen über die Uhrzeiten :

12/02 Martedì 15:30 - 16:30
13/02 Mercoledi 09:00 - 12:30
14/02 Giovedi 08:30 - 13:00 e 14:00 - 17:30
15/02 Venerdi 09:00 - 12:30

Veröffentlicht von :

Könnte dich auch interessieren :

  • jede Woche bis am Mi 30 Okt 2019 an den Tagen: mittwoch
    Exklusive Besichtigung des verzauberten privaten Skulpturenparks hoch über Frangart. Picknickmöglichkeit bei einem Glas Wein auf dem herrlichen Aussichtsplatz direkt bei der riesigen Kugel. Anmeldung am Vortag im Tourismusverein erforderlich.
  • Samstag 16 Nov 2019
    Giocare=imparare Fabio Viola, considerato uno dei più influenti gamification designer al mondo e fondatore del collettivo TuoMuseo, ci condurrà in una affascinante scoperta di come il gioco può essere applicato alla promozione culturale. Alla Rassegna Generazioni svelerà il potere motivazionale ed emozionale dei videogames, di come l’engagement sia la metrica primaria per guidare i nostri comportamenti quotidiani e di come sia ormai indispensabile allineare le pratiche quotidiane alle generazioni attuali.
  • Mittwoch 02 Okt 2019
    incontro con l'autore Marcello Fois Durata: 100' «Lí, distesi a terra, rivolti al cielo di una tinta indefinibile, le parti si invertivano: lí Pietro sapeva cose che Paolo ignorava. Quel tempo era stato un immenso vomere che aveva ribaltato il terreno delle loro esistenze». Marcello Fois racconta il suo ultimo lavoro: “Pietro e Paolo” (ed. Einaudi, 2019). Prima erano inseparabili: Pietro figlio dei servi, Paolo dei padroni, un’adolescenza trascorsa in comunione con la natura, nel cuore vivo di una Sardegna selvaggia. I giochi, le parole pronunciate per conoscersi o per ferire, poi Lucia, «una giovane acacia selvatica»: sono tante le vie per scoprire chi sei, chi vuoi diventare, qual è la misura esatta del tuo potere. Quando Paolo viene chiamato alle armi, per una promessa che assomiglia a un patto di sangue si arruola anche Pietro, da volontario. Il suo compito è guardare a vista l’amico fragile, sorvegliarlo, proteggerlo. Le disparità nel loro rapporto ora non è piú possibile ignorarle, s’impongono come le regole di grammatica che Paolo un tempo spiegava a Pietro: ci sono dei verbi, gli ausiliari, che permettono a tutti gli altri di spostarsi nello spazio e nel tempo. «Non lasciarmi» chiede Paolo, e Pietro forse lo tradirà o forse rispetterà la promessa, ma da quei giorni di bombe e combattimenti le loro vite, e quelle delle loro famiglie in Sardegna, cambieranno per sempre. Sino a quel mattino di gennaio in cui, ormai uomini fatti, si troveranno di nuovo uno di fronte all’altro. In una resa dei conti dove tradirsi o salvarsi può essere paradossalmente lo stesso gesto. Percorso Le vie del sacro - Teatro Cristallo - Diocesi Bolzano Bressanone - ACLI sede provinciale di Bolzano (fondi del 5 per mille - annualità 2017) - Caritas Bolzano-Bressanone - Centro per la pace di Bolzano